Dipendenza: ruolo di genitori e amici

La maggior parte delle persone ottiene le prime esperienze con sostanze che creano dipendenza durante la pubertà. Genitori e amici svolgono un ruolo cruciale.

Dipendenza: ruolo di genitori e amici

Descrizione del prodotto

Dipendenza: ruolo di genitori e amici

  • Intervenire presto

  • Fuggi in un altro mondo

  • Modello di ruolo non valido: buon modello di ruolo

  • Comprensione e libertà

  • Regole chiare

  • Prendi sul serio gli avvertimenti

  • Offri aiuto, non forza

Intervenire presto

La prima sigaretta a 13, la prima birra a 14 anni - la maggior parte delle persone ottiene la prima esperienza con sostanze che creano dipendenza durante la pubertà. Per molti giovani che provano senza conseguenze. Abbandonano le droghe più tardi o riducono il loro consumo a un livello non problematico. Altri bambini e giovani adulti non si liberano facilmente dei fondi, fuggono sempre più nell'intossicazione e diventano dipendenti.

Una dipendenza di solito si sviluppa lentamente, per molti anni e inosservata all'inizio. Prima si verifica il primo contatto con il farmaco, più frequentemente si sviluppa una dipendenza. Per gli amici e i genitori, è quindi importante raggiungere le persone colpite il prima possibile e sostenerle - idealmente, prima ancora che arrivi alla dipendenza.

fattori protettivi
  • Sana autostima
  • Circolo di amici in cui non si consumano sostanze che creano dipendenza
  • I genitori che gestiscono l'alcol in modo responsabile e non fumano
  • Le sostanze che danno assuefazione sono difficili da ottenere e costose
  • Ambiente sociale sicuro e stabile
i fattori di rischio
  • Sostanza disponibile facilmente
  • Alcol e tabacco in famiglia o al lavoro tutti i giorni
  • Manipolazione non necessaria dei farmaci
  • Esperienze traumatiche, problemi familiari e sociali
  • Cerchia di amici in cui si consumano sostanze che creano dipendenza

Fuggi in un altro mondo

Coloro che cercano sostanze che creano dipendenza sono di solito semplicemente curiosi sugli effetti. Se una dipendenza deriva dal cosiddetto consumo di prova è deciso da esperti sulla base di vari fattori di protezione e di rischio.

Una sana autostima basata sul successo personale protegge gli adolescenti dalla fuga in un mondo falso di fronte a problemi. L'ambiente - come amici e familiari che si occupano di alcol e droghe - gioca un ruolo nell'emergenza di una dipendenza.

Viceversa, i genitori e i conoscenti possono essere dei cattivi modelli di comportamento. Se ci sono problemi familiari come divorzio, violenza o morte, aumenta il rischio di dipendenza.

Modello di ruolo non valido: buon modello di ruolo

Molti fattori di rischio per una dipendenza successiva, come un quartiere sfavorevole o la disoccupazione dei genitori, non sono influenzati solo parzialmente. Tuttavia, rimane un fattore importante per tutti i parenti in ogni caso: essere un buon modello di ruolo.

Se i genitori fumano, bevono alcolici regolarmente o consumano altre droghe, i loro figli si rivolgono spesso a droghe che danno assuefazione. Le osservazioni a casa lasciano declinare le inibizioni della prole contro la droga o l'alcol. Soprattutto nei primi dieci anni, il giovane impara principalmente dal fatto che guarda gli adulti sulle dita. Se il tuo modello per il relax serale ha bisogno di birra e televisione, i bambini possono farlo. Lo stesso vale se si usa lo stesso farmaco per ogni piccolo raffreddore o mal di testa. I problemi sono combattuti con sostanze che creano dipendenza: i bambini non conoscono un'altra strategia di soluzione.

I genitori non devono essere perfetti. Le liti con il partner e gli occasionali attacchi over-the-side sono normali. Il modo in cui i caregivers si occupano di tali situazioni è importante. Dopo una disputa, si dovrebbe cercare una soluzione amichevole, mettendo in discussione criticamente il proprio comportamento con una sbornia.

E quelli che dicono consapevolmente durante le celebrazioni familiari che non vogliono bere alcolici oggi, stanno fornendo ai loro figli gli strumenti per dire "no", nonostante la pressione dei pari in seguito.

Comprensione e libertà

Le sostanze sono spesso abusate per sfuggire alle preoccupazioni della vita quotidiana. È buono per i bambini e gli adolescenti che possono invece spostarsi nella propria stanza o in un altro luogo. Nella vita di tutti i giorni dovrebbero avere il tempo per rilassarsi e rilassarsi.

Se le cose non vanno bene a scuola o in educazione, aiuta a sapere che ci sono altre cose nella vita che sono importanti. Il club sportivo e il gruppo giovanile offrono un impiego significativo senza aumentare la pressione delle prestazioni. Qui puoi celebrare il tuo successo, ma anche provare delusione - un allenamento per la vita futura. Finché i bambini possono avere fiducia nella comprensione, nell'apprezzamento e nell'amore in famiglia, possono scuotere poco.

La relazione tra genitori e figli cambia nel tempo: se i bambini hanno bisogno di molto supporto in un primo momento, devono acquisire la propria esperienza nel tempo. Questo può iniziare con la scelta dei vestiti e va dallo shopping al supermercato al lavoro part-time come baby sitter. Gli esperti di ricerca riportano dall'esperienza che i genitori premurosi possono fare del male.Chiunque non avesse mai avuto a che fare con problemi da adolescente, perché mamma o papà si sono sempre affrettati ad aiutare, in seguito getta via le difficoltà più in fretta.

  • Immagine 1 di 12

    Buono per il fegato

    Il fegato svolge un ruolo centrale nel nostro metabolismo: filtra il sangue, produce ormoni, scompone i vari metaboliti e immagazzina i nutrienti. In realtà, perché spesso l'uomo rende la vita difficile all'organo. Soprattutto, uno stile di vita malsano e le tossine ambientali fanno male. Quindi fai qualcosa di buono per il tuo fegato con i seguenti suggerimenti!

  • Immagine 2 di 12

    Bel amaro

    I tarabusi fanno gioire il tuo fegato. Perché aumentano la produzione di bile e quindi rendono il grasso del cibo meglio tollerato. Questo allevia il fegato. È possibile trovare una grande quantità di componenti amari in alimenti vegetali come cicoria, radicchio, insalata di indivia, carciofi, cavoletti di Bruxelles o denti di leone.

  • Immagine 3 di 12

    Caffè per il fegato

    Il caffè è un'ottima bevanda, almeno per il fegato. Un meta-studio ha dimostrato che il tronco del bevitore riduce il rischio di cancro al fegato. E almeno del 40 percento. Gli ingredienti nel caffè attivano anche gli enzimi del fegato, hanno detto i ricercatori. I soggetti sorseggiavano da una a tre tazze al giorno per questo effetto.

  • Immagine 4 di 12

    Al fegato piace piccante

    Usa molte erbe e spezie fresche mentre cucini. Rosmarino per esempio. I polifenoli, gli oli essenziali e i minerali contenuti attivano il flusso biliare, aumentano la circolazione sanguigna e sostengono il fegato durante la disintossicazione. Anche la salvia è buona per il fegato. Ha proprietà antispasmodiche, antinfiammatorie e rigeneranti.

  • Immagine 5 di 12

    Impacco di fegato come trattamento benessere

    Lo sai per certo: dopo che la sensazione grassa di arrosto di maiale e pienezza fastidiosa si diffondono. Per promuovere la digestione dei grassi, provate invece la grappa digestiva, ma piuttosto una volta un rimedio casalingo provato e testato: involucro di fegato. Basta immergere un piccolo asciugamano con acqua salata calda, strizzare e mettere sul fegato, sopra la bottiglia dell'acqua calda, fatto! Dopo circa 30 minuti, puoi rimuovere tutto.

  • Immagine 6 di 12

    Piccole porzioni

    La digestione è un duro lavoro per gli organi interni. Ecco perché è meglio per il fegato, tra le altre cose, se non viene "ucciso" con enormi porzioni. Quindi mangia più spesso al giorno e per quantità minori.

  • Immagine 7 di 12

    Non troppo alcol

    Il fegato aiuta a disintossicare il corpo. A questo proposito, sei particolarmente preoccupato per l'alcol. Pertanto, come regola generale, gli uomini non dovrebbero consumare più di 20 grammi di alcol al giorno, le donne solo 10 grammi (si tratta di un bicchiere di vino). Chiunque guardi troppo a fondo nel bicchiere a lungo andare riceve lo sgradevole ricevuta: il fegato diventa grasso (fegato grasso) o si restringe (cirrosi epatica).

  • Immagine 8 di 12

    Grasso solo con moderazione

    Un fegato grasso può anche essere formato da cibi troppo grassi e contenenti calorie. Perché il fegato ama immagazzinare il grasso, dopotutto, è un combustibile molto efficiente per i tempi cattivi. Nel frattempo, il fegato grasso è in realtà la malattia epatica più comune in Germania. Il semplice antidoto: cerca di seguire una dieta sana e di friggere o arrostire raramente il tuo cibo.

  • Immagine 9 di 12

    Il fumo attacca il fegato

    Non per niente il consumo di sigarette è considerato uno dei fattori di rischio per il cancro del fegato. Perché l'organo ha a che fare con la disintossicazione del fumo. Soprattutto in combinazione con l'alcol, il fumo aumenta la probabilità di cirrosi epatica o fegato grasso. Pertanto: tieni le dita lontane dagli steli incandescenti e cerca di fumare il più passivamente possibile.

  • Immagine 10 di 12

    Piccoli carboidrati

    Stai già soffrendo di fegato grasso? La buona notizia: il fegato ha eccellenti capacità di rigenerazione. Al fine di ottenere il cosiddetto fegato grasso non alcolico rapidamente sotto controllo, in particolare una riduzione radicale dei carboidrati nella dieta è efficace. Oltre allo zucchero e ai dolci, i carboidrati comprendono anche tutti i prodotti di farina, frutta, patate e riso. Si consiglia anche un regolare esercizio fisico.

  • Immagine 11 di 12

    Attivo per il fegato

    Lo spostamento non è solo un bene per le persone che hanno già problemi al fegato. Fondamentalmente: Esercizio fisico, circa cinque ore a settimana, mantenere te e il tuo fegato in forma. Perché, tra le altre cose, la circolazione e il metabolismo sono migliorati.

  • Immagine 12 di 12

    Attenzione con paracetamolo

    Dolore? Febbre? Molti poi ricorrono rapidamente al paracetamolo. Ciò comporta alcuni pericoli, perché chi ingerisce troppe pillole rischia un fallimento del fegato. I medici richiedono anche una prescrizione per il farmaco. Quindi assicurati di non overdose con paracetamolo e, in caso di dubbio, chiedi di nuovo al tuo medico.

Regole chiare

Nonostante tutte le responsabilità e libertà, i genitori dovrebbero ancora stabilire regole e applicare in modo coerente. Ad esempio, i bambini di età inferiore ai 16 anni non dovrebbero assumere alcolici, anche in occasioni speciali.Un divieto assoluto di alcolismo non è realistico per gli over 16enni. Tuttavia, se l'adolescente torna a casa ubriaco, è importante parlargli e farlo capire.

Prendi sul serio gli avvertimenti

Quando gli adolescenti entrano in una dipendenza, spesso viene alla luce. I classici segnali di allarme della dipendenza sono:

  • Bassa autostima ("Non posso farcela da solo!")
  • Svogliatezza (in attività che prima erano divertenti)
  • Ansia da attaccamento (le amicizie sono terminate, non ne vengono fatte di nuove)
  • Solitudine (può includere esprimere eccesso di cibo)
  • Difficoltà a risolvere problemi (sentirsi sopraffatti)
  • Mancanza di critiche

Offri aiuto, non forza

Se un adolescente sospetta una dipendenza, è importante mantenere la calma. Le accuse fatte nell'affetto mettono a repentaglio il rapporto di fiducia tra la persona interessata e i parenti. Innanzitutto, scopri la dipendenza e la rispettiva sostanza che crea dipendenza. Prima di iniziare una conversazione diretta con il bambino, puoi discutere con altri caregiver come insegnanti, istruttori nel club sportivo o amici. Centri di consulenza per la dipendenza e la famiglia offrono anche un aiuto individuale.

Parlando con l'adolescente, è bene chiarire le proprie preoccupazioni: aiuta se si ha familiarità con le possibili conseguenze della sostanza che crea dipendenza e si possono giustificare le proprie paure. Devi aspettarti che la tua manipolazione di alcol o sigarette venga fuori e viene criticata dall'adolescente.

I genitori e gli amici devono essere consapevoli del fatto che hanno solo un'influenza limitata sul comportamento di dipendenza. I tentativi di buttare via droghe o imporre gli arresti domiciliari spesso falliscono senza la collaborazione dell'interessato. Potrebbe volerci molto tempo prima che i tossicodipendenti siano pronti ad accettare aiuto. Ma poi le probabilità di successo dei programmi di ritiro sono buone: in molti casi la fuga dalla dipendenza ha successo.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: