Additivi

Maggiore shelf life, gusto migliore, consistenza migliore: scopri qui cosa c'è dietro gli additivi alimentari nel cibo.

Additivi

additivi, che appaiono come numeri E nelle informazioni nutrizionali di molti alimenti, attualmente ne esistono più di 300 diversi. Sono utilizzati in particolare per la produzione di prodotti alimentari finiti per influenzare le loro proprietà come gusto, colore, durata o consistenza. Leggi di più sull'importanza degli additivi qui e cosa c'è dietro di loro.

Quali sono gli additivi?

Diverse centinaia di additivi alimentari sono autorizzati nell'Unione europea (UE). Sono validi in tutti i paesi dell'UE, alcuni anche in tutto il mondo. Gli additivi sono utilizzati principalmente per alimenti pronti al consumo. La "E" nei numeri E sta per CE o UE.

Ogni additivo è assegnato a una categoria o gruppo. Tuttavia, alcuni additivi rientrano in diversi gruppi. Ad esempio, l'anidride carbonica (E 290) è un agente acidificante, conservante, propellente e lievitante. I numeri E devono sempre essere specificati sul cibo in modo concreto. Ma ci sono alcune eccezioni, ad esempio gli emulsionanti. Qui viene prescritta solo l'indicazione del gruppo di sostanze.

Numeri elettronici: gruppi

Da E-100 a 199

coloranti; fornire appetitoso aspetto del cibo

Da E-200 a 299

conservanti; inibire la crescita di microrganismi nocivi come batteri, muffe o lieviti; maggiore durata del prodotto

E-300 a 321

antiossidanti; prevenire la reazione con l'ossigeno e quindi z. Rancidezza, aumenta la shelf life dell'alimento

Da E-322 a 399

acidificanti; conferire un sapore acido e conservare o stabilizzare, agendo come agente lievitante o gelificante

Da E-400 a 429

Gelificante, addensante e agenti idratanti; ex dare una forma solida, tentazione aumentare la viscosità cibo assorbendo acqua, impedendo quest'ultima che il prodotto si asciuga o le cristallizza zucchero

E-430-499

emulsionanti; rendere miscibili i liquidi immiscibili, z. Come acqua e olio, e quindi migliorare la cremosità e le proprietà aromatiche

Da E-500 a 949

Vari additivi; u. a. Agente lievitante, agente rassodante, amido modificato, esaltatore di sapidità

Da E-950 a 1518

dolcificanti; dare un sapore dolce, non ha praticamente alcun valore nutrizionale, ma può essere lassativo e flatulento

Inoltre, ci sono ancora alcune sostanze che vengono aggiunte agli alimenti, ma non sono considerate come additivi:

  • Alimenti che hanno un effetto colorante e che vengono aggiunti sulla base di proprietà aromatizzanti, aromatizzanti o nutrizionali
  • Sostanze che non vengono consumate ma utilizzate solo per avvolgere o rivestire determinati alimenti
  • Pectina nel cibo che viene da mele o bucce di agrumi
  • Basi per la produzione di chewing gum
  • Vari prodotti di amido (ad esempio tostati o fisicamente

amido modificato)

  • cloruro di ammonio
  • Gelatina, proteine ​​idrolizzate, proteine ​​del latte, glutine, plasma sanguigno
  • Gli amminoacidi, a differenza di z. Come acido glutammico, glicina, cisteina e cistina, non hanno la funzione di un additivo
  • Caseina e caseinati
  • insulina

Etichettatura di additivi

Nell'elenco degli ingredienti, tutti gli additivi devono essere specificati. Invece del nome chimico è (di solito) chiamato il numero E più semplice. Le norme che disciplinano gli additivi alimentari per tutti gli Stati membri dell'UE sono stabilite dal regolamento (CE) n. 1333/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio. L'elenco dei numeri elettronici in Germania è specificato nell'ordinanza sull'ammissione degli additivi (ZZuIV).

Alcune e-tessuti come il sorbitolo alcool di zucchero sono espressi come "quanto basta" ( "qs"), che si riferisce alla quantità che è necessario secondo la buona tecnica, per ottenere l'effetto desiderato senza che il consumatore sia indotto in errore. Altri additivi non devono superare un determinato livello massimo (ad es. Conservanti nel trattamento superficiale del formaggio a pasta dura e affettato).

Dal 20 luglio 2010, nella forma di un avvertimento ( "Can e l'attenzione dei bambini influenzano") deve essere indicato sulla confezione quando il coloranti E 102 ed E 122 (vedi elenco di additivi sopra) o altri coloranti sintetici.

Per gli alimenti confezionati un'indicazione generale di come "con esaltatore", "colorante" o sufficiente "solforati".

Non richiede additivi di etichettatura non sono "funzione tecnologica nel prodotto finale", cioè quei cibi che non contengono additivi alimentari, tuttavia, sono stati aggiunti prodotti precursori alcuni additivi.

Anche per il cibo che viene venduto singolarmente (esCandy) o la cui area di confezionamento è inferiore a dieci centimetri quadrati, la lista degli ingredienti e quindi anche l'indicazione degli additivi può essere omessa.

Quali additivi ci sono?

Allo stato attuale, 316 sostanze con un numero E sono autorizzate come additivi alimentari nell'Unione europea.

La seguente lista di numeri elettronici mostra alcuni numeri elettronici selezionati:

E-numero

nome trasporti

E 100

curcumina

E 150d

Caramello solfito-ammoniacale

E171

Il biossido di titanio

E 200

acido sorbico

E 202

sorbato di potassio

E 210

benzoico

E 211

sodio benzoato

E 250

nitrito di sodio

E 330

acido citrico / acido citrico

E 331

sodio citrato

E 339

sodio fosfato

E 407

carragenina

E 410

farina di semi di carrube

E 412

gomma di guar

E 414

Gomma arabica

E 415

xantano

E 420

sorbitolo

E 422

Glicerolo / glicerina

e 450

Difosfato disodico, difosfato trisodico, difosfato tetrasidico, difosfato dipotassico, difosfato tetrapotassico, difosfato bicalcico, calcio difosfato difosfato

E 440

pectina

E 466

carbossimetilcellulosa

E 471

Mono- e digliceridi degli acidi grassi, MDG

e 472e

Estere mono- e diacetil tartarico di MDG

E 500

sodio

E 621

glutammato monosodico

E 950

acesulfame K

E 951

aspartame

E 952

sodio

Additivi: sei discutibile?

Chiaramente, la questione del pericolo degli additivi difficilmente può essere risolta. Più della metà degli additivi approvati sono considerati innocui e in generale tutti gli alimenti venduti in Germania devono essere sicuri. Cioè, gli additivi devono essere approvati. Vietati, ad esempio, residui nocivi di pesticidi.

Rimane un'incertezza residua. Così, alcuni additivi come sospetti (pseudo) allergie (formicolio della bocca, eruzione cutanea) causa.

In sostanza, il rispettivo operatore del settore alimentare è responsabile per la sicurezza dei suoi prodotti, ma c'è anche un sistema di garanzia concordato a livello internazionale e le autorità competenti (in Germania, il Ministero federale dell'alimentazione, dell'agricoltura e della protezione dei consumatori / BmEL). Valutano i rischi nell'area additivi sempre nuova e le regole e le strutture si adattano in modo continuo.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: