Aids

L'aids è l'ultimo stadio di infezione cronica con un virus dell'immunodeficienza (hiv) che porta all'immunodeficienza.

Aids

Sinonimi

Sindrome da immunodeficienza acquisita, sindrome da immunodeficienza acquisita

definizione

Segni di AIDS

L'AIDS è l'ultimo stadio di un'infezione cronica con il virus dell'immunodeficienza umana (HIV), che porta a immunodeficienza con frequenti malattie infettive e tumori.

Il virus HI seleziona alcune cellule immunitarie del corpo umano come cellule ospiti che attacca. Il virus "riprogramma" il nucleo di queste cellule in modo che producano solo nuovi virus fino alla morte delle cellule immunitarie colpite. I nuovi virus formano quindi nuove cellule di difesa come "vittime".

Di conseguenza, il sistema immunitario è gradualmente indebolito e gli agenti patogeni invasori o le cellule tumorali appena formate hanno un gioco facile. Arriva a un collasso del sistema immunitario. Un numero di agenti patogeni (chiamati agenti patogeni opportunistici) che sono relativamente sicuri nelle persone sane e alcuni tipi di cancro possono diffondersi indisturbati nell'organismo compromesso dal virus e portare alla morte (vedi sotto).

Il virus si trova in diversi fluidi corporei in diverse concentrazioni. Lo sperma è considerato altamente infettivo, seguito da sangue. Il liquido vaginale e l'urina contengono concentrazioni più basse di virus, la saliva è solo leggermente contagiosa. Un semplice contatto di materiale contenente virus con pelle o membrana mucosa sana e intatta non è sufficiente per l'infezione da HIV. Al di fuori del corpo, l'HIV non può durare a lungo.

sintomi

Dopo l'infezione con il virus e un periodo di incubazione da una a tre settimane, alcuni pazienti possono manifestare una malattia simile all'influenza acuta. Tuttavia, questi sintomi non specifici (febbre, eruzione cutanea, linfoadenopatia, mal di gola, dolori muscolari e articolari, vomito, diarrea, cefalea, ecc.) Non consentono una conclusione diretta dell'infezione da HIV. Questo è seguito da uno stadio di mesi o anni in cui sono rilevabili virus e anticorpi anti-HIV nel sangue, ma la persona infetta si sente in salute. In questa fase, tuttavia, può già trasmettere la malattia ad altre persone. I primi segni che la malattia progredisce possono essere aumentati infezioni fungine, diarrea, linfonodi ingrossati, febbre o perdita di peso. L'ultimo stadio dell'infezione corrisponde alla malattia AIDS. Possono verificarsi le seguenti malattie, alcune delle quali sono causate da agenti patogeni opportunistici:

  • Malattie del sistema nervoso z. Come meningite (meningite), debolezza, fallimenti fisici e mentali
  • Infezioni con patogeni toxoplasmosi
  • forme gravi di polmonite con germi molto difficili da trattare (ad es. Pneumocystis)
  • estesa infezione fungina delle membrane mucose, z. B. nell'esofago o nella trachea
  • Infezioni da virus (ad es. Con virus dell'herpes o citomegalovirus)
  • tubercolosi
  • diarrea
  • alcuni tipi di cancro (ad esempio il sarcoma di Karposi)
  • forte perdita di peso

cause

La trasmissione dell'HIV avviene tramite:

  • Rapporti sessuali non protetti in cui si verifica il contatto diretto con fluidi corporei infetti (liquido seminale, liquido vaginale o sangue). Malattie trasmesse sessualmente o altre infiammazioni sulla pelle e sulle mucose degli organi genitali facilitano anche la penetrazione del virus.
  • lo scambio di materiale per siringhe tra tossicodipendenti.
  • una madre infetta sul suo bambino durante la gravidanza, il parto o raramente sul latte materno.
  • sangue infetto e prodotti sanguigni (oggi non è più una minaccia nei paesi industrializzati). L'infezione da tessuto donatore o sperma infetto da banche di sperma è improbabile.

L'HIV non viene trasmesso:

  • attraverso punture di insetti
  • attraverso il contatto quotidiano con le persone infette in famiglia e lavorare così. Come tossire, toccare, abbracciare o usare gli stessi bicchieri o posate, maniglie delle porte, telefoni, asciugamani, servizi igienici o forbici da barbiere
  • nella sauna o nella piscina

indagine

Il medico può prima eseguire un test HIV. Un test speciale può rilevare i componenti virali nel sangue pochi giorni dopo l'infezione. A seconda del test, gli anticorpi nel sangue vengono raccolti per 2-3 settimane o 1-2 mesi dopo l'infezione. È quindi importante sapere a che ora è stato eseguito il tipo di test. Un risultato negativo del test 3-6 mesi dopo la sospetta infezione è considerato sicuro. Se il risultato del test è positivo, è importante che il medico ti fornisca un consiglio dettagliato o lo faccia riferimento ad un altro medico o centro di consulenza che possa svolgere il lavoro. In un esame dettagliato, il medico può determinare fino a che punto la malattia è progredita e quando è il momento giusto per l'inizio della terapia. Un indizio importante qui è la determinazione di un tipo di cellule di difesa nel sangue, le cosiddette cellule helper T4 o cellule CD4, il cui numero continua a diminuire con il progredire della malattia.

trattamento

Per la terapia sono stati sviluppati farmaci che inibiscono la proliferazione dei virus HI e proteggono le cellule colpite dalla morte. La terapia standard oggi è solitamente una combinazione di tre farmaci, per cui i pazienti devono aderire a un programma di assunzione rigoroso. Alcuni pazienti hanno effetti collaterali significativi. Oltre al trattamento contro il virus stesso, le misure preventive contro i patogeni opportunisti sono estremamente importanti.

In casi eccezionali, la trasmissione del virus può essere evitata in seguito all'esposizione all'HIV (ad es., Ferita infetta da ago del sangue infetto) mediante l'inizio immediato della terapia. A causa dei forti effetti collaterali di una tale terapia, tuttavia, è una misura di emergenza.

Cosa puoi fare se sei infetto da HIV

  • Essere informati in dettaglio dal medico e regolarmente esaminati.
  • Cerca di vivere una vita sana ed evitare tutto ciò che indebolisce il tuo corpo (consumo eccessivo di alcol, nicotina, nutrizione unilaterale, ecc.).
  • Evitare luoghi e comportamenti ad alto rischio di infezione. Anche i viaggi verso paesi tropicali a maggior rischio di malattia dovrebbero essere evitati.
  • Le donne sieropositive dovrebbero essere consigliate contro la gravidanza perché il rischio di trasmissione al bambino è del 15-30%.
  • Evitare tutto ciò che potrebbe portare a ulteriori infezioni (vedi Prevenzione).

malattia

Possono passare anni o decenni per l'insorgenza dell'AIDS. Il 50% di quelli infetti sono nella fase di AIDS 10 anni dopo l'infezione. Si tratta di malattie mortali che portano alla morte dopo pochi anni.

prevenzione

La prevenzione del preservativo nei rapporti sessuali è particolarmente vero in pratiche sessuali a rischio (ad esempio anali) in gruppi a rischio e cambiare frequentemente partner sessuali. Ma non viene fornita una protezione al cento per cento, ad es. nel caso di un preservativo che perde. I tossicodipendenti devono essere consapevoli del rischio di infezione durante la condivisione di siringhe e aghi. Il personale medico e i soccorritori devono indossare i guanti durante tutte le attività che potrebbero metterli in contatto con fluidi corporei infettivi.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: