Alzheimer

Nell'alzheimer la memoria si affievolisce. Leggi come riconoscere la malattia di alzheimer, quali sono le cause e come trattarla.

Alzheimer

L'Alzheimer è la forma più comune di demenza. La malattia del cervello lentamente progressiva porta a perdita di memoria, confusione e disorientamento. L'Alzheimer non è curabile, ma può essere alleviato e rallentato. Per saperne di più: Come si sviluppa l'Alzheimer e come puoi prevenirlo? Come riconoscere la malattia in una fase iniziale? E come si può rallentare la loro progressione?

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. F00G30

Descrizione del prodotto

Alzheimer

  • Cause e fattori di rischio

  • sintomi

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • evitare

  • Corso e prognosi

Alzheimer: breve panoramica

  • cause: Morire di cellule nervose nel cervello da depositi di proteine
  • Fattori di rischio: Età, ipertensione, colesterolo elevato, calcificazione vascolare, fattori genetici
  • primi sintomi: diminuzione della memoria a breve termine, disorientamento, disturbi della ricerca di parole, personalità alterata, sistema immunitario indebolito
  • diagnosi: mediante la combinazione di diversi test, dottori, test di demenza, scansioni cerebrali mediante TC o MRI, diagnostica del CSF
  • trattamento: nessuna cura, terapia sintomatica con farmaci anti-demenza, neurolettici, antidepressivi, terapia non farmacologica, come l'allenamento cognitivo
  • Prevenzione: dieta sana, esercizio fisico regolare, memoria esigente, molti contatti sociali

Alzheimer: cause e fattori di rischio

Nel cervello dei malati di Alzheimer, i neuroni e le loro connessioni gradualmente si estinguono. Di conseguenza, il cervello si restringe fino al 20%: i solchi del solco sulla superficie del cervello si approfondiscono, le camere del cervello si espandono. La distruzione delle cellule nervose inizia nel cosiddetto cervello olfattivo. Quindi accede alle regioni del cervello responsabili della memoria. Ad un certo punto, copre l'intera superficie del cervello.

Il cervello si restringe nell'Alzheimer muore dalle cellule nervose. Questo fa sì che il cervello si riduca lentamente. Soprattutto il cosiddetto Windungsfurchen sulla superficie del cervello approfondisce e approfondisce le camere del cervello.

Il nucleo basale di Meynert è particolarmente colpito precocemente nella morte cellulare: le cellule nervose di questa struttura cerebrale più profonda producono il neurotrasmettitore acetilcolina. La morte cellulare nel nucleo basale di Meynert innesca quindi una significativa mancanza di acetilcolina. Di conseguenza, l'elaborazione delle informazioni è disturbata: le persone interessate riescono a malapena a ricordare eventi recenti. La tua memoria a breve termine sta diminuendo.

I depositi di proteine ​​uccidono le cellule nervose

Nelle regioni del cervello colpite ci sono due diversi tipi di depositi proteici che uccidono le cellule nervose. Perché questa forma non è chiara.

Tra le cellule nervose e in alcuni vasi sanguigni si formano delle placche indissolubili Beta-amiloide, Questi sono frammenti di una proteina più grande la cui funzione è ancora sconosciuta.

Normalmente, la beta-amiloide è suddivisa. Nei pazienti con malattia di Alzheimer, questo processo di pulizia non funziona più nel cervello e il frammento di proteina si deposita lì. Questo inibisce l'energia e l'apporto di ossigeno al cervello - le cellule nervose muoiono.

Le placche di Alzheimer cerebrale La malattia di Alzheimer provoca la formazione di proteine ​​beta-amiloide in placche. Questi interferiscono con la comunicazione tra le cellule nervose, delle quali muoiono sempre di più nel tempo.

Inoltre, nei pazienti con malattia di Alzheimer nelle cellule nervose del cervello si formano fibrille tau anormali - insolubili, fibre intrecciate dal cosiddetto proteina tau, Interrompono i processi di stabilizzazione e trasporto nelle cellule cerebrali, facendoli morire.

Alzheimer: fattori di rischio

Il principale fattore di rischio per l'Alzheimer è l'età: solo il due per cento dei minori di 65 anni si ammalano. Almeno uno su cinque è influenzato dal gruppo di età 80-90, e più di un terzo da quelli oltre 90.

L'età da sola non causa l'Alzheimer. Piuttosto, gli esperti ritengono che debbano essere aggiunti ancora più fattori di rischio prima che si verifichi l'insorgenza della malattia.

Complessivamente, i seguenti fattori possono favorire la malattia di Alzheimer:

  • età
  • cause genetiche
  • L'alta pressione sanguigna
  • livello di colesterolo elevato
  • aumento dei livelli di omocisteina nel sangue
  • Indurimento delle arterie (aterosclerosi)
  • zucchero nel sangue mal regolato nel diabete
  • stress ossidativo causato da composti di ossigeno aggressivi che svolgono un ruolo nella formazione di depositi proteici nel cervello

Ci sono altri fattori che possono aumentare il rischio di malattia di Alzheimer, ma hanno bisogno di ulteriori ricerche. Questi includono l'infiammazione nel corpo che dura a lungo: potrebbero danneggiare le cellule cerebrali e favorire la formazione di depositi proteici, secondo i ricercatori.

Altri potenziali fattori di rischio di Alzheimer includono bassa formazione generale, lesioni alla testa, infezione cerebrale da parte di virus e anticorpi autoimmuni negli anziani.

Alzheimer: la solitudine è un segnale di avvertimento precoce?

Le persone solitarie hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia di Alzheimer. Sono i primi cambiamenti nel cervello che isolano le persone colpite dai loro simili? Di Christiane Fux

Saperne di più

Alluminio e Alzheimer

Le autopsie hanno dimostrato che il cervello dei malati di Alzheimer deceduti ha una maggiore concentrazione di alluminio. Ma questo non significa necessariamente che l'alluminio causa l'Alzheimer. Gli esperimenti sugli animali, d'altro canto, sostengono che se dai l'alluminio ai topi, non hanno ancora la malattia di Alzheimer.

Invece, i livelli elevati di alluminio possono essere una conseguenza della malattia piuttosto che la causa di un Alzheimer. Se questo è davvero così, deve essere esplorato in ulteriori studi.

L'ereditarietà di Alzheimer è ereditabile?

Solo circa l'uno per cento tutti i malati di Alzheimer hanno la forma familiare della malattia: il morbo di Alzheimer è innescato da vari difetti genetici, che vengono trasmessi. Interessati dalla mutazione sono il gene della proteina precursore dell'amiloide e i geni della presenilina-1 e della presenilina-2. Chiunque porti queste mutazioni, in ogni caso dell'Alzheimer, e già tra il 30° e il 60° anno di vita.

La stragrande maggioranza dei malati di Alzheimer, tuttavia, mostra la forma sporadica della malattia, che di solito si manifesta dopo i 65 anni. Anche se la sporadica forma di Alzheimer sembra avere anche una componente genetica, questo comporta cambiamenti nel gene per la proteina Apo-lipoproteina E, che è responsabile per il trasporto di colesterolo nel sangue. I cambiamenti di questo gene non portano all'insorgenza sicura della malattia, ma aumentano solo il rischio.

In generale, più una persona è anziana all'inizio del morbo di Alzheimer, minore è il rischio per i parenti di contrarre.

"A volte la storia di Alzheimer"

La ricerca sul morbo di Alzheimer sta esplodendo. Ma quanto è probabile un rapido passo avanti nella terapia? Nell'intervista di The-Health-Site: Prof. David Morgan. Di Christiane Fux

Saperne di più

  • Immagine 1 di 11

    La memoria innocua decade?

    Le lacune di memoria più piccole sono del tutto normali - specialmente in età avanzata, tutti dimenticano qualcosa. Tuttavia, se la dimenticanza aumenta e interferisce con la routine quotidiana, potrebbe essere il primo segno della malattia di Alzheimer. Dovresti prendere sul serio questi dieci segnali di allarme.

  • Immagine 2 di 11

    "Dove ero ieri?"

    Le persone con l'Alzheimer non solo a volte dimenticano qualcosa, ma spesso. Non riesci a ricordare i dettagli, le conversazioni o le esperienze del giorno precedente a volte sembrano estinte. Possono anche tenere il passo con nuove informazioni e fare sempre le stesse domande, anche se da tempo hanno ricevuto una risposta.

  • Immagine 3 di 11

    "Come funziona?"

    All'inizio della malattia, i malati di Alzheimer trovano particolarmente difficile completare compiti complessi, come il completamento di questionari o dichiarazioni dei redditi sui salari. Il coordinamento delle nomine sta inoltre causando crescenti difficoltà per le persone colpite. Dopotutto, accade anche che le attività di routine e familiari, come cucinare o legare i lacci delle scarpe, non vengano più eseguite correttamente.

  • Immagine 4 di 11

    "Come si chiamava?"

    I malati di Alzheimer trovano sempre più difficile ricordare termini più complessi come "fire engine" o "orologio da polso". Poiché soffrono di tali difficoltà di ricerca di parole, spesso creano nuovi termini, riscrivono o usano parole di riempimento inappropriate. Inoltre, chi soffre spesso perde il filo durante una conversazione e ricomincia da capo con nuovi argomenti. Il vocabolario attivo diminuisce gradualmente.

  • Immagine 5 di 11

    "Come arrivo a casa?"

    Le persone affette da demenza soffrono sempre più di problemi di orientamento: trovano più facile perdersi in zone straniere della città o in un hotel per le vacanze. Tuttavia, alcune persone trovano difficile trovare la strada di casa nell'ambiente familiare. Il motivo è che non riescono più a mantenere la loro attenzione. Di conseguenza, evitano di colpire punti di riferimento nel paesaggio urbano che servono al riorientamento.

  • Immagine 6 di 11

    "La sua opinione è sbagliata!"

    Il giudizio di molti pazienti è sempre più disturbato. Le persone con demenza non possono più valutare correttamente i pericoli della strada o i prezzi per i servizi. Dichiarazioni complesse di altri sono spesso mal giudicate.

  • Immagine 7 di 11

    "Questo non esiste"

    Le cause del morbo di Alzheimer non sono in grado di immaginare situazioni o oggetti astratti. Inoltre, è sempre più difficile capire le spiegazioni e trarre conclusioni. Succede anche che i proverbi e gli aforismi vengano ripetuti senza comprenderli appieno, quindi vengono usati nel contesto sbagliato.

  • Immagine 8 di 11

    "Dov'è il mio spazzolino da denti?"

    I preoccupati sono spesso dispersi: quando mettono in ordine mettono cose in luoghi completamente inadatti - il giornale è quindi, per esempio, nel frigorifero e nella sciarpa della porcellana. Ombrelli e guanti sono spesso lasciati con gli amici e dimenticati.

  • Immagine 9 di 11

    "Io sono sano"

    Alcuni malati soffrono di sbalzi d'umore soprattutto all'inizio di una malattia. Alcuni sono indifferenti ai sintomi e cercano di minimizzare il problema. Altri rispondono con vergogna e depressione quando si rendono conto che la loro funzione cerebrale sta rallentando. Questo a volte rende più difficile per il medico differenziare la demenza dalla depressione.

  • Immagine 10 di 11

    "Voglio la mia pace!"

    Nelle persone con Alzheimer, il carattere cambia anche: molti sono facilmente irritabili, ansiosi o sospettosi. Alcuni tendono anche ad essere aggressivi quando si sentono sopraffatti. Succede anche che la personalità familiare si rivolga al contrario. Le persone amabili diventano polemiche o comunque le persone oneste diventano decisamente pedante. I malati di Alzheimer spesso si ritirano dalla vita familiare e sociale.

  • Immagine 11 di 11

    "Non ne ho voglia"

    La demenza porta all'impotenza - i malati spesso perdono la loro iniziativa, sembrano impotenti, inattivi e non desiderano il nuovo. L'interesse per gli hobby e gli amici è sempre più debole. Chiunque chieda la ragione spesso ottiene giustificazioni stereotipate: "Non vado da Nordic Walking da settimane. È troppo lontano per il luogo dell'incontro, e dopo, raccontano sempre la stessa storia dopo aver bevuto un caffè. "

Alzheimer: sintomi

Nel corso del morbo di Alzheimer i sintomi aumentano e si aggiungono nuovi sintomi. Pertanto, di seguito troverete i sintomi ordinati in base alle tre fasi in cui è suddiviso il decorso della malattia: stadio iniziale, stadio intermedio e stadio avanzato:

Sintomi di Alzheimer nelle fasi iniziali

In primo luogo sono i sintomi di Alzheimer lievi ricordi di memoriaPer quanto riguarda la memoria a breve termine, ad esempio, i pazienti non riescono a trovare articoli memorizzati di recente o a ricordare il contenuto di una conversazione. Puoi perdere il filo nel mezzo di una conversazione. Questa crescente dimenticanza e distrazione può confondere e spaventare le persone colpite. Alcuni rispondono con aggressività, difesa, depressione o ritiro.

Anche su trovare le parole A volte puoi riconoscere l'Alzheimer, ma potrebbero esserci altre cause. In un disturbo della ricerca di parole, la persona interessata a volte non conosce più termini noti.

Più presto segni di Alzheimer possono lievi problemi di orientamento, Guida la debolezza e rallenta il pensiero e il parlare.

La vita di tutti i giorni di solito può essere gestita senza problemi con la demenza di Alzheimer lieve. Solo in questioni più complesse, le vittime spesso hanno bisogno di aiuto, ad esempio, mantenendo il proprio conto in banca o quando utilizzano i mezzi pubblici.

Sintomi di Alzheimer nella fase intermedia della malattia

I sintomi dell'Alzheimer sono nelle fasi intermedie della malattia disturbi della memoria aggravatiNegli ultimi eventi, i pazienti possono ricordare sempre meno e i ricordi a lungo termine (come il tuo matrimonio) svaniscono gradualmente. I volti familiari stanno diventando sempre più riconosciuti.

Anche il Difficoltà ad orientarsi temporalmente e spazialmente, rafforzati. Ad esempio, i pazienti stanno cercando i loro genitori morti da tempo o non riescono più a trovare la strada di casa dal solito supermercato.

Inoltre, i pazienti hanno bisogno anche ora di attività semplici come cucinare, pettinare o fare il bagno sempre di più Aiuto, Una vita indipendente è quindi appena possibile.

Anche il comunicazione con i pazienti sta diventando sempre più difficile: i malati spesso non riescono a completare le frasi. Hanno bisogno di chiamate chiare, che spesso devono essere ripetute prima di sedersi al tavolo da pranzo, per esempio.

Altri possibili sintomi del morbo di Alzheimer negli stadi della malattia di mezzo aumentano la voglia di muoversi e di essere forti agitazione, Ad esempio, i pazienti corrono irrequieti o costantemente fanno la stessa domanda. Possono verificarsi paure o convinzioni deliranti (come essere derubati).

Sintomi di Alzheimer nelle ultime fasi

Nel tardo stadio della malattia sono i pazienti completamente dipendente dalla cura, Molti hanno bisogno di una sedia a rotelle o sono costretti a letto. Non riconoscono più i familiari e altre persone vicine. Il discorso è ora limitato a poche parole. Infine, i pazienti non possono più controllare la vescica e l'intestino (incontinenza urinaria e fecale).

L'aumento dei problemi con la masticazione, la deglutizione e la respirazione e la rigidità degli arti sono tipici dei sintomi dell'Alzheimer. A causa del sistema immunitario indebolito, spesso porta a infezioni (come la polmonite), che spesso portano alla morte.

La malattia di Alzheimer è atipica in circa un terzo dei pazienti che si ammalano in giovane età (un piccolo gruppo nel complesso):

  • Alcuni pazienti sviluppano cambiamenti comportamentali nei confronti di comportamenti antisociali e cospicui simili a quelli della demenza frontotemporale.
  • In un secondo gruppo di pazienti i sintomi principali sono disturbi della parola e disturbi del linguaggio.
  • In una terza forma della malattia, si verificano problemi di visione.

Leggi di più sulle indagini

  • fMRI

Alzheimer: esami e diagnosi

Se ti ritrovi o una persona amata sempre più smemorata, dovresti consultare un medico di famiglia. Se necessario, questo sarà riferito a un neurologo, uno psichiatra o un'ambulanza della memoria. Quest'ultimo è un dipartimento di un ospedale specializzato in disturbi cerebrali. Lì vengono fatte numerose indagini. Finora, non c'è un singolo esame e nessun test di laboratorio specifico, con una diagnosi di Alzheimer potrebbe essere chiaramente messo.

Indagine sulla storia medica (anamnesi)

Se si sospetta il morbo di Alzheimer, il medico discuterà prima il paziente in dettaglio. Gli chiede delle sue lamentele e di qualsiasi malattia precedente. Inoltre, il medico chiederà eventuali farmaci assunti dal paziente. Perché alcuni preparativi possono influenzare le prestazioni del cervello. Nella conversazione, il medico presta anche attenzione a quanto bene il paziente può concentrarsi.

Idealmente, una persona vicina accompagna il paziente al discorso di questo medico. Perché nel corso del morbo di Alzheimer, la natura della persona colpita può cambiare. Quindi, possono verificarsi fasi di aggressività, sospetto, depressione, paure e allucinazioni. Tali cambiamenti sono a volte più rapidi per le persone che per le persone colpite.

Esame fisico

Dopo l'intervista, il medico esaminerà di routine il paziente. Ad esempio, misura la pressione sanguigna ed esamina i riflessi muscolari e il riflesso della pupilla.

test di demenza

Con un test di demenza può essere determinato da semplici esercizi, se c'è una demenza. Ad esempio, i pazienti dovrebbero ricordare e ripetere il maggior numero possibile da una lista di dieci termini. Test di demenza importanti sono il test dell'orologio, MMST e DemTect. Tuttavia, in una fase iniziale, la demenza non può essere riconosciuta bene e non si può affermare se esiste la condizione di Alzheimer o di un'altra demenza.

Oltre a questi brevi test vengono spesso condotte indagini neuropsicologiche più dettagliate.

Indagini apparenti

Se ci sono chiari segni di demenza, il cervello del paziente è di solito La tomografia computerizzata (CT) o Risonanza magnetica (RM) esaminata. Quindi può essere scoperto se la sostanza cerebrale è diminuita. Ciò confermerebbe il sospetto di demenza.

Gli esami di imaging del cranio servono anche a identificare altre condizioni che possono essere responsabili dei sintomi della demenza, come un tumore al cervello.

test di laboratorio

Anche basato su Campioni di sangue e urine Il paziente può scoprire se una malattia diversa da quella dell'Alzheimer provoca la demenza. Questo può essere, ad esempio, un disturbo della tiroide o una carenza di alcune vitamine.

Esame del sangue precoce per l'Alzheimer

L'Alzheimer è generalmente riconosciuto in ritardo. Un nuovo esame del sangue rileva la malattia già otto anni prima che compaiano i primi sintomi. Di Christiane Fux

Saperne di più

I risultati relativamente affidabili sono forniti dal CSF: Un campione di liquido cerebrospinale (CSF) viene prelevato dalla colonna lombare ed esaminato in laboratorio. Quando i livelli di alcune proteine ​​(proteina amiloide e proteina tau) nel liquido cerebrospinale sono caratteristicamente alterati, è molto probabile che sia presente la malattia di Alzheimer.

Se il medico sospetta che il paziente soffra della rara forma ereditaria di malattia di Alzheimer, un test genetico può fornire certezza.

Alzheimer: trattamento

C'è solo un trattamento sintomatico per l'Alzheimer - la guarigione non è ancora possibile. Tuttavia, la terapia corretta può aiutare i pazienti a far fronte alle loro vite quotidiane il più a lungo possibile. Inoltre, i farmaci per l'Alzheimer e le terapie non farmacologiche alleviano il disagio dei pazienti e migliorano la qualità della vita.

farmaci anti-demenza

Nella terapia farmacologica vengono usati diversi gruppi di farmaci:

Cosiddetto colinesterasi (come donepezil o rivastigmina) bloccano un enzima nel cervello che distrugge l'acetilcolina del messaggero nervoso. Questa sostanza messaggera è importante per la comunicazione tra le cellule nervose, per la concentrazione e l'orientamento. Nei pazienti con malattia di Alzheimer, viene prodotta una quantità insufficiente di acetilcolina.

Questa deficienza può essere compensata per qualche tempo nelle fasi iniziali della malattia con inibitori delle colinesterasi: le attività quotidiane sono quindi più facili per le persone colpite. Inoltre, le abilità cognitive come il pensiero, l'apprendimento, il ricordo e la percezione vengono mantenute più a lungo.

Nella demenza di Alzheimer da moderata a grave è spesso l'ingrediente attivo memantina data.Come gli inibitori della colinesterasi, può ritardare la riduzione delle prestazioni mentali in alcuni pazienti. Più specificamente, la memantina previene l'eccesso di glutammato messaggero nervoso dalle cellule cerebrali dannose. Gli esperti sospettano che nei pazienti con malattia di Alzheimer un eccesso di glutammato contribuisca alla morte delle cellule nervose.

Estratti dalle foglie di ginkgo- L'albero dovrebbe migliorare la circolazione del cervello e proteggere le cellule nervose. I pazienti con demenza di Alzheimer da lieve a moderata possono essere maggiormente in grado di far fronte alle attività quotidiane. A dosi elevate, anche Ginkgo sembra migliorare la memoria e alleviare il disagio mentale, come mostrano alcuni studi.

Altri farmaci nell'Alzheimer

La malattia di Alzheimer è spesso associata a problemi di salute mentale e cambiamenti comportamentali, come aggressività, passività, irrequietezza o ansia. Se i trattamenti non farmacologici non aiutano, il medico può chiamare i cosiddetti neurolettici (come risperidone o aloperidolo).

Tuttavia, questi agenti possono causare gravi effetti collaterali, aumentare il rischio di ictus e aumentare la mortalità. La loro applicazione è quindi strettamente monitorata. Inoltre, i neurolettici devono essere dosati il ​​più in basso possibile e non assunti a lungo termine.

Anche molti malati di Alzheimer soffrono di depressione. D'altra parte, gli antidepressivi come il citalopram, la paroxetina o la sertralina aiutano.

Inoltre, le primitive e le comorbidità esistenti come i livelli elevati di lipidi nel sangue, il diabete o l'ipertensione devono essere trattati con farmaci.

Trattamento non farmacologico

Le terapie non farmacologiche sono molto importanti nell'Alzheimer. Possono aiutare a ritardare la perdita delle capacità mentali ea mantenere l'indipendenza nella vita quotidiana il più a lungo possibile.

Ad esempio, uno aiuta formazione orientamento Realtà il paziente a trovare la sua strada nello spazio e nel tempo. L'orientamento spaziale è supportato, ad esempio, da segni colorati di vari spazi abitativi come il bagno e la cucina. La tempistica può essere migliorata usando orologi, calendari e immagini della stagione in corso.

Soprattutto nella demenza di Alzheimer da lieve a moderata può essere allenamento cognitivo Può essere utile: può allenare la capacità di apprendere e la capacità di pensare. Questi includono, per esempio, semplici giochi di parole, la supposizione di concetti o l'aggiunta di rime o proverbi ben noti.

Come parte di a terapia comportamentale aiuta uno psicologo o uno psicoterapeuta, il paziente ad affrontare meglio problemi di salute mentale come rabbia, aggressività, ansia e depressione.

Al fine di mantenere i ricordi delle fasi precedenti della vita, il lavoro autobiografico: Parenti o assistenti chiedono ai malati di Alzheimer in particolare sulle loro vite passate. Può aiutare foto, libri o oggetti personali ad evocare ricordi.

attraverso Terapia occupazionale lasciare che le abilità quotidiane vengano mantenute e promosse. Ad esempio, i malati di Alzheimer praticano la medicazione, la pettinatura, la cottura e il blocco del bucato.

Altre procedure non correlate alla droga che sono utilizzate nella malattia di Alzheimer includono arte e musicoterapia, fisioterapia, aromaterapia e snoezelen (stimolazione dei sensi come tatto, odore, gusto, ecc.).

Prevenire l'Alzheimer

Come in molte condizioni mediche, la probabilità di contrarre l'Alzheimer può essere ridotta da uno stile di vita sano. Ci sono diversi fattori che favoriscono l'Alzheimer e altre forme di demenza. Questi includono, per esempio, elevati livelli di colesterolo, obesità, ipertensione e fumo. Pertanto, tali fattori di rischio dovrebbero essere evitati o trattati il ​​più possibile.

Inoltre, sembra uno Dieta mediterranea per prevenire l'Alzheimer e altre forme di demenza con molta frutta, verdura, pesce, olio d'oliva e pane integrale.

Una dieta speciale protegge contro l'Alzheimer

Con la giusta dieta, tutti possono ridurre il rischio di Alzheimer. Anche se il piano nutrizionale non è sempre seguito esattamente. Di Larissa Melville

Saperne di più

anche esercizio regolare e gli sport possono ridurre il rischio di malattia: la ragione è che l'attività fisica stimola, tra le altre cose, il metabolismo e la circolazione del sangue nel cervello. Ciò consente alle cellule nervose di connettersi meglio e più densamente, il che favorisce la loro comunicazione.

Il rischio di Alzheimer e di altre forme di demenza diminuisce anche se si trascorre la propria vita nel lavoro e nel gioco mentalmente attivo è. Ad esempio, attività culturali, puzzle e hobby creativi possono stimolare il cervello e preservare la memoria.

Come dimostrano gli studi, può anche essere vivace vita sociale Le malattie da demenza come il morbo di Alzheimer impediscono: più persone escono e si impegnano in comunità, mag


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: