Anestesia

L'anestesia elimina la percezione di coscienza e dolore. Leggi tutto sulle diverse procedure anestetiche e su quando usarle!

Anestesia

un anestesia è un metodo per fare un sonno artificiale. È anche chiamato anestesia generale. L'anestesia generale porta alla perdita della percezione del dolore e della coscienza. Permette grandi operazioni ed esami. Nel linguaggio colloquiale, tuttavia, le forme di anestesia regionale sono talvolta indicate come narcosi. Leggi come vengono utilizzate le diverse forme di anestesia e quali rischi pongono!

Descrizione del prodotto

anestesia

  • Cos'è l'anestesia?

  • Quando esegui l'anestesia?

  • Cosa fai con l'anestesia?

  • Quali sono i rischi dell'anestesia?

  • Cosa devo considerare dopo l'anestesia?

Cos'è l'anestesia?

L'anestesia può essere utilizzata per indurre i pazienti a dormire artificialmente. A tale scopo, lo specialista responsabile (anestesista) utilizza vari farmaci e / o miscele di gas.

L'anestesia consente interventi chirurgici e alcune procedure di esame che sarebbero altrimenti praticabili solo sotto il più forte dolore. Esistono diversi metodi che differiscono, tra le altre cose, dagli effetti collaterali dell'anestesia e dalle aree di applicazione.

anestesia per inalazione

Nell'anestesia per inalazione, l'anestesia è il risultato dell'inalazione di farmaci gassosi come il sevoflurano, l'isoflurano o il protossido di azoto. Da un lato, questi cosiddetti anestetici volatili disattivano la coscienza, ma riducono anche la sensazione di dolore.

L'anestesia per inalazione è la più antica forma di anestesia e oggi è solitamente combinata con altre procedure. Un solo anestetico per inalazione viene occasionalmente usato nei bambini.

Anestesia endovenosa totale (TIA)

In questa procedura anestetica, il medico inietta tutti gli anestetici necessari in una vena. Da lì prima raggiungono il cuore e poi l'intero flusso sanguigno.

Anestesia equilibrata

L'anestesia bilanciata combina le due procedure citate. Quindi, all'inizio dell'anestesia, il paziente riceve solitamente farmaci per via endovenosa, mentre l'operazione inala anche gas anestetici. Questo riduce molti effetti collaterali anestetici e il consumo di forti analgesici.

Ulteriori informazioni: Anestesia locale

Per alcune operazioni è sufficiente disattivare solo la sensazione di dolore in una determinata area. Più sotto anestesia locale.

Ulteriori informazioni: anestesia spinale

In una speciale forma di anestesia locale, l'anestetico viene iniettato nel canale spinale. Puoi leggere di più su questo nel testo Anestesia spinale.

Ulteriori informazioni: Anestesia peridurale (PDA)

C'è un altro modo per disattivare la sensazione di dolore vicino alla colonna vertebrale. Leggi tutto su questo articolo nell'anestesia peridurale.

Quando esegui l'anestesia?

L'anestesia è sempre usata quando i pazienti hanno bisogno di prevenire il dolore e lo stress. A seconda della gravità della procedura, il medico può regolare l'intensità dell'anestesia.

operazioni

La ragione più comune per l'anestesia è la chirurgia. Molti interventi, ad esempio sugli organi addominali, diventano possibili in primo luogo. La ridotta consapevolezza riduce anche lo stress del paziente e promuove il recupero dopo l'intervento chirurgico. Il chirurgo riceve anche le migliori condizioni di lavoro possibili attraverso l'anestesia, perché il paziente non si muove. Questo è molto importante, ad esempio, per gli interventi sul cervello o sui vasi sanguigni.

indagini

Anche alcune procedure di esame richiedono l'anestesia. Per esempio, se la broncoscopia con un tubo rigido attraverso la trachea provocherebbe al paziente forti dolori e tosse se non fosse anestetizzato. Ma anche i neonati, sui quali è necessario eseguire una risonanza magnetica, spesso ottengono l'anestesia, quindi mantengono la calma. Le foto scattate sarebbero altrimenti sfocate e inutilizzabili.

L'anestesia è di solito sufficiente per tali esami. In contrasto con l'anestesia durante l'intervento chirurgico, è sufficiente somministrare un ausilio per dormire a basse dosi.

medicina d'urgenza

Se la respirazione autonoma di un paziente è impedita, ad esempio dopo un arresto cardiaco, un incidente grave o una reazione allergica, deve essere ventilato artificialmente. Da un lato, l'anestesia facilita le prestazioni sicure della ventilazione, d'altra parte, allevia il dolore che anche i pazienti incoscienti sentono ancora.

Sintomi importanti

  • Sangue nelle feci
  • attacco bilioso
  • perdita di peso
  • costipazione
  • gonfiore
  • diarrea
  • Dolore cronico
  • dolore al ginocchio
  • crampi alle gambe
  • dopo prurito

Cosa fai con l'anestesia?

Per l'anestesia, l'anestesista usa miscele gas-aria e vari farmaci. Questi possono essere divisi in tre gruppi.

  • ipnotici (Sleep aid) spegne la coscienza in primo luogo. Un esempio è Propofol.
  • analgesici (Antidolorifici) sopprimere la sensazione di dolore. Per l'anestesia sono forti analgesici dal gruppo di oppioidi.
  • Muskelrelaxanzen rilassare i muscoli e rendere il paziente immobile. A seconda dell'applicazione, non è necessario utilizzarlo con ogni anestetico.

Alcuni ipnotici possono anche essere parzialmente soppressori del dolore e rilassante muscolare, a seconda del principio attivo e della dose.

la consapevolezza di anestesia

Prima che venga pianificata un'anestesia, l'anestesista chiarisce il paziente in una conversazione dettagliata sulla procedura che è stata concepita per lui. Chiede anche su precedenti malattie e domande su medicine regolarmente assunte. Quindi il medico stima il rischio di anestesia e seleziona un farmaco appropriato. In caso di grande irrequietezza e ansia per l'anestesia, dà anche un sedativo, in modo che il paziente possa rilassarsi.

Narkoseeinleitung

Prima dell'induzione dell'anestesia, il paziente inala ossigeno puro per diversi minuti. Questo crea una riserva di ossigeno nel sangue per l'inserimento successivo del tubo di respirazione (intubazione). Allo stesso tempo, il medico inserisce un ago in una vena, ad esempio sulla mano, attraverso il quale il paziente può iniettare il farmaco. Un forte analgesico è seguito da un farmaco per dormire ad alto dosaggio, che fa perdere conoscenza al paziente in pochi secondi e smette di respirare da solo.

L'anestesista continua quindi la ventilazione utilizzando una maschera facciale sigillante e una sacca di respirazione. Se questo riesce facilmente, egli inietta una droga rilassante muscolare. Non appena funziona, può inserire nella trachea il tubo di respirazione, che consente al paziente di essere ventilato da una macchina da ora in poi.

Durante un intervento prolungato, il paziente viene riscaldato con un termoventilatore, altrimenti il ​​corpo si raffredda rapidamente. Un monitor di monitoraggio mostra continuamente importanti segni vitali come pressione sanguigna, frequenza cardiaca, frequenza cardiaca e frequenza respiratoria. Ciò consente all'anestesista di individuare rapidamente eventuali complicazioni anestetiche.

Induzione rapida sequenza

Una forma speciale di induzione anestetica è la cosiddetta Rapid Sequence Induction (RSI). Qui si somministrano i farmaci anestetici in rapida successione e si rinuncia a una ventilazione intermedia della maschera. Viene utilizzato principalmente in pazienti non a digiuno, donne in gravidanza e pazienti con determinati disturbi gastrointestinali e impedisce il riflusso del contenuto dello stomaco nella trachea.

Continuazione anestesia e anestesia

Pompe automatiche per siringhe o vaporizzatori di gas anestetici forniscono al paziente le medicine di cui ha bisogno per un sonno profondo e la libertà dal dolore fino alla fine dell'operazione o all'esame. L'anestesista monitora costantemente l'attività cardiovascolare. Quando l'anestesia deve essere interrotta, interrompe il flusso di gas anestetici e farmaci e attende finché il paziente non si sveglia. Quindi tira fuori il tubo dalla sua trachea e succhia la saliva dalla sua gola. Ciò consente al paziente di respirare autonomamente di nuovo.

Dopo l'operazione, il paziente viene monitorato nella sala di risveglio. È sempre disponibile un medico per somministrare gli analgesici secondo necessità e valutare i segni vitali del paziente.

Indagini importanti

  • artroscopia
  • colonscopia
  • endoscopia
  • ERCP
  • esame delle feci
  • ultrasuono

Quali sono i rischi dell'anestesia?

L'anestesia generale comporta il rischio di molti effetti collaterali. I farmaci anestetici possono portare, tra le altre cose, a improvvisi cali di pressione arteriosa o aritmie cardiache. L'anestesista li tratta quindi con medicine che supportano la circolazione. Tutti i farmaci usati possono anche causare gravi reazioni allergiche.

Problemi con la ventilazione

Se, durante l'induzione dell'anestesia, si scopre che il paziente non può essere ventilato attraverso un tubo, il medico deve nel caso peggiore eseguire una tracheotomia. Un altro pericolo è il riflusso del contenuto dello stomaco nella trachea e nei polmoni. Il succo gastrico acido potrebbe scatenare una grave polmonite. Soprattutto i pazienti non sobri nel contesto di una rapida sequenza di induzione sono a rischio.

Una possibile complicazione è il danno dei denti, in quanto il medico usa uno strumento speciale (laringoscopio) per inserire il tubo nella trachea. Le protesi vengono quindi rimosse prima dell'intervento chirurgico. Il tubo stesso può anche causare danni alle corde vocali (corde vocali).

Ipertermia maligna

L'ipertermia maligna è una malattia del muscolo temuta che può verificarsi molto improvvisamente durante l'anestesia. L'intera muscolatura si estende in modo permanente, in modo che il corpo diventi potenzialmente letale. Oltre ai fattori genetici e alcuni gas anestetici, la succinilcolina miorilassante è considerata un possibile innesco.

In contrasto con i gas anestetici, l'anestesia endovenosa pura non è un fattore scatenante per l'ipertermia maligna, motivo per cui è indicata anche come anestesia senza trigger.

Stato di veglia durante l'anestesia

I medici parlano di vigilanza intraoperatoria quando il paziente si sveglia improvvisamente durante l'anestesia o successivamente ricorda i dettagli dell'operazione. Le cause includono sonniferi a basso dosaggio.I pazienti sperimentano raramente dolore fisico, ma le esperienze durante la fase di veglia mettono a dura prova la psiche.

Anestesia Aftermath

Anche dopo l'intervento possono verificarsi effetti collaterali anestetici. Questi includono:

  • Vomito e nausea dopo anestesia (nausea e vomito postoperatorio = PONV)
  • Tremante a causa di ipotermia
  • confusione

Solo il vomito e la nausea sono comuni dopo gli effetti. I farmaci anestetici, in particolare i gas anestetici e una lunga durata della chirurgia, sono tra i fattori di rischio. Tuttavia, somministrando determinati farmaci prima dell'anestesia, è spesso possibile prevenire la successiva nausea.

danni di stoccaggio

Poiché il paziente non può muoversi e i muscoli sono completamente rilassati, a volte succede che i nervi sono danneggiati dall'essere immagazzinati sul tavolo operatorio. Specialmente le braccia e la parte inferiore delle gambe sono colpite. Le conseguenze vanno dalle sensazioni di formicolio ai disturbi della sensazione termica fino alla completa paralisi. Si tentano quindi di evitare i punti di pressione ammortizzando sufficientemente il paziente durante lo stoccaggio.

La terapia aiuta con queste malattie

  • proctite
  • calcoli biliari
  • diverticolite
  • Colite ulcerosa
  • Ulcus Cruris
  • ernia
  • rottura del menisco
  • vene varicose
  • colangite
  • osteoartrite

Cosa devo considerare dopo l'anestesia?

È normale se ti senti un po 'confuso e assonnato dopo l'anestesia. Tuttavia, se avverti dolore, nausea e disagio alle tue braccia o sei rauco da molto tempo, dovresti dirlo al medico. In consultazione con lui, puoi anche prendere di nuovo qualche sorso d'acqua. Quando dipende esattamente dal tipo di procedura.

Se hai sviluppato ipertermia maligna durante l'anestesia, l'anestesista ti rilascia una carta di emergenza. Devi sempre portarlo con te, così che gli anestesisti otterranno quello giusto in una operazione successiva anestesia scegli per te.

Anestesia


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: