Anice (pimpinella anisum)

L'anice è una delle piante medicinali più popolari per raffreddori e disturbi gastrointestinali. Ulteriori informazioni su applicazione, ingredienti e modalità di azione.

Anice (pimpinella anisum)

Anice (Pimpinella anisum)

L'anice (Pimpinella anisum) con finocchio e cumino è una delle erbe medicinali più utilizzate per la tosse e l'indigestione. Chiunque abbia mai mangiato in Grecia o in Francia non può evitare la grappa di tipo anish. A causa dell'effetto appetitoso, Ouzo, Ricard o Pernod vengono spesso bevuti come aperitivo o digestivo. Molte medicine a base di erbe e tè freddo, gastrico o digestivo contengono una miscela delle tre piante medicinali anice, finocchio e cumino. Tutti e tre sono tra gli Ombrellifere. Questo spiega gli effetti simili.

Anice medicinale a breve

  • scioglie il muco viscoso e facilita la tosse
  • calma e rilassa lo stomaco e l'intestino con problemi digestivi, come diarrea e flatulenza, stimola il flusso di latte di applicare precauzione solo dopo consultazione con il medico a causa del contenuto di alcuni componenti di oli essenziali in gravidanza e l'allattamento
  • Generalmente molto ben tollerato, con appropriate reazioni cutanee allergiche
  • Non usare l'olio di anice nell'asma e nei bambini di età inferiore ai 3 anni
  • Indicazioni: raffreddori, tosse particolarmente stretta, sinusite; Indigestione come flatulenza, coliche e dolore addominale causato da crampi.

Effetti e ingredienti attivi di anice

I principi attivi di anice sono nei frutti. Contengono molto olio essenziale. Questo a sua volta consiste di quasi il 95 percento di transanetolo.

Il transanetolo è considerato un espettorante. La sostanza nella mucosa bronchiale è suscettibile di innescare un riflesso. Il risultato: liquefatti viscosi e solidi del muco e possono facilmente staccarsi. Questo facilita la tosse. Inoltre, il transetanolo sembra stimolare il trasporto secretorio nel tratto respiratorio. Questo potrebbe spiegare l'effetto della sinusite e del raffreddore.

L'esatta modalità di azione dell'anice per l'indigestione e la perdita di appetito non è stata sufficientemente studiata, ma l'effetto è ben documentato. L'anice stimola l'intestino per formare secrezioni digestive. Allo stesso tempo, la pianta medicinale lenisce l'intestino in caso di disturbi convulsivi come flatulenza o coliche.

Dal momento che Transanethol è il componente principale delle Anisöls essenziali, dovrebbe essere responsabile o per effetto stimolante e antispasmodico sullo stomaco e l'intestino almeno essere ancora fortemente coinvolto. Un altro ingrediente di olio di anice è Estragol. Questa sostanza aromatica è stata oggetto di molte discussioni per molti anni, principalmente a causa del suo uso in gravidanza e allattamento.

Nessun olio di anice in gravidanza e allattamento - sono ammessi i preparati di tè

Estragol è stato dimostrato negli studi sugli animali come potenzialmente cancerogeno. Questi risultati sono significativi e trasferibili agli esseri umani? Gli esperti discutono su questo. A titolo precauzionale, l'Ufficio federale per la valutazione dei rischi (BfR) mette in guardia contro cibo e piante medicinali contenenti Estragol. Estragol contiene - oltre all'anice - anche finocchio e cumino. Esattamente queste piante medicinali sono usate più spesso da donne incinte, madri che allattano e neonati e bambini piccoli. Il BfR consiglia, per precauzione, di astenersi dall'anice durante la gravidanza e l'allattamento. Nelle preparazioni di tè con anice, finocchio o cumino, tuttavia, la concentrazione di estragolo è significativamente inferiore rispetto all'olio di anice. Ad esempio, la maggior parte degli esperti ritiene che i tè stimolanti il ​​latte per le madri oi tè per la pancia non mettano in pericolo la loro salute.

Usa l'anice

In generale, l'anice è una pianta medicinale molto ben tollerata. Come con tutti gli olii essenziali, l'olio di anice non deve essere usato non diluito, né internamente né esternamente.

effetti collaterali

Coloro che sono allergici alle piante umbellifere hanno un rischio più elevato di reazioni cutanee allergiche o lievi disturbi gastrointestinali.

Controindicazioni e interazioni

In caso di allergia alle umbellifere (ad esempio sedano, cumino o aneto) o ipersensibilità all'anetolo, non devono essere utilizzati preparati anestetici. Non sono note interazioni di anice con altri farmaci o piante medicinali.

Conservare l'olio all'anice protetto dalla luce e a tenuta d'aria

Per l'olio di anice dipende dalla corretta conservazione. In seguito all'esposizione alla luce, il transanetolo potrebbe convertirsi in un cis-anetolo leggermente tossico o nella fotoanetina estrogenica. Per evitare questo, l'olio di anice dovrebbe essere tenuto ben chiuso e protetto dalla luce in bottiglie scure.

Neonati e bambini piccoli

Gli oli essenziali devono essere usati con cautela nei neonati e nei bambini perché i componenti volatili dell'olio possono causare distress respiratorio. Quando si sfregano, si dovrebbe quindi assicurare che l'olio essenziale non possa essere inalato dal bambino. Quindi non usare pomate o creme sul viso o sul torace.

Olio di anice e asma

Gli asmatici dovrebbero chiedere al loro medico prima di usare l'olio di anice e tutti gli altri oli essenziali. Gli oli essenziali possono causare attacchi di asma.

Raccolta di anice: attenzione - Doppelgangers velenosi

L'anice non è originario di questo paese. Tuttavia, si trovano occasionalmente piante di anice, per lo più esemplari selvatici provenienti da culture. Se vuoi raccogliere te stesso, non solo devi portare pazienza, ma anche una buona conoscenza delle piante. L'anice umbellifero ha molti parenti velenosi che sono difficili da distinguere per i profani. Il doppio più velenoso dell'anice è la cicuta, da cui le pozioni mortali sono state fatte in tempi antichi.

Ricetta per il tè all'anice

Tostare leggermente o spremere 1 cucchiaino di anice in un mortaio in modo che l'olio essenziale possa fuoriuscire dal frutto. Versare 250 ml di acqua calda e lasciare agire per 10 minuti. Scolare e bere il tè a piccoli sorsi. Per il mal di stomaco, una tazza di tè è spesso sufficiente per alleviare i sintomi. Per i raffreddori dovresti bere da 2 a 5 tazze al giorno.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: