Aritmia

Le aritmie cardiache non sono sempre minacciose ma possono avere gravi conseguenze. Quello che sai fare meglio è nella guida dell'aritmia cardiaca.

Aritmia

Sinonimi

aritmia

definizione

controllo sanitario

Nelle aritmie cardiache, la sequenza dei battiti del cuore è disturbata: il cuore batte troppo velocemente, troppo lentamente o troppo irregolarmente. A riposo senza stress, un cuore batte negli adulti sani circa 60 a 80 volte al minuto. Con eccitamento, rabbia, ansia o stress e sotto stress fisico il battito cardiaco accelera. Mentre dorme, diminuisce. Questi cambiamenti sono normali e importanti. Nel caso di aritmie cardiache, questa regolazione del battito cardiaco non funziona correttamente.

Nodo sinusale e nodo AV - ritmo cardiaco

Quanto velocemente e spesso il battito cardiaco indica il cosiddetto nodo del seno nel cuore. Tuttavia, questo nodo seno-atriale non è un nodo tattile o tattile. Piuttosto, è un accumulo di cellule muscolari cardiache specializzate.

Il nodo del seno è il primo orologio del battito cardiaco. Si trova nella parte superiore dell'atrio destro e genera circa 60-80 cosiddette eccitazioni al minuto. Da lì, questi impulsi elettrici passano attraverso le pareti degli atri al nodo AV. Questo nodo si trova nella transizione tra l'atrio e il ventricolo e salta quando il nodo del seno fallisce. È una specie di pacemaker a valle (secondario). Tuttavia, il nodo AV genera solo da 40 a 50 eccitazioni al minuto. Dal nodo AV, gli stimoli elettrici passano attraverso percorsi specifici nei muscoli del cuore, il che fa battere il cuore.

Classificazione delle aritmie cardiache

Le aritmie cardiache sono suddivise in base al loro luogo di origine. Possono svilupparsi nell'atrio o nel ventricolo, così come nel sistema di eccitazione e conduzione. Inoltre, ci sono divisioni in base alla velocità e al pericolo, nonché nell'aritmia congenita e acquisita. Ci limitiamo alla classificazione delle aritmie cardiache in base al loro luogo di origine.

Aritmia cardiaca dell'atrio

Le aritmie cardiache che si verificano nell'atrio del cuore sono chiamate aritmie sopraventricolari. Di norma, le alterazioni patologiche del seno o del nodo AV sono la causa.

Tipiche aritmie cardiache dell'atrio sono:

  • La fibrillazione atriale (comune significativa aritmia cardiaca. Quando atriale conduzione fibrillazione non orientato eccitazioni elettrici con una velocità immensa sopra gli atri.)
  • Flutter atriale (aritmia cardiaca, in cui gli atri battono regolarmente ma molto velocemente al minuto)
  • Disturbi della conduzione dal nodo del seno alla muscolatura atriale (blocco seno-atriale).
  • Battiti cardiaci al di fuori del normale ritmo cardiaco, a partire dall'atrio (extrasistoli sopraventricolari).

Aritmia cardiaca del ventricolo

Le aritmie cardiache, che si sviluppano nelle camere del cuore, sono chiamate aritmie ventricolari. Le aritmie tipiche del ventricolo sono:

  • Battiti cardiaci al di fuori del normale ritmo cardiaco dal ventricolo (extrasistoli ventricolari)
  • aritmie cardiache troppo veloci, a volte pericolose per la vita originate dai ventricoli (tachicardia ventricolare)
  • Flutter della camera (rapida successione di azioni ventricolari relativamente regolari)
  • La fibrillazione ventricolare (aritmia cardiaca e senza polso pericolosa per la vita con eccitazioni ventricolari disordinati, il muscolo cardiaco non batte in ordine. Se non trattata, la fibrillazione ventricolare a causa della mancanza di capacità di pompaggio nella morte).

Aritmia cardiaca del sistema di eccitazione e conduzione

  • Malfunzionamento del nodo del seno e conduzione negli atri (per esempio, sindrome del seno malato, sindrome del nodo del seno malato)
  • conduzione di eccitazione ritardata o interrotta nel nodo AV (blocchi AV)
  • battiti cardiaci veloci e regolari improvvisi e improvvisi (tachicardia di rientro nodale AV)
  • sindrome di Wolff-Parkinson-White (sindrome di WPW, comune disturbo del ritmo cardiaco nei giovani, che viene innescato da un'eccitazione che circola elettricamente tra atri e ventricoli.)
  • Ritmo di sostituzione ventricolare dopo fallimento o blocco del nodo sinusale o del nodo AV.

sintomi

Un'aritmia cardiaca si manifesta anche nel sentire l'onda del polso, ad esempio sul polso. L'impulso può letteralmente precipitarsi, andare molto lentamente o scontrarsi irregolarmente, essere duro o piatto e debolmente palpabile, a volte può a malapena sentirsi. A seconda della gravità del danno cardiaco, sono possibili dispnea, disorientamento, vertigini e disturbi del linguaggio e della vista temporanei. Aritmie cardiache molto gravi possono portare alla perdita di coscienza o addirittura alla morte.

Panoramica dei sintomi di aritmia cardiaca

  • battito cardiaco lento, veloce o incespicante (palpitazioni, palpitazioni)
  • Esposizione del battito cardiaco (pausa tattile)
  • Sentendo il battito del cuore - a volte fino al collo (palpitazioni)
  • Variazioni del polso (frenetiche, lente, dure, morbide, deboli o appena evidenti)
  • Angoscia, dolore toracico (angina pectoris)
  • disturbi del linguaggio e della vista temporanei
  • Mancanza di respiro, disorientamento, vertigini, sonnolenza, confusione
  • Sequestro, collasso, perdita di coscienza.

Complicazioni di aritmie cardiache

Le aritmie cardiache possono portare a complicazioni pericolose. Soprattutto, si temono le occlusioni vascolari (embolie), gli infarti, gli ictus, l'insufficienza cardiaca o la morte cardiaca improvvisa.

cause

La causa di un'aritmia cardiaca può essere direttamente nel cuore o può essere un disturbo al di fuori del cuore. Ad esempio, le malattie infettive febbrili spesso vanno di pari passo con un battito cardiaco troppo rapido. L'ipofunzione tiroidea di solito causa un battito cardiaco lento.

Inoltre, le carenze di elettroliti (come la mancanza di carenza di potassio o calcio) o di un eccesso di minerali (come il reddito di potassio) innescano aritmie cardiache di tutti i tipi. In alcune persone, il consumo di 6 banane è sufficiente per causare aritmie cardiache. Perché le banane contengono molto potassio.

Ci sono anche malattie congenite di eccitazione cardiaca o situazioni quotidiane che cambiano il ritmo cardiaco (ad esempio eccessivo di alcol o il consumo di caffè). Disturbi cardiaci che causano aritmie cardiache includono:

Altre malattie che possono causare aritmie cardiache includono:

  • Malattia coronarica (CHD)
  • attacco di cuore
  • Malattie muscolari cardiache (cosiddette cardiomiopatie)
  • Infiammazione del cuore (miocardite o endocardite)
  • Difetti della valvola cardiaca o cardiaca (come stenosi aortica o insufficienza della valvola mitrale)
  • malattie congenite o acquisite di eccitazione cardiaca (ad esempio, Wolff-Parkinson-White, la sindrome di WPW breve).
  • L'alta pressione sanguigna
  • bassa pressione sanguigna
  • Disfunzione tiroidea (come ipertiroidismo e ipotiroidismo)
  • Disturbi elettrolitici come carenza di potassio
  • malattie infettive febbrili come parotite, morbillo, rosolia
  • forte addome gonfiore (meteorismo)
  • Seno carotideo ipersensibile nella sindrome del seno carotideo. Seno carotideo è un recettore sulla principale arteria nel collo, che (per esempio, quando la rasatura, attraverso un foulard stretto o collare e la testa in iperestensione) può essere irritata dalla pressione. Di conseguenza, il battito del cuore rallenta tanto che la persona a volte sviene.

Le seguenti situazioni possono scatenare aritmie cardiache:

  • Paura, rabbia, nervosismo
  • stress mentale e stress fisico
  • consumo eccessivo di caffeina o tè (caffè, tè o cola)
  • consumo eccessivo di alcol
  • fumo
  • Consumo di droghe o altri veleni
  • Assunzione di farmaci (ad esempio, effetti collaterali degli ormoni tiroidei o antidepressivi).

indagine

I disturbi tipici e le malattie pre- o concomitanti già mostrano al medico di diagnosticare un'aritmia cardiaca. Per confermare la diagnosi, il medico ascolta il tuo cuore e prendere il polso, seguito da un elettrocardiogramma a riposo (ECG a riposo), e, se necessario, un ECG da sforzo. Di norma, questi esami sono sufficienti per rilevare aritmie cardiache.

trattamento

Se un'aritmia cardiaca deve essere trattata affatto, decide il medico individualmente. A volte le aritmie cardiache non hanno bisogno di cure. Altrimenti, la terapia dipenderà dalla natura e dalla causa dell'aritmia cardiaca. Se le malattie sono responsabili del battito cardiaco disturbato, devono prima essere curate. Esistono molti approcci terapeutici per le aritmie cardiache stesse.

Terapia farmacologica di aritmie cardiache

I farmaci per le aritmie cardiache sono chiamati farmaci antiaritmici. Gli ingredienti attivi dei seguenti gruppi sono usati per trattare le aritmie cardiache con farmaci:

  • Antiaritmici di classe I: bloccanti dei canali del sodio come l'ajmalina o la chinidina
  • Antiaritmici di classe II: beta-bloccanti, ad es. Bisoprololo, nebivololo o metoprololo
  • Antiaritmici di classe III: bloccanti dei canali del potassio, ad es. Amiodarone, dronedarone o sotalolo
  • Antiaritmici di classe IV: antagonisti del calcio, come diltiazem e verapamil.

Altri antiaritmici includono:

  • Adenosina (comunemente usata per il trattamento acuto della disritmia del ritmo AV)
  • Glicosidi digitalici (rafforzamento del muscolo cardiaco, rappresentanti tipici sono digossina e digitossina)
  • Parasimpatolitici (come atropina e ipratropio bromuro)
  • Simpaticomimetici (come adrenalina e norepinefrina)
  • Inibitore del canale If (un nuovo gruppo di farmaci con l'ivabradina finora rappresentativa)
  • Magnesio.

Cardioversione per ripristinare il normale ritmo cardiaco

Con la cardioversione si dovrebbe ripristinare il normale ritmo sinusale del cuore. Questo ritmo è usata principalmente come un trattamento di emergenza per il flutter ventricolare, fibrillazione ventricolare e sopraventricolari o ventricolari tachicardia. La cardioversione può essere medicamente o elettricamente (utilizzando un defibrillatore o uno shock cardiaco). Un forte impulso di corrente interrompe l'attività elettrica del cuore. Attraverso questo timeout, il nodo sinusale può riprendere la sua funzione e quindi ritoccare ritmicamente il battito cardiaco.

Ablazione in aritmie cardiache

L'ablazione elettrica ad alta frequenza può essere utile per le aritmie cardiache come la sindrome di WPW, le tachicardie di rientro del nodo AV o certe tachicardie ventricolari. In questo caso, il punto di partenza dell'aritmia cardiaca o di altri percorsi (come nella sindrome WPW) vengono sclerosati dall'elettricità tramite un catetere cardiaco.

Pacemaker cardiaco per aritmie cardiache

A volte un pacemaker (Pacer, Pacemaker) viene impiantato troppo lentamente in un battito cardiaco. Aritmie cardiache potenzialmente letali possono richiedere l'uso di un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) per prevenire l'arresto cardiaco.

Il pacemaker funziona come un generatore di impulsi. Controlla la frequenza cardiaca e trasmette impulsi elettrici al cuore se batte troppo lentamente. Il defibrillatore cardioverter è leggermente più grande del pacemaker e monitora il ritmo cardiaco. A seconda dell'aritmia, vengono erogati gli impulsi elettrici e viene corretta la sovra o sotto stimolazione. Se necessario, avviene la terapia di shock cardiaco: defibrillazione.

Entrambi i dispositivi sono piantati sotto la clavicola durante una procedura chirurgica minore. Gli elettrodi collegano i dispositivi al cuore. Se la frequenza cardiaca scende troppo, il pacemaker inizierà. Un defibrillatore cardioverter impiantabile (ICD) viene utilizzato per flutter atriale, fibrillazione atriale e fibrillazione ventricolare.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: