Allenamento autogeno

L'allenamento autogeno è un metodo di psicoterapia molto diffuso come tecnica di rilassamento. L'obiettivo è riportare il corpo e la mente in equilibrio.

Allenamento autogeno

Lo stress e il nervosismo sono responsabili dello sviluppo di molte malattie. Ecco perché è importante essere in grado di rilassarsi regolarmente durante i periodi di intenso stress mentale. Questo è l'unico modo per ripristinare l'equilibrio tra il corpo e la mente. Un modo per raggiungere questo obiettivo è tecniche di rilassamento come l'allenamento autogeno.

Origine e filosofia del training autogeno

Allenamento autogeno significa tanto quanto "allenamento auto-sviluppato" (greco: autos = self, genos = emergenza). Il fondatore della formazione autogenica è lo psichiatra tedesco Johannes H. Schultz (1884-1970). Nel 1905 impartì per la prima volta questo metodo di auto-cura mentale a persone malate e sane. L'allenamento autogeno è un metodo molto comune di psicoterapia utilizzato in Europa. È basato su principi simili all'ipnosi, ma non dipende da un terapeuta. Con l'aiuto del training autogeno dovresti riuscire a rilassarti internamente e trovare la pace.

Tecnica di allenamento autogeno

L'allenamento autogeno non può essere imparato con l'aiuto di un libro da solo. Chiunque voglia imparare l'arte del rilassamento attraverso l'allenamento autogeno dovrebbe essere istruito per alcune settimane da un insegnante esperto in lezioni individuali o di gruppo. L'allenamento autogeno viene appreso in diverse fasi. Nella fase avanzata dell'addestramento, lo studente è in grado di influenzare la sua tensione muscolare, il suo polso e il suo respiro e quindi causare un rilassamento fisico e mentale. Coloro che hanno imparato l'allenamento autogeno possono usare brevi pause per ridurre nervosismo e tensione. L'allenamento autogeno può essere praticato in tre diverse posizioni:

  • sdraiato
  • in una seduta confortevole
  • nel cosiddetto "atteggiamento da cocchiere di taxi"

Dopo aver preso la posizione appropriata, la concentrazione si basa sulla formula dell'esercizio. Il programma di esercizi completo è costituito dalle seguenti sezioni:

  • L'esercizio di riposo: "Sono molto calmo."
  • L'esercizio gravitazionale: "Tutto il corpo è pesante".
  • L'esercizio di calore: "Tutto il corpo è caldo".
  • L'esercizio del cuore: "Il cuore batte con calma e regolarmente".
  • L'esercizio di respirazione: "respirare con calma e regolarmente".
  • L'esercizio addominale: "I bagni di sole scorrono caldi".
  • L'esercizio della testa: "Fronte piacevolmente fresca".

Quindi avviene il "riprendere" le formule. Dopo gli esercizi ti senti calmo, rilassato e resiliente di nuovo.

Applicare un allenamento autogeno

Una forte pressione fisica o mentale da eseguire porta molte persone a richieste eccessive e quindi a problemi di salute. Meglio affrontare lo stress attraverso l'allenamento autogeno non solo migliora il tuo benessere ma aiuta anche a prevenire o trattare delicatamente vari disturbi, ad esempio:

  • cuore nervoso e disturbi circolatori
  • varie lamentele nel tratto gastrointestinale
  • Mal di testa ed emicranie
  • meteoropatici
  • disturbi del sonno
  • Nervosismo e "paura del palcoscenico"
  • Incertezza e insicurezza
  • ansia
  • Aiuta a fumare lo svezzamento

Effetti collaterali del training autogeno

A meno che l'allenamento autogeno sia correttamente appreso, questo metodo non anticipa gli effetti avversi.

Forma simile di terapia: rilassamento muscolare secondo Jacobson

Nello stesso periodo in cui l'allenamento autogeno divenne noto in Europa, l'americano Jacobson sviluppò un metodo di allenamento che rilassa sistematicamente la muscolatura del corpo. Il rilassamento del muscolo Jacobson è molto simile al training autogeno, ma l'esecutore deve incoraggiare il rilassamento attraverso speciali esercizi muscolari.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: