Baker cisti

La cisti di baker è una protuberanza sinoviale piena di liquido nella fossa poplitea. Di solito è il risultato di un'altra malattia. Leggi tutto su di esso!

Baker cisti

il Baker cisti è una protuberanza piena di liquido nella fossa poplitea. È causato da una debolezza della capsula del ginocchio e contiene liquido sinoviale chiamato liquido sinoviale. Di solito è il risultato di un'altra malattia dell'articolazione del ginocchio. Spesso non provoca disagio, ma può premere su vasi e nervi e quindi portare a complicazioni. Leggi tutto sullo sviluppo e sul trattamento della cisti di Baker.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. M71

Descrizione del prodotto

Baker cisti

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Cisti di Baker: descrizione

The Baker's Cyst, a volte chiamato anche Baker's Cyst, deve il suo nome a un chirurgo inglese di nome William Baker. Che si è unito nel 19° secolo in alcuni pazienti in una ciste al ginocchio, in particolare il ginocchio, e ha descritto questo fenomeno come il primo.

Cos'è una cisti?

Le cisti in medicina sono cavità nel corpo che non sono presenti in circostanze normali. Essi sono disponibili in vari tessuti o organi del corpo (polmoni, reni, fegato, ovaie, ecc), e sono o pieni di liquido, o, nel caso di cisti polmonari, con l'aria. La cisti di Baker è in molti casi innocua e inizialmente passa spesso inosservata, ma con dimensioni crescenti di solito si verificano problemi.

Come si forma la cisti del panettiere?

Come ogni articolazione, il ginocchio è circondato da una copertura di tessuto connettivo chiamata capsula. Esso porta da un lato alla stabilizzazione, d'altro canto suo strato interno produce il cosiddetto liquido sinoviale o sinoviale breve, un "lubrificante comune", che riduce l'attrito fra le superfici articolari. Fornisce inoltre nutrienti alla cartilagine articolare e contribuisce all'ammortizzazione meccanica.

Quando l'articolazione del ginocchio è danneggiata o infiammata, il corpo risponde producendo più liquido sinoviale. Ciò aumenta la pressione nella capsula articolare. Se è troppo grande, la capsula può diradarsi in un punto debole ed evacuare come una borsa. Tale debolezza si trova nella capsula del ginocchio dietro e si manifesta poi come una cisti nella fossa poplitea. Essa si verifica in genere sulla parte interna del ginocchio tra gli approcci del muscolo gastrocnemio (un muscolo del polpaccio) e il semimembranoso musculus (un grande muscolo della coscia posteriore).

Chi è colpito dalla cisti di un panettiere?

Soprattutto negli anziani, spesso nasce una cisti di Baker. Il ginocchio e altri problemi alle articolazioni diventano più comuni con l'età e quindi è più probabile che si verifichino. In definitiva, tuttavia, la cisti di un Baker può verificarsi a qualsiasi età. Tuttavia, i bambini sono molto meno colpiti rispetto agli adulti. In giovane età, la cisti di un Baker a volte si sviluppa spontaneamente, non come conseguenza di un danno al ginocchio. Le ragioni non sono ancora chiare.

Cisti di Baker: sintomi

Più grande è la cisti di Baker, più è probabile che causi problemi. Le cisti più piccole, tuttavia, rimangono spesso senza sintomi. La dimensione della cisti di un fornaio dipende da quanto tempo si è sviluppato e da come varia con lo stress meccanico sul ginocchio colpito. Cisti e la tensione dipendono come segue: In un forte stress sul giunto già danneggiato, il corpo reagisce con un aumento della risposta infiammatoria e quindi un aumento della formazione di liquido sinoviale.

Di conseguenza, una cisti di Baker si gonfia in aggiunta, per esempio, da sport o lavoro fisico, in aggiunta. Al contrario, diventerà più piccolo di nuovo non appena il paziente risparmia il ginocchio per alcuni giorni. Finché non si cura la malattia di base, la cisti di Baker di solito aumenta di volume e alla fine causa sintomi. Questi possono includere:

  • un gonfiore palpabile nel ginocchio quando la cisti Baker ha raggiunto una certa dimensione (da circa 2 cm).
  • il notevole movimento del liquido sotto la pelle della fossa poplitea. Questo fenomeno è indicato in medicina come fluttuazione.
  • prima un sentimento di pressione indefinita nella parte posteriore del ginocchio dal Bakerzyste. Anche il popliteo e il polpaccio possono diventare sempre più dolorosi.
  • Disturbi circolatori e sensazioni di intorpidimento alla paralisi della parte inferiore della gamba e del piede.

I sintomi menzionati nell'ultimo punto si verificano quando la ciste del panettiere preme su vasi e nervi nell'area della fossa poplitea.

Lo scoppio della cisti di Baker

Le complicazioni sorgono soprattutto quando la cisti del panettiere si rompe, così a strappi. Questo può accadere se diventa troppo grande e la pressione in relazione allo spessore della parete ha raggiunto un livello critico. Se la persona si piega il ginocchio, la parete della cisti assottigliata non può più sopportare l'aumento di pressione e le rotture.

Una volta che la ciste del fornaio è esplosa, la sinovia si riverserà nel tessuto circostante, causando infiammazione e dolore aggiuntivo. In seguito alla gravità, il liquido sinoviale trapelato entra nei muscoli del polpaccio e in alcuni casi anche nella regione attorno alla caviglia.

A causa dell'infiammazione e del gonfiore causati dalla pressione del tessuto si accumula lì, che non può sfuggire. I medici parlano quindi di una sindrome compartimentale. Questo preme sui nervi e sui vasi sanguigni più piccoli e può avere gravi conseguenze fino alla perdita della parte inferiore della gamba, se non trattata nel trattamento chirurgico a tempo.

Cisti di Baker: causa e fattori di rischio

Una produzione anormalmente aumentata di synovia nella capsula del ginocchio si verifica soprattutto quando l'articolazione del ginocchio è danneggiata. Che si tratti di usura, lesioni o infiammazione. Le cause più comuni dell'insorgenza della cisti di Baker sono:

  • Artrosi: quando le persone invecchiano, molte persone subiscono l'usura delle loro articolazioni. L'articolazione del ginocchio è particolarmente stressata durante l'attività fisica.
  • Danno meniscale: se uno dei due dischi della cartilagine si rompe nell'articolazione del ginocchio, ad esempio a causa di un incidente, dall'irritazione si produce più liquido sinoviale. Questo riguarda anche le persone più giovani.
  • Artrite: l'infiammazione dell'articolazione del ginocchio è spesso causata da malattie reumatoidi. Nei casi più rari tuttavia anche i batteri sono i fattori scatenanti.

I due maggiori fattori di rischio per una cisti di Baker sono un'età più alta, così come, tra le persone più giovani, attività e sport che comportano un carico di ginocchio elevato. Occasionalmente, le operazioni sono il grilletto della cisti di un Baker. La chirurgia al ginocchio-TEP e le ricostruzioni del legamento crociato sarebbero esempi di questo.

Cisti di Baker: esame e diagnosi

Per la maggior parte, i pazienti cercano consiglio solo dall'ortopedico quando la cisti di Baker è già più grande e compaiono i primi sintomi. A volte, tuttavia, è anche incidentale quando il ginocchio viene esaminato per altri motivi. Il medico prima chiede la storia medica del paziente. È particolarmente interessato a se i problemi con l'articolazione del ginocchio si siano verificati in passato. Il discorso preliminare è seguito da un esame fisico in cui, nel caso della cisti di un panettiere, si nota di solito un gonfiore paffuto, gonfio, elastico nella fossa poplitea.

Ma ci sono altre ragioni per tali gonfiori come i tumori o la trombosi. Pertanto, per la diagnosi sicura di una cisti piena di liquido. Muscoli poplitei e polpacci esaminati con una macchina ad ultrasuoni. Da un lato, questo permette all'esaminatore di riconoscere la cisti del Baker nel ginocchio come un rigonfiamento pieno di capsule, mentre dall'altro può anche rilevare qualsiasi gonfiore nei muscoli del polpaccio a causa del synovia trapelato.

Un altro metodo di esame è la risonanza magnetica (MRI), che può essere utilizzata per rilevare l'accumulo di liquidi nel corpo. Una risonanza magnetica è più accurata rispetto all'esame ecografico e meno dipendente dall'esperienza dell'esaminatore. Fornisce inoltre ulteriori informazioni su possibili danni meniscali o usura articolare. Tuttavia, questo metodo di esame è anche molto più costoso e pertanto non viene utilizzato di default.

Se viene stabilita la diagnosi "Cisti di Baker", possono seguire ulteriori esami per rintracciare il disturbo causale.

Cisti di Baker: trattamento

La terapia distingue tra approcci sintomatici e causali. I metodi sintomatici alleviano solo i sintomi causati dalla cisti di un fornaio, mentre la terapia causale si rivolge alla causa principale della condizione. Non è necessario trattare la cisti di ogni fornaio. Finché non causa problemi, si può anche aspettare.

Cisti di Baker: terapia con la droga

Per trattare il dolore, sono disponibili i classici farmaci dal campo dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Questo gruppo comprende, ad esempio, diclofenac e ibuprofene. Oltre a alleviare il dolore, contrastano anche l'infiammazione. Inoltre, ci sono i cosiddetti inibitori di Cox-2, che agiscono in modo simile ai classici FANS, ma hanno meno effetti collaterali sul tratto gastrointestinale.

Il cortisone è anche un ormone naturale (cortisolo) nel corpo, che ha numerosi effetti, tra cui un forte anti-infiammatorio. Dal momento che ha effetti collaterali significativi a dosi elevate o uso a lungo termine, deve essere usato con saggezza. Nel caso della cisti di Baker, il medico può iniettare cortisone nell'articolazione del ginocchio in modo tale che il principio attivo arresti temporaneamente i processi infiammatori. Ma questo non dovrebbe accadere più di tre volte all'anno.

Infine, c'è la possibilità di iniettare l'acido ialuronico nell'articolazione. Ciò suona contraddittorio, perché l'acido ialuronico è davvero il componente principale della Synovia, di cui c'è effettivamente troppo. Tuttavia, l'acido ialuronico migliora la qualità del tessuto cartilagineo nell'articolazione, il cui danno è spesso la causa della cisti di un fornaio. A tale riguardo, l'uso di questa sostanza può ottenere effetti positivi a lungo termine.

Cisti di Baker: fisioterapia

Varie misure di fisioterapia aiutano ad alleviare i sintomi della cisti di un fornaio. Ad esempio, ci sono allenamenti specifici per l'allenamento della forza e delle gambe o l'allenamento con l'acqua - metodi che aiutano le articolazioni a rafforzare i muscoli intorno all'articolazione del ginocchio e ridurre la situazione di stimolazione. Tuttavia, a seconda della patologia di base, è sempre necessario chiedere al medico prima se la fisioterapia è un'opzione.

Cisti di Baker: puntura

È possibile perforare la cisti di un fornaio e usare una siringa per aspirare il suo contenuto liquido. Questo può essere un sollievo temporaneo per il paziente, ma è molto probabile che la cisti si riempia presto di liquido sinoviale e si gonfia di nuovo...

Cisti di Baker: chirurgia e termoterapia

Per trattare la ciste di un fornaio in modo sostenibile, la causa effettiva deve essere trattata. Per molti pazienti, questo prima o poi significa un'operazione sull'articolazione del ginocchio, ad esempio per riparare danni alla cartilagine o ai menischi. Tale intervento può essere aperto o, minimamente invasivo, tramite un mirroring articolare. La cisti attuale non viene solitamente rimossa, ma risale all'eliminazione della causa di solo. Tuttavia, se l'artrite reumatoide è la causa, il chirurgo rimuove l'intera cisti di Baker.

Le tecniche più recenti si basano sulla corrente bipolare, che viene applicata alla parete della cisti mediante elettrodi, dopo aver perforato il contenuto della cisti. Il calore risultante si restringe e intasa la parete della cisti, impedendo a Synovia di traboccare.

La cisti di Baker: l'omeopatia

Gli approcci omeopatici al trattamento della cisti di Baker sono concomitanti con i suddetti metodi terapeutici in questione. Ad esempio, aiutano alcune persone a seguire un'operazione supportando il processo di guarigione. Un rimedio comunemente usato in omeopatia utilizzato anche nella cisti di Baker è l'arnica C30.

Cisti di Baker: decorso e prognosi della malattia

La cisti del panettiere in molti casi non causa problemi finché è ancora più piccola. Di conseguenza, le misure terapeutiche sono necessarie solo se compaiono i sintomi o se c'è il rischio di complicanze. Poiché la cisti al ginocchio è di solito solo il sintomo di un'altra malattia e spesso aumenta anche di dimensioni, prima o poi si presenta la necessità di una terapia.

Sebbene i trattamenti sintomatici possano alleviare i sintomi e ritardare l'intervento, non è prevista la regressione spontanea della cisti. Molti pazienti saranno trattati solo con un intervento chirurgico Baker cisti andando avanti in modo permanente.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: