Bendamustine

Bendamustine è un farmaco anti-cancro che impedisce la divisione delle cellule tumorali. Leggi tutto sugli effetti e gli effetti collaterali di bendamustin!

Bendamustine

bendamustine è un agente antitumorale che impedisce la divisione delle cellule tumorali. È usato in chemioterapia e appartiene al gruppo di farmaci citostatici alchilanti. Le aree di applicazione sono, ad esempio, leucemia e linfomi. Leggi qui tutte le informazioni importanti sull'applicazione, le modalità di azione e gli effetti collaterali di Bendamustin.

Ecco come funziona Bendamustin

Bendamustine è un principio attivo utilizzato nella terapia del cancro (chemioterapia). Come rappresentante dell'agente alchilante citostatico combatte le cellule tumorali modificando la struttura molecolare del materiale genetico (DNA) delle cellule tumorali irreversibili. Le cellule non possono più dividersi e moltiplicarsi.

Assorbimento, rottura ed escrezione di bendamustina

Il farmaco viene infuso direttamente nel flusso sanguigno. Qui si lega per la maggior parte alle proteine ​​plasmatiche (preferibilmente all'albumina) e si diffonde in tutto il corpo.

L'agente citostatico è degradato nel fegato. Già 40 minuti dopo l'infusione, metà del farmaco viene convertito in intermedi inefficaci, che vengono poi escreti attraverso le feci.

Quando sarà usato Bendamustin?

Bendamustine è usato per trattare tumori maligni. Esempi:

  • Leucemia linfatica cronica (LLC)
  • Linfoma non Hodgkin (NHL)

Ecco come viene usato Bendamustin

Bendamustine viene fornito al paziente come infusione in un periodo di 30 a 60 minuti, tipicamente in due giorni consecutivi, e poi ripetuto a intervalli vari settimane. Il dosaggio dipende dalla superficie corporea. Il farmaco citostatico può essere somministrato da solo (in monoterapia) o con altri farmaci antitumorali.

Quali sono gli effetti collaterali di Bendamustine?

effetti bendamustine-indesiderati comuni sono malattie del sangue come la leucopenia (basso di globuli bianchi) o Thrombozytenpenie (bassa conta piastrinica). Provoca anche insonnia, disfunzione cardiaca, ipertensione e difficoltà respiratorie. Anche sintomi gastrointestinali come diarrea, costipazione e infiammazione della bocca (stomatite) è possibile. Inoltre, possono verificarsi febbre, dolore, brividi e perdita di appetito. Occasionalmente, il liquido si accumula nel pericardio (versamento pericardico).

Raramente, i pazienti sono allergici alla bendamustina. In casi molto rari, questo può portare a shock anafilattico. Inoltre, il sistema nervoso può essere influenzata, che possono manifestarsi, ad esempio, disturbi del gusto, sensazioni dolorose del corpo e intorpidimento. Un fallimento circolatorio acuto è possibile.

Il trattamento con l'agente citostatico è molto raramente associato a insufficienza multiorgano, infertilità e ridotta funzione cardiaca e insufficienza cardiaca.

Cosa dovrebbe essere considerato quando si usa Bendamustin?

Chiunque sia allergico alla bendamustina o ad altri agenti citotossici alchilanti non deve essere trattato con il farmaco. Anche con grave disfunzione epatica ed ittero, l'agente citostatico non deve essere somministrato.

I pazienti con una conta ematica anormale (come la mancanza di globuli bianchi o Gerinungsfaktoren) devono ricevere il farmaco citostatico solo sotto stretto controllo medico. Attenti a un vaccino contro la febbre gialla e un intervento chirurgico importante.

Allattamento al seno e gravidanza

Bendamustin non deve essere somministrato durante la gravidanza a causa del rischio di possibili malformazioni fetali nel feto.

Poiché non è noto se Bendamustin passi nel latte materno, il farmaco non deve essere usato durante l'allattamento.

È così che prendi i farmaci con bendamustine

bendamustine è una prescrizione e può essere somministrata solo da un medico.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: