Terapie del dolore alla nascita e alternative

L'agopuntura Con l'aiuto dell'agopuntura non è possibile raggiungere la completa libertà dal dolore durante il parto. Tuttavia, l'impostazione degli aghi può interrompere la circolazione di paura, tensione e dolore. I prerequisiti per il trattamento di agopuntura sono: il metodo deve essere sicuramente appresa e padroneggiata.

Terapie del dolore alla nascita e alternative

agopuntura

Con l'aiuto dell'agopuntura è vero che non è possibile raggiungere la completa libertà dal dolore durante la nascita. Tuttavia, l'impostazione degli aghi può interrompere la circolazione di paura, tensione e dolore.

I prerequisiti per il trattamento di agopuntura sono:

  • Il metodo deve essere appreso e padroneggiato.
  • La donna che partorisce deve accettare l'agopuntura.
  • La paura dell'ago dovrebbe essere ridotta il più presto possibile durante il corso di preparazione.
  • Utilizzare solo aghi sterili monouso.

Ci sono numerosi punti sul corpo che sono adatti in ostetricia per l'agopuntura. Uno di questi è il punto di intersezione che si verifica quando le orecchie sono collegate tramite la testa con una linea immaginaria. Dove questa linea incrocia il picco, c'è un punto di rilassamento. Un altro punto ("intestino crasso 4") è, per esempio, nella fossetta tra il pollice e l'indice del dorso della mano.

L'agopuntura utilizzata per la preparazione alla nascita ha mostrato risultati abbastanza buoni in studi recenti, quindi è raccomandata sempre più spesso. Ulteriori aree di applicazione dell'agopuntura in ostetricia sono:

  • Aumento della nausea e vomito
  • La cervice si apre solo lentamente (distocia cervicale)
  • Diminuzione della regressione uterina dopo il parto

omeopatia

La parola omeopatia significa "similmente sofferenza" (greco: homoios = simile e pathos = sofferenza). L'omeopatia usa droghe che possono produrre apparenze simili nel corpo umano come la malattia contro cui sono usate. Il fondatore dell'omeopatia nella sua forma attuale era il dottore e farmacista dr. Christian Friedrich Samuel Hahnemann (1755-1843).

Attraverso l'introspezione, ha notato che i farmaci nell'organismo sano possono produrre sintomi simili ai sintomi contro cui sono usati. Da questo, ha dedotto che questi farmaci nelle quantità più piccole, preparate appositamente, possono curare o influenzare positivamente le malattie il cui aspetto è simile all'immagine di avvelenamento della stessa droga.

I globuli omeopatici vengono somministrati per la preparazione alla nascita e anche durante la nascita. Alcuni medici omeopati trattano anche altre malattie correlate alla gravidanza con questi rimedi. Le perle sono selezionate in base alle condizioni delle donne in gravidanza. Gli effetti collaterali sono sconosciuti.

aromaterapia

L'aromaterapia può anche essere utile per i dolori alla nascita. Ad esempio, vari oli essenziali hanno un effetto rilassante, lenitivo, antispasmodico o inducente al lavoro. Ci sono due modalità di azione: da un lato, gli oli vengono assorbiti attraverso la pelle e le mucose e passano attraverso il sangue nei tessuti e negli organi. D'altra parte, le fragranze sono percepite attraverso il naso e quindi influenzano l'anima, perché gli odori e le sensazioni vengono elaborati nella stessa area del cervello. Gli oli essenziali possono essere utilizzati, ad esempio, nella lampada aromatica, come additivi per il bagno e per i massaggi. Le ostetriche qualificate aiutano con la scelta della fragranza per il supporto alla nascita.

Floriterapia di Bach

La floriterapia di Bach prende il nome dal suo scopritore Edward Bach. Il metodo funziona in modo simile all'omeopatia. Sarà preso hochverdünnte estratti di piante.

La teoria è che una malattia è un segno di disarmonia tra il nucleo interiore di un essere umano e il suo comportamento quotidiano a livello di personalità. Ecco perché la floriterapia di Bach prende in considerazione solo i sintomi mentali. La disarmonia e i blocchi risultanti dovrebbero essere risolti con il supporto delle terapie. L'energia rilasciata dovrebbe ripulire lo squilibrio risultante, secondo la teoria.

In una conversazione, viene valutata la condizione mentale del parto. Tali conversazioni richiedono pazienza ed esperienza. Si tratta di riconoscere come la donna sente e quali stati mentali negativi prevalgono. I sintomi fisici sono insignificanti. Quindi viene prodotta una combinazione di fiori, di solito da quattro a cinque fiori diversi, che prende la madre in attesa. Ci sono anche fiori di Bach per buste, sfregamenti e bagni.

Tali terapie dovrebbero iniziare le donne in gravidanza già in fase di preparazione alla nascita. Potrebbero essere necessari da uno a tre giorni affinché l'effetto abbia effetto. La terapia non ha effetti collaterali, anche se uno è stato scambiato nella selezione delle piante. Per le donne incinte è sicuro prendere queste gocce: la diluizione è molto alta e non vengono usate piante velenose.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: