Cura della persona - informazioni importanti

La cura sostituì nel 1992 la tutela e l'infermità precedentemente valide. Il vantaggio della cura è che il caregiver ha più diritti e il caregiver è più controllato.

Cura della persona - informazioni importanti

Cura: le ragioni

La cura sostituì nel 1992 la tutela e l'infermità precedentemente valide. Il vantaggio della cura è che il caregiver ha più diritti e il caregiver è più controllato. Inoltre, una direttiva sulla cura non deve essere completa, ma può essere applicata solo a specifiche aree.

Il prerequisito per la cura è un bisogno oggettivo di aiuto e supporto. Può essere stabilito solo se la persona interessata non può più regolare i suoi affari senza assistenza. Le ragioni possono essere le malattie mentali, le disabilità mentali innate e quelle fisiche ed emotive. Un esempio di disabilità mentale è la degenerazione mentale nei pazienti con demenza.

Stimolare una cura

Tutti possono tribunale locale (tribunale della famiglia) stimolare l'attenzione se non v'è il ragionevole sospetto che un altro o lui non va d'accordo anche senza assistenza legale e organizzativa nella vita quotidiana.

Il tribunale della tutela deve esaminare questa domanda e nominare un perito. Questi sono membri dello staff del tribunale che visitano la persona colpita nel loro ambiente di vita, così come i medici che documentano il suo stato di salute.

Se sembra che la persona interessata non possa rappresentare a sufficienza i suoi interessi, a lui o lei sarà assegnato un agente di mediazione per la durata del procedimento giudiziario. Questo può essere una persona di fiducia della persona interessata, un avvocato o un dipendente di autorità e club di supporto.

Udienza giudiziaria

Un giudice decide sulla necessità di assistenza e sulla nomina di un supervisore. Riceve tutti i rapporti e deve ottenere un'immagine personale della persona interessata.

Il giudice visita personalmente la persona interessata nell'ospedale, a casa o nel suo appartamento. Una data dell'udienza nel suo ambiente privato, ma la persona interessata potrebbe anche declinare. Quindi l'udienza si svolge in tribunale. In una discussione finale, il giudice spiega al caregiver come deciderà.

Chi sarà il supervisore?

Chiunque sospetti di aver bisogno di cure nei prossimi anni può registrare per iscritto in una direttiva sull'assistenza che dovrebbe diventare il suo caregiver. Anche senza tale documento, i tribunali di tutela cercheranno in primo luogo di contattare i parenti stretti o i conoscenti per vedere se vogliono assumersi questo compito. I valutatori medici possono anche suggerire una persona se, durante gli esami e le interviste, hanno stabilito uno speciale rapporto di fiducia tra la persona interessata e un caregiver.

Se il tribunale non conosce una persona di fiducia che vuole assumere la supervisione, verrà nominato un consulente professionista. Questi possono essere assistenti sociali o avvocati che vivono rappresentando e prendendosi cura di un gruppo più ampio di badanti. I lavoratori di assistenza ricevono solitamente una somma forfettaria. Solo se una persona non può fornire assistenza, può essere nominata un'assistente o un'associazione di assistenza.

Dimensione della cura

La cura è impostata solo per le aree di responsabilità che la persona interessata non può fare in modo indipendente. A seconda delle sue capacità, verranno stabilite sia le cure complete che il supporto per le seguenti sotto-aree:

  • Cure mediche e assistenza sanitaria,
  • Asset custodia,
  • determinazione Residence,
  • Housing,
  • Posta e controllo telefonico.

Compiti del supervisore

Il supervisore è in primo luogo obbligato al suo protetto. Non deve essere basato semplicemente sulle proprie credenze e convinzioni, ma deve essere guidato dai desideri del assistiti nella misura in cui ciò non danneggia esso. Perché, secondo § 1901, comma 2, del codice civile, sentito "a beneficio della assistito anche la possibilità di fare come parte della sua abilità la sua vita secondo i propri desideri e le idee." Il supervisore deve rispettare il progetto di vita di assistiti e può l'unico atto quando la vita o la salute assistita minacciata specificamente dal suo comportamento contrario.

A seconda campo cura ausgewiesenem è fatto da supervisore per il suo settore bancario protetto, gli dice i soldi per certi periodi A, stipula accordi con i proprietari e le linee di casa e accompagna il assistito dal medico. Ovviamente, i medici sono dispensati dal loro dovere di riservatezza dal rispettivo supervisore. Insieme, i caregivers e gli assistenti decidono quale sia la proposta terapeutica migliore. Decisivo è il contatto personale tra il caregiver e il suo protetto. Non è affatto sufficiente che il supervisore gestisca solo il traffico scritto e legale e non guardi regolarmente la persona che viene sorvegliata. In pratica, tuttavia, questo è spesso diverso.Pertanto, la politica sta attualmente rivedendo la legge sull'assistenza e probabilmente la riformerà.

Limiti del processo decisionale

Nella legge di assistenza sono definite situazioni in cui l'assistente non può decidere da solo, ma deve ottenere il consenso del tribunale competente. Questi includono soprattutto:

  • I trattamenti medici o procedure che sono associati con un alto morte o ad alto rischio di danni permanenti alla salute (salvo casi di urgenza).
  • la sterilizzazione,
  • Alloggio nel reparto chiuso di un ospedale o di una casa di cura,
  • Alloggi simili ( "libertà") misure quali rotaie letto, cinture corpo, legando le braccia e le gambe, che completano la stanza o farmaci per l'immobilizzazione. Questi devono anche essere richiesti separatamente per l'alloggio esistente.
  • Scioglimento di contratti di locazione esistenti.

Fine di una cura

Al più tardi dopo sette anni, la Corte di tutela deve decidere sulla sospensione o l'estensione di una cura. Nella maggior parte dei casi, il giudice competente secondo l'ordine del supervisore indica già una data precedente con il quale la necessità di cure deve essere controllato.

Indipendentemente dal supervisore o il suo rappresentante può dire alla Corte in qualsiasi momento che le condizioni per la cura sono cambiate nel frattempo o addirittura eliminate. Quindi la corte deve decidere sull'abolizione delle cure. È il supervisore insoddisfatto con il suo supervisore, può proporre al tribunale un supervisore diverso. Questo deve essere ugualmente adatto e pronto a prendere in carico le cure. Se un supervisore non i suoi doveri, è stato rilasciato dal tribunale.

Download PDF su questo argomento:

"Ordine di supervisione

"Legge sulla cura


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: