Cervelletto

Il cervelletto (cervelletto) consiste di due metà, collegate tramite il verme cerebellare. Maggiori informazioni sull'anatomia e sulla funzione cerebellare!

Cervelletto

il cervelletto (Cervelletto) è l'area del cervello che controlla il movimento del fluido. Questi includono il senso di equilibrio e controllo dell'intero sistema motorio mantenendo un tono muscolare normale. Leggi tutte le informazioni importanti sul cervelletto: funzione, anatomia e lesioni importanti e le loro conseguenze!

Cos'è il cervelletto?

Il cervelletto (cervelletto) è diviso in due emisferi, che sono interconnessi attraverso il verme cerebellare. La superficie, come quella del cervello, è attraversata da numerosi solchi e quindi ingrandita. I due emisferi cerebellari sono divisi da solchi in tre lobi:

  • Lobus cerebelli anteriori
  • Lobus posteriore cerebelli
  • Lobus flocculonodularis

Struttura interna del cervelletto

Il cervelletto è diviso in un'area esterna, la corteccia e un'area interna chiamata Mark. La corteccia cerebellare è costituita da materia grigia, cioè da corpi cellulari nervosi. Il midollo contiene sostanza bianca, così fibre nervose, così come da emisfero quattro gruppi colore grigio di cellule nervose, i nuclei cerebellari: Nucleo fastigii, nucleo dentato, nucleo emboliform e Nucleus globose.

Che funzione ha il cervelletto?

Nel cervelletto siede la più alta autorità di controllo per il coordinamento di tutte le sequenze di movimento. Come organo di regolazione dell'equilibrio, non ha una funzione sovraordinata, ma è un centro secondario, che elabora tutte le eccitazioni che gli vengono trasmesse e quindi le regola nel senso di una normale funzione motoria. È in un ciclo con il cervello, che controlla l'intero sistema motorio dell'organismo e lo adatta regolando con precisione il tono muscolare.

Le 3 principali forme di mal di testa più comuni. Come si presentano e quando andare dal medico meglio.

Dove si trova il cervelletto?

Il cervelletto si trova sopra il tronco cerebrale (midollo allungato, ponte e mesencefalo) nella fossa posteriore ed è collegato ad esso tramite i tre peduncoli cerebellari. Il cervelletto è sovrapposto ai due emisferi cerebrali. Nella parte anteriore è il quarto ventricolo pieno di liquido cerebrospinale. Il cervelletto è delimitato in alto da una duplicazione della dura madre, il tentacolo tentacolo (Tentorium cerebelli), che lo separa dal cervello. Tra il cervelletto e il ponte di fronte (ponte) corrono il settimo e l'ottavo nervi cranici: nervo facciale (nervo facciale) e nervo vestibolococleare (nervo uditivo e di equilibrio).

Quali problemi può causare il cervelletto?

Malattie o lesioni del cervelletto portano a disturbi del coordinamento del movimento (atassia = incertezza dell'andatura, disturbi dell'equilibrio.

Un ascesso nel cervelletto è solitamente causato da una malattia dell'orecchio, ma può anche essere causato da metastasi di tumori distanti o lesioni. I possibili segni includono mal di testa, disturbi del movimento, vomito, difficoltà a deglutire e respirare. Sono possibili anche un tremore (nistagmo) al lato affetto e una paralisi del settimo nervo cranico (nervo facciale).

Geneticamente causati o da disturbi nel primo sviluppo embrionale, alcune aree cerebellari possono mancare, per esempio il verme cerebellare. Ma potrebbe anche mancare l'intero cervelletto (agenesia cerebellare). Il sintomo principale è un'atassia cerebellare (disturbi del movimento).

Un tumore ad angolo cerebellopontino si basa sull'involucro dell'ottavo nervo cranico, il nervo vestibolare (nervo vestibolococleare).

Un fallimento di cervellettoLe anime portano a diverse forme di atassia, come l'atassia della ganga (in caso di fallimento del nucleo fastigii) o un linguaggio di canto (in caso di fallimento del nucleo dentato).


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: