Clozapina

La clozapina è un cosiddetto antipsicotico. È usato nella schizofrenia quando altri medicinali non funzionano. Leggi di più!

Clozapina

clozapina è un cosiddetto antipsicotico (neurolettico). È usato nella schizofrenia quando altri farmaci non sono tollerabili o non possono essere tollerati e nelle psicosi nel corso della malattia di Parkinson quando la terapia standard fallisce. Prima dell'inizio del trattamento, deve essere assicurato che il numero di sangue del paziente sia in ordine. Leggi qui tutte le informazioni importanti sull'applicazione, gli effetti e gli effetti collaterali della clozapina.

Clozapin funziona così

Il principio attivo della clozapina è un cosiddetto "neurolettico atipico". Blocca i siti di attracco (i recettori) nel sistema nervoso centrale per sostanze di messaggero (neurotrasmettitori) come la dopamina. Un eccesso di neurotrasmettitori altera il pensiero e l'auto-consapevolezza e può scatenare le delusioni. La clozapina può quindi normalizzare la funzione cerebrale bloccando i recettori della dopamina.

Assunzione, degradazione ed escrezione di clozapina

Dopo l'ingestione, il farmaco viene quasi completamente assorbito nel sangue attraverso il tratto gastrointestinale. È metabolizzato quasi esclusivamente nel fegato. La clozapina oi suoi metaboliti sono escreti in parte con l'urina, a volte con le feci. Circa da 8 a 16 ore dopo l'ingestione, metà del principio attivo ha già lasciato il corpo (emivita).

Quando sarà usata la clozapina?

Clozapina è approvata per il trattamento di:

  • Schizofrenia, quando i neurolettici classici non funzionano o non sono tollerati

Ecco come viene usata la clozapina

La clozapina viene generalmente somministrata come compressa, a volte come un'iniezione (siringa). Il dosaggio è determinato individualmente dal medico. Normalmente, la terapia è graduale: inizialmente viene somministrata una dose bassa, che viene poi lentamente aumentata alla dose target. Inoltre, per interrompere la terapia, si raccomanda una riduzione graduale della dose.

Il presupposto per il trattamento è che il paziente abbia una normale conta dei globuli bianchi prima di iniziare il trattamento: il numero di globuli bianchi e il numero di cellule differenziali deve essere normale.

Quali effetti collaterali ha la clozapina?

Durante il trattamento e fino a quattro settimane dopo la fine della terapia conta ematica sono necessari perché la clozapina può causare una mancanza di globuli bianchi (leucopenia) e la mancanza di granulociti (agranulocitosi).

Ulteriori possibili effetti collaterali clozapina includono, per esempio, l'immobilizzazione (sedazione) per gli stati deliranti, flusso salivare durante la notte, aumento di peso, aumento della temperatura temporanea, sede irrequietezza acuta (acatisia), contrazioni muscolari involontarie (mioclono), convulsioni e cambiamenti EEG (cambiamenti di onde cerebrali ).

Effetti indesiderati rari sono collasso cardiovascolare, pancreatite acuta, iperglicemia (Hypergylkämie) con pericoloso squilibrio metabolico (chetoacidosi), improvviso, grave infiammazione del muscolo cardiaco (miocardite), e necrosi improvviso, grave insufficienza epatica (morte del tessuto epatico).

Cosa dovrebbe essere preso in considerazione quando si prende la clozapina?

La clozapina non deve essere utilizzata nei seguenti casi:

  • La mancanza di granulociti: per microlitro di sangue meno 3.000 (granulocitopenia) o anche meno di 500 granulociti (agranulocitosi) - eccezione di granulocitopenia / agranulocitosi virtù della precedente chemioterapia
  • epilessia incontrollata
  • Crollo circolatorio e / o depressione del SNC (sonnolenza al coma profondo)
  • malattia epatica acuta con nausea, mancanza di appetito o ittero

La clozapina non deve essere utilizzata con farmaci che influiscono in modo significativo sulla funzione del midollo osseo. La combinazione con i cosiddetti neurolettici depot deve essere evitata. Lo stesso vale per l'associazione con carbamazepina antispasmodica e fenitoina (anticonvulsivante). Sono possibili anche altre interazioni, che il medico curante deve prendere in considerazione nella prescrizione.

Gravidanza e allattamento

Durante la gravidanza dovrebbero essere usati neurolettici meglio comprovati se possibile. Se una donna rimane incinta durante una terapia con clozapina ed è ben adattata, non deve necessariamente passare a un altro farmaco.

L'allattamento al seno durante la terapia è condizionato se la madre è in clozapina da sola (in monoterapia) e il bambino viene attentamente monitorato dal medico.

Come ottenere farmaci con la clozapina

clozapina è una prescrizione, quindi solo contro la prescrizione in farmacia disponibile.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: