Sordità

La sordità è associata a gravi perdite uditive. Questa perdita dell'udito può avere cause diverse. Maggiori informazioni nella guida sordità.

Sordità

Sinonimi

intorpidimento

definizione

Bambino con sordità

I medici parlano di sordità o sordità quando una persona può solo sentire suoni e suoni severamente limitati o per niente. è sordo da un punto di vista medico, che ha una perdita uditiva di più di 60 decibel (nel resto della gamma di frequenza di oltre 100 decibel) fra 125 a 250 Hertz. Un orecchio sano può sentire suoni poco più di 0 decibel. Da circa 120 decibel il rumore provoca dolore.

distinguersi dalla sordità è l'elevato grado di perdita dell'udito con una perdita media dell'udito tra 70 e 100 decibel e la perdita uditiva unilaterale o sordità unilaterale (ad esempio, sordità improvvisa).

La sordità - soprattutto se acquisita nel corso della vita - significa una compromissione iniziale significativa della qualità della vita. Ma una volta che sei stato in una discoteca non udente o hai avuto una discussione sul linguaggio dei segni, hai una vivida impressione che le persone possano vivere bene con la sordità. Abituarsi alla sordità diventa più facile prima si riconosce. Pertanto, la diagnosi più precoce possibile di problemi uditivi è così importante.

frequenza

Circa 80.000 a 100.000 persone non udenti vivono in Germania. Circa 16 milioni di persone hanno problemi di udito.

sintomi

I sintomi della sordità differiscono tra sordità innata e acquisita.

Nella sordità congenita, i bambini (dalla 4a alla 6a settimana di vita) non rispondono agli stimoli acustici come i rumori improvvisi e forti. Inoltre, non girano la testa fino a tardi (dal 6° mese di vita) verso la fonte di suoni o voci improvvise. Un altro sintomo di sordità congenita: i bambini sono vocalizzati e parlano molto ritardato, limitato o per niente.

I sintomi di insorgenza più tardiva dell'udito sono di solito ovvi: quelli che ne sono affetti non possono più sentire.

Forme di sordità

Si distinguono due forme principali di sordità:

  • sordità prelinguale: perdita dell'udito nella prima infanzia, prima che la parola venga appresa
  • Sordità postlinguale: perdita dell'udito dopo aver imparato a parlare.

cause

Circa uno su 1.000 neonati è già nato con grave sordità o sordità. Di questi, solo il 15% circa della sordità è ereditato. Nella maggior parte dei casi, la sordità si acquisisce nell'utero. Qui, l'orecchio del bambino non ancora nato (il feto) è danneggiato da particolari circostanze, ad esempio, le malattie virali (come la rosolia o la toxoplasmosi) il farmaco madre in gravidanza (antibiotici) o come risultato di consumo di alcol e nicotina. Durante il parto, la mancanza di ossigeno o il trauma meccanico alla nascita possono causare sordità.

Motivi per una perdita dell'udito in seguito sono principalmente la meningite, fratture del cranio, le infezioni virali come parotite o il morbillo, infezioni croniche dell'orecchio o effetti collaterali dei farmaci. La sordità dovrebbe essere riconosciuta il prima possibile. Ecco perché lo screening dell'udito per i neonati è disponibile in Germania da diversi anni.

indagine

La diagnosi di sordità appartiene già agli esami precoci nei neonati. Oltre a questo screening neonatale, i test dell'udito sono parte dei controlli generali durante l'infanzia. Se si sospetta un deficit uditivo, le orecchie e l'udito vengono esaminate principalmente dal pediatra. Con i risultati appropriati, segue la segnalazione allo specialista (di solito un medico per l'otorinolaringoiatria).

Questo indagherà esattamente dove si trova il danno all'udito. A tale scopo, sono possibili varie indagini:

  • test dell'udito obiettivo (BERA) per l'esame del nervo uditivo (fornisce informazioni sull'audizione diretta)
  • Misurazione delle emissioni otoacustiche (OAE) per rilevare le cellule ciliate esterne danneggiate dell'orecchio interno
  • Controllo dell'equilibrio per escludere il coinvolgimento dell'organo di equilibrio
  • Tomografia computerizzata (TC) o MRI (Magnetic Resonance Imaging) per determinare se i cambiamenti anatomici sono presenti nella coclea o nel nervo uditivo
  • Test del promontorio per verificare il funzionamento del nervo uditivo quando viene fornita una protesi per l'orecchio interna (il cosiddetto impianto cocleare)
  • esami neurologici per escludere altre cause dei sintomi della sordità (come disturbi cognitivi o ritardo mentale).

trattamento

A seconda della causa e dell'entità della sordità, esistono diverse terapie. Se il nervo uditivo è ancora intatto, è possibile utilizzare una "protesi uditiva", il cosiddetto impianto cocleare. I bambini con sordità congenita solitamente ricevono un apparecchio acustico per tre mesi.Se ciò non è sufficiente, si consiglia l'impianto cocleare. L'impianto dovrebbe idealmente essere utilizzato tra i 2 ei 4 anni, di solito su entrambi i lati. Dopo l'ottavo compleanno, questa procedura non è più possibile. I bambini che hanno subito un impianto di questo tipo hanno buone probabilità di raggiungere lo stesso livello dei compagni normali fino a quando non entrano a scuola. Il presupposto per un buon successo uditivo è la riabilitazione in centri speciali dopo l'uso di un impianto cocleare. Lì, a intervalli di circa tre anni, ascoltando il sistema e imparando a parlare. Le probabilità di successo sono buone, quasi tutti i pazienti possono in seguito capire un partner parlante - in combinazione con la lettura labiale. Circa il 50 percento è in grado di farlo anche senza lettura labiale.

Gli impianti cocleari sono anche adatti per qualsiasi sordità acquisita successivamente con i nervi uditivi intatti per ripristinare l'udito.

Come funziona un impianto cocleare?

Un impianto cocleare consiste in un processore del parlato montato esternamente con microfono e un impianto con elettrodi che vengono inseriti nell'organo uditivo (chiocciola o coclea) attraverso la chirurgia. Il microfono del processore vocale acquisisce le onde sonore e le converte in impulsi elettrici, che vengono poi inviati all'impianto. Gli impulsi elettrici stimolano il nervo uditivo, che li interpreta come un segnale acustico, cioè il suono. I suoni percepiti, tuttavia, suonano metallici e alcune modulazioni sono a malapena riconoscibili. Anche il rumore di fondo può essere filtrato solo male. I bambini piccoli che crescono con tale impianto avranno meno problemi rispetto alle persone anziane o agli adulti che hanno bisogno di imparare di nuovo dall'audizione precedente.

Ulteriore aiuto con la sordità

La lingua dei segni, i sussidi e i codici di condotta aiutano i sordi a dominare la vita di tutti i giorni.

Impara la lingua dei segni: In caso di sordità precoce, sono raccomandati il ​​supporto linguistico precoce e l'apprendimento della lingua dei segni. I bambini sordi dovrebbero avere la possibilità fin dall'inizio di comunicare con la lingua dei segni. Ciò ha dimostrato di essere utile per le loro abilità linguistiche generali.

Sistemi di segnalazione per non udenti: Per semplificare la vita di tutti i giorni, esistono vari sistemi di segnali che convertono i rumori acustici in segnali luminosi o di vibrazione. Questi lampeggiano o vibrano a seconda della sorgente del segnale in diversi ritmi. Questo è utile, per esempio, se vuoi sentire il campanello o il telefono. Ci sono anche strumenti appropriati per monitorare elettrodomestici o rilevatori di fumo.

Per affrontare i non udenti

Uno dei più grandi perdenti nella qualità della vita dei sordi è il modo in cui le altre persone con disabilità trattano gli altri. Un'assistenza eccessiva, per esempio, è ciò che spinge le persone senza disabilità nel ruolo dei sordi che di solito non sono a loro agio. Tratta le persone sorde e chiunque altro.

Se osservi alcune regole di comportamento quando si tratta di persone sorde, l'intrattenimento di solito funziona bene:

  • Prima di rivolgersi ai sordi, attira la sua attenzione con i movimenti della mano (ad esempio, agitando). Puoi anche toccare leggermente la tua controparte sulla spalla o sul braccio, o accendere e spegnere la luce - anche i non udenti fanno questo e conoscono questi comportamenti.
  • Guarda i sordi mentre parlano e tieni il contatto visivo.
  • Non coprire la bocca quando parli, assicurati che ci sia abbastanza luce sul viso.
  • Parla lentamente e chiaramente, ma non urlare. La voce alta distorce i tratti del viso e rende difficile la lettura labiale.
  • Fai attenzione a chiare espressioni facciali e gesti, lascia fluire i gesti naturali.
  • Frasi brevi e chiare sono meglio comprese.
  • Evita i dialetti e parla tedesco se possibile.
  • Avere una nota e una penna (o aiuti elettronici) pronti e scrivere qualsiasi cosa tu capisca.
  • Impara la lingua dei segni.

prevenzione

La sordità ereditaria non può essere prevenuta. Il rischio di sordità acquisita può essere ridotto. Ad esempio, le donne incinte dovrebbero proteggersi contro le infezioni virali (come la rosolia) con vaccinazioni appropriate, non fumare, bere alcolici e assumere farmaci solo dopo aver consultato il proprio medico. Dopo la nascita del bambino, ha senso accettare l'offerta dello screening uditivo neonatale. I genitori che notano una mancanza di risposta da parte dei loro figli a stimoli acustici dovrebbero fare immediatamente testare i loro bambini.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: