Ebola

L'ebola è un'infezione spesso grave con febbre e sanguinamento. Leggi tutto su sintomi, cause e altro!

Ebola

Ebola √® un'infezione spesso grave con febbre e sanguinamento (febbre emorragica). La malattia √® causata dal virus Ebola, che √® uno dei patogeni pi√Ļ pericolosi al mondo. Non ci sono ancora farmaci efficaci o vaccini contro di esso. L'ebola √® mortale in molti casi. Leggi tutte le informazioni importanti su Ebola qui - sintomi, trattamento e prognosi.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. A98

Descrizione del prodotto

Ebola

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Ebola: descrizione

L'Ebola (febbre da Ebola) è un'infezione da virus grave e segnalabile che conta tra le cosiddette febbri emorragiche. Queste sono malattie infettive associate a febbre e aumento della tendenza al sanguinamento (incluso sanguinamento interno). L'area di rischio è principalmente l'Africa equatoriale, dove le cure mediche sono spesso insufficienti. Ad oggi, non ci sono standard uniformi per il trattamento di Ebola. Inoltre un vaccino non esiste finora.

La prima infezione con il virus Ebola √® stata descritta negli anni '70 in Sudan e Congo. Da allora ci sono state epidemie ancora e ancora. Pi√Ļ recentemente, una grave epidemia √® scoppiata in Guinea nel febbraio 2014. La malattia √® stata frenata in passato principalmente dal rigoroso isolamento dei malati, prevenendo cos√¨ le epidemie di Ebola. Inoltre, l'alta mortalit√† limita l'espansione. La morte si verifica spesso dopo pochi giorni.

Un virus molto simile al virus Ebola è il virus Marburg, anche una febbre emorragica. Entrambi i virus appartengono alla famiglia dei filovirus. Provocano malattie simili che non possono essere chiaramente differenziate.

A causa del grande pericolo di Ebola, l'agente patogeno viene discusso come possibile agente di guerra. Ma non ci sono finora indicazioni. Un tentativo della setta giapponese Aum di usare virus Ebola per attacchi terroristici in Giappone fallì.

Ebola: sintomi

Ci vogliono dai due ai 21 giorni tra l'infezione e l'epidemia di Ebola. I sintomi includono mal di testa e dolori muscolari, febbre alta, congiuntivite, nausea ed eruzione cutanea. Inoltre, la funzionalit√† renale e epatica pu√≤ essere disturbata. Nell'analisi del sangue, un numero ridotto di globuli bianchi e piastrine. La febbre pu√≤ diminuire nel frattempo. In questo caso, tuttavia, la malattia assume spesso un decorso pi√Ļ severo in seguito.

Anche pochi giorni dopo l'inizio della malattia, possono verificarsi gravi emorragie interne ed esterne, soprattutto dalle mucose. Oltre agli occhi e il tratto gastrointestinale di altri organi possono essere colpiti.

Questa malattia non è specifica per l'ebola. Febbre, sanguinamento e danni agli organi si verificano anche in altre gravi infezioni. Questo rende difficile per i medici fare una diagnosi accurata all'inizio.

Nel corso dell'Ebola, vari organi spesso falliscono. Può inoltre verificarsi un'infiammazione del cervello e peggiorare ulteriormente la prognosi. Le malattie gravi sono simili a uno shock settico e possono essere fatali. La causa della morte è spesso un'insufficienza cardiaca.

Ebola: cause e fattori di rischio

La malattia è causata dal virus Ebola, di cui sono noti cinque ceppi. Tre di questi ceppi virali hanno causato gravi epidemie negli esseri umani.

Contagio da animale a umano

Attraverso lo stretto contatto con animali infetti, il virus Ebola viene trasmesso agli esseri umani. Si ritiene che i pipistrelli della frutta formino il serbatoio naturale dell'agente patogeno; ma questo non è garantito. Anche altri animali infetti, in particolare scimmie e maiali, sono a rischio di infezione. Per questo motivo, gli animali malati dovrebbero essere messi in quarantena il prima possibile. Le carcasse di animali morti devono essere smaltite con cura. La carne cruda di questi animali non dovrebbe essere consumata.

A differenza di molte altre infezioni tropicali, la trasmissione del virus Ebola attraverso le punture di zanzara non è ancora nota.

Contagio da persona a persona

L'infezione da persona a persona di solito avviene solo attraverso uno stretto contatto. In rari casi, il virus Ebola può anche essere trasmesso da tosse (infezione da goccioline). Le persone malate sono contagiose finché c'è la febbre. Le infezioni durante il periodo di incubazione (la fase tra l'infezione con l'agente patogeno e l'insorgenza dei primi sintomi) non sono state segnalate.

Soprattutto i parenti e gli operatori sanitari dei pazienti Ebola sono ad alto rischio di infezione. In un focolaio in Uganda nel 2000, il 60% del personale infermieristico era infetto dal virus. Pertanto, i pazienti di Ebola devono essere rigorosamente isolati.Evitare il contatto con il corpo e la condivisione di oggetti come posate. Anche le persone che sono in stretto contatto fisico con il paziente possono essere isolate. La temperatura corporea dovrebbe essere controllata regolarmente con ogni persona di contatto. Il maggior rischio di infezione è statisticamente osservato prima dell'isolamento e prima dell'epidemia di Ebola.

Prestare particolare attenzione anche quando si tratta del defunto e ai funerali. Lo stesso è vero dopo un'infezione da Ebola sopravvissuta: anche 61 giorni dopo la morte della malattia, il virus poteva ancora essere rilevato nel liquido seminale.

Rischio di infezione durante il viaggio nelle aree dell'Ebola

Secondo gli esperti, di solito non aumenta il rischio di infezione per i viaggiatori nelle aree in cui si trova l'ebola (in particolare le foreste pluviali tropicali dell'Africa centrale). Solo coloro che hanno avuto uno stretto contatto con persone infette sono altamente in pericolo. Tuttavia, tutti i turisti dovrebbero informarsi prima della partenza sull'attuale situazione sanitaria nella regione.

L'ebola è soggetta a notifica

I sistemi di allarme precoce di Ebola sono essenziali per prevenire o contenere gravi epidemie. In Germania, anche il sospetto di un'infezione da Ebola deve essere segnalato dal medico curante all'Istituto Robert Koch.

Ebola: esami e diagnosi

Soprattutto nella fase iniziale della malattia, la distinzione tra l'Ebola e altre malattie come la febbre gialla, la febbre di Lassa, la febbre dengue o la malaria √® difficile. Se sospettato, i pazienti devono essere isolati in anticipo. Vengono presi campioni che vengono esaminati per il virus Ebola. L'agente patogeno pu√≤ essere rilevato soprattutto nel sangue, ma anche nella pelle. Gli anticorpi del virus di solito si formano solo pi√Ļ tardi nella malattia.

Solo i laboratori specializzati con il pi√Ļ alto livello di sicurezza sono autorizzati a lavorare con il virus Ebola e ad esaminare campioni di pazienti sospettati di avere un'infezione da Ebola. Tali laboratori speciali sono tra gli altri a Monaco di Baviera, Amburgo e Berlino.

Se si sospetta Ebola, i valori del sangue sono anche strettamente monitorati. Inoltre, sarà attentamente monitorato per il sanguinamento o la funzionalità degli organi compromessa.

Ebola: trattamento

Finora non è stata trovata alcuna terapia efficace per l'ebola, motivo per cui il tasso di mortalità è ancora molto alto. Allo stesso modo, non ci sono raccomandazioni di trattamento standardizzate. La terapia con un farmaco antivirale può essere presa in considerazione, ma finora è stato improbabile che abbia successo in contrasto con malattie virali simili.

Importante per un'infezione da Ebola è la terapia intensiva dei pazienti. Un'assunzione sufficiente di liquidi con elettroliti è essenziale per il successo del trattamento. Nel caso di insufficienza d'organo (imminente), è necessario avviare rapidamente una procedura di sostituzione di organi, come la dialisi per l'insufficienza renale. Tuttavia, nei paesi in cui si verifica l'ebola (Africa centrale), tali interventi medici sono spesso non disponibili.

In parte, i pazienti di Ebola ricevono antibiotici per combattere sequele che possono influenzare pi√Ļ facilmente il corpo malato. Anche i sedativi possono essere importanti per aiutare il paziente a ridurre la propria ansia. Inoltre, √® essenziale controllare la coagulazione del sangue.

L'obiettivo principale dell'assistenza ai pazienti è la prevenzione e il trattamento delle complicanze.

Ebola: decorso e prognosi della malattia

L'infezione di solito inizia come una grave influenza e poi entra nella fase della febbre emorragica - quindi ci sono varie emorragie. Nell'ulteriore corso si pu√≤ aggiungere un danno d'organo che peggiora significativamente la prognosi. √ą particolarmente fatale se gli organi importanti come i reni falliscono.

La prognosi generalmente negativa della malattia è dovuta anche ai sistemi sanitari poco sviluppati nelle aree di diffusione del virus Ebola. I sintomi e i fallimenti di organi spesso richiedono costose e moderne procedure terapeutiche, che di solito non sono disponibili in tali paesi.

Per questi motivi conduce Ebola nel 50-80% dei casi fino alla morte. Spesso, l'infetto muore pochi giorni dopo l'inizio della malattia. I sopravvissuti a un'infezione da Ebola spesso lottano con conseguenze a lungo termine come la psicosi e l'infiammazione del fegato.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: