Endoprotesi

Un'endoprotesi è una sostituzione dell'articolazione artificiale. È impiantato chirurgicamente al posto di un'articolazione malata. Leggi tutto sulla procedura.

Endoprotesi

un endoprotesi è una sostituzione dell'articolazione artificiale. Viene impiantato chirurgicamente al posto di un giunto malato e solitamente è costituito da metallo, plastica o ceramica. Sostituisce parti dell'articolazione o dell'intero giunto. Leggi tutto sulla procedura chirurgica, come funziona l'endoprotesi e quali sono i rischi.

Descrizione del prodotto

endoprotesi

  • Cos'è un'endoprotesi?

  • Quando fai un'endoprotesi?

  • Cosa fai con un'endoprotesi?

  • Ulteriori informazioni: ginocchio TEP

  • Ulteriori informazioni: Hip TEP

  • Quali sono i rischi di un'endoprotesi?

  • Cosa devo guardare dopo un'endoprotesi?

Cos'è un'endoprotesi?

Nell'endoprotesi, le articolazioni malate sono sostituite da endoprotesi. Viene fatta una distinzione tra endoprotesi totale - o TEP in breve - che forma un giunto completo e il hemiprosthesis, che sostituisce solo parti dell'articolazione. In modo che l'endoprotesi resti il ​​più a lungo possibile, ma allo stesso tempo tollerata dal corpo, è costituita da metallo, plastica (polimeri) o ceramica. Questi materiali possono anche essere combinati.

La connessione di endoprotesi e ossa è chiamata ancoraggio. L'endoprotesi cementata è la variante più comune ed è collegata all'osso con l'aiuto di uno speciale cemento osseo. L'endoprotesi senza cemento viene dapprima compressa nell'osso e ancorata dall'incremento. L'endoprotesi ibrida combina entrambi i tipi: una parte dell'endoprotesi è cementata, l'altra senza cemento.

Quando fai un'endoprotesi?

L'endoprotesi sostituisce le articolazioni dell'anca, del ginocchio, della spalla, della caviglia, del gomito e della colonna vertebrale, quando queste non svolgono più la loro funzione o possono essere spostate solo in misura limitata. Le cause sono:

  • Artrosi - usura della cartilagine articolare
  • Reumatismi (artrite reumatoide) - infiammazione cronica che può portare alla distruzione articolare
  • Malformazioni (displasia)
  • necrosi
  • Fratture (fratture)
  • rigidità articolare
  • Sostituzione di un'endoprotesi

Sintomi importanti

  • Dolore cronico
  • disturbi dell'andatura
  • dolori articolari
  • dolore all'inguine
  • dolore al collo
  • mal di schiena
  • dolore alla spalla

Cosa fai con un'endoprotesi?

In anticipo, il medico ti chiederà su precedenti malattie, ferite, farmaci e allergie. Esamina l'articolazione interessata per mobilità, stabilità e dolore e spiega l'operazione. Inoltre, vengono eseguiti un esame emocromocitometrico e una radiografia, una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica (MRI). L'anestesista ti darà i farmaci per il sonno e il dolore prima dell'intervento chirurgico.

metodo chirurgico

A proposito di un'incisione cutanea, che è significativamente più piccola nella variante minimamente invasiva utilizzata, il chirurgo arriva all'articolazione. I muscoli vengono delicatamente spinti lateralmente o tagliati e aperti delicatamente la capsula articolare che circonda il giunto reale. Ora il chirurgo rimuove le superfici articolari usurate e la cartilagine articolare. Le restanti ossa vengono preparate con raspe speciali, fresatura e segatura per l'endoprotesi.

Con l'aiuto di una dimensione dell'impianto di prova, vengono testati la flessibilità e la stabilità. L'endoprotesi finalmente selezionata può ora essere collegata all'osso con l'aiuto del cosiddetto cemento osseo.

Le endoprotesi senza cemento hanno un ancoraggio conico. Questo è battuto nell'osso e riparato. Questo è anche chiamato fissaggio press-fit. L'endoprotesi senza cemento è più probabile che venga utilizzata nei pazienti più giovani perché la loro sostanza ossea è ancora più forte e più stabile.

È possibile un collegamento a vite tra endoprotesi e osso.

Infine, il chirurgo verifica la corretta vestibilità e mobilità dell'endoprotesi. Potrebbe essere necessario fare una radiografia aggiuntiva prima di suturare la ferita. Una benda protegge la ferita dalle infezioni.

Indagini importanti

  • artroscopia
  • artrocentesi
  • scintigrafia

Ulteriori informazioni: ginocchio TEP

Se vuoi sapere come fare un ginocchio TEP, leggi il post TEP del ginocchio.

La terapia aiuta con queste malattie

  • osteoartrite
  • frattura
  • Artrite reumatoide

Ulteriori informazioni: Hip TEP

Se vuoi sapere come fare un TEP alla moda, leggi l'articolo Hip TEP.

Endoprotesi

Quali sono i rischi di un'endoprotesi?

Oltre ai rischi chirurgici generali, possono verificarsi complicazioni specifiche. Questi includono:

  • emorragia
  • trombosi
  • infezioni
  • Lesione di pelle, muscoli o ossa
  • Rilassamento dell'endoprotesi
  • reazioni allergiche ai componenti dell'endoprotesi

Cosa devo guardare dopo un'endoprotesi?

Dopo l'impianto di un'endoprotesi, di solito si rimane in ospedale per una o due settimane. Lì, un trattamento fisioterapico è iniziato il primo giorno dopo l'operazione. Con l'aiuto di un piano strutturato, i muscoli si accumulano e viene ripristinata la flessibilità dell'articolazione.Nella fisioterapia passiva, un fisioterapista muove e mobilita l'articolazione senza la tua partecipazione attiva. Inoltre, esegui gli esercizi in modo indipendente sotto la guida e il controllo del fisioterapista.

La successiva riabilitazione da tre a quattro settimane può avvenire sia su base ambulatoriale che in una clinica di riabilitazione speciale. La funzione del giunto viene ripristinata e si impara a muoversi delicatamente nella vita di tutti i giorni e quali sport e attività si possono praticare. Il nuoto, il ciclismo e il nordic walking sono considerati particolarmente delicati sulle articolazioni. Per evitare danni consequenziali, si consiglia anche un controllo del peso.

Il medico eseguirà periodicamente controlli radiologici ed esami per alleviare il rischio di allentarsi endoprotesi o le complicazioni tardive vengono rilevate il prima possibile. Per disagio e dolore dovresti consultare immediatamente il medico.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: