Esomeprazolo

L'esomeprazolo appartiene agli inibitori della pompa protonica e riduce la produzione di acido gastrico. Leggi tutto su effetti ed effetti collaterali qui!

Esomeprazolo

L'ingrediente attivo esomeprazolo appartiene ai cosiddetti inibitori della pompa protonica ed è usato nel bruciore di stomaco e nella regolazione dell'acido gastrico. Non differisce nella modalità di azione di omeprazolo, ma la sua efficacia è leggermente superiore. Qui puoi leggere tutto ciò che è importante su esomeprazolo: effetto, applicazione e possibili effetti collaterali.

Ecco come funziona Esomeprazole

Esomeprazolo è assunto per via orale. Nell'intestino, il farmaco si dissolve e viene assorbito nel sangue. Attraverso i vasi sanguigni poi raggiunge esomeprazolo la mucosa gastrica, che produce l'acido gastrico: Il componente essenziale di acido gastrico - acido cloridrico - è sotto forma di particelle cariche positivamente (protoni) e particelle con carica negativa (ioni cloruro) scaricate da alcune cellule della mucosa dello stomaco. Le cellule della mucosa usano una proteina specifica per "pompare" i protoni attraverso la membrana cellulare. L'esomeprazolo inibisce questa proteina e quindi la pompa protonica. Il principio attivo è uno degli inibitori della pompa protonica.

L'esomeprazolo, tuttavia, può sviluppare il suo effetto inibitorio solo quando raggiunge la mucosa gastrica e incontra l'acido gastrico esistente - lo attiva.

Riflessione di omeprazolo

L'ingrediente attivo omeprazolo, anche un inibitore della pompa protonica, è chimicamente uniforme, ma è costituito da particelle individuali che si comportano come l'immagine e l'immagine speculare l'una dell'altra. Per confronto: anche le mani di un essere umano sono la stessa struttura, solo un'immagine speculare. Questi due diversi tipi di sostanze sono chiamati "enantiomeri". Spesso, uno di questi è più efficace, meno dannoso o comunque vantaggioso rispetto al secondo enantiomero.

Questo è anche il caso di esomeprazolo, un enantiomero di omeprazolo. L'altro enantiomero omeprazolo nel corpo può essere scomposto solo da un enzima specifico nel fegato (cioè CYP2C19). Tuttavia, circa il tre per cento della popolazione ha poco di questo enzima, motivo per cui l'enantiomero omeprazolo menzionato in essi si accumulerebbe rapidamente nel sangue dopo somministrazione ripetuta.

Al contrario, l'esomeprazolo può essere degradato da un secondo enzima (CYP3A4), che assicura un'eliminazione affidabile. Tuttavia, i due enantiomeri di omeprazolo non differiscono rispetto all'effetto nella mucosa gastrica.

Assorbimento, rottura ed escrezione di esomeprazolo

L'esomeprazolo raggiunge i livelli ematici massimi circa da una a due ore dopo l'assunzione orale. Si lega alle pompe protoniche nella mucosa gastrica e svolge lì il suo effetto inibitorio. Il libero attivo nel sangue che circola droga è completamente degradato nel fegato attraverso gli enzimi citati. Circa un'ora e mezza dopo l'assunzione di esomeprazolo, i livelli ematici sono diminuiti della metà.

Quando sarà usato Esomeprazole?

Il principio attivo esomeprazolo è usato nei seguenti casi:

  • per il trattamento del bruciore di stomaco (GERD - Malattia da reflusso gastroesofageo)
  • in combinazione con antibiotici nel trattamento di un'infezione con il germe gastrico Helicobacter pylori

A seconda della patologia di base, esomeprazolo può essere utilizzato a breve o lungo termine.

Questo è come viene usato esomeprazolo

Il principio attivo esomeprazolo viene assunto sotto forma di compresse o capsule con rivestimento enterico. A causa della resistenza gastroresistente dei preparati, il principio attivo viene rilasciato solo nell'intestino, dove può essere assorbito nel sangue. L'assunzione è particolarmente buona se il farmaco viene assunto a stomaco vuoto (di solito al mattino). A seconda della gravità della malattia, vengono assunti giornalmente da venti a quaranta milligrammi di esomeprazolo.

Per i pazienti con disfagia, esiste anche una preparazione endovenosa di esomeprazolo. In alternativa, le compresse indicate con la parola "MUPS" (sistema a pellet multipli di unità) possono essere precedentemente disperse in acqua e quindi ubriacate o somministrate tramite un tubo di alimentazione.

Quali effetti collaterali ha Esomeprazole?

Nel prendere passaggio esomeprazolo da decine a centinaia trattati come effetti collaterali di mal di testa, dolori addominali, costipazione, diarrea, flatulenza, nausea e vomito in uno.

In una delle centinaia di migliaia di pazienti mostrano effetti collaterali esomeprazolo come ritenzione di liquidi nelle braccia e gambe, insonnia, capogiri e vertigini, parestesia, affaticamento, secchezza delle fauci, aumento degli enzimi epatici e reazioni cutanee come prurito e arrossamento. Inoltre, specialmente nei pazienti anziani e nel trattamento a lungo termine, il rischio di fratture ossee può essere aumentato.

Che cosa dovrebbe essere preso in considerazione quando si prende esomeprazolo?

Poiché esomeprazolo inibisce la formazione di acido gastrico, dove l'inclusione di altri ingredienti attivi che sono inclusi solo in funzione di acido gastrico, da cambiare. Questo vale come alcuni agenti contro le infezioni fungine (ketoconazolo, itraconazolo), e tumori (erlotinib) - la sua assunzione può essere ridotta dall'uso concomitante di esomeprazolo.

Al contrario, l'assunzione di digossina agente cardiaco e di altri farmaci può essere migliorata con l'uso di esomeprazolo.

Con l'uso concomitante di farmaci che vengono metabolizzati nel fegato degli stessi enzimi come esomeprazolo, la degradazione sia del inibitore della pompa protonica, o gli altri farmaci possono essere colpiti. Di conseguenza possono verificarsi sia un aumento sia una diminuzione del livello ematico di esomeprazolo o degli altri principi attivi.

In inibitori della proteasi per il trattamento di HIV (atazanavir, nelfinavir) diminuire i livelli ematici con l'uso concomitante di esomeprazolo, mentre sono in altri inibitori della proteasi (saquinavir, ritonavir) aumentare.

I livelli ematici di metotrexato (cancro e reumatismi), tacrolimus (per sopprimere il sistema immunitario), diazepam (tranquillanti) e fenitoina (anticonvulsivanti), salgono nello stesso momento in cui esomeprazolo viene ingerito.

Per precauzione, l'assunzione combinata di esomeprazolo e anticoagulanti come il warfarin e clopidogrel devono essere monitorati.

Gravidanza e allattamento

L'uso di esomeprazolo in gravidanza è stato studiato in studi sull'omeprazolo. Non ci sono stati effetti collaterali. Tuttavia, l'uso in gravidanza dovrebbe essere chiarito da un medico e fatto con cura.

Poiché non è noto se l'esomeprazolo passi nel latte materno, la sostanza attiva non deve essere utilizzata nelle donne che allattano.

Altre note

L'uso di esomeprazolo è possibile negli adolescenti di età pari o superiore ai 12 anni. I pazienti con grave insufficienza epatica possono richiedere una dose più bassa.

Come ottenere farmaci con esomeprazolo

Piccoli colli fino a 14 compresse da 20 mg di principio attivo per il trattamento di bruciore di stomaco sono esclusi in Germania da prescrizione da August 2014. Esomeprazolo continuerà a richiedere la prescrizione in dosi più elevate, confezioni più grandi e in altre applicazioni.

Da quando viene conosciuto Esomeprazole?

esomeprazolo è commercializzato dal 2001 dalla società farmaceutica AstraZeneca. È stato introdotto poco prima della scadenza della protezione brevettuale per omeprazolo, anche da AstraZeneca.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: