Fexofenadina

Fexofenadina è usato in compresse per il trattamento della febbre da fieno e alveari. Leggi tutto su effetti ed effetti collaterali!

Fexofenadina

L'ingrediente attivo fexofenadina è un cosiddetto antiallergico di terza generazione. È usato per trattare la febbre da fieno e gli alveari, sotto forma di compresse. Eventuali effetti collaterali includono mal di testa, sonnolenza e nausea. Qui imparerai tutto ciò che vale la pena conoscere sulla Fexofenadina: effetto, applicazione, effetti collaterali e interazioni.

Ecco come funziona la fexofenadina

L'istamina del messaggero ha una varietà di compiti nel corpo. Serve come un messaggero tra i neuroni nel cervello (neurotrasmettitori), così come un regolatore di produzione di acido gastrico, fame e sensazione di sete, la temperatura corporea e la pressione sanguigna. Inoltre, l'istamina è nota per i suoi effetti favorenti l'allergia.

Le allergie sono reazioni difensive esagerate del corpo contro influenze esterne innocue come pollini, peli di animali e determinati alimenti. A contatto con questi agenti allergenici (allergeni), i mastociti (alcune cellule difensive) rilasciano istamina. Questo imposta immediatamente una reazione infiammatoria, che è il motivo chiamiamo anche questo meccanismo "di tipo immediato reazione": Il tessuto colpito è meglio fornito con sangue, arrossa, si gonfia e pruriti, naso che cola e gli occhi dell'acqua. Tutti questi sintomi garantirebbero ad un pericolo reale che le cellule immunitarie possono raggiungere il sito in modo rapido e patogeni sono rapidamente rimosso dal corpo (come ad esempio attacchi di cellule del sistema immunitario o lavaggio con lacrimale e le secrezioni nasali).

Gli antistaminici sono usati per alleviare questi sintomi allergici. Occupano i siti di attracco (i recettori) dell'istamina messaggera, in modo che non possa più legarsi e dispiegare il suo effetto. L'istamina rilasciata dai mastociti in caso di contatto con gli allergeni non può quindi innescare una reazione infiammatoria.

Assorbimento, degradazione ed escrezione di fexofenadina

Dopo averlo assunto, il principio attivo fexofenadina viene rapidamente assorbito nell'intestino e raggiunge i suoi livelli più alti nel sangue dopo circa 1-3 ore. È a malapena estratto o convertito. Dopo 11-15 ore circa la metà del farmaco antiallergico è stata escreta per lo più nella bile con una sedia.

Quando si usa la fexofenadina?

La droga di allergia fexofenadine è usata per trattare:

  • Febbre da fieno (rinite allergica)

La durata dell'uso dipende dal tipo e dalla gravità della malattia. Per i disturbi stagionali come la febbre da fieno, la febbrefenadina viene assunta per tutta la durata della stagione pollinica. Negli alveari idiopatici viene fatto un tentativo di portare i sintomi ad un calo con la fexofenadina e quindi di sospendere il trattamento farmacologico nell'ulteriore corso. Questo potrebbe richiedere molto tempo.

Ecco come viene applicata la fexofenadina

Il principio attivo è assunto sotto forma di compresse. Di solito viene assunto una volta al giorno prima di un pasto con un bicchiere d'acqua. Per il trattamento degli alveari vengono spesso prescritti 180 milligrammi di fexofenadina una volta al giorno; Per alleviare i sintomi della febbre da fieno, i giovani di età superiore ai dodici anni e gli adulti ricevono 120 milligrammi di fexofenadina al giorno. Per i bambini di età superiore ai sei anni sono disponibili medicinali a dose ridotta. La durata dell'uso è determinata in consultazione con il medico.

Quali sono gli effetti collaterali di Fexofenadine?

Effetti collaterali come mal di testa, sonnolenza, sonnolenza, nausea e secchezza delle fauci sono comuni durante il trattamento con fexofenadina.

Da mille a mille persone lamentano lamentele come stanchezza, insonnia, disturbi del sonno, nervosismo e incubi.

Che cosa dovrebbe essere preso in considerazione quando si assume la fexofenadina?

A causa degli effetti collaterali sopra menzionati, non devono essere utilizzati macchinari pesanti e nessun veicolo controllato durante il trattamento con fexofenadina.

Le interazioni tra fexofenadina e altri farmaci sono rare, ma possono esacerbare gli effetti collaterali della fexofenadina. Questo è possibile in quanto con l'uso concomitante di alcuni antibiotici (eritromicina), antifungini (ketoconazolo) e contro le infezioni virali attivi (lopinavir-ritonavir).

Mezzi per bruciore di stomaco che legano l'eccesso di acido direttamente nello stomaco (ad esempio idrossido di alluminio e idrossido di magnesio), dovrebbero essere prese almeno due ore di distanza da fexofenadina, dal momento che può ostacolare l'assorbimento dell'agente antiallergico nell'intestino.

Fexofenadina deve essere interrotta almeno tre giorni prima di un test allergologico pianificato, in modo da non falsificare i risultati.

A causa della mancanza di dati, la fexofenadina non deve essere assunta durante la gravidanza e l'allattamento. Lo stesso vale per i bambini di età inferiore a sei anni. I pazienti di età superiore ai 65 anni e quelli con insufficienza renale possono essere trattati con fexofenadina, ma devono essere monitorati in modo speciale come misura precauzionale.

Come ottenere farmaci con Fexofenadine

A differenza di altri paesi europei (come i Paesi Bassi), la fexofenadina è disponibile in Germania solo su prescrizione in farmacia - così come in altri farmaci antiallergici di terza generazione.

Da quando si conosce la fexofenadina?

Il predecessore terfenadina, che è stato sviluppato nei primi anni '70 e immesso sul mercato nel 1982, ha subito un forte discredito dal 1993: si è scoperto che può causare gravi aritmie. Ecco perché non è più permesso in molti paesi, in Germania c'è solo un farmaco con terfenadina. Infine, la ricerca ha dimostrato che la fexofenadina, un prodotto di degradazione della terfenadina, ha effetti comparabili al farmaco originale, ma non mostra alcun effetto collaterale sul cuore. Nel 1997 era fexofenadina quindi approvato per il trattamento delle allergie (su richiesta della società farmaceutica Sanofi).


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: