Volare in gravidanza

Chi vuole volare incinta, dovrebbe conoscere i possibili rischi per madre e figlio. Quali sono questi, leggi qui!

Volare in gravidanza

Incinta e in volo - È possibile? Questa domanda viene posta da molte donne che, prima di partorire, vanno in vacanza da sole, visitano parenti lontani o vogliono salire a bordo di un aereo per lavoro. La risposta è: è possibile volare in stato di gravidanza. Tuttavia, dovresti essere a conoscenza di alcune cose prima di salire sull'aereo. Leggi tutte le informazioni importanti sul volo in gravidanza!

Mosca incinta: quali rischi esistono?

Le donne incinte e le mosche non si escludono a vicenda. Ma anche con una gravidanza senza complicazioni, volare durante la gravidanza comporta alcuni rischi, che, tuttavia, sono considerati in gran parte minori.

radiazione cosmica

Chiunque vola si espone ad una maggiore esposizione alle radiazioni (radiazione cosmica cosmica). Più lunga è la durata del volo, maggiore è l'altitudine di volo e più vicino il percorso passa ai poli, più forte diventa il carico. In un volo transatlantico corrisponde approssimativamente al carico di una radiografia della parte superiore del corpo.

Questa radiazione ionizzante può promuovere malformazioni, soprattutto all'inizio della gravidanza, dal momento che gli organi si sviluppano dalla quinta settimana. Come misura precauzionale, durante questo delicato periodo di sviluppo embrionale dovresti quindi pianificare il più lontano possibile i voli a lungo raggio e ridurre anche le distanze brevi. Chiedi consiglio al tuo ginecologo se voli molto per vivere.

Gravidanza e trombosi

Lunga seduta sui voli a lungo raggio aumenta il rischio di trombosi. In gravidanza, aumenta anche il rischio di coaguli di sangue nelle vene. Pertanto, assicurati di bere il più possibile durante il volo. Si consiglia inoltre di alzarsi in mezzo e spostarsi un po '. Puoi anche aumentare lo spazio per le gambe prenotando un posto comodo sull'aereo. Gli esercizi di seduta facile prevengono anche la trombosi. È logico indossare calze per trombosi per prevenire coaguli di sangue sui voli a lungo raggio.

contenuto di ossigeno

All'aumentare dell'altitudine, diminuisce il contenuto di ossigeno dell'aria. A quota normale, tuttavia, questa riduzione dell'ossigeno non è così grande - non c'è pericolo per il nascituro.

Volata incinta nelle ultime settimane?

Le complicazioni della gravidanza in alto sopra le nuvole non sono una bella idea. Se stai volando verso la fine della gravidanza, c'è anche il rischio di un parto non pianificato. Il modo più semplice per evitare situazioni così sfavorevoli è non salire sull'aereo durante le ultime settimane di gravidanza.

Se hai ancora bisogno di volare in gravidanza avanzata, ci sono alcune cose da tenere a mente:

La maggior parte delle compagnie aeree lascia le donne incinte dalla 28a settimana solo con un certificato medico a bordo. A seconda della compagnia aerea, potresti non essere in grado di volare in gravidanza alta alla 34° o 36° settimana di gravidanza. Nelle gravidanze gemellate o multiple le donne incinte di solito escono dalla 29a settimana non più a bordo. Tuttavia, alcune aziende distinguono tra voli lunghi e brevi, nonché tra gravidanze singole e multiple.

Quindi non ci sono regolamenti uniformi. È necessario informarsi sulle condizioni di trasporto per ogni compagnia aerea. Non dimenticare: anche all'estero esistono leggi e scadenze diverse per volare durante la gravidanza a seconda del paese.

Volo in gravidanza con certificato

Riceverai un certificato dal tuo ginecologo. Alcune compagnie aeree offrono moduli sui loro siti Web, che puoi presentare al tuo ginecologo. Il certificato di solito non supera le due settimane quando si effettua il check-in in aeroporto. Inoltre, dovresti essere in grado di presentare la tua carta di maternità al momento del check-in.

Un certificato per volare durante la gravidanza deve contenere:

  • l'attuale settimana di gravidanza
  • data di nascita prevista
  • Conferma di una gravidanza non complicata
  • Conferma della idoneità della donna incinta a volare

Complicazioni in gravidanza: mosche non raccomandate

Se ci sono complicazioni durante il corso della gravidanza o se c'è il rischio di una gravidanza, i ginecologi sconsigliano di volare durante la gravidanza. In particolare, questo significa: il volo in stato di gravidanza non è raccomandato per:

  • problemi cardiovascolari
  • anemia
  • lavoro prematuro
  • Tendenza prematura o aborto spontaneo
  • Placenta previa

Volare in gravidanza: consigli

Se vuoi rimanere incinta, dovresti assolutamente ricordare un'assicurazione per l'annullamento del viaggio, anche se la gravidanza è stata senza complicazioni fino al momento della prenotazione. Ad esempio, se si verifica un parto prematuro, il viaggio prenotato deve essere annullato. Con un'assicurazione di annullamento completa, la compagnia di assicurazione non può richiedere spese di cancellazione.

Chi vuole volare incinta, dovrebbe fare questo meglio nel secondo trimestre di gravidanza.Perché tra il quarto e il sesto mese si sente bene la maggior parte delle donne: la nausea mattutina e la stanchezza si sono calmate, anche la fase critica dello sviluppo degli organi è finita e lo stomaco non si preoccupa. Il secondo trimestre è quindi il migliore per volare durante la gravidanza.

La cintura di sicurezza del sedile dell'aereo deve essere sempre stretta sotto lo stomaco.

Incinta: volare è la tua professione

Regole speciali si applicano alle assistenti di volo di sesso femminile in gravidanza. Con l'annuncio della gravidanza, le hostess incinte e anche le donne piloti vengono rilasciate dal loro lavoro in aria. La gravidanza fondamentalmente ti rende inadatto al volo. Tuttavia, possono essere concesse deroghe per i piloti di sesso femminile in caso di un corso senza complicazioni e dopo un chiarimento medico fino alla ventiseiesima settimana di gravidanza. Informa il tuo datore di lavoro delle condizioni esatte se sei un pilota o una hostess volare incinta desiderare.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: