Fosfomycin

La fosfomicina è un antibiotico che aiuta a combattere molti diversi agenti infettivi batterici. Tutto su uso ed effetti collaterali, leggi qui!

Fosfomycin

La fosfomicina è un antibiotico che è stato isolato per la prima volta dai batteri di Streptomyces nel 1969. Ha un ampio spettro di attività (antibiotico ad ampio spettro), quindi aiuta contro molti diversi agenti infettivi batterici. Tutto ciò che è importante per l'applicazione, gli effetti e i potenziali effetti collaterali della fosfomicina può essere trovato qui!

Ecco come funziona Fosfomycin

La fosfomicina agisce come battericida inibendo il primo passo nella sintesi della parete cellulare batterica: impedisce la formazione di acido N-acetilmuramico, essenziale per la costruzione della parete cellulare batterica. Senza una parete cellulare intatta, il batterio non può sopravvivere - muore.

L'antibiotico ad ampio spettro è efficace contro molti diversi batteri come stafilococchi, streptococchi, pneumococchi e enterococchi.

Il rischio che i batteri possano sviluppare resistenza alla fosfomicina è elevato, motivo per cui è spesso usato solo in combinazione con altri antibiotici in gravi infezioni.

Assorbimento, rottura ed escrezione di fosfomicina

Il principio attivo viene somministrato per via orale (orale) o infuso direttamente nel flusso sanguigno. Se assunto per via orale, solo una parte dell'antibiotico viene assorbita nel corpo. Non viene metabolizzato ed escreto principalmente con le urine.

Quando sarà usata Fosfomycin?

La fosfomicina può essere utilizzata in gravi infezioni batteriche, ad esempio:

  • Infezioni del sistema nervoso centrale (CNS) come la meningite (meningite)
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli
  • Polmonite e ascessi polmonari
  • Infiammazione dell'endocardio (endocardite)

In tali casi, l'applicazione è solitamente in combinazione con un altro antibiotico. Per le infezioni del tratto urinario, la fosfomicina può anche essere somministrata da sola (in monoterapia) (sotto forma di fosfomicina trometamolo).

Con quali trucchi gli antibiotici paralizzano i batteri e perché l'arma del miracolo a volte fallisce.

Ecco come viene usata la fosfomicina

Il dosaggio dell'antibiotico è determinato dal medico curante. Dipende, tra l'altro, dal tipo e dalla gravità dell'infezione e dall'età del paziente. Se la funzionalità renale è compromessa, la dose deve essere ridotta.

Come infusione, l'antibiotico può essere somministrato ai neonati. La dose viene calcolata individualmente in base al peso corporeo.

Quali effetti collaterali ha la fosfomicina?

L'antibiotico può causare vari effetti collaterali, tra cui:

  • Disturbi gastrointestinali come nausea, nausea, diarrea
  • mal di testa
  • reazioni allergiche cutanee

Se si soffre di gravi effetti collaterali o sintomi non richiesti, consultare un medico.

Che cosa dovrebbe essere considerato quando si utilizza fosfomicina?

La fosfomicina non deve essere utilizzata se il paziente è allergico o ha un'insufficienza renale acuta. Le donne in gravidanza e in allattamento non devono essere trattate con l'antibiotico: la fosfomicina passa attraverso la placenta al nascituro o attraverso il latte materno fino al bambino.

interazioni

La fosfomicina può interagire con altri medicinali concomitanti. Ad esempio, la concomitante metoclopramide (per nausea e vomito) può interferire con l'assorbimento dell'antibiotico nel corpo. Altri medicinali che stimolano anche il movimento dell'intestino possono avere un effetto simile.

Ecco come si ottiene il farmaco con fosfomicina

L'ingrediente attivo fosfomycin è in ogni forma di dosaggio (compressa, polvere per soluzione per infusione, ecc.) e prescrizione del dosaggio.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: