Gastrite (gastrite)

La gastrite è il termine tecnico per la gastrite acuta o cronica. Più nella guida gastrite.

Gastrite (gastrite)

Sinonimi

Gastrite, gastrite acuta, gastrite cronica

definizione

Gastrite cronica

La gastrite è il termine tecnico per un'infiammazione acuta o cronica della mucosa gastrica. La mucosa gastrica è abbondantemente fornita di sangue ed è protetta da uno strato di muco proveniente da sostanze aggressive (come l'acido dello stomaco). Se la mucosa gastrica è danneggiata o indebolita, può essere ferita e infiammata. Si tratta di una gastrite acuta. La gastrite cronica spesso provoca poco disagio, ma spesso è un precursore dell'ulcera gastrica (ulcera gastrica). Inoltre, aumenta il rischio di un'ulcera duodenale o di altri tumori nello stomaco o nell'intestino (ad esempio il cancro del colon).

sintomi

I sintomi variano a seconda del tipo di gastrite.

Sintomi di gastrite acuta

  • Forte dolore allo stomaco improvviso (che si irradia anche nella parte posteriore) o crampi allo stomaco
  • Disturbi addominali superiori (pizzicamento, trazione, sensazione di pressione)
  • Eruttazione, sensazione di pienezza, nausea, vomito
  • Perdita di appetito, debolezza generale
  • lingua occupata, possibilmente alitosi
  • occasionalmente sanguinamento dello stomaco.

Sintomi di gastrite cronica

  • spesso senza sintomi
  • Occasionalmente ci sono disturbi addominali superiori insoliti come flatulenza, eruttazione o gonfiore dopo i pasti.
  • nel tipo A gastrite (vedi cause) debolezza, mancanza di respiro e affaticamento a causa di anemia.

cause

Cause di gastrite acuta

  • consumo eccessivo di nicotina, alcol, caffè o cibo piccante
  • Ingestione o abuso di farmaci come antidolorifici e reumatici (ad esempio acido acetilsalicilico, diclofenac e ibuprofene), cortisone e agenti chemioterapici.
  • Stress o altro stress mentale
  • Lesioni, operazioni, ustioni, incidenti, malattie gravi (ad es. Infarto)
  • radioterapia
  • Ustioni a causa di acidi o alcali
  • Infezioni da batteri, virus o funghi.

Cause di gastrite cronica

Le cause della gastrite cronica sono varie. I medici distinguono la gastrite cronica di tipo A, B, C, D e R.

  • Gastrite di tipo A: causa non completamente capita, i medici sospettano reazioni autoimmuni. Di conseguenza, il sistema immunitario del corpo forma anticorpi (anticorpi) contro le cellule della mucosa gastrica (le cosiddette cellule parietali). Le cellule parietali muoiono e la produzione di acido gastrico diminuisce. La mancanza di acido gastrico ora non offre alcuna protezione contro gli agenti patogeni. Di conseguenza, la gastrina viene progressivamente rilasciata, il che stimola la formazione di acido. Troppa gastrina, tuttavia, danneggia la membrana mucosa a sua volta. Nel peggiore dei casi può arrivare al cancro gastrico. Inoltre, le cellule parietali producono il fattore intrinseco, una sostanza per l'assorbimento della vitamina B12. La vitamina B12 è necessaria per la formazione del sangue. Senza questa vitamina, c'è anemia (la cosiddetta anemia perniciosa).
  • Gastrite di tipo B: causa è un'infezione della mucosa gastrica con il batterio Helicobacter pylori (85% dei casi). Come avviene l'infezione non è ancora chiaro. Spesso la gastrite di tipo B si verifica all'inizio dello sbocco gastrico (antrum). Questo è il motivo per cui è chiamato anche gastrite da antrum.
  • Gastrite di tipo C: Causa sono effetti tossici chimici sulla mucosa gastrica. Gli irritanti gastrici sono, per esempio, farmaci come analgesici, reumatismi, cortisone (vedi sopra).
  • Gastrite di tipo D: questo tipo riassume varie cause che non sono né autoimmuni, né batteriche o tossiche. Questi includono gastrite da patogeni rari, polipi o uremia, gastrite collagene (a causa di cambiamenti strutturali della mucosa gastrica e gastrite) associati a malattie intestinali infiammatorie come il morbo di Crohn.
  • Gastrite di tipo R: la causa è il reflusso di acido chimo dallo stomaco attraverso l'esofago.

indagine

Se persistono problemi digestivi, vomito o sangue nelle feci, dovresti consultare un medico per identificare la gastrite acuta o la gastrite cronica e iniziare il trattamento per la gastrite.

La diagnosi di gastrite è solitamente assicurata da una gastroscopia (gastroscopia). In questo esame endoscopico, può giudicare la condizione della mucosa gastrica attraverso una telecamera e, se necessario, anche prelevare piccoli campioni di tessuto mucoso. In laboratorio è quindi possibile determinare, ad esempio, quale forma di gastrite sia. Inoltre, in tale gastroscopia possono essere rilevate ulcere gastriche, ulcere duodenali o alterazioni patologiche dei dotti biliari e del pancreas. Una descrizione dettagliata di questo metodo di esame diagnostico può essere trovata qui: Gastroscopia.

trattamento

Il trattamento medico della gastrite dipende dalla forma di gastrite.

Terapia della gastrite acuta

Per il trattamento della gastrite acuta vengono solitamente utilizzati farmaci che inibiscono la produzione di acido gastrico (i cosiddetti antiacidi). Tipici principi attivi qui sono Algedrat, idrossido di alluminio, idrossido di magnesio e magalcrato. Con forte flatulenza e sensazione di pienezza, Simeticon spesso aiuta.

Se hai bisogno di assumere farmaci irritanti per lo stomaco, puoi discutere con il medico di un cambiamento ad altri preparati per lo stomaco, risparmiando.

Terapia della gastrite cronica

In caso di coinvolgimento della mucosa gastrica con il batterio, gli antibiotici Helicobacter pylori vengono utilizzati per il trattamento della gastrite cronica di tipo B. Tipici antibiotici per il controllo di Helicobacter sono amoxicillina e claritromicina (in alternativa metronidazolo) insieme ad un inibitore della pompa protonica come pantoprazolo. Lo scopo di questa terapia è distruggere completamente l'agente patogeno. Pertanto, questo trattamento farmacologico è anche chiamato terapia di eradicazione. Poiché i tre principi attivi sono sempre combinati, è anche noto come tripla terapia.

Inoltre, la gastrite cronica utilizza anche antiacidi (vedi sopra) e altri farmaci antiacidi. I farmaci di prima linea includono inibitori della pompa protonica come esomeprazolo, lansoprazolo, omeprazolo, pantoprazolo e rabeprazolo. Ad esempio, gli inibitori della pompa protonica omeprazolo, pantoprazolo o esomeprazolo sono ora disponibili per la vendita. Gli agenti di seconda scelta sono i bloccanti del recettore H2 come la cimetidina, la famotidina e la ranitidina, alcuni dei quali sono anche da banco.

In caso di anemia nella gastrite di tipo A (vedere la sezione Cause della gastrite), la vitamina B12 deve essere aggiunta sotto forma di iniezioni.

Se non è possibile evitare l'uso di farmaci non steroidei nella gastrite di tipo C, è necessario usare nello stesso tempo farmaci che proteggono lo stomaco come ranitidina ed esomeprazolo. Farmaci frequentemente prescritti che stimolano il movimento dello stomaco e quindi favoriscono la digestione. Questi includono, in particolare, gli agenti procinetici domperidone e metoclopramide.

Autoaiuto con la gastrite

Specialmente con la gastrite acuta, puoi fare molto da solo per aiutare te stesso con la gastrite:

  • Evitare la causa scatenante: niente alcool o caffè, niente fumo, niente cibo piccante, tranquillità e riduzione dello stress
  • Mantenere il riposo a letto per 1 o 2 giorni
  • Il digiuno o la dieta leggera leniscono il mal di stomaco. Diversi piccoli pasti sono meglio di alcuni grandi.
  • Tè, gocce o tavolette con camomilla, achillea o radice di liquirizia hanno un effetto antinfiammatorio e antispasmodico. Anche il tè alla menta o il tè nero hanno un effetto calmante sullo stomaco.
  • Agenti leganti acidi con sali di magnesio e alluminio (vedi sopra) proteggono la mucosa malata e quindi favoriscono la guarigione. Le compresse masticabili o le bustine di sospensione dovrebbero essere prese un'ora dopo aver mangiato e prima di coricarsi.
  • Contro i crampi allo stomaco aiutano i farmaci antispastici, i cosiddetti spasmolitici, per esempio, con la butilscopolamina sotto forma di compresse o supposte.

prevenzione

Attraverso una dieta fresca, varia e povera di grassi è possibile prevenire numerosi disturbi gastrointestinali, inclusa la gastrite. Inoltre, la mucosa gastrica è utile quando si beve alcol, nicotina, caffè e cibi aspri e piccanti solo con moderazione. Molti fumatori non sono consapevoli che il fumo di tabacco danneggia anche lo stomaco. I fumatori sono invitati a comprendere la gastrite come segnale di avvertimento e a smettere di fumare.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: