Gengivite

La gengivite è un'infezione delle gengive. Le cause e i sintomi delle gengive infiammate possono essere trovati qui!

Gengivite

il gengivite (Gengivite medica) è un'infezione acuta o cronica delle gengive. Può essere causato da batteri, ma più raramente da virus o funghi. Il motivo è solitamente insufficiente l'igiene dentale, che porta ad un improvviso aumento degli agenti patogeni in bocca. La gengivite può anche derivare da lesioni alle gengive. Più dell'80 per cento della popolazione adulta mostra sintomi di gengivite. Leggi qui tutte le informazioni importanti sulle cause e il trattamento della gengivite.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. K05B00

Descrizione del prodotto

gengivite

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Gengivite: descrizione

La gengivite è causata da un'infezione batterica delle gengive (gengiva). È causato da placca dentale, irritazione o lesioni meccaniche alle gengive. Il dentista distingue tra gengivite acuta e cronica. Nella maggior parte dei casi, la gengivite acuta causa dolore. Solitamente si manifesta improvvisamente e colpisce la linea delle gengive. Se le gengive si infiammano da molto tempo (gengivite cronica), possono diffondersi al parodonto. La cosiddetta parodontite può anche portare alla perdita dei denti nei casi più gravi. Una particolare forma di gengivite è la gengivite ulcerosa necrotizzante acuta (ANUG), in cui i batteri attaccano le gengive tra i denti.

Gengivite: sintomi

Le gengive infiammate sono evidenti dai sintomi tipici. Mentre le gengive sane sono rosa, attaccate saldamente al dente e non sanguinano, i possibili sintomi di gengivite sono:

  • Rossore e gonfiore delle gengive
  • sanguinamento delle gengive
  • gengive morbide
  • alitosi

I sintomi di gengivite acuta necrotizzante acuta (ANUG, la gomma forma ulcere e muore) sono improvvisi gravi febbre, dolore, alitosi e affaticamento.

Gengivite: cause e fattori di rischio

La gengivite è solitamente causata da un'igiene orale inadeguata e dalla conseguente proliferazione di agenti patogeni nella cavità orale. I più comuni sono i batteri. Di questi, ci sono più di 500 specie in bocca. Appartengono alla normale flora orale.

Alcuni di questi batteri possono accumularsi sulla superficie del dente. Innanzitutto, si forma uno strato proteico sui denti, sul quale si attaccano i batteri. Insieme agli avanzi che servono i batteri come cibo, i prodotti metabolici di batteri, saliva e microrganismi sono un biofilm o placca, chiamata anche placca batterica. Allo stesso tempo, questo biofilm protegge i batteri, in modo che il sistema immunitario e le medicine del corpo abbiano un effetto limitato sui batteri.

In caso di scarsa igiene orale, i batteri si moltiplicano e producono tossine (tossine) che attaccano le gengive. La reazione del sistema immunitario porta quindi all'infiammazione. Le gengive che non vengono regolarmente pulite dalla placca possono anche favorire la formazione del tartaro. È composto da minerali contenuti nella saliva e nel liquido delle tasche dei denti. Il tartaro deve essere rimosso dal dentista...

Oltre alla mancanza di igiene orale, un danno meccanico alle gengive, ad esempio a causa di una eccessiva spazzolatura, è una possibile causa di gengiviti. Altri fattori di rischio per la gengivite comprendono disturbi metabolici, diabete mellito (diabete), consumo di alcol e nicotina, stress, cambiamenti ormonali come la pubertà o la gravidanza, o una carenza di vitamina C. Inoltre, alcuni farmaci come i preparati di idantoina per i pazienti con disturbi convulsivi, i preparati di nifedipina per l'ipertensione o la ciclosporina A per i pazienti sottoposti a trapianto favoriscono la gengivite.

Gengivite: esami e diagnosi

Nel caso della gengivite, il dentista esamina a fondo i denti e le gengive. Spesso riconosce già una gengivite ad occhio nudo. Usando una sonda, mette alla prova le condizioni delle gengive e controlla se si sono formate tasche gengivali in cui i batteri si piacciono particolarmente. A seconda della gravità della gengivite, le gengive sanguinano a vari livelli dopo essere state toccate dalla sonda.

Il dentista esegue questi esami per determinare il cosiddetto indice di screening parodontale (PSI). È usato per la diagnosi precoce delle malattie del parodonto.Un ulteriore esame radiografico della mascella è spesso utile per trovare le cause e le possibili conseguenze della gengivite prolungata. Con un esame della saliva, il medico può anche determinare i tipi di batteri in bocca.

Gengivite: trattamento

Come trattare la gengivite, leggi nell'articolo Gengivite ¢ â, ¬â "trattamento.

Gengivite: decorso della malattia e prognosi

La gengivite prolungata che non tratti può diventare cronica. Nel peggiore dei casi, si sviluppa anche una parodontite in cui si infiamma l'intero parodonto.

Con una buona igiene dentale e igiene orale, l'infiammazione delle gengive di solito guarisce dopo pochi giorni. Se la causa è troppo stress meccanico, anche uno spazzolino più morbido può aiutare Zahnfleischentzündung prevenire in futuro.

Leggi di più sulle terapie

  • Zahnbrücke
  • dentiere
  • Gli impianti dentali
  • corona
  • dentiere
  • Tirare il dente


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: