Cellule gliali

Le cellule gliali (neuroglia) sono strettamente correlate alle cellule nervose. Leggi di più sulla loro funzione e sulle diverse cellule gliali!

Cellule gliali

cellule gliali o le cellule neuronali formano il tessuto cellulare nel sistema nervoso del cervello. Differiscono nella loro struttura e funzione dalle altre cellule del cervello. Le cellule gliali non solo formano il tessuto di supporto per le cellule nervose, ma sono anche coinvolte nella loro dieta e nella trasmissione di informazioni. Leggi tutto sulle diverse forme di cellule gliali come gli astrociti e gli oligodendrociti, i loro compiti e le possibili malattie.

Quali sono le cellule gliali?

cellule gliali sono il tessuto cellulare, che ad eccezione di un piccolo spazio riempie lo spazio tra le cellule nervose del cervello e dei vasi sanguigni e che costituisce anche la guaina mielinica che circondano le fibre nervose. Il nome di gliale derivato dalla parola greca per colla fuori, per la prima assunzione nello studio di queste cellule è stato che si sono incontrati solo una funzione di supporto per il tessuto nervoso - neuroni sarebbero quindi contenere solo insieme. Nel frattempo, è noto che le cellule gliali sono molto di più. Separano il tessuto nervoso dalla superficie del cervello e dai vasi sanguigni.

Esistono diversi tipi di cellule gliali nel tessuto nervoso del cervello, tra cui:

  • Astrociti o astrociti (cellule stellate con sporgenze radiali) sono macroglia (grandi glia cellule) e costituiscono la maggioranza delle cellule gliali. Si trovano principalmente nella materia grigia del cervello.
  • Oligodendrociti (piccole cellule solo leggermente ramificate): appartengono anche alla macroglia. Trovato nella materia grigia e bianca del tessuto cerebrale.
  • Cellule di Schwann: circondano le fibre nervose e formano la loro guaina midollare.
  • Cellule microgliali: hanno solo processi brevi. Può muoversi nel tessuto e assorbire corpi estranei e digerire enzimaticamente (fagocitosi).

Che funzione hanno le cellule gliali?

Le cellule gliali creano le condizioni per la capacità di lavoro delle cellule nervose. Da un lato svolgono una funzione di supporto per il tessuto nervoso del cervello, dall'altro sono anche importanti per la sua nutrizione.

Un'altra funzione delle cellule gliali, la fagocitosi - l'assunzione di particelle nell'interno della cella di assunzione di cibo e per l'eliminazione di corpi estranei.

Anche la trasmissione di informazioni tra le cellule nervose viene influenzata e guidata dalle cellule gliali. Durante lo sviluppo embrionale del cervello, la sua crescita è strutturata dalle cellule gliali. Quando il cervello è completamente cresciuto, queste cellule garantiscono che l'ambiente intorno alle cellule nervose e alle fibre nervose (gli assoni) rimanga sempre lo stesso. Regolano il pH, la concentrazione di elettroliti (specialmente di potassio) e formano le guaine attorno agli assoni dei neuroni.

Le guaine del mercato sono come lo strato isolante di un cavo elettrico. Accelerano notevolmente la trasmissione di impulsi elettrici. Oligodendrociti che formano la guaina mielinica del sistema nervoso centrale (SNC: cervello e il midollo spinale), le cellule di Schwann nel sistema nervoso periferico.

Le 3 principali forme di mal di testa più comuni. Come si presentano e quando andare dal medico meglio.

Dove sono le cellule gliali?

Le cellule gliali si trovano in tutto il cervello e riempiono lo spazio tra le cellule nervose e i vasi sanguigni. Il loro numero è molto più alto di quello delle cellule nervose nel cervello.

Quali problemi possono causare le cellule gliali?

un glioma è il più comune tumore al cervello maligno. È formato da cellule gliali del tessuto nervoso. A seconda del tipo di cellule gliali che il tumore emerge, si distingue tra diverse forme:

Astrocitoma (soprattutto nel lobo frontale), glioblastoma (più comune in tutta lobi, sottocorticale, e anche nella corteccia), oligodendroglioma (negli emisferi), oligoastrocitomi e tumori misti. Un glioma ottico si forma sul nervo ottico, un ponsglioma sul tronco cerebrale. Tutti i tumori condividono una proliferazione incontrollata di cellule.

Le cellule ganglia e Schwann possono essere il risultato di un ganglioglioma, un tumore cerebrale raro e benigno.

Un attacco epilettico è scatenato dalla massiccia iperattività delle cellule nervose del cervello. Questa iperattività aumenta significativamente la concentrazione di potassio nello spazio extracellulare, perché il cellule gliali non può più far fronte al forte aumento e intercettazione.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: