Esame ginecologico

L'esame ginecologico serve a rilevare e prevenire le malattie. Leggi quando questo è importante e per cosa dovresti essere preparato.

Esame ginecologico

il esame ginecologico, chiamato anche esame ginecologico, serve la prevenzione e la diagnosi delle malattie. Include, tra le altre cose, una consultazione e un esame vaginale. Leggi qui tutto ciò che riguarda l'esame ginecologico alla visita del ginecologo, il corso e la durata dell'esame e quanto spesso dovrebbe essere eseguito.

Descrizione del prodotto

Esame ginecologico

  • Cos'è un esame ginecologico?

  • Quando esegui un esame ginecologico?

  • Cosa fai in un esame ginecologico?

  • Cosa devo considerare dopo l'esame ginecologico?

Cos'è un esame ginecologico?

Il check-up ginecologico è un check-up importante. Tra le altre cose, viene utilizzato per la diagnosi precoce del cancro al seno o al collo dell'utero, ma offre anche consigli su questioni come gravidanza, mestruazioni, sessualità e contraccezione o esperienze di abuso.

Leggi anche

  • Pap test

Quando esegui un esame ginecologico?

L'esame ginecologico è principalmente un check-up. Le donne dovrebbero esercitarle regolarmente, specialmente in modo che il medico possa diagnosticare le malattie maligne degli organi genitali femminili in una fase precoce. Oltre a questo, le donne possono naturalmente anche fare l'esame ginecologico se hanno delle lamentele. I seguenti sintomi sono spesso la ragione per l'esame ginecologico:

  • Dolore, bruciore o prurito nella zona genitale, ad esempio la minzione o il rapporto sessuale
  • Uscita dalla vagina
  • Regola i sintomi, ad esempio, dolore, sanguinamento molto forte o molto lungo
  • Cambiamenti evidenti nel petto, come nodi o indurimento

Il ginecologo è anche il contatto giusto per le domande sulla sessualità, il desiderio di avere figli, la gravidanza e la contraccezione.

Esame ginecologico nei bambini

Nei seguenti casi, per le ragazze è già necessario un esame ginecologico:

  • Dolore, bruciore, scarico o prurito nella zona genitale
  • Sanguinamento vaginale prima che inizi il periodo mestruale
  • Disturbi dello sviluppo di sospette malformazioni
  • Sospetto abuso sessuale

Per la chiarificazione di questi reclami, un esame esterno dei genitali è di solito sufficiente, così che non è necessaria la palpazione della vagina.

Per queste malattie, l'esame è importante

  • il cancro al seno
  • cancro del collo dell'utero
  • PMS

Esame ginecologico: procedura

Prima dell'esame effettivo, il medico chiede al paziente di fornire un campione di urina. Esamina l'urina con una striscia reattiva per individuare germi, segni di infiammazione o sangue. Se ci sono indicazioni di gravidanza, può anche controllarlo con l'urina. Se la vescica si svuota, facilita anche il successivo esame ecografico dell'addome inferiore.

Visita ginecologica: consultazione e anamnesi

All'inizio dell'esame dal ginecologo, il medico chiede al paziente notizie relative a lamentele o eventi inusuali. Inoltre, vuole sapere se nell'immediato livello familiare si è verificato un aumento del seno o del cancro cervicale - questo può essere un indicatore importante di una storia familiare! Altri argomenti trattati dal ginecologo e ai quali egli consiglia il paziente sono:

  • attuale desiderio di prevenzione o contraccezione
  • Regolarità, forza e durata del periodo mestruale
  • Presenza di sanguinamento intermestruale o perdite vaginali
  • medicazione
  • malattie metaboliche
  • Sessualità e collaborazione

Esame ginecologico dei genitali esterni e della parete addominale

Il medico ora chiede al paziente di liberare l'addome e sedersi sulla sedia ginecologica. È un divano con la parte posteriore leggermente inclinata. Il paziente giace su di esso con una pelvi leggermente rialzata e può appoggiare i piedi comodamente sui supporti. Il dottore ottiene quindi una prima occhiata agli organi riproduttivi esterni della donna e può già valutare cambiamenti esterni come arrossamenti, anomalie della mucosa, lesioni o malformazioni. Scansiona anche i linfonodi della regione inguinale e il basso ventre.

Esame ginecologico (rettale e vaginale)

Per l'esame ginecologico della vagina e della cervice, il ginecologo usa un cosiddetto speculum. Il medico si diffonde con un po 'di lubrificante e lo inserisce delicatamente nella vagina del paziente. Aprendo lo speculum, la parete vaginale si allarga leggermente in modo che il medico riceva una visione chiara della volta vaginale e della cervice. Per un esame più approfondito, può esaminare il canale vaginale dall'esterno con il cosiddetto colposcopio, una specie di lente d'ingrandimento con una piccola fonte di luce.Per la diagnosi precoce del cancro, il medico prende dalla regione di transizione dalla vagina alla cervice uno striscio, il cosiddetto Pap test.

Ulteriori informazioni: Pap test

Come funziona il Pap test e perché è così importante, leggi il post Pap test.

Aver ritirato nuovamente gli strumenti, seguita dalla palpazione della vagina con entrambe le mani (esame bimanuale): In primo luogo, il medico inserisce il dito donna cautela e controllato l'elasticità del tessuto e la presenza di nodi, sporgenze o indurimento.

Poi mette la sua seconda mano addizionalmente sulla parete addominale nella zona del basso ventre. Questo permette al medico di scansionare delicatamente l'utero e le sue appendici - in donne giovani e magre in età matura può anche valutare le ovaie. E 'anche importante controllare la cervice scorrevole Dolore: Il dottore scuote il dito sul collo dell'utero, che è l'area di transizione tra la vagina e la cervice. Se ciò causa dolore, può essere presente un'infiammazione nella pelvi.

Dall'età di 50 anni comprende anche la palpazione rettale, cioè l'esame del retto e le sue strutture confinanti con le dita, per cure ginecologiche.

Esame ginecologico: ecografia

Spesso la visita del ginecologo comporta un esame ecografico con uno speciale trasduttore. Questo è modellato in modo che possa essere facilmente inserito nella vagina. Il ginecologo può giudicare in tal modo la parete e rivestimento dell'utero, la fase del ciclo, le ovaie e gli spazi delle piccole bacino.

Esame ginecologico del seno

Al paziente è ora permesso di vestirsi sotto e dovrebbe togliersi la camicia e il reggiseno per l'esame del seno. Il medico semplicemente palpa il torace per grumi, indurimento o dolore. Inoltre, mostra al paziente come può controllare regolarmente il seno - il che ha senso, perché il paziente può rilevare i cambiamenti così presto e vedere un medico. Dall'età di 50 anni, i pazienti ricevono un esame radiologico del seno, la cosiddetta mammografia.

Maggiori informazioni sui sintomi

  • Il dolore episodico intenso
  • smacchiatura
  • Pelle impura
  • Annodare al petto
  • deflusso
  • dolori addominali
  • Dolore durante il sesso
  • galattorrea
  • voglie
  • Linfonodi ingrossati

Cosa devo considerare dopo un esame ginecologico?

Dopo la visita del ginecologo, dovresti controllare regolarmente il seno, come il medico ti ha mostrato. Questo è raccomandato circa una volta al mese. La più semplice auto-esame tra il terzo e il settimo giorno dopo l'inizio del periodo mestruale: il tessuto del seno è molto morbido in questo momento e cambiamenti del tessuto piuttosto cadere su.

Quanto spesso devo fare il check-up?

Le visite ginecologiche per l'individuazione precoce delle malattie dovrebbero essere effettuate ogni anno a partire dai 20 anni di età. Dall'età di 50 anni, le donne hanno anche diritto a una mammografia ogni due anni. Quante volte dovresti andare dal ginecologo, ovviamente, dipende dal singolo rischio di malattia. Ad esempio, se la tua famiglia ha una storia di cancro, dillo al tuo ginecologo. Lui può dirti esattamente a quali intervalli esame ginecologico devo percepire.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: