Epatite c

L'epatite c è un'infiammazione del fegato indotta da virus. È spesso cronico e può portare a cirrosi e cancro al fegato. Leggi tutto su di esso!

Epatite c

Al Epatite C (L'epatite di tipo C è un'infezione del virus dell'epatite C. Viene trasmesso principalmente attraverso i contatti sanguigni. Un'infezione da epatite C di solito funziona senza sintomi (significativi), ma spesso diventa cronica. Questo può portare a conseguenze a lungo termine come la cirrosi epatica o il cancro al fegato. Finora non esiste un vaccino contro l'agente patogeno. Leggi tutte le informazioni importanti sull'epatite C qui!

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. B18B17

Descrizione del prodotto

Epatite C

  • Cos'è l'epatite C?

  • trasmissione

  • sintomi

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Corso e prognosi

Cos'è l'epatite C?

L'epatite C è una forma di epatite C causata dal virus dell'epatite C. Hanno una malattia acuta o cronica. L'epatite C cronica è una delle cause più comuni di restringimento del fegato (cirrosi) e cancro al fegato (Carcinoma epatocellulare).

In precedenza, l'epatite C era chiamata epatite non-A-non-B. Non è stato fino al 1989 che il virus è stato scoperto e chiamato virus dell'epatite C (HCV). Il virus è un virus a RNA e appartiene alla famiglia dei flavivirus. Esiste in molti sottotipi diversi (sette genotipi e più di 60 sottotipi confermati). L'agente patogeno è distribuito in tutto il mondo e viene trasmesso principalmente attraverso il sangue.

Secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'1% della popolazione mondiale è cronicamente infetto dall'epatite C. Sono circa 71 milioni di persone. I più colpiti sono il Mediterraneo orientale e l'Europa.

Nota: l'infezione da epatite C è considerata cronica se il genoma del patogeno (HCV RNA) può essere rilevato nel sangue del paziente per più di sei mesi.

In Germania, circa lo 0,5% della popolazione è mai entrato in contatto con l'epatite C. Per la maggior parte delle persone, l'infezione richiede un decorso cronico.

Qualsiasi sospetto di epatite C e qualsiasi infezione accertata deve essere segnalato da medici con il nome del paziente al dipartimento sanitario appropriato. Inoltre, le morti per epatite C sono per nome denuncia, Nel 2016 sono stati registrati 4.368 casi di epatite C di nuova diagnosi. Ciò significa: per ogni 100.000 abitanti, poco più di cinque persone si ammalano di questa forma di infiammazione del fegato.

Epatite C: trasmissione

L'epatite C viene principalmente trasmessa attraverso il sangue. I gruppi più a rischio sono i tossicodipendenti e il personale medico.

Epatite C: trasmissione attraverso l'uso di droghe

La trasmissione dell'HCV attraverso l'uso di droghe attraverso una vena svolge un ruolo molto importante. Usare droghe come siringhe, cannule o cucchiai (in preparazione per l'iniezione di droghe) può facilmente infettarsi l'un l'altro.

C'è anche il pericolo che i farmaci vengano consumati attraverso la mucosa nasale (cocaina che sbuffa): L'uso di tubi snie è anche una comune infezione con l'epatite C possibile.

Epatite C: trasmissione a personale medico

Esiste il rischio di infezione per il personale medico (medici, infermieri, ecc.) Che sono in contatto con pazienti affetti da epatite C o con campioni di tali pazienti. Ad esempio, qualcuno potrebbe ferirsi con un ago contaminato dal sangue infetto di un paziente. Quindi i virus dell'epatite C possono essere trasmessi. In media, questo rischio è inferiore all'1%. In singoli casi, tuttavia, diversi fattori svolgono un ruolo: ad esempio, il rischio di infezione da epatite C può anche essere maggiore con molti virus nel sangue e una lesione profonda.

Epatite C: trasmissione per trasfusioni di sangue e dialisi

Dagli anni '90, tutte le donazioni di sangue e plasma sono state testate per l'epatite C. Pertanto, a differenza di prima, questo percorso di trasmissione difficilmente conta più.

Lo stesso vale per il lavaggio del sangue (dialisi). Attraverso tecniche migliorate, la trasmissione dell'epatite C in questo modo è molto più rara oggi rispetto a prima.

Epatite C: trasmissione durante la gravidanza e l'allattamento

Le donne incinte infettate dall'epatite C possono trasmettere il virus al bambino attraverso la placenta o durante la nascita. Ma questo rischio è inferiore al 5%.

Secondo gli esperti, la trasmissione virale attraverso il latte materno è irrilevante. Solo quando un sacco di virus circolano nel sangue della madre e ha ferite sanguinanti sul seno (per esempio, piccole crepe = ragadi) il trasferimento dell'epatite C al bambino è teoricamente possibile. Per precauzione, le donne colpite dovrebbero usare cappelli da infermeria.

Epatite C: altre vie di trasmissione

Fondamentalmente, puoi anche essere infetto da rapporti sessuali con l'epatite C. Questo pericolo è generalmente basso.Solo in alcuni gruppi di persone o in pratiche sessuali esiste un serio rischio di infezione. Questo vale, ad esempio, negli omosessuali e nei rapporti anali e in altre pratiche sessuali violente (contatto sangue-sangue!).

È controverso se la puntura di tatuaggi, piercing o fori per le orecchie comporti un rischio di infezione per l'epatite C. Se si utilizzano posate contaminate (poiché non sono state disinfettate correttamente tra gli appuntamenti del cliente), non è possibile escludere la trasmissione di virus.

Nota: i virus dell'epatite C non circolano nelle persone infette nel sangue. Sono anche rilevabili in altri fluidi corporei (sperma, saliva, lacrime, sudore ecc.). Tuttavia, l'infezione con queste secrezioni corporee è molto improbabile.

Epatite C: periodo di incubazione

Il tempo che intercorre tra l'infezione e l'inizio dei primi sintomi dell'epatite C (periodo di incubazione) può essere compreso tra 2 e 24 settimane. In media, tuttavia, passano da sei a nove settimane. Un rischio di infezione per gli altri esiste praticamente finché il genoma del virus (HCV-RNA) è rilevabile nel sangue.

Epatite C: sintomi

Le infezioni da epatite C causano circa il 75% dei casi no o solo sintomi non specifici, Questi includono:

  • Stanchezza e stanchezza
  • anoressia
  • nausea
  • Dolori muscolari e articolari
  • leggera febbre

Solo circa il 25% di quelli infetti sviluppa un'infiammazione acuta del fegato, che di solito è lieve: si scopre valori del fegato generalmente moderatamente elevati e ittero (ittero), quindi uno Ingiallimento della pelle, delle mucose e del derma bianco negli occhi, Anche i disturbi addominali superiori della parte destra sono possibili.

In molti pazienti l'infezione acuta entra in uno epatite cronica C circa. Anche questo è solitamente lieve e presenta sintomi insoliti come stanchezza, prestazioni ridotte e disturbi addominali superiori non specificati.

A volte si verificano nel contesto dell'epatite C cronica Sintomi e malattie in regioni del corpo completamente diverse on. Questi includono prurito, problemi articolari, ingrossamento dei linfonodi (linfoma), forme speciali di infiammazione vascolare e renale e insufficienza renale (insufficienza renale). Altre malattie sono anche più spesso associate all'epatite cronica C, come la depressione, il diabete mellito, l'infiammazione autoimmune della tiroide (come la tiroidite di Hashimoto) e la cosiddetta sindrome di Sjögren.

Epatite C cronica: conseguenze a lungo termine

L'epatite C cronica può diventare un fegato restringente dopo anni (cirrosirisultato). Ciò significa che sempre più tessuto epatico viene trasformato in tessuto connettivo privo di funzionalità. Di conseguenza, la funzione epatica diminuisce gradualmente. Tuttavia, la progressione della cirrosi può variare considerevolmente da paziente a paziente. Vari fattori influenzano il decorso della malattia. Tra gli altri, i seguenti fattori promuovono il rapido sviluppo della cirrosi epatica:

  • maggiore età
  • genere maschile
  • consumo di alcol cronico
  • ulteriore infezione da epatite B
  • ulteriore infezione da HIV
  • obesità
  • Insulino-resistenza / diabete mellito
  • fattori genetici

Le persone affette da cirrosi epatica con epatite C sono a maggior rischio cancro al fegato.

Nota: l'epatite C è la seconda causa più comune di cirrosi e cancro del fegato in Germania (dopo consumo cronico di alcol).

Epatite C: esami e diagnosi

Il dottore discute in primo luogo in dettaglio con il paziente a chi Per aumentare la storia medica (Storia). Tra le altre cose, fornisce una descrizione dettagliata dei sintomi che si verificano e indaga sulle possibili malattie pre e di base. Chiede inoltre possibili fonti di infezione (come uso di droghe, ferite da aghi, rapporti sessuali e pratiche sessuali, tatuaggi, ecc.).

Dopo quello ne segue uno esame fisico: Tra le altre cose, il medico esamina il colore della pelle, delle mucose e del derma bianco nella pelle (ingiallimento nell'ittero). Si sente anche la sua pancia. Può determinare se ci sono dolori di pressione nell'addome superiore destro - una possibile indicazione di malattia epatica. Con la palpazione, può anche valutare se il fegato è potenzialmente alterato patologicamente. Quindi, un organo indurito indica cirrosi epatica.

test di laboratorio

esami del sangue sono una parte essenziale della diagnosi di epatite C: in primo luogo, il test di funzionalità epatica (come determinato da GOT, GPT) - livelli elevati indicano (tra gli altri) malattie del fegato. D'altra parte, nel sangue Anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV) gefahndet. Tali anticorpi sono solitamente rilevabili da sette a otto settimane dopo l'infezione. Solo un test dell'epatite C consente una diagnosi sicura.

Tuttavia, il rilevamento di anticorpi specifici non dice nulla sul fatto che si tratti di un'infezione (attiva) fresca (con rischio di infezione per gli altri) o di un'infezione già guarita in cui il paziente non è più contagioso. Questo può essere fatto solo da uno rilevamento diretto dei patogeni chiarito. Inoltre una ricerca nel sangue dopo Genetica del virus dell'epatite C (HCV RNA), Se lo si trova, il paziente ha una nuova infezione da epatite C.

Nota: se l'infezione (sospetta) è recente, il corpo potrebbe non avere abbastanza tempo per produrre anticorpi specifici. Quindi, indipendentemente dal risultato del test degli anticorpi, viene tentato il rilevamento diretto dei patogeni per diagnosticare l'epatite C.

Se la diagnosi è l'epatite C, l'esatto Genotipo del patogeno essere determinato. Inoltre, il cosiddetto carica virale misurato, cioè la concentrazione del genoma virale (HCV RNA) nel sangue. Entrambi sono importanti per la pianificazione della terapia.

Ultrasuoni della cavità addominale

Indicazioni dello stato di malattia del fegato vince il medico da a ultrasuono, Ad esempio, la trasformazione del tessuto epatico in tessuto connettivo / cicatriziale (fibrosi) può essere rilevata sulla via della cirrosi epatica. Inoltre, si può escludere un tumore nel fegato come causa dei reclami con l'indagine.

Biopsia ed elastografia

Per determinare più esattamente quanto avanzata sia già la cicatrizzazione (fibrosi), si può Campione di tessuto del fegato prelevato ed esaminato in laboratorio (biopsia epatica).

Un'alternativa è una speciale tecnica ad ultrasuoni, che è elastografia chiamate. Senza intervento sul corpo può quindi determinare il grado di fibrosi del fegato.

  • Immagine 1 di 14

    Attenzione, contagiosa!

    La luce è debole, i baci sono golosi - ma aspetta! Prima di andare fuori tutto, non dimenticare di portare il preservativo nel gioco (amore). Perché non solo l'HIV viene trasmesso durante i rapporti sessuali: scopri di più sulle malattie che preferisci non ottenere durante il rapporto sessuale.

  • Immagine 2 di 14

    Vaginosi batterica

    Causa di una vaginosi batterica sono batteri a forma di bastoncino di solito Gardnerellen). Sono trasmessi durante i rapporti sessuali. Se l'ambiente vaginale è sbilanciato, i batteri hanno un gioco facile e si moltiplicano. I sintomi tipici includono una maggiore scarica con odore di pesce, prurito e dolore durante la minzione. L'infezione da Gardnerella di solito non provoca sintomi negli uomini.

  • Immagine 3 di 14

    le infezioni da clamidia

    La clamidia è una delle più comuni malattie a trasmissione sessuale. Causer è una specie batterica. L'80 per cento delle donne e il 50 per cento degli uomini non hanno lamentele e quindi inconsapevolmente impegnano i loro partner. Nelle donne la clamidia viene altrimenti espressa sotto forma di secrezione, prurito e bruciore durante la minzione. Negli uomini, l'uretra spesso si infiamma. In casi estremi, le persone colpite diventano sterili.

  • Immagine 4 di 14

    Verruche genitali (condilomi acuminati)

    Le verruche genitali sono causate da virus del papilloma umano (HPV). Principalmente, è possibile rilevare le varianti HPV-6 e HPV-11. Le verruche genitali di solito si verificano in gran numero sui genitali, l'ano e il retto. Tendono a formare letti e possono crescere in grossi cavoletti di Bruxelles, non una bella vista! Soprattutto, i giovani sono a rischio.

  • Immagine 5 di 14

    Gonorrea (gonorrea)

    La gonorrea è scatenata dai batteri Neisseria gonorrhoeae (gonococchi). I giovani adulti sono particolarmente a rischio: donne e uomini sono ugualmente colpiti. Si tratta di infiammazione dei genitali e secrezione purulenta. Nelle donne, i sintomi sono molto più deboli. Dalla metà degli anni '90 in Germania ci sono state più malattie, dopo che i numeri erano stati in precedenza in declino.

  • Immagine 6 di 14

    Epatite B

    L'epatite B causa infiammazione al fegato. L'agente eziologico è il virus dell'epatite B (HBV), che viene trasmesso tra l'altro dallo sperma o dalle secrezioni vaginali. L'infezione spesso causa inizialmente piccoli disturbi, motivo per cui non si nota in molti casi. Nel 90% dei pazienti, l'epatite B guarisce entro sei mesi. Il resto è cronico, il che significa che dura almeno sei mesi.

  • Immagine 7 di 14

    Herpes genitale

    L'herpes genitale colpisce la pelle e le mucose dei genitali. Gli agenti responsabili sono il virus herpes simplex di tipo 2, mentre dietro l'herpes labiale di solito è il TIPO 1. Se si formano le bolle piene di liquido, i virus si trasmettono facilmente. I patogeni si annidano sulle radici nervose: "dormono". Dopo che i sintomi si sono risolti, la malattia può scoppiare ancora e ancora - ad esempio, quando il sistema immunitario si indebolisce.

  • Immagine 8 di 14

    infezioni fungine

    Le infezioni fungine pruriginose della vagina sono molto comuni. Spesso il fungo lievito Candida albicans, un lievito, è il grilletto. I sintomi tipici includono prurito, dolore bruciante, gonfiore, arrossamento e aumento delle secrezioni friabili, che ricorda la ricotta.

  • Immagine 9 di 14

    tricomoniasi

    I trichomonad sono flagellati (organismi unicellulari) che possono muoversi indipendentemente e vengono trasmessi durante i rapporti sessuali. I più colpiti sono le donne. I sintomi comprendono prurito e bruciore della vagina, odore intenso, scarico verde-giallastro o sensazione di bruciore durante la minzione. Nella maggior parte dei casi gli uomini non mostrano sintomi.

  • Immagine 10 di 14

    Epatite C

    L'epatite C è un'infiammazione del fegato causata dal virus dell'epatite C (HCV).Il contagio attraverso il rapporto sessuale è raro, ma possibile, specialmente se si tratta di lesioni nell'area genitale. Nella fase acuta, i pazienti si sentono leggermente a disagio, ma in realtà sani. Può andare in uno stato cronico - quindi aumenta il rischio di cirrosi e cancro al fegato.

  • Immagine 11 di 14

    Sifilide (lues venerea)

    La sifilide è causata dal batterio Treponema pallidum. È anche conosciuto come lues, hard chancre, malattia francese o ricerca d'amore. La sifilide colpisce particolarmente gli uomini. Funziona in quattro fasi con sintomi diversi. Tra le altre cose, le ulcere si formano e il sistema nervoso viene distrutto. Negli ultimi anni, la sifilide in Germania è di nuovo in aumento. Non trattato, è mortale.

  • Immagine 12 di 14

    HI-virus / AIDS

    Le cause dell'AIDS sono i virus HI, che vengono trasmessi tra l'altro durante rapporti sessuali non protetti. Il virus può essere rilevato nello sperma e nel liquido vaginale. Può penetrare nel corpo attraverso le lesioni più lievi che si verificano durante il contatto sessuale. Il virus HI danneggia le cellule del sistema immunitario. Quindi il corpo non può più combattere efficacemente batteri, virus o funghi. I pazienti HIV sono quindi più sensibili alle malattie.

  • Immagine 13 di 14

    Ulcus molle (soft chancre)

    L'ulcera molle è causata dal batterio Haemophilus ducreyi. Dopo l'infezione, possono verificarsi diverse ulcere dolorose, di forma arrotondata-ovale di dimensioni europee. Inoltre, i linfonodi inguinali si gonfiano dolorosamente, possono insidiare e rompere la pelle. L'Ulcus molle si trova prevalentemente nei paesi del Sud America, Sud-Est asiatico e Africa - i turisti li portano, ma sempre come souvenir indesiderati in Germania.

  • Immagine 14 di 14

    Partecipa!

    Quindi ci sono molte buone ragioni per praticare il sesso sicuro con i preservativi. Soprattutto con partner sessuali che cambiano frequentemente, questo è molto importante. Chiunque si diverta dovrebbe sempre avere un preservativo in tasca - anche come donna. Altrimenti, il gioco dell'amore può diventare una danza con la morte.

Epatite C: trattamento

il epatite acuta C Cure nel 10-50% dei pazienti in poche settimane senza trattamento. Pertanto, i medici generalmente non prescrivono immediatamente farmaci antivirali, ma li attendono.

Solo in alcuni casi si dovrebbe iniziare presto con una terapia anti-epatite C. Ciò si applica, ad esempio, ai pazienti che sono stati infettati dall'epatite C durante un trauma da ago durante il lavoro (ad esempio un medico o un infermiere in ospedale). Affinché le persone colpite possano effettuare le ferite il più presto possibile, ricevono farmaci per la rapida eliminazione dei virus nei loro corpi. Anche con l'epatite C acuta con sintomi gravi o con gravi malattie concomitanti, può essere utile trattare l'infezione con farmaci antivirali.

In primo luogo, tuttavia, tali farmaci sono inclusi epatite cronica C utilizzato. Sono progettati per impedire che la malattia del fegato progredisca ulteriormente. Questo riduce anche il rischio di cirrosi e cancro del fegato come conseguenza a lungo termine dell'epatite cronica C.

Medicinali per l'epatite C

L'infezione viene generalmente trattata con due o tre farmaci diversi (terapia di combinazione). Il modo in cui questo trattamento per l'epatite C viene esaminato dettagliatamente dipende dal singolo caso. Ad esempio, quando si scelgono i farmaci, il medico valuterà quale genotipo virale è stato infettato dal paziente. La gravità del danno epatico, il danno renale esistente e le infezioni concomitanti (come l'HIV o l'epatite B) e qualsiasi pretrattamento influenzano la pianificazione del trattamento.

Oggi, l'epatite C è solitamente prescritta farmaci che prevengono i patogeni in modi diversi dalla moltiplicazione. Sono chiamati "agenti antivirali direttamente "(DAA) designato e preso in forma di compresse. Gli effetti collaterali difficilmente si verificano. I DAA usati includono:

  • Inibitori della proteasi come Grazoprevir (GZR) o Simeprevir (SMV)
  • Inibitori della polimerasi come sofosbuvir (SOF)
  • Inibitori NS5A come ledipasvir (LDV) o elbasvir (EBR)

Molti di questi farmaci non sono disponibili singolarmente, ma solo in una combinazione compressa fissa. Ad esempio, ci sono compresse di ledipasvir / sofosbuvir e compresse di elbasvir / Grazoprevir.

Approvato anche per la terapia dell'epatite C. Interferone PEG α (interferone alfa pegilato) e Ribavirina (RBV), Sono efficaci contro tutti i genotipi di epatite C. Fino al 2013, i due principi attivi erano quindi gli agenti standard per il trattamento dell'epatite C: l'interferone con PEG veniva somministrato una volta a settimana come siringa nel tessuto adiposo sottocutaneo. La ribavirina è stata assunta giornalmente sotto forma di compresse, talvolta in combinazione con un agente antivirale diretto (DAA).

Questa vecchia terapia standard era abbastanza efficace, ma aveva vari effetti collaterali e interazioni (sintomi simil-influenzali, disturbi del sonno, depressione, ecc.). Pertanto, l'interferone PEG è difficilmente utilizzato oggi nella terapia dell'epatite C. La ribavirina è ancora prescritta in alcuni casi in combinazione con "agenti antivirali diretti" (DAA).

Nota: la terapia con epatite C senza interferone non è raccomandata durante la gravidanza e l'allattamento.

Durata dell'uso del farmaco

Il trattamento con l'epatite C si estende in genere per 12 settimane. In alcuni casi, il medico prescrive il farmaco anche per poco più di otto settimane. Tuttavia, alcuni pazienti possono prenderli per più di 12 settimane, ad esempio 24 settimane.

Almeno 12 settimane dopo la fine del trattamento, il medico esamina nuovamente il sangue del paziente per verificare il successo della terapia. Se i campioni di genotipo del virus dell'epatite C possono ancora essere rilevati nel campione, la terapia non ha funzionato a sufficienza o il paziente si è ri-infettato. Quindi può essere utile un nuovo trattamento (di solito con altri agenti rispetto alla prima volta).

trapianto di fegato

L'epatite C cronica può portare alla cirrosi dopo anni. Nei casi più gravi, il fegato malato non può più svolgere i suoi compiti. Per le persone colpite, un trapianto di fegato è l'ultima opzione di trattamento.

Leggi di più sulle indagini

  • biopsia
  • la raccolta del sangue
  • esame del sangue

Epatite C: decorso e prognosi

Soprattutto, molti pazienti vogliono sapere una cosa: L'epatite C è curabile? La risposta è: nella maggior parte dei casi si.

L'epatite C acuta guarisce spontaneamente dal 15 al 40% dei pazienti. Al contrario, dal 60 all'85 percento di tutti gli individui infetti sviluppano epatite cronica C. La guarigione spontanea viene raramente osservata qui. In molti casi, tuttavia, la terapia corretta porta al successo nell'epatite cronica C. La guarigione qui significa che nessun virus è rilevabile nel sangue. Questo sarà controllato con gli esami di follow-up dopo la fine del trattamento. Il paziente viene quindi considerato guarito. Le ricadute successive sono rare. Tuttavia, puoi anche dopo un'infezione guarita reinfetti con l'epatite C!

Nel 16-20% dei pazienti con malattia cronica Epatite C si sviluppa dopo 20 anni come conseguenza tardiva della cirrosi epatica. Le persone colpite sono più suscettibili al cancro del fegato: un tumore maligno al fegato viene rilevato ogni anno dal 2 al 4% di loro.

Questi valori di laboratorio sono importanti

  • bilirubina
  • acidi biliari


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: