Hydrocele

L'idrocele è un accumulo di liquido nello scroto. Leggi tutto sulle cause, i segni e il trattamento degli idroceli qui!

Hydrocele

All'una hydrocele (Hydrocele testis, Wasserbruch) è un accumulo di liquido nello scroto. Può essere innato o acquisito. I pazienti notano un gonfiore indolore del testicolo colpito. Se l'idrocele non regredisce da solo, è necessaria un'operazione. Leggi tutto su idrocele qui.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. N43

Descrizione del prodotto

hydrocele

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Idrocele: descrizione

Come i medici Hydrozele fanno riferimento a un accumulo di acqua nei testicoli, nel cavo spermatico o nell'epididimo. È innata o acquisita. È più comune nei ragazzi nati prematuramente. Circa il 6% di tutti i maschi adulti ha idrocele (idrocele, idrocele testicolo).

Hydrozeles: diverse malattie

Solitamente il liquido è tra due pelli che circondano i testicoli (denominati congiuntamente vaginalis testicolo). Se il liquido si accumula nel cordone spermatico, si chiama idrocele funiculi spermatici. Un accumulo di liquido nell'epididimo è chiamato spermatocele.

Quando un liquido nell'inguine si verifica nelle ragazze, si chiama una cisti di Nuck. Questa malattia è rara.

Idrocele: sintomi

Un idrocele è caratterizzato da un rigonfiamento unilaterale o bilaterale dello scroto. Di regola, si sviluppa lentamente e non è doloroso. Si sente gonfia-elastica. Se la rottura dell'acqua è molto grande, può limitare la mobilità del paziente, come camminare.

Un testicolo idrocele congenito è riempita principalmente in piedi, perché il liquido risulta dalla cavità addominale di gravità. Mentre si sdraia, si svuota di nuovo.

Dovrebbe Bleeding in un idrocele, come ad esempio con la forza o con compromissione della coagulazione del sangue, i medici parlano di un hematocele.

Idrocele: cause e fattori di rischio

Un idrocele può essere innato o acquisito. A seconda della forma dell'idrocele, esistono cause e fattori di rischio corrispondenti.

Idrocele: rottura dell'acqua congenita

Se l'idrocele è innato, i medici parlano anche di un idrocele primario. Quindi questa forma di rottura dell'acqua colpisce bambino e bambino. È raro che l'idrocele congenito sia visibile nei bambini più grandi.

I neonati pretermine in particolare hanno un aumentato rischio di idrocele primari. La ragione risiede nello sviluppo del testicolo: Quando il bambino cresce nel grembo materno, i testicoli forme nella cavità addominale, coperti da peritoneo (peritoneo) che riveste la cavità addominale. Nel corso della gravidanza sale attraverso il canale inguinale nello scroto giù, in cui viene creata una sacca del peritoneo (peritoneo "processo vaginale"). Normalmente si chiude durante la gravidanza. Se ciò non accade, il liquido dalla cavità addominale può entrare nello scroto creando un idrocele.

Idrocele: pausa acquatica acquisita

Un idrocele acquisito è anche chiamato un idrocele secondario. Può avere diverse cause come:

  • Infiammazione dei testicoli o dell'epididimo
  • Atti di violenza (colpi, calci)
  • Torsione testicolare (torsione testicolare)
  • Ernia inguinale
  • Tumore (tumore)

Idrocele: esami e diagnosi

Un idrocele, quando è innato, viene prima trattato dal pediatra. Lo specialista per il trattamento dell'idrocele è l'urologo o un chirurgo. Per diagnosticare un idrocele, il medico ti chiederà in primo luogo in dettaglio la storia della malattia (anamnesi). Ti farà le seguenti domande:

  • Il tuo bambino è nato troppo presto?
  • Quando hai notato per la prima volta il gonfiore del testicolo?
  • Il gonfiore cambia quando si è in piedi o sdraiati?
  • C'è stata qualche violenza sui testicoli?

Idrocele: esame obiettivo

Questo è seguito dall'esame fisico. Il medico esegue la scansione del gonfiore sullo scroto e rende sicuro se lei è grassa-elastico o se eventuali grumi si fanno sentire. Quindi illumina lo scroto con una torcia elettrica. Se c'è un idrocele, la luce splende attraverso il fluido.

Inoltre, reso ancora un ecografia (ecografia) del testicolo solito. In questo caso, è anche possibile visualizzare l'accumulo di liquidi. Questo è anche possibile con la risonanza magnetica (MRI). Tuttavia, è più costoso di un esame ecografico.

Hydrozele: differenziazione contro altre malattie

Da una possibile rottura dell'acqua il medico deve differenziare altre malattie. Possono presentarsi sintomi simili, ad esempio:

  • ernia
  • Varicocele (vena testicolare)
  • tumore

Se l'esame non consente una diagnosi chiara, il testicolo viene esposto in un'operazione. Ciò garantisce che non siano trascurate le malattie potenzialmente gravi del testicolo.

Idrocele: trattamento

Se è presente un test idrocele innato, non viene inizialmente iniziato alcun trattamento. Invece, la rottura dell'acqua è osservata fino alla fine del secondo anno di vita. Nella maggior parte dei casi, si regredisce da sola, perché il legame tra cavità addominale e testicolare si chiude con il tempo.

Se questo non è il caso o l'idrocele è molto grande, viene eseguita la chirurgia. Nell'intervento chirurgico alla rottura dell'acqua, di solito viene praticata una piccola incisione all'inguine e viene visitata la posizione della connessione aperta. Questo è chiuso dal chirurgo in seguito.

Se il paziente soffre di un idrocele testicolare secondario (acquisito), viene spesso operato immediatamente. Questa chirurgia idrocele avviene di solito attraverso un'incisione cutanea nello scroto (scroto), attraverso la quale viene rimosso il liquido.

Idrocele: opzioni di trattamento obsolete

In precedenza, un idrocele testicolo è stato perforato con un ago o una siringa per rilasciare il fluido. Al giorno d'oggi, questo non è fatto a causa di un aumentato rischio di infezione. Anche una cosiddetta scleroterapia ("indurimento") con sostanze chimiche non viene più eseguita. Perché questo causa un aumento della peritonite, e vi è un rischio più elevato che l'idrocele ritorni (recidiva).

Idrocele: decorso clinico e la prognosi

La prognosi di un idrocele è buona. La connessione causale tra la cavità addominale e i testicoli di solito si chiude sul bambino tra il terzo e il quarto mese di vita. Anche oltre, fino all'inizio del terzo anno di vita, può aver luogo una chiusura. Pertanto, la terapia di un idrocele congenito inizia di solito solo con il secondo anno di vita completato.

La terapia chirurgica ha un alto tasso di guarigione, ma la rottura dell'acqua può ripresentarsi (recidiva). Inoltre, durante l'intervento chirurgico possono verificarsi lividi o infezioni.

Idrocele: possibili complicanze

Se la rottura dell'acqua non viene eseguita, possono verificarsi complicazioni. Questi includono:
  • Ernia inguinale indiretta: un ciclo intestinale può passare attraverso il canale inguinale e rimanere intrappolato.
  • Incapacità di procreare: un grande accumulo di liquido nello scroto può comprimere la circolazione del testicolo.
  • Torsione testicolare: il rischio che il testicolo si gira su se stesso e quindi disturba la propria circolazione del sangue, è tutt'uno hydrocele aumentato.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: