Hyposensibilisierung

Iposensibilizzazione è una terapia per le allergie di tipo immediato! Scopri come funziona il trattamento.

Hyposensibilisierung

di Hyposensibilisierung Un metodo di terapia per le allergie di tipo immediato (= allergia di tipo I). È utilizzato principalmente per le allergie al veleno degli insetti, polline o acari. Leggi tutto sulla procedura di terapia, quando è fatta e quali sono i rischi.

Descrizione del prodotto

Hyposensibilisierung

  • Cos'è l'iposensibilizzazione?

  • Quando esegui un'iposensibilizzazione?

  • Cosa fai con iposensibilizzazione?

  • Quali sono i rischi di iposensibilizzazione?

  • A cosa dovrei prestare attenzione quando iposensibilizzante?

Cos'è l'iposensibilizzazione?

L'immunoterapia (anche desensibilizzazione o SIT "immunoterapia") oltre alla prevenzione della sostanza causano allergia, l'allergene (profilassi esposizione) e la terapia farmacologica, la terza possibilità il trattamento di allergie. Qui iniettato il rispettivo allergene - per esempio molto diluito veleno delle api - in ordine crescente lentamente la dose nel corso di un periodo più lungo sotto la pelle. In questo modo, il sistema immunitario lentamente abituato agli allergeni e le lamentele migliorare o addirittura scomparire del tutto. "Hypo" anche "meno" e "consapevolezza" anche "reazione di difesa del corpo contro una determinata sostanza": quindi il nome della deriva di terapia.

A differenza degli altri due terapie immunoterapia considerata solo la vera causa di allergia e riduce non solo i loro sintomi.

Perché il corpo è allergico ad alcune sostanze?

Il sistema immunitario umano è progettato per proteggere il corpo dagli effetti nocivi, ad esempio, contro i batteri o virus. Questo lo riconosce principalmente sulla loro struttura superficiale e forma gli anticorpi necessari. Lo stesso meccanismo viene eseguito in caso di allergia quando allergeni come polline dell'erba o nichel, che viene normalmente sostanze innocue dall'esterno attraverso la respirazione, la dieta o attraverso la pelle per entrare nel corpo, dove vengono a contatto con le cellule del sistema immunitario, Perché alcune persone dopo un primo contatto sviluppare un'allergia, ma altri mai, non è pienamente compreso fino ad ora. L'approccio di desensibilizzazione può essere meglio descritta come una sorta di "terapia dell'esposizione" con l'allergene in questo contesto.

Quando esegui un'iposensibilizzazione?

La desensibilizzazione Noi in particolare con le allergie più pesanti che possono evitare l'antigene o la terapia farmacologica non essere adeguatamente trattati e / o quando minacciano usati malattie successive come l'asma. Anche con contatto particolarmente frequenti e evitabile con l'antigene di attivazione (ad es polline allergie professionalmente condizionata o allergie da compagnia in agricoltura) o gravi effetti collaterali della terapia farmacologica è utile.

Iposensibilizzazione viene effettuata per:

  • Riduzione Consiglio di allergie esistenti, tra le altre cose, (in ordine decrescente di efficacia della terapia): allergie di insetti, soprattutto api o vespe, allergie da polline, allergie acari della polvere, peli di animali allergie, per esempio di cane o gatto, allergia alle muffe
  • Prevenzione dell'asma
  • Guarigione di forme di asma lieve
  • Prevenzione di ulteriori allergie (ulteriori sensibilizzazioni)
  • Riduzione del fabbisogno di farmaci

Con desensibilizzazione allergia può essere molto sicuro, sono trattati con buoni risultati a lungo termine ea basso rischio.

Sintomi importanti

  • Occhi gonfi
  • freddo
  • chemosis
  • Linfonodi ingrossati
  • cianosi
  • ageusia
  • mal di testa
  • dispnea
  • iperventilazione
  • epistassi

Cosa fai con iposensibilizzazione?

La desensibilizzazione classica, il "immunoterapia sottocutanea" (SCIT), il medico curante si esibisce nella clinica di allergia. Inoculò una miscela pre-antigene liquido è circa un palmo sopra il gomito sotto la pelle. Questa vaccinazione si ripete settimanalmente e ha aumentato la dose di allergene settimanale fino a raggiungere la dose massima individuale. Ad ogni aumento della dose, il medico presta attenzione ai possibili effetti collaterali della vaccinazione precedente e regola il programma di vaccinazione o di un farmaco aggiuntivo. In primo luogo i cosiddetti "antistaminici" sono usati, che fanno diminuire l'effetto del neurotrasmettitore istamina endogena che svolge un ruolo nelle risposte infiammatorie, o indietro. Dopo aver raggiunto la dose massima, continuerà ad essere somministrato su base mensile.

Il successo di immunoterapia, durata e frequenza di trattamento sono individualmente differenti e dipende dal allergia sottostante. La durata media del trattamento è di tre anni, con il veleno di vespa allergia da tre a cinque anni di veleno d'api allergia è illimitato e il medico deve continuare ad amministrare regolari cosiddette vaccinazioni di conservazione.Il trattamento può essere interrotto se i sintomi e i farmaci (ad es. Durante l'ultima stagione pollinica) sono diminuiti sufficientemente. Inoltre, il medico eseguirà un test cutaneo con l'antigene in questione e rimuoverà il sangue per determinare la risposta immunitaria. Se c'è una riduzione o addirittura una completa normalizzazione della risposta immunitaria, la terapia è considerata completata con successo.

Oltre al vaccino, il medico può anche gocciolare l'allergene sotto la lingua (immunoterapia sublinguale, SLIT). Questa forma di iposensibilizzazione ha meno effetti collaterali rispetto al vaccino, ma la sua efficacia non è stata dimostrata. Si pensa che sia inferiore - è quindi meno comunemente usato.

Indagini importanti

  • prova di allergia
  • auscultazione
  • test di funzionalità polmonare

Quali sono i rischi di iposensibilizzazione?

Nel complesso, l'iposensibilizzazione è una procedura molto sicura e gli effetti collaterali sono reazioni allergiche naturali che possono essere scatenate dal trattamento. Per questo motivo, il paziente deve rimanere in ufficio per mezz'ora dopo ogni sessione di terapia per l'osservazione e deve evitare esercizio fisico e alcol nello stesso giorno. Effetti collaterali lievi nel sito di iniezione come arrossamento, gonfiore, prurito, piaghe e affaticamento sono molto comuni, soprattutto nelle prime fasi. Se questi sono più gravi, ad esempio, vengono somministrati "antistaminici" e la successiva dose di vaccino viene ridotta.

Gli effetti collaterali più pesanti, ma facilmente curabili includono i peli su tutto il corpo (orticaria) o gonfiore del collo (edema di Quincke).

L'effetto collaterale più grave possibile è lo "shock anafilattico" molto raro, un'assoluta emergenza per la quale sono sempre disponibili i farmaci di emergenza appropriati.

La terapia aiuta con queste malattie

  • asma
  • allergie polvere di casa
  • febbre da fieno
  • cane allergia
  • allergia veleno degli insetti
  • punture di insetti
  • allergia ai gatti
  • allergia croce

A cosa dovrei prestare attenzione quando iposensibilizzante?

La febbre da fieno, quindi l'allergia ai pollini, è spesso causata da diversi allergeni. Più sono presenti le allergie, peggiore è il tasso di successo del trattamento. Pertanto, un massimo di tre diversi antigeni vengono combinati in terapia: alcuni allergeni pollinici dei primi fiori ed erbe non possono essere combinati affatto.

I criteri di esclusione più comuni di iposensibilizzazione sono:

  • Gravidanza prima dell'insorgenza di iposensibilizzazione, poiché la forza della risposta immunitaria e la sua influenza sul feto non sono sufficientemente prevedibili. Iposensibilizzazione ben tollerata può essere continuata durante la gravidanza.
  • Malattie cardiovascolari o assunzione di beta-bloccanti.
  • Malattie autoimmuni gravi.
  • Asma incontrollata.
  • Vaccinazione meno di due settimane fa.
  • Infezione corrente

Iposensibilizzazione nei bambini

un Hyposensibilisierung funziona meglio in gioventù, il tasso di successo diminuisce piuttosto nella vecchiaia. I medici raccomandano l'età scolare per un primo trattamento, ma non prima dei cinque anni.

Hyposensibilisierung


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: