Orecchio interno

L'orecchio interno accoglie la coclea con i fluidi endo- e perilymph e il vero organo dell'udito. Leggi tutto su di esso!

Orecchio interno

il orecchio interno è l'area interna dell'orecchio e riempita con un liquido. Qui, le onde sonore, che sono state inoltrate dall'orecchio esterno attraverso l'orecchio medio alla finestra ovale, vengono convertite in stimoli nervosi. Nell'orecchio interno si trovano accanto ai recettori per l'udito ma anche per l'equilibrio. Scopri tutto ciò che è importante per l'orecchio interno: struttura, funzione e malattie importanti!

Qual è l'orecchio interno?

L'orecchio interno è un organo che combina due funzioni: l'udito e il senso dell'equilibrio. L'orecchio interno giace nella piramide petrosa (parte dell'osso temporale) e confina con la parete della cavità timpanica, con la quale è collegata attraverso la finestra ovale e rotonda. Qui ci sono il vero organo dell'udito e l'organo dell'equilibrio.

sistema vestibolare

Leggi tutto importante sul senso di equilibrio nell'organo di equilibrio dell'articolo.

Orecchio interno: costruzione

Nella piramide petrosa si trova un complesso sistema di cavità, il labirinto osseo (coclea). Contiene un liquido chiamato perilinfa, che è simile nella composizione al liquido cerebrospinale. Anche situato nel labirinto osseo è il labirinto membranoso - tubi delicati con una membrana mussola riempita con endolinfa. Questo è ricco di proteine ​​e potassio ed è simile nella composizione al fluido cellulare.

coclea

La coclea ossea, il vero organo dell'udito, si trova direttamente dietro l'orecchio medio; è separato dall'orecchio medio da due membrane (ovali e rotonde). Nella finestra ovale, la pedana degli ossicini uditivi più piccoli, la staffa, è articolata. Di conseguenza, le vibrazioni che sono passate attraverso la catena ossiculare, trasferite al liquido nella vite.

La lumaca è un'andatura che si avvolge attorno al suo asse osseo (Modiolus) due volte e mezzo. È diviso in tre tubi per tutta la sua lunghezza: nel mezzo si trova il passaggio della lumaca (cochlearis del dotto), riempito con endolinfa. Sotto la scala dell'impalcatura (Scala tympani) e sopra la scala del piazzale (vestiboli della Scala) - entrambi pieni di perimorfo.

Il verme e le fasi di concertina sono separati dalla membrana basilare, sulla quale si trova l'organo reale dell'udito - l'organo del Corti, costituito da circa 25.000 cellule sensoriali o cellule ciliate.

È così che lo stimolo dall'orecchio medio raggiunge il nervo uditivo

Le vibrazioni della staffa nell'orecchio medio causano vibrazioni delle membrane dell'orecchio interno, che si muovono come un'onda (onda mobile) sulla membrana basilare fino alla punta della coclea. Per ogni frequenza c'è un certo punto nella chiocciola, dove l'onda che viaggia ha la sua eruzione più alta.

Nella regione del massimo dell'onda che viaggia, le cellule ciliate esterne sono deviate dal più forte, per cui sorgono potenziali di recettori, che amplificano l'onda in movimento. Questo è seguito da un'eccitazione delle cellule ciliate interne, che a sua volta porta a potenziali recettori che innescano un rilascio del trasmettitore sulle cellule ciliate interne, che alla fine eccita il nervo uditivo. Egli inoltra le informazioni ricevute al cervello.

Quali problemi può causare l'orecchio interno?

In caso di sordità dell'orecchio interno (sensazione di perdita dell'udito), i segnali sonori nell'orecchio interno vengono percepiti come modificati, poiché le frequenze vengono perse. Tra le possibili cause vi sono alcuni farmaci (come alcuni antibiotici), perdita dell'udito, malattie dell'orecchio interno e infezioni che colpiscono l'orecchio interno (come parotite, morbillo, borreliosi). Sono possibili anche cause tossiche.

Una perdita uditiva acuta è una sordità improvvisa all'orecchio interno, solitamente causata da disturbi circolatori.

Le vertigini possono essere causate da malattie dell'organo di equilibrio nell'orecchio interno.

L'acufene (ronzio nelle orecchie) può verificarsi dopo una perdita uditiva acuta o disturbi circolatori e vasocostrizione.

La malattia di Ménière è una malattia dell'orecchio interno associata a vertigini, tinnito e sordità neurosensoriale.

Anche i tumori nel orecchio internoArea sono possibili.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: