Intervista "l'intolleranza al lattosio è innocua"

Coloro che pagano per il consumo di gelato cremoso, mozzarella o altri prodotti caseari con gonfiore o diarrea possono soffrire di intolleranza al lattosio. Cosa si può fare a riguardo e perché l'intolleranza non è motivo di preoccupazione, spiega il gastroenterologo Dr. med. Ralph Czekalla. Dr.Czekalla, la gente oggi sembra tollerare il latte più povero rispetto a qualche anno fa.

Intervista

Coloro che pagano per il consumo di gelato cremoso, mozzarella o altri prodotti caseari con gonfiore o diarrea possono soffrire di intolleranza al lattosio. Cosa si può fare a riguardo e perché l'intolleranza non è motivo di preoccupazione, spiega il gastroenterologo Dr. med. Ralph Czekalla.

Dr. Czekalla, la gente oggi sembra tollerare il latte più povero rispetto a qualche anno fa.

Penso che sia una sensazione soggettiva. Il problema è stato in realtà più evidente da alcuni anni. L'espansione della gamma di prodotti per alimenti senza lattosio ha sicuramente contribuito a questo. Test di intolleranza appropriati vengono ora utilizzati più frequentemente nella nostra pratica, ma è per questo che le persone non sono più intolleranti al lattosio rispetto a prima.

Cosa succede con un'intolleranza al lattosio?

Le persone colpite non tollerano lo zucchero del latte contenuto in alcuni alimenti così bene, perché non riescono a ridurlo a sufficienza. Questo accade quando la lattasi non funziona correttamente. Questo è un enzima prodotto nella mucosa intestinale ed è responsabile della decomposizione del lattosio, la lattasi. Nel corso della vita diventa sempre più "pigra". Poi arriva nell'intestino ai processi di fermentazione con gonfiore e crampi addominali.

Quindi le persone anziane sono più intolleranti al lattosio?

In generale, l'attività della lattasi nei bambini è ancora molto alta, ma diminuisce nel tempo - uno in meno, l'altro in meno. Pertanto, l'intolleranza può verificarsi sia nei pazienti più giovani che in quelli più anziani.

È possibile impedire la diminuzione dell'attività dell'enzima, ad esempio bevendo molto latte?

Sembra una buona idea, ma non funziona.

Da quali quantità di zucchero del latte qualcuno ha problemi di intolleranza al lattosio?

Questo varia da paziente a paziente. Uno ha già problemi dopo un caffè al latte, un altro solo dopo tre palline di gelato alla panna. Per la maggior parte, tuttavia, livelli più bassi di lattosio non causano alcun problema, i sintomi compaiono solo al di sopra di una certa soglia.

Quindi posso essere intollerante al lattosio senza rendermene conto?

Sì, se non superi la soglia individuale - e quel limite può essere davvero molto diverso.

Posso testare me stesso se ho intolleranza al lattosio?

Solo il medico può determinarlo oggettivamente, ad esempio con un test di provocazione del respiro. Il contenuto di idrogeno nell'aria respiratoria viene misurato dopo aver consumato una quantità fissa di zucchero nel latte. Se può essere degradato solo male, viene fermentato nell'intestino. Questo produce idrogeno, che raggiunge i polmoni attraverso il sangue.

Per una prima impressione, puoi anche fare uno stress test da solo. Questo significa che bevi un litro di latte e poi cerchi segni di gonfiore, crampi o diarrea.

Quanto sono veloci questi sintomi?

Di solito entro le prime due ore. Ma ci sono anche pazienti che non se ne accorgono molto più tardi - ma questo è raro.

L'intolleranza al lattosio può scomparire di nuovo?

Questo è possibile nei singoli casi - ma solo se si verifica come risultato di un'altra malattia - ad esempio, se la mucosa intestinale diventa infiammata o maligna. Ciò limita la produzione di lattasi e causa problemi al paziente quando consuma prodotti lattiero-caseari.

Hai un esempio di una tale malattia?

Un esempio classico è l'intolleranza al glutine, in cui la mucosa intestinale cambia anche infiammatoria. I malati quindi mangiano senza glutine per qualche tempo, l'intestino si calma e anche i pazienti tollerano di nuovo il lattosio. Pertanto, nelle cosiddette intolleranze al lattosio secondarie, il processo è reversibile, ma l'intolleranza al lattosio è solitamente una strada a senso unico.

Quindi non esiste una cura?

No. Ma l'intolleranza al lattosio è in realtà una cosa innocua. Una tale diagnosi non ti deve preoccupare. Molti ci entrano - ma puoi vivere molto bene con l'intolleranza al lattosio se segui alcune regole.

E sarebbe?

O si alimenta relativamente poco in lattosio, o - se non si vuole rinunciare a crema, latte e Co. - accesso a prodotti lattiero-caseari senza lattosio. Qui, il lattosio era già degradato durante l'elaborazione. Inoltre, ci sono molti prodotti lattiero-caseari in cui i batteri hanno distrutto la maggior parte dello zucchero del latte - compresi yogurt e formaggi di lunga durata. Sono ben tollerati dalla maggior parte delle persone con intolleranza al lattosio. Inoltre, c'è anche la possibilità di assumere lattasi sotto forma di compresse con i pasti, ad esempio quando si è in vacanza o si mangia fuori. Allora non sentirai nulla della tua intolleranza.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: