Carenza di ferro in gravidanza

La carenza di ferro in gravidanza non è rara, perché il bambino vuole essere rifornito. Maggiori informazioni sulla carenza di ferro e sulla gravidanza!

Carenza di ferro in gravidanza

Stanchezza e pallore sono spesso segni di La carenza di ferro. gravidanza è una di quelle fasi in cui tale sviluppo può essere molto facile. Oltre al corpo materno, anche il bambino adolescente ha bisogno dell'elemento traccia vitale. Una carenza di ferro in gravidanza dovrebbe essere trattata con una dieta sana e possibilmente integratori di ferro. Leggi di più su gravidanza e carenza di ferro qui!

Gravidanza: aumentato fabbisogno di ferro

Ogni giorno prendiamo il cibo, il vitale elemento in traccia di ferro, che assume una varietà di funzioni nel corpo. Ad esempio, il ferro - legato all'emoglobina (pigmento rosso sangue) - è necessario per il trasporto dell'ossigeno nel sangue. La formazione di globuli rossi richiede anche ferro.

Una carenza di ferro viene inizialmente compensata, poiché vengono utilizzate le riserve del corpo. Se arrivano alla fine, soffrono della forma più grave di carenza di ferro, la cosiddetta anemia da carenza di ferro, cioè anemia da carenza di ferro.

Quanto ferro al giorno?

L'anemia da carenza di ferro è il tipo più comune di anemia. È più comune nelle donne a causa del periodo mensile che negli uomini. Inoltre, il fabbisogno di ferro dipende anche dall'età e - nelle donne - dalla gravidanza e dall'allattamento.

Ad esempio, le donne di età compresa tra 25 e 51 dovrebbero generalmente consumare circa 15 milligrammi di ferro al giorno. Durante la gravidanza, questo requisito aumenta a circa 30 milligrammi al giorno. Questo aiuta a prevenire la carenza di ferro durante la gravidanza. L'allattamento al seno è raccomandato un apporto giornaliero di circa 20 milligrammi di ferro.

Perché il fabbisogno di ferro aumenta durante la gravidanza?

L'aumentato bisogno di ferro in gravidanza si basa sul fatto che non solo la madre, ma anche il bambino devono essere forniti di ferro. Inoltre, l'utero allargato e la placenta necessitano di ferro. Carenza o malnutrizione portano quindi a carenza di ferro nelle donne in gravidanza più velocemente rispetto alle donne non gravide.

La gravidanza non è associata ad un costante aumento del consumo di ferro dalla fecondazione alla nascita. Così, i bisogni di ferro di madre e figlio nella prima metà della gravidanza sono a malapena aumentati. L'assunzione di ferro attraverso una dieta equilibrata dovrebbe generalmente soddisfare l'esigenza.

Nella seconda metà della gravidanza, tuttavia, la donna incinta ha bisogno di molto più ferro. Questo potrebbe richiedere l'assunzione aggiuntiva di supplementi di ferro.

Valore del ferro: gravidanza

Per quanto riguarda la fornitura di ferro delle donne incinte, il ginecologo curante controlla regolarmente misurando il valore del ferro nel sangue della donna. L'esperto parla del valore di Hb (emoglobina). Se questo valore scende al di sotto di 11 grammi per decilitro di sangue, è presente anemia da carenza di ferro.

Anche il numero di globuli rossi fornisce informazioni su una possibile anemia. Meno di 3,9 milioni di queste cellule in un microlitro di sangue indicano carenza di ferro. Inoltre, ci sono altri parametri utili (come la ferritina, il transferin recettore) nella diagnosi di carenza di ferro.

Sintomi di carenza di ferro

La carenza di ferro di solito passa inosservata, purché il corpo possa ancora utilizzare le riserve di ferro. Se questi vengono svuotati, compaiono i seguenti sintomi:

  • Pallore della pelle e delle mucose
  • mancanza di concentrazione
  • declassamento
  • fatica
  • maggiore suscettibilità alle infezioni
  • la caduta dei capelli
  • bocca strappata
  • unghie fragili o unghie con solchi
  • mal di testa

Cosa fare se la carenza di ferro?

La gravidanza con persistente carenza di ferro comporta rischi per la madre e il bambino. La nascita prematura e un peso inferiore alla nascita sono associati al difetto.

Al fine di prevenire carenze di ferro durante la gravidanza, le donne dovrebbero bilanciare una carenza esistente prima della gravidanza. Questo in seguito riduce il rischio di carenza di ferro durante la gravidanza.

Tuttavia, se si sviluppa una carenza di ferro, dovrebbe essere riconosciuta e trattata il prima possibile. Dopo tre o sei settimane di assunzione di integratori di ferro, i valori migliorano significativamente. Per ricostituire le riserve del corpo, il farmaco dovrebbe essere assunto per altri sei mesi.

Nei neonati prematuri, la somministrazione di integratori di ferro può essere utile. Tuttavia, questo dovrebbe accadere solo dall'ottava settimana di vita e solo sotto controllo medico. I bambini non prematuri non dovrebbero ricevere ferro supplementare a causa degli effetti avversi sulla crescita.

Mangiare sano prima, poi integratori di ferro

Il ferro si trova principalmente nella carne magra, ma anche in frutta e verdura (come broccoli, cavoli o spinaci), in prodotti a base di cereali come pane integrale e cereali e nella frutta secca e nella soia. Se la fornitura di ferro attraverso il cibo è insufficiente, il medico raccomanderà un supplemento di ferro. Ne impedisce in modo affidabile uno La carenza di ferro.

Gravidanza: madre e figlio si prendono cura in modo ottimale

Una dieta sana e salutare è il fattore alfa e omega durante la gravidanza, non solo in termini di assunzione di ferro. Perché non dipende solo dalla tua salute, ma anche dallo sviluppo e dalla salute del tuo bambino.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: