Listeriosi

La listeriosi è una malattia infettiva causata da batteri. Qui imparerai tutto sulle cause, sul trattamento e altro!

Listeriosi

il listeriosi è una malattia infettiva causata da batteri. In genere, il consumo di prodotti animali provoca questa malattia. In persone altrimenti sane, l'infezione è generalmente lieve. Per le persone con un sistema immunitario indebolito, la listeriosi può anche mettere a rischio la vita. Trattata è una listeriosi con antibiotici. Qui leggi tutto ciò che è importante listeriosi.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. A32

Descrizione del prodotto

listeriosi

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Listeriosi: descrizione

La listeriosi è causata dal batterio Listeria monocytogenes. L'infezione si verifica quasi sempre quando viene consumata con la listeria di alimenti contaminati. La listeria si trova principalmente nei prodotti di origine animale. Raramente, tuttavia, i contaminanti possono anche influenzare alimenti non domestici come le insalate.

In Germania, negli ultimi anni ci sono stati in media circa 350 casi di listeriosi ogni anno. Circa l'8% di loro sono malattie neonatali. Complessivamente, un numero leggermente più alto di uomini rispetto alle donne sviluppa listeriosi. Tuttavia, tra i giovani adulti, l'80% dei pazienti sono donne. Soprattutto, la listeriosi si verifica frequentemente in gravidanza.

Listeriosi: sintomi

Il tempo che intercorre tra l'infezione e l'inizio della listeriosi (periodo di incubazione) è compreso tra 3 e 70 giorni (di solito circa tre settimane). Tuttavia, ci sono rapporti isolati di tempi di incubazione molto brevi di poche ore. In questi casi, sono state ingerite grandi quantità di Listeria.

Nelle persone altrimenti sane spesso si manifesta solo una leggera reazione febbrile, che di solito non viene attribuita a chi è affetto da cibo contaminato. Il rischio di gravi malattie a causa di Listeria esiste soprattutto per i pazienti immunocompromessi. In rari casi, tuttavia, la listeriosi grave può manifestarsi anche nelle persone con un normale sistema immunitario.

Corso facile

Listeria raggiunge il corpo attraverso il cibo e attraverso il tratto gastrointestinale. Per questo motivo, il tratto digestivo è il primo affetto dai disturbi. I pazienti sviluppano sintomi di listeriosi come vomito e diarrea, che sono coerenti con l'influenza gastrointestinale, e si lamentano anche dei seguenti sintomi comuni:

  • febbre
  • Arto e dolore muscolare
  • fatica
  • malessere

Con un lieve decorso di questi disturbi di solito si risolvono in pochi giorni da soli.

Corso pesante

In rari casi, tuttavia, la Listeria può diffondersi ulteriormente nel corpo. Se raggiungono il flusso sanguigno, la sepsi è possibile. Questo è fatale in circa un quinto dei casi. Inoltre particolarmente temuto è una diffusione degli agenti patogeni sul cervello e sulle meningi. La listeriosi può causare infiammazione del cervello (encefalite) o meningite. In questo caso, ci si possono aspettare gravi sintomi neurologici come disturbi del senso dell'equilibrio o della coscienza.

Fondamentalmente, la listeria può infettare qualsiasi organo, causando infezioni purulente praticamente in ogni parte del corpo. Ad esempio, nel contesto della listeriosi, possono verificarsi infiammazione del rivestimento del cuore (endocardite) o congiuntiva nell'occhio (congiuntivite), nonché infiammazione articolare (artrite).

Sintomi di listeriosi in gravidanza

Le donne incinte sono particolarmente colpite dalla listeriosi. Con loro, l'infezione è spesso povera di sintomi o i sintomi di listeriosi ricordano un'infezione influenzale. Se la listeriosi viene trasmessa al nascituro durante la gravidanza attraverso la placenta, vi è il rischio di parto prematuro o di natimortalità. Sono possibili anche trasferimenti durante la nascita.

Sintomi di listeriosi nei neonati (listeriosi neonatale)

I sintomi di listeriosi nel neonato possono distinguere due quadri clinici: l'infezione precoce (comparsa di sintomi nella prima settimana di vita) e l'infezione tardiva (comparsa di sintomi a partire dalla seconda settimana di vita). Nell'infezione prematura, che è anche chiamata granulomatosi infantiseptica, il neonato soffre:

  • Avvelenamento del sangue (sepsi)
  • sindrome da distress respiratorio
  • Accumuli di Pus (ascessi)
  • Noduli (granulomi)

I neonati con un'infezione da Listeria in ritardo spesso soffrono di meningite come parte dell'infezione (meningite).

Perché dovresti evitare le conserve con un coperchio a cupola e in cui gli alimenti, al contrario, sono come le persone malate.

Listeriosi: cause e fattori di rischio

il listeriosi è causato da batteri a forma di bastoncello, la Listeria.La listeria si trova nell'ambiente in tutto il mondo, ma la maggior parte delle specie è innocua per l'uomo. Solo "Listeria monocytogenes" porta alla listeriosi. I batteri possono vivere e moltiplicarsi nella terra, nell'acqua, nelle piante o negli animali o nell'uomo.

Sono estremamente resistenti. Sopravvivono temperature di -0.5° C a + 45° C senza problemi e (temperatura di + 4° C) possono anche moltiplicare in frigorifero. Per uccidere l'agente eziologico della listeriosi, richiede elevate temperature, come in cottura, la torrefazione, sterilizzanti o pastorizzazione. In singoli casi, tuttavia, sono state segnalate infezioni da alimenti pastorizzati. La principale fonte di infezione è il cibo contaminato: gli alimenti che sono spesso contaminati da Listeria sono:

  • carne cruda
  • Pesce affumicato (ad es. Salmone affumicato)
  • insalate preconfezionate e confezionate
  • Crosta di formaggio (specialmente nei formaggi rossi tipo Romadur o Brie)
  • Latte crudo e prodotti a base di latte crudo (raramente anche con latte pastorizzato)

Le persone sane di solito non contraggono quando entrano in contatto con i patogeni. in particolare quelli a rischio con un sistema immunitario indebolito: soffrono Questi includono i neonati e gli anziani, trapianto d'organo, ed i pazienti devono prendere il sistema immunitario depressivi farmaci (ad esempio cortisone) o da malattie croniche (il cancro, AIDS, ecc). Inoltre, le donne incinte hanno maggiori probabilità di sviluppare listeriosi. Gravidanza e il parto sono a rischio per il bambino: in primo luogo, l'agente patogeno può essere trasmesso al feto attraverso la placenta (placenta). D'altra parte, il bambino può essere infettato dalla madre durante la nascita nel canale del parto.

Fino al cinque per cento delle persone ha una listeria nel loro tratto gastrointestinale senza sviluppare la listeriosi. Di conseguenza, nascondono i batteri inosservati nella loro sedia e rappresentano quindi un'altra fonte di infezione per il loro ambiente.

Listeriosi: esami e diagnosi

Il giusto contatto per sospetto listeriosi è il medico di famiglia o un medico con il nome aggiuntivo di malattia infettiva. Per diagnosticare una listeriosi, il medico ti chiede la tua storia medica (anamnesi). Ti mette sotto altre domande:

  • Da quando ti senti male?
  • Hai la febbre?
  • Soffri di una malattia che indebolisce il tuo sistema immunitario?
  • Prendi farmaci immunodeficienti?
  • Sei incinta?

Quando sospetto di listeriosi, il medico rimuove seconda del decorso della malattia di un campione di sangue, feci, fluido cerebrospinale (CSF), vaginale, flusso Settimana, pus o fluido amniotico. Questo materiale è utilizzato in un laboratorio per crescere e rilevare l'agente patogeno. Se il sospetto che listeriosi è stata acquisita dal recente consumo di cibo, raccogliere i detriti alimento sospetto e lasciare che questi indagare anche in laboratorio. Pertanto, in alcuni casi, è possibile individuare la fonte dell'infezione.

Listeriosi: trattamento

La listeriosi viene trattata con antibiotici. Il farmaco di scelta è l'antibiotico ampicillina in combinazione con un aminoglicoside. Altri antibiotici come l'eritromicina, il cotrimossazolo o la tetraciclina sono anche efficaci contro la Listeria.

Importante per la terapia antibiotica è l'applicazione per un periodo di almeno tre settimane. Altrimenti, la listeriosi rischia di scoppiare di nuovo, poiché non tutti i batteri sono stati uccisi prima. Se la listeriosi causa complicanze come l'encefalite, può essere necessario continuare la terapia antibiotica per un massimo di sei settimane.

Listeriosi: prevenzione

L'infezione da Listeria è quasi sempre dovuta a cibo contaminato. Dal momento che la vaccinazione non è possibile, è meglio prevenire la listeriosi seguendo alcune regole di condotta per la preparazione e il consumo di cibo. Soprattutto per le persone a rischio (donne incinte, persone con un sistema immunitario indebolito), queste sono importanti:

  • Non mangiare carne cruda come B. carne macinata Arrosta bene prima di mangiare.
  • Pesce e carne dovrebbero essere sempre cotti completamente.
  • Lavare accuratamente le verdure prima di mangiare.
  • Pulisci accuratamente le mani, i piatti e gli utensili da cucina.
  • Soprattutto, procedi subito dopo l'acquisto alimenti confezionati sottovuoto e deperibili.
  • Preparare la lattuga fresca a foglia e saltare le insalate pretagliate.
  • Rimuovere la corteccia prima di consumare formaggio affumicato rosso (ad es. Romadur, Limburger, Brie).

Le persone che sono in contatto con chi soffre di listeriosi dovrebbero seguire le normali misure igieniche come una successiva disinfezione delle mani. L'isolamento del paziente affetto da listeriosi non è necessario.

Listeriosi: decorso della malattia e prognosi

Nella maggior parte dei casi, la listeriosi è lieve e guarisce senza conseguenze in pochi giorni. In alcuni casi, specialmente nelle persone immunocompromesse, la malattia può anche essere molto grave e persino portare alla morte. Sviluppato, ad esempio, nel contesto di listeriosi La sepsi è fatale in circa il 20 percento dei casi. Nel caso della meningite causata da Listeria, circa il 13% delle persone colpite muore.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: