La malattia di meniere

La malattia di ménière è una malattia dell'orecchio interno, probabilmente causata da una sovrapressione nell'orecchio interno. Informati qui!

La malattia di meniere

La malattia di Meniere è una malattia dell'orecchio interno, che è probabilmente causata da una sovrapressione nell'orecchio interno. I tre sintomi principali sono attacchi imprevedibili di vertigini improvvise, acufeni e riduzione dell'udito. La malattia di Ménière non è praticamente curabile, ma la gravità e la frequenza degli attacchi possono essere ridotte dai farmaci. Scopri i sintomi e le opzioni di trattamento della malattia di Meniere.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. H81

Descrizione del prodotto

La malattia di Meniere

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Malattia di Meniere: descrizione

Il medico francese Prosper Menière ha già descritto la malattia che prende il nome da Meniere nel 1861. Nel 1938, i medici Hallpike e Yamakawa riportarono spazi ingranditi nell'orecchio interno dei pazienti con malattia di Menière che si riteneva fossero correlati alla condizione.

Nell'orecchio interno ci sono la coclea e l'organo dell'equilibrio e due diversi fluidi - inclusa la cosiddetta endolinfa. Secondo lo stato attuale delle conoscenze, l'assorbimento di questo fluido nell'orecchio interno è disturbato nella malattia di Meniere. Questo accumula troppo endolymph. Poiché l'orecchio interno è rivestito da una membrana membranosa, il liquido può espandersi solo in modo limitato. Il risultato è un aumento della pressione nell'orecchio interno, che danneggia la coclea in un determinato punto (vedere cause e fattori di rischio).

Si stima che circa il dieci percento di tutti gli episodi di vertigini siano causati dalla malattia di Meniere. La malattia di Meniere si verifica spesso tra i 40 ei 60 anni. Ma anche le persone in età adulta si ammalano della malattia di Meniere. Gli uomini sono più colpiti rispetto alle donne. In totale, circa mezzo milione di persone in Europa soffre della malattia di Meniere.

La malattia di Meniere: sintomi

Tipico della malattia di Meniere è la vertigine che si verifica negli attacchi in combinazione con l'acufene e la perdita dell'udito unilaterale. In una truffa i malati sentono che l'ambiente gira intorno a loro molto velocemente (simile a un giro sulla giostra). Le vertigini possono essere così forti che le persone colpite devono sdraiarsi. Si possono anche verificare cadute da capogiro e nausea con vomito. La vertigine è descritta da coloro che ne sono affetti come il più angosciante dei sintomi della malattia di Meniere, in quanto questo capogiro si verifica senza preavviso e può durare per ore o giorni.

Ci sono anche acufeni e sordità, che colpisce principalmente i toni bassi. Spesso i malati sentono anche la pressione sull'orecchio durante l'attacco di Meniere. Mentre all'inizio della malattia di solito viene colpito solo un orecchio, la malattia di Meniere può estendersi fino al secondo orecchio nell'ulteriore corso.

Oltre a queste caratteristiche principali della malattia di Ménière, i malati spesso diventano pallidi e sudati. Gli occhi possono iniziare a tremare (Nytagmus).

Gli attacchi della malattia di Meniere arrivano all'improvviso e all'improvviso. Per lo più durano tra dieci e venti minuti, ma possono anche durare ore. Quindi gli attacchi di solito si fermano automaticamente. Poiché gli attacchi di Meniere sono estremamente stressanti a causa delle vertigini e sono completamente imprevedibili, possono svilupparsi problemi psicologici come i disturbi d'ansia e la depressione. Ciò può creare un circolo vizioso tra gli attacchi e la salute mentale dell'interessato. Di conseguenza, la resilienza in situazioni di stress è ridotta.

La malattia di Meniere: cause e fattori di rischio

La causa della malattia di Meniere è, secondo le conoscenze attuali, un disturbo nell'orecchio interno. Questa ipotesi si basa sul fatto che la maggior parte degli interessati ha spazi ingranditi nell'orecchio interno. Tuttavia, non è ancora chiaro fino a oggi se questa scoperta sia anche causalmente correlata alla malattia di Meniere.

L'orecchio interno è responsabile del senso dell'udito e dell'equilibrio. Consiste in un complicato sistema di canali riempito con due diversi fluidi (endolinfa e perilinfa). Questi sono in un equilibrio sensibile e sono essenziali per la funzione dell'organo.

I medici ritengono che la malattia di Ménière sia causata da un eccesso di liquido (idrope) dell'endolinfa. L'eccedenza può sorgere a causa di scarico o afflusso disturbato. L'aumentata endolinfina causa un'alta pressione nell'orecchio interno, che causa la cosiddetta membrana di Reissner di rompere più e più volte - il sospetto innesco per la malattia di Meniere. La membrana Reissner è una membrana cellulare sottile all'interno della coclea.È dotato di cellule sensoriali per l'udito e l'equilibrio e separa l'endo e il perilinfo l'uno dall'altro. Attraverso le fessure della membrana, i due liquidi (endo e Periplymphe), per cui il delicato equilibrio di sali (elettroliti) è disturbato in questi liquidi mix. Il crack porta anche a un improvviso cambiamento delle condizioni di pressione. Nel complesso, ciò si traduce in un malfunzionamento delle cellule sensoriali, che potrebbe spiegare i sintomi della malattia di Meniere.

Tra le altre cose, la rara infiammazione dell'orecchio interno (labirintite) o una commozione cerebrale può essere considerata come la ragione del fluido in eccesso. Nella maggior parte dei casi, la causa rimane poco chiara.

Malattia di Meniere: esami e diagnosi

Il primo contatto per sospetta malattia di Menière è il medico di famiglia. A seconda dei sintomi, questa persona riferirà la persona interessata allo specialista ORL o al neurologo se necessario. Molte cliniche hanno anche speciali "centri di vertigine", che sono le persone di contatto soprattutto nei casi più gravi.

Alla conferenza del medico, il medico prima informerà sui sintomi e sulle condizioni preesistenti. Possibili domande dal dottore potrebbero essere:

  • Puoi descrivermi come sta andando l'attacco di vertigini nel tuo paese?
  • Le vertigini sono accompagnate da acufeni e sordità in questo orecchio?
  • Quanto dura l'attacco di vertigini?
  • L'attacco di vertigini può essere provocato da un certo movimento, ad esempio da una torsione del collo? (Questo parlerebbe contro la malattia di Meniere.)
  • Prendi dei farmaci?

Esame fisico

Durante l'esame obiettivo, il medico vede con un cosiddetto otoscopio sul timpano dell'orecchio. Anche se il danno nella malattia di Meniere è situato nella parte interna dell'orecchio e quindi non è visibile dall'esterno, ma allo stesso tempo i disturbi esistenti del timpano e dell'orecchio medio dovrebbero essere esclusi mediante ispezione con l'otoscopio.

Gli esami standard in medicina dell'orecchio, del naso e della gola includono anche il test di diapason Weber e Rinne. Un diapason oscillante è posizionato sul vertice o dietro l'orecchio. se lo può sentire di nuovo quando il diapason è tenuta contro l'orecchio (test attraverso) il paziente deve indicare quando non riesce più a sentire il suono del diapason, rispettivamente. Inoltre, è specificare se il suono del diapason montato sulla corona in una delle due orecchie appaiono più forte (Prova di Weber). Attraverso questi test, è possibile trarre conclusioni sul fatto che i reclami siano causati da un orecchio interno o da un danno all'orecchio medio.

Come parte del chiarimento della malattia di Meniere è anche controllato se il paziente può avere movimenti oculari involontari ("nistagmo"). Tipico della malattia di Meniere sono spasmi movimenti oculari su un lato (nistagmo orizzontale), che di solito si verificano solo durante il sequestro.

Ulteriori indagini

Per stimare una sordità esistente in modo più accurato, è necessario eseguire un test dell'udito (audiometria di soglia). Nella malattia di Meniere, l'udito da un orecchio si riduce significativamente. Inoltre, in particolare, la prestazione uditiva per le basse frequenze è ridotta. L'udito si riprende in molti casi dopo l'attacco, ma a volte rimane una perdita uditiva permanente.

Inoltre, le onde cerebrali che si verificano dopo un segnale sonoro può (= potenziali evocati uditivi) sono analizzati per verificare le connessioni del percorso uditivo nel cervello. Questi composti non sono interessati dalla malattia di Meniere.

I sintomi, come la malattia di Meniere, si possono trovare anche in altre malattie. Queste cause alternative dei sintomi della malattia di Ménière devono essere escluse. Ad esempio, il nervo uditivo viene esaminato per assicurarsi che non sia danneggiato. Per realizzare immagini della testa e dell'orecchio interno, è possibile utilizzare la tomografia computerizzata (TC) e la risonanza magnetica (MRI). Pertanto, ad esempio, possono essere esclusi il tumore e i processi infiammatori.

Diagnosi della malattia di Meniere:

La diagnosi di Menière può essere fatta sulla base di quattro criteri determinati da un'associazione specialistica americana specializzata. Se si applicano tutti questi quattro criteri, si può presumere che la malattia di Meniere:

  • Due o più attacchi di vertigine, ciascuno con una durata minima di 20 minuti
  • Il deterioramento dell'udito confermato dall'esame
  • Suonare le orecchie (tinnito) o la pressione dell'orecchio nell'orecchio interessato
  • Esclusione di altre cause

Malattia di Meniere: trattamento

La terapia di Meniere ha due obiettivi principali: in primo luogo, la gravità dei sintomi in un attacco acuto dovrebbe essere ridotta a un livello tollerabile. D'altra parte, vengono fatti tentativi per prevenire ulteriori attacchi con misure preventive (profilassi), in modo che si manifestino il più raramente possibile.

Terapia acuta

Vari farmaci anti-vertebrati (antivertiginosa) possono essere usati per controllare vertigini e vomito causati dalla malattia di Meniere. La droga standard è l'ingrediente attivo Dimenhydrinat. Questo dovrebbe sempre trasportare pazienti affetti da Meniere, al fine di rispondere immediatamente in caso di un attacco improvviso.

Nei casi gravi della malattia di Ménière, può essere utilizzato anche il diazepam, che appartiene alle cosiddette benzodiazepine. Le benzodiazepine dovrebbero essere utilizzate solo per un breve periodo, in quanto potrebbero diminuire la funzione cerebrale e, in alcuni casi, portare alla dipendenza.

Prevenzione (profilassi)

L'obiettivo più importante oltre alla terapia acuta è la riduzione del numero di attacchi. Ci sono un certo numero di opzioni terapeutiche. L'attuale raccomandazione per la profilassi dei sequestri nella malattia di Meniere è il dono della Betaistina. Un'alta dose di questo farmaco può ridurre significativamente il numero di attacchi di Meniere. Betaistina stimola i siti di aggancio (recettori) per un dato mediatore (istamina) e quindi migliora la circolazione del sangue nell'orecchio interno. A causa del flusso di sangue più alto, il liquido in eccesso (endolinfa) è probabilmente trasportato velocemente nell'orecchio interno - la pressione nell'orecchio interno scende.

Il medico prescrive la betaistina per il trattamento della malattia di Meniere. Per evitare l'irritazione dello stomaco, prendendo dopo aver mangiato dovrebbe essere fatto. Altri possibili effetti collaterali includono mal di testa, vomito e reazioni allergiche. Nelle ulcere gastrointestinali note, il farmaco non deve essere assunto. Dopo sei o dodici mesi puoi provare a ridurre la terapia lentamente.

Inoltre, il cortisone antinfiammatorio può essere utilizzato per prevenire gli attacchi di Ménière. Può essere iniettato attraverso il timpano nell'orecchio medio in anestesia locale (terapia corticoide intratimpanica). Da lì, il cortisone passa attraverso la diffusione nell'orecchio interno, dove agisce antinfiammatorio e vaso-sigillante. Questa terapia è stata utilizzata per alcuni anni soprattutto per la terapia della perdita dell'udito.

Cura psicologica

Oltre alla terapia medica Ménière, l'accompagnamento psicologico alla malattia di Meniere è molto importante. Gli attacchi improvvisi e imprevedibili possono essere un grave fardello psicologico.

Eliminazione dell'organo di equilibrio

Se le terapie indicate nei pazienti con malattia di Meniere non riescono, c'è metodi molto radicali che si trasformano completamente e definitivamente l'organo colpito di equilibrio: questo può essere fatto sia da farmaci o dalla distruzione del sistema vestibolare con la chirurgia. Queste procedure portano alla sordità alla sordità e alla perdita di senso dell'equilibrio. Sono anche irreversibili (irreversibili). Il lato sano può in parte subentrare a queste funzioni. ma soprattutto le procedure chirurgiche radicali vengono utilizzati solo nei casi più gravi utilizzati a causa della malattia di Meniere può colpire anche l'altro lato del corso e le funzioni di una volta distrutti non sono recuperabili.

Il farmaco l'orecchio interno è quello di iniettare i gentamicina antibiotiche nell'orecchio medio in modo da rendere l'organo equilibrio nell'orecchio interno di funzionare. Questo può essere ripetuto ogni poche settimane. L'ampio divario tra i supplementi di gentamicina è necessario per evitare il più possibile danni indesiderati alla coclea (anche nell'orecchio interno). La gentamicina può portare alla sordità. Per questo motivo, in particolare i pazienti di Menière sono trattati con gentamicina, che ha già gravi danni all'udito prima della terapia.

può essere raggiunto in questo modo non fornisce sufficienti successo, può essere usato come ultima risorsa nella malattia di Meniere una parte dell'orecchio interno, per rimuovere il cosiddetto labirinto (labirintectomia). Tuttavia, questa terapia è controversa. Le terapie chirurgiche non sono raccomandate al momento.

Terapie alternative

Lontano dalla medicina tradizionale e le terapie alternative per il trattamento della malattia di Meniere esistere. L'omeopatia può aiutare, soprattutto per ridurre le vertigini spesso fastidioso. Si consiglia di assumere Cocculus D6 tre volte al giorno per diverse settimane. Il sequestro è interrotto da Tabacum D12.

Anche alcune diete (in particolare la dieta senza sale) alleviano i sintomi in alcune persone con la malattia di Menière. Altre terapie di supporto sono l'agopuntura, Feldenkrais o di formazione equilibrio.

Leggi di più sulle indagini

  • Esame neurologico

Malattia di Meniere: decorso della malattia e prognosi

Il decorso della malattia di Menière è individualmente molto diverso. È possibile che rimanga con un singolo attacco. Principalmente, tuttavia, gli attacchi si ripetono. Ma anche dopo cinque anni la malattia di Meniere può finire spontaneamente e non si verificherà mai. Fino ad allora le perdite di udito e l'equilibrio sostenute, ma ci sono di solito permanenti rimangono in questo caso. Questa danni causati da attacchi di malattia di Meniere può variare sul lato interessato per completare la sordità. Dopo cinque anni di malattia, i sintomi colpiscono entrambe le parti nel 50% dei casi.

Certamente le professioni che pongono elevate esigenze sul senso dell'equilibrio a volte non sono più possibili a causa della malattia di Meniere. Tuttavia, il riconoscimento come disabilità è possibile per le persone affette dalla malattia di Meniere. La grave disabilità, tuttavia, è attestata solo in casi gravi in ​​caso di malattie molto numerose e / o gravi.

Decisivo per la prognosi della malattia di Meniere è, ultimo ma non meno importante, quanto sia grande l'influenza dei sintomi sulla psiche di una persona colpita. La paura di nuovi attacchi è molto stressante e può a sua volta provocare nuovi attacchi. La rottura di questo circolo vizioso, possibilmente con supporto terapeutico, è un importante traguardo terapeutico nel trattamento di La malattia di Meniere.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: