Malaria

La malaria è una malattia grave che viene trasmessa dalle zanzare. Leggi dove è distribuito, come trattare e prevenire l'infezione!

Malaria

malaria √® una malattia che √® particolarmente comune nei tropici e subtropici. √ą innescata dalla cosiddetta plasmodia (parassiti unicellulari), che vengono trasmessi attraverso la puntura della zanzara Anopheles. I sintomi tipici sono febbri, che si alternano a intervalli senza febbre (febbre intermittente). La malaria pu√≤ essere trattata con farmaci e di solito ha una prognosi favorevole, ma se non trattata pu√≤ essere fatale. Per la profilassi vengono usati anche diversi farmaci. Leggi tutte le informazioni importanti sulla malattia qui.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. B50B51B54B52B53

Descrizione del prodotto

malaria

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Malaria: descrizione

La malaria (detta anche malaria o febbre intermittente) è una malattia infettiva causata da plasmodia (parassiti a cellula singola). Il termine deriva dall'italiana "mala aria", che significa qualcosa come "aria cattiva". La ragione: in passato, la formazione della malaria era attribuita all'aria cattiva e ammuffita che si trova principalmente nelle zone umide. Tuttavia, il fatto che si verifichi effettivamente in zone calde, umide e paludose ha un'altra causa: viene trasmesso dalla zanzara Anopheles, che ha eccellenti condizioni di vita in tali aree.

La malaria è considerata una malattia tropicale, in quanto si verifica soprattutto nei paesi tropicali e subtropicali. La ragione di questo è che sia le zanzare di Plasmodium che quelle di Anopheles possono sopravvivere solo a temperature calde. Nel frattempo, tuttavia, sta avvenendo anche in Europa, ad esempio in Grecia.

I parassiti hanno bisogno di due ospiti, in cui vivono in forme diverse: la zanzara li serve come ospite principale e l'uomo come ospite intermedio. Il plasmodia che causa la malattia entra nel corpo umano attraverso il morso di una zanzara anofele infetta. Lì, per prima cosa si moltiplicano nel fegato, ma poi disperderanno e infestano i globuli rossi (eritrociti), nei quali si moltiplicano di nuovo. Alla fine, i globuli rossi scoppiano. I patogeni di nuova formazione ritornano nel flusso sanguigno, dopodiché il corpo reagisce con la febbre. Dal momento che il ciclo di sviluppo del plasmodia nei globuli rossi di solito funziona ciclicamente, gli episodi di febbre si verificano a intervalli regolari - una reazione a catena.

La durata del ciclo nel corpo umano dipende dal patogeno (tra 24 e 72 ore). A seconda della specie, la progressione della malattia e la terapia differiscono. La forma pi√Ļ pericolosa √® la malaria tropica.

La malaria √® una delle malattie infettive pi√Ļ comuni. √ą endemico in oltre 100 paesi. Endemico significa che si verifica frequentemente in una determinata area. Circa il 40% della popolazione mondiale odierna vive in aree di malaria. Secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanit√† (OMS), circa 216 milioni di persone soffrono di malaria ogni anno. Nel 2010, circa 655.000 persone, met√† dei quali bambini, sono morte di malaria. Curabile √® la malaria, quando la terapia inizia rapidamente dopo l'infezione.

Esistono alcune aree a rischio per tutti i tipi di malattia. Colpiti dalla Malaria tropicale sono principalmente i paesi africani a sud del Sahara, il Pacifico ma anche il sud-est asiatico con le isole indonesiane, come il paradiso delle vacanze delle isole Gili e dell'isola di Lombok.

Oggi la malaria colpisce anche molti turisti a causa dell'aumento del turismo a distanza. Solo in Germania, l'Istituto Robert Koch ha segnalato un totale di 547 casi nel 2012, la maggior parte dei quali era stata infettata da malaria tropica.

Cos'è la malaria tropica?

La pi√Ļ nota √® la cosiddetta malaria tropica, responsabile di circa l'80% di tutti i casi di malaria in tutto il mondo. √ą causato da Plasmodium falciparum. In contrasto con altre specie di Plasmodium, il Plasmodium falciparum infetta sia gli eritrociti giovani che quelli pi√Ļ anziani. Poich√© un gran numero di eritrociti sono distrutti dai parassiti ("parassitemia illimitata"), la malaria tropica √® la forma pi√Ļ pericolosa di questa malattia. √ą associato a gravi complicazioni come collasso circolatorio, shock o edema polmonare e, se non trattato in tempo, uccider√† pi√Ļ del 20% delle volte. In contrasto con le altre forme di malaria, gli episodi di febbre nella malaria tropica si verificano in modo molto irregolare.

Malaria: sintomi

Tutto ciò che è importante per i segni tipici della malaria, leggi l'articolo Malaria - Sintomi.

Malaria: cause e fattori di rischio

La malaria √® causata da piccoli organismi unicellulari chiamati plasmodia. Il gruppo di plasmodia consiste di circa 200 sottospecie, che si verificano in tutto il mondo.Di queste sottospecie, tuttavia, solo cinque possono scatenare la malaria negli esseri umani. Queste specie di plasmodio sono diffuse nelle aree tropicali e subtropicali. Plasmodium falciparum e Plasmodium vivax sono i pi√Ļ comuni patogeni della malaria. Il plasmodium knowlesi si trova solo nel sud-est asiatico.

  • Plasmodium falciparum: innesco del Malaria tropica
  • Plasmodium vivax e Plasmodium ovale: trigger del Malaria tertiana
  • Plasmodium malariae: innescare il Malaria quartana
  • Plasmodium knowlesi: innescare uno Forma speciale di malariache √® molto difficile

Malaria: percorsi di trasmissione

I plasmodi sono pi√Ļ comunemente trasmessi attraverso la puntura di una zanzara femmina infetta da plasmodi (zanzara anofele, nota anche come zanzara della malaria). La zanzara Anopheles √® esclusivamente crepuscolare e notturna. Ci√≤ significa che l'infezione di solito avviene attraverso un morso la sera o la sera. In linea di principio, tutti i mammiferi possono essere infettati dal plasmodia, ma la trasmissione da altri animali all'uomo √® estremamente improbabile.

Esiste una semplice formula per il rischio di infezione in una particolare regione. Pi√Ļ zanzare in un'area portano il patogeno, pi√Ļ le persone le infettano. Se non trattata, questo a sua volta aumenta la probabilit√† che un insetto precedentemente non affetto possa secernere parassiti durante il processo di succhiasangue.

In rari casi, gli agenti patogeni della malaria possono anche verificarsi in aree diverse dalle aree a rischio effettivo. Ad esempio, ciò che è noto è il cosiddetto la malaria Aeroportoin cui le zanzare anofele introdotte dal traffico aereo mettono in pericolo il personale dell'aeroporto e i viaggiatori in un determinato aeroporto.

La trasmissione dei patogeni della malaria è possibile anche attraverso trasfusioni di sangue o incidenti di laboratorio. A causa delle rigide norme di sicurezza, questi casi non si verificano praticamente in Germania. Nelle trasfusioni di sangue nelle aree malariche, tuttavia, l'infezione non può essere esclusa in questo modo. In rari casi è anche possibile la trasmissione dalla madre al nascituro, specialmente se la placenta è danneggiata durante la gravidanza o il parto.

Malaria: aree di malaria

Quali regioni del mondo sono particolarmente colpite dalla malaria, leggi nell'articolo Le aree della malaria.

Anemia falciforme e malaria

Le persone affette da anemia falciforme hanno una certa protezione contro la malaria. La malaria √® molto meno comune e molto pi√Ļ debole. L'anemia falciforme √® una malattia ereditaria dei globuli rossi diffusa in Africa. Nelle persone colpite, la forma delle cellule del sangue √® cambiata. Questo ha il vantaggio che il plasmodia non pu√≤ attaccarli affatto o almeno solo in misura limitata.

Malaria: periodo di incubazione

La malaria non si sviluppa immediatamente dopo essere stata infettata dal virus attraverso una puntura di zanzara. Il periodo di incubazione, cioè il tempo che intercorre tra l'infezione e l'aspetto dei primi sintomi, dipende dal patogeno nella malaria:

  • Plasmodium falciparum: da sette a venti giorni
  • Plasmodium vivax e Plasmodium ovale: da 12 a 18 giorni
  • Plasmodium malariae: da 18 a 50 giorni

Nella maggior parte dei casi, la malattia si rompe anche nel paese stesso. A seconda della durata del viaggio, i sintomi potrebbero non manifestarsi fino a dopo il ritorno a casa. Se si verifica febbre dopo aver viaggiato in aree malariche, l'infezione deve essere sempre esclusa dal medico. In casi estremi, la malattia può manifestarsi fino a un anno dopo l'infezione. La ragione di questo è che possono formarsi principalmente Plasmodium vivax e forme ovali permanenti nel fegato (ipnozoiti). Finché sono esclusivamente nel fegato, non si verificano reclami. Solo quando gli ipnozoiti lasciano il fegato e attaccano i globuli rossi, i sintomi tipici della malaria diventano evidenti.

La malaria è contagiosa?

La trasmissione del parassita della malaria direttamente da persona a persona non è possibile. Si trasmette solo attraverso il morso di una zanzara Anopheles infetta. La probabilità di catturare una puntura di zanzara è particolarmente alta quando molte persone in una regione hanno già la malaria.

Malaria: esami e diagnosi

Se si sospetta la malaria, il tuo medico di famiglia o un istituto di medicina tropicale è il posto giusto dove andare. Soprattutto negli stadi iniziali della malattia, la malaria è spesso associata a sintomi comuni che potrebbero facilmente essere considerati un'infezione da influenza comune (mal di testa, febbre, affaticamento) o malattia gastrointestinale (nausea, vomito). Ecco perché spesso ci vuole un po 'prima che i malati vedano un medico per la prima volta e facciano la diagnosi corretta. Ma questo è problematico: se la malaria viene scoperta e curata troppo tardi, può essere pericolosa per la vita.

Se sei stato in una zona a rischio di malaria nelle settimane precedenti l'insorgenza dei sintomi, dovresti consultare un medico al minimo segno di malattia incipiente (specialmente febbre), Anche dodici mesi dopo un viaggio in una zona a rischio di malaria, ogni malattia febbrile inspiegabile dovrebbe essere studiata di conseguenza.Poi alcune forme di malaria si scatenano solo molto in ritardo.

Alla visita del medico, il medico prima solleverà la storia medica (anamnesi). Importanti primi indizi forniscono al medico i sintomi che stai descrivendo. Le possibili domande potrebbero anche essere:

  • Quando √® stata l'ultima volta che sei stato all'estero?
  • Dove eri e per quanto tempo eri l√¨?
  • Sei stato punto dalle zanzare nella destinazione del viaggio?
  • Hai preso la profilassi della malaria nella destinazione del viaggio?
  • Quando hai notato per la prima volta sintomi come malessere o febbre?
  • Hai mal di testa o mal di corpo?
  • Sei spesso malato o hai bisogno di vomitare?

Il minimo sospetto di febbre intermittente, viene eseguito un esame del sangue. A questo scopo, una goccia di sangue viene applicata sottilmente a una lastra di vetro e questo striscio di sangue viene considerato al microscopio ("goccia spessa"). In caso di infezione da plasmodia, questi possono essere rilevati direttamente nei globuli rossi (eritrociti).

Una malaria riconosce anche i medici su un quadro ematico alterato. In questo caso, da un lato, il numero di globuli rossi viene ridotto dall'infestazione parassitaria, dall'altro il numero di globuli bianchi (leucociti) aumenta. Pi√Ļ i globuli rossi sono colpiti dal plasmodia, pi√Ļ grave √® la malattia. Inoltre, nel valutare la gravit√† della malattia e le condizioni fisiche della persona colpita svolge un ruolo. Tra le altre cose, il medico valuta la pressione sanguigna, la temperatura corporea e la frequenza cardiaca.

Se non vengono rilevati agenti patogeni in uno striscio di sangue sospettato di febbre intermittente nonostante i tipici sintomi della malaria, l'esame del sangue viene ripetuto regolarmente. Ciò è necessario perché nella fase iniziale della malaria possono essere colpiti pochi globuli rossi e il rilevamento con la "goccia grossa" è quindi ancora troppo incerto.

test rapido Malaria

Oltre al test del sangue, è disponibile anche un test rapido per la malaria per la diagnostica. Questo non indica il parassita della malaria, ma gli anticorpi prodotti dall'organismo contro il patogeno. Tuttavia, un test rapido della malaria non è affidabile al cento per cento, in modo che anche con un risultato negativo possa essere una malattia. Il risultato di un test rapido dovrebbe quindi essere necessariamente integrato da una diagnosi del sangue.

  • Immagine 1 di 10

    Questo è il modo migliore per proteggersi dalle zanzare!

    Non solo le persone sono felici per l'aumento delle temperature, ma apprezzano anche le zanzare. Fortunatamente, nessuno è in balia delle sanguisughe. Abbiamo i migliori consigli per te su come proteggersi dalle punture e battere il brutto prurito per un affare.

  • Immagine 2 di 10

    Fai zanzare senza casa

    Le zanzare possono raggiungere piccole pozzanghere da riprodurre. Rimuovi le opportunità di allevamento dal tuo giardino e balcone. Questo significa che nei vasi senza acqua dovrebbe essere essere coperto, la canna pioggia e la grondaia così pulito che non c'è un mini-stagno.

  • Immagine 3 di 10

    Bloccare finestre e porte?

    Non devi impazzire: gli zanzariera davanti a finestre e porte lo fanno anche tu. Quindi non devi rinunciare all'aria fresca nelle notti calde e le zanzare rimangono fuori.

  • Immagine 4 di 10

    Dormi senza disturbatori

    di notte le zanzare ronzano Chi intorno alla testa, che √® la mattina dopo morso, non solo, ma anche assonnato. La soluzione pi√Ļ semplice per un sonno ristoratore nonostante la sanguisuga: appendere una zanzariera sul letto. Ai tropici, le reti sono addirittura indispensabili per proteggersi dalla malaria e da altre malattie trasmesse dalle zanzare.

  • Immagine 5 di 10

    Invisibile alle zanzare

    Se sei all'aperto, dovresti spruzzare con un repellente per zanzare. Questo "confonde" i sensi delle zanzare - non riescono a localizzarti correttamente a distanza ravvicinata. La pi√Ļ efficace √® la droga DEET, ma ultimamente √® caduta in discredito. In alternativa, c'√® anche una sostanza chiamata Icaridin.

  • Immagine 6 di 10

    Banner di fumo contro le zanzare

    Le candele con oli essenziali non hanno praticamente alcun effetto contro le zanzare. Spirali di incenso, i cosiddetti spirali, d'altra parte. Tuttavia, dovrebbero essere bruciati all'aperto.

  • Immagine 7 di 10

    Eliminare il prurito con il calore

    Con la puntura della zanzara entra nella pelle - questo contiene fattori di coagulazione, che in seguito provocano il prurito. Ci sono dispositivi che causano un piccolo shock termico localmente e quindi esattamente questi enzimi sono innocui. Tuttavia, questo aiuta solo immediatamente dopo la puntura e vengono raggiunti solo gli strati superiori della pelle.

  • Immagine 8 di 10

    Sting, appena raffreddato

    Per ridurre il gonfiore e il possibile dolore alla tensione, aiuta a raffreddare il punto. Queste sono buste fredde, pad di raffreddamento o cubetti di ghiaccio.

  • Immagine 9 di 10

    Unguenti e gel per punture di zanzara

    Nel mercato, ci sono varie creme che inibiscono l'istamina del messaggero del corpo. Ci√≤ fa s√¨ che il sistema immunitario diventi meno attivo. Il gonfiore dovrebbe tornare indietro pi√Ļ velocemente e rimuovere il prurito.

  • Immagine 10 di 10

    Graffiare proibito!

    Importante: non graffiare le punture di zanzara! Ciò fornirà soddisfazione a breve termine, ma a lungo termine aggraverà solo la puntura. Questo perché riscaldano la risposta immunitaria e possono anche incorporare batteri nella ferita. Per la "buona" sensazione, dovresti graffiare immediatamente accanto al punto - presumibilmente può superare in astuzia il cervello.

Malaria: trattamento

La terapia dipende dal tipo di plasmodio e dalla gravità della malattia. Inoltre, il medico valuta se il paziente ha assunto farmaci per la profilassi e se il patogeno è già resistente a determinati farmaci. Nella maggior parte dei casi, le persone colpite vengono immediatamente indirizzate a un ospedale per sospetta febbre intermittente. Se si trova un istituto nelle vicinanze specializzato in tali malattie (istituto di medicina tropicale), le persone colpite vengono trattate preferibilmente lì.

Di norma, la malattia viene trattata clinicamente. A seconda dell'agente patogeno vengono utilizzati diversi agenti. A causa dell'uso diffuso di droghe in passato, molti agenti patogeni sono gi√† resistenti a determinati farmaci. Per questo motivo, in molti casi viene utilizzata una combinazione di due o pi√Ļ principi attivi diversi.

Malaria tropica: terapia

A causa degli effetti collaterali potenzialmente pericolosi per la vita, una malaria tropica viene sempre curata in ospedale, anche se il percorso è meno drammatico. In passato, d'altra parte, la maggior parte è stata prescritta con clorochina e sulfadossina. A causa dell'uso diffuso di questi principi attivi, molti ceppi patogeni sono diventati resistenti oggi. Pertanto, nella maggior parte dei casi vengono somministrati preparati combinati di atovaquone con proguanile o artemetere con lumefantrina.

Quando il sistema nervoso è interessato, il chinino è usato in combinazione con la doxiciclina antibiotica. Nei casi complicati, ad esempio, quando vari organi sono colpiti dall'infezione, il chinino può anche essere somministrato direttamente nella vena (per via endovenosa). Tuttavia, questo è possibile solo in Germania in centri speciali per la medicina tropicale. La somministrazione di chinino può causare una varietà di effetti collaterali. Questi includono gravi problemi gastrointestinali, gravi sintomi allergici, bassa pressione sanguigna, aritmia cardiaca, capogiri o insufficienza cardiovascolare. Dal momento che la dose di chinino può essere fatta solo da uno specialista addestrato.

La meflochina è usata raramente oggi perché è spesso associata a gravi complicanze neurologiche e psichiatriche. L'applicazione può essere necessaria se i patogeni sono già resistenti ad altri farmaci. Nei casi molto gravi, in cui l'efficacia della terapia farmacologica è discutibile, è possibile eseguire una trasfusione di sangue o un lavaggio del sangue (dialisi). In tali casi, è necessaria la degenza ospedaliera nell'unità di terapia intensiva.

Terapia della malaria tertiana e quartana

Per la quartana della malaria, la clorochina viene solitamente prescritta in quanto ha una resistenza minima al patogeno (Plasmodium malariae). La clorochina può essere assunta in forma di capsule o compresse. Per il trattamento della malaria tertiana vengono utilizzate le stesse medicine come nella malaria tropica. Inoltre, tuttavia, il principio attivo viene somministrato anche primaquine per una settimana. Questo è necessario per uccidere le forme permanenti (ipnozoiti) nel fegato.

Terapia sintomatica

Oltre al controllo dei patogeni, la malaria viene anche trattata sintomaticamente. Farmaci anti febbre (paracetamolo, ibuprofene) e rimedi casalinghi come impacco al polpaccio e impacchi freddi aiutano a combattere la febbre alta. Importante è anche l'assunzione di liquidi e la protezione fisica sufficienti.

Malaria: profilassi

Come prevenire la malaria, leggi nell'articolo Profilassi della malaria.

Malaria: decorso della malattia e prognosi

Il decorso della malattia e la prognosi differivano nella malaria a seconda della forma presente e in quale fase della malattia era stata rilevata. a Malaria tertiana e quartana i corsi sono di solito relativamente miti e quelli colpiti possono di solito essere completamente guariti in breve tempo. I severi corsi di complicanze si verificano nella malaria tertiana e nella quartana solo in circa il due percento di tutti i casi.

In un primo scoperto e trattato Malaria tropica anche la prognosi è buona. Tuttavia, una malattia a insorgenza tardiva può causare gravi complicanze. Ciò include, soprattutto, la penetrazione dei patogeni nel cervello. Quindi potrebbero verificarsi disturbi di coscienza e convulsioni, oppure il paziente potrebbe cadere in coma. Può rimanere un danno permanente anche dopo il recupero. Se la malattia viene trattata in tempo, la mortalità è di circa il due per cento. Nei pazienti non trattati o trattati in ritardo con questa forma di malaria è il 20 percento.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: