Piante medicinali - medicina dalla natura

L'uso di piante medicinali è la più antica forma di trattamento curativo e la base della naturopatia.

Piante medicinali - medicina dalla natura

Piante medicinali ed erbe medicinali

L'uso di piante medicinali è la più antica forma di trattamento curativo e la base della naturopatia. Molte piante medicinali sono anche utilizzate nella medicina convenzionale ei loro effetti sono scientificamente provati e riconosciuti. Ulteriori sviluppi della terapia con piante medicinali esistono specialmente nell'area delle forme di dosaggio; Molti estratti di piante vengono ora offerti anche in formulazioni moderne come spray per via orale (ad es. Camomilla), bagni pronti (ad es. Corteccia di quercia) o come tamponi anali (ad esempio amamelide).

Aree di applicazione di piante medicinali

Come tutte le medicine, le medicine a base di erbe hanno usi ed effetti definiti. I campi di applicazione sono spesso più ampi che nel caso delle medicine chimiche, poiché un estratto vegetale spesso contiene numerosi costituenti che ne determinano l'efficacia.

Il trattamento con estratti di piante medicinali viene solitamente praticato in patologie lievi o croniche (ad es. Disturbi gastrointestinali) o quando devono essere esclusi effetti collaterali (ad es. In donne in gravidanza o bambini o in terapia a lungo termine). La terapia convenzionale e la terapia con piante medicinali spesso si completano a vicenda molto bene, ad es. Nella sinusite, ad esempio, vengono utilizzati prodotti di rimozione del muco flemmatici in aggiunta o dopo il trattamento con antibiotici. In ogni caso, i tè oi preparati contenenti estratti di piante medicinali non sono rimedi a tutto tondo. Piuttosto, dovrebbero essere considerati come un gruppo di medicina speciale di medicina convenzionale - con determinati vantaggi e svantaggi e aree di applicazione definite.

Effetti collaterali di piante medicinali

Molte delle medicine a base di erbe hanno solo effetti collaterali minori, quindi non ci sono cambiamenti profondi nell'organismo. Tuttavia, ci sono anche nel regno vegetale altamente efficaci o overdose anche sostanze tossiche. Gli esempi sono:

  • Gli ingredienti attivi del ditale da utilizzare nell'insufficienza cardiaca diventano un veleno in caso di uso improprio o sovradosaggio
  • Le foglie di senna per la rimozione possono causare malattie intestinali con uso continuo
  • Le foglie del ditale sono conosciute come un medicinale, ma anche come una pianta velenosa

Preparazione di piante medicinali

Le piante medicinali possono essere utilizzate in varie forme di preparazione:

  • Tè (tè sfuso, sacchetto filtro o tè istantaneo)
  • Gocce, succhi o lecca lecca o pastiglie
  • Compresse, compresse rivestite con film, capsule, confetti
  • Oli per inalazione
  • Unguenti, creme, oli per la pelle
  • Collutori e spray per la bocca
  • supposta
  • Bagni, bagni e buste

Preparazione come tisana

Solito è l'uso di tè, gocce o succhi. I tè possono essere imbottigliati in farmacia o riuniti in una miscela di tè. I sacchi filtranti sono molto pratici da maneggiare e le merci tagliate in esso contenute soddisfano gli stessi criteri di qualità delle merci sfuse. Lo stesso vale per i tè istantanei, che sono spesso arricchiti con ingredienti vegetali. Le preparazioni di tè possono essere fatte come infuso, decotto o estratto freddo. Qual è l'opzione più economica per il tuo tè, scopri z. B. dal tuo farmacista.

  • Infusione: versare l'acqua bollente sulle parti della pianta e lasciarla coprire per circa 10 minuti.
  • Decotto: è la solita forma di preparazione di radici e cortecce. Le parti della pianta vengono cosparse con acqua bollente e bollite per 10 minuti coperti, quindi filtrate.
  • Estratto freddo: le piante medicinali vengono messe a bagno per alcune ore, preferibilmente durante la notte in acqua fredda, poi filtrate e riscaldate fino a raggiungere una temperatura gradevole.

Dosaggio e assunzione di tè di piante medicinali

Come dosare al meglio il tuo tè: Per i tè delle singole piante, da 1 a 2 cucchiaini della pianta vengono presi su una tazza (circa 150 ml) di acqua, per i fiori, ad es. Camomilla, 2 cucchiaini. Le miscele di tè vengono solitamente dosate 2 cucchiaini o 1 cucchiaio per tazza. Per i bambini la metà e per i neonati un terzo dell'importo.

Il tuo tè alle erbe medicinali dovrebbe essere sobrio la mattina e bere la sera mezz'ora prima di andare a letto. Se lo si può preparare, berlo (anche durante il giorno, preferibilmente tra i pasti principali.) Per tutte le terapie a base di erbe è meglio usarle senza zucchero e addolcire un tè molto amaro con un po 'di miele.

Piante medicinali classiche

arnica

L'arnica ha analgesico, antinfiammatorio e antireumatico. Pertanto, è adatto per lividi, contusioni, distorsioni e disturbi reumatici, nonché per la guarigione delle ferite. L'applicazione è solitamente sotto forma di buste di tintura all'arnica diluite con acqua o come una crema o un unguento. In nessuna circostanza si dovrebbe usare la tintura di arnica non diluita, in quanto può essere particolarmente facile causare irritazioni allergiche alla pelle. Anche prima di applicazioni su larga scala, dovresti verificare se non c'è alcuna allergia all'arnica. L'arnica non viene utilizzata internamente a causa della forte tendenza alle reazioni allergiche. L'arnica ha anche un effetto intenso anche se applicata esternamente, che è riconosciuta nella medicina convenzionale.L'arnica cresce in alta montagna su prati e pascoli. Tutte le parti fuori terra e il portainnesto sono usati per scopi curativi.

ortica

L'ortica viene tradizionalmente utilizzata per i trattamenti di disintossicazione. Grazie al suo effetto stimolante del metabolismo e diuretico, l'ortica può essere utilizzata anche per arrossamenti delle vie urinarie, malattie della pelle e disturbi reumatici. Oltre al tè, l'ortica viene utilizzata anche sotto forma di succo compresso in pianta.

camomilla

Una delle piante medicinali più famose è la camomilla. Ha proprietà antinfiammatorie, antispasmodiche e flatulenti, che lo rendono particolarmente adatto per disturbi allo stomaco e all'intestino. La camomilla possiede anche proprietà di guarigione della ferita e può quindi essere usata esternamente in ferite che guariscono male, per es. nella forma di trasformare da tè o tintura, ma anche usato come un unguento. Per l'infiammazione del rinofaringe, aiuta un Kamionsampfbad. Una manciata di fiori di camomilla viene versata in una pentola di acqua calda, la testa viene trattenuta e coperta con un asciugamano. Inspirare per 10 minuti. Per i bagni sitz, ad es. Nelle emorroidi, ci sono anche preparazioni finite come bagni in farmacia. Inoltre, la camomilla viene utilizzata in preparazioni cosmetiche o come un bagno di vapore per il suo effetto calmante.

seme di lino

I semi della pianta di lino (lino) sono un lassativo buono e non irritante. L'effetto si basa sulla capacità di rigonfiamento dello sperma nel colon con un'ulteriore assunzione di liquido. Aumentando il volume del movimento intestinale, si ottiene una digestione più leggera e accelerata. È adatto per l'uso a lungo termine e può quindi essere utilizzato in modo preventivo. Se necessario, mescolare 1 cucchiaio di semi di lino tritati o schiacciati in yogurt o muesli 2 o 3 volte al giorno o gonfiarsi con succo d'arancia. Inoltre, prendere un sacco di liquido, altrimenti può portare alla gelatinizzazione dell'intestino.

calendula

La calendula viene utilizzata principalmente esternamente, in quanto promuove processi di guarigione, anti-infiammatori e antibatterici. Le aree di applicazione per l'unguento di calendula vanno dalle ferite poco curative all'infiammazione del letto ungueale a ceppi, lividi e malattie delle vene infiammatorie. Inoltre, la calendula può essere utilizzata anche come tè e risciacquo nella mucosa infiammata orale e faringea.

Buckeye

Gli estratti di ippocastano sono usati come gocce, compresse o in unguenti e gel principalmente per il trattamento delle malattie venose. I Roßkastaniensamen hanno un effetto favorevole sul tono venoso (stato di tensione dei vasi venosi) e proteggono dalle perdite di acqua dalle navi, quindi dall'edema. Questo effetto è anche usato nel trattamento delle emorroidi con unguenti e tamponi del retto, nonché nel trattamento interno ed esterno di lesioni con condizioni di gonfiore.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: