Medulloblastoma

Il medulloblastoma è il più comune tumore maligno del cervello nei bambini e negli adolescenti. Qui troverai tutto ciò che devi sapere!

Medulloblastoma

il medulloblastoma è il tumore cerebrale maligno più comune nei bambini e negli adolescenti. Cresce molto rapidamente nella zona del cervelletto e spesso causa un aumento della pressione intracranica con mal di testa e nausea. Il tumore può essere operato, irradiato e trattato con agenti chemioterapici. Circa la metà delle persone colpite può essere curata da questa terapia intensiva. Qui leggi tutte le informazioni importanti sul medulloblastoma.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. D43C71D33

Descrizione del prodotto

medulloblastoma

  • Medulloblastoma: descrizione

  • Medulloblastoma: sintomi

  • Medulloblastoma: cause e fattori di rischio

  • Medulloblastoma: esami e diagnosi

  • Medulloblastoma: trattamento

  • Esame e trattamento

  • Medulloblastoma: decorso della malattia e prognosi

Medulloblastoma: descrizione

Il medulloblastoma è il più comune tumore cerebrale maligno nei bambini e negli adolescenti, pari al 20%. In una grande città come Colonia, con circa un milione di abitanti ogni anno circa cinque bambini diagnosticati sotto i 15 anni. Il più delle volte, il medulloblastoma viene diagnosticato tra il quinto e l'ottavo anno di vita. I ragazzi sono più spesso colpiti rispetto alle ragazze. Negli adulti, il tumore si presenta molto meno spesso. Il medulloblastoma rappresenta solo l'1% circa di tutti i tumori cerebrali.

Prevalentemente i tumori si presentano nella fossa posteriore. Nei bambini, sono per lo più nel mezzo, negli adulti più probabilità di essere trovati lateralmente nel cervelletto. In molti pazienti il ​​medulloblastoma cresce nei corsi d'acqua cerebrali. Ciò consente alle cellule tumorali di diffondersi molto facilmente sull'acqua del cervello nel resto del cervello e anche nel canale spinale. Se queste cellule si sistemano in un nuovo posto e formano un tumore figlia lì, si parla di metastasi. In ogni terza persona affetta, il medulloblastoma era già sparso al momento della diagnosi. Nella maggior parte dei casi, gli insediamenti tumorali si trovano nel sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale). Molto raramente si presentano in un osso o nel midollo osseo.

Il medulloblastoma si ingrandisce molto velocemente e può crescere nel tessuto circostante. Pertanto, è classificato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) come molto maligno (grado IV). Inoltre, i medulloblastomi sono suddivisi ancora una volta in base al loro tipo di tessuto:

  • medulloblastoma classico
  • medulloblastoma desmoplastico
  • medulloblastoma nodulare (nodulare)
  • Medulloblastoma anaplastico
  • medulloblastoma a grandi cellule

La terapia e la prognosi possono differire tra questi tipi di tumore.

Medulloblastoma: sintomi

Poiché un medulloblastoma cresce molto velocemente, i sintomi si sviluppano presto. Il tumore ha luogo nella testa e spesso muove i corsi d'acqua del cervello - cioè, l'acqua del cervello non può drenare correttamente. Si accumula, che aumenta la pressione intracranica e può causare un idrocefalo. Soprattutto mal di testa, mattina malattia e vomito, vertigini e sono segni tipici di l'aumento della pressione nel cranio. Inoltre, i malati possono a volte concentrarsi di più, sentirsi stanchi e soffrire di disturbi del sonno. Alcuni sviluppano problemi di vista.

Il medulloblastoma sposta principalmente strutture cerebellari. Di conseguenza, i pazienti spesso non riescono a coordinare correttamente i loro movimenti e hanno difficoltà a camminare. In linea di principio, diversi gruppi muscolari possono essere paralizzati.

Medulloblastoma: cause e fattori di rischio

Medulloblastoma è formato da cellule embrionali (che è molto immaturi e cellule indifferenziate) del sistema nervoso centrale. Perché tali cellule improvvisamente iniziano a moltiplicarsi incontrollabilmente non è ancora chiaro. Tuttavia, si può osservare che il tumore si verifica più frequentemente in relazione a determinati cambiamenti cromosomici. Come fattore di rischio per un medulloblastoma radiazioni ionizzanti si applica: i bambini che avevano da irradiare mai a causa di un'altra malattia maligna, hanno quindi un aumento del rischio di malattie.

Medulloblastoma: esami e diagnosi

I pazienti con sintomi di tumore al cervello spesso visitano prima il loro medico di famiglia o il pediatra. Questo richiede informazioni sui reclami esatti e sul loro corso. Egli trova la prova di un tumore maligno del sistema nervoso centrale, si riferisce il paziente di solito per ulteriori indagini di un centro specializzato per il cancro (oncologia). I medici di diverse discipline lavorano insieme per fare la diagnosi giusta. Ancora una volta, è necessario un esame dettagliato della storia medica (anamnesi) e vari esami. Il più importante:

RM e TC

Medulloblastoma è meglio visualizzato in risonanza magnetica (MRI). Nella maggior parte dei casi, il paziente viene iniettato con un mezzo di contrasto in una vena prima dell'esame. Il tumore assorbe questo agente di contrasto e si illumina in modo irregolare luminoso nell'immagine MRI.Questo ti consente di determinarne la posizione, le dimensioni e la diffusione molto bene. Dal momento che un medulloblastoma può anche diffondersi nel canale spinale, oltre alla testa e una registrazione di esso è fatto.

Se una risonanza magnetica non è possibile per determinati motivi, o se è necessaria una diagnosi rapida a causa di una situazione di emergenza, il cervello viene visualizzato utilizzando la tomografia computerizzata (CT).

Esame del liquido cerebrospinale

L'analisi dell'acqua cerebrale (diagnostica del CSF) integra una diagnosi dettagliata del medulloblastoma. Il dottore prende con un bel ago cavo qualcosa di acqua cerebrale, principalmente dal canale spinale (puntura lombare). Il campione viene esaminato per le cellule tumorali e quindi per la presenza di metastasi nel midollo spinale.

biopsia

Inoltre, un campione di tessuto del tumore viene solitamente prelevato (biopsia) ed esaminato al microscopio. Questo è necessario per poter progettare in modo ottimale la terapia successiva per il paziente.

  • Immagine 1 di 12

    Cancro: undici racconti infermieristici

    La paura del cancro ispira l'immaginazione e spinge i fiori bizzarri. Il servizio informazioni sul cancro ha messo in dubbio le voci. Dalla verità alle storie delle vecchie mogli: i più grandi miti del cancro nel controllo scientifico.

  • Immagine 2 di 12

    Cancro di deodorante?

    I deodoranti riducono la traspirazione. E questo dovrebbe ridurre l'essudazione degli inquinanti e quindi aumentare il rischio di cancro. Infatti, sono soprattutto i reni, la vescica e l'intestino che trasportano gli inquinanti fuori dal corpo. Il fatto che ingredienti di cosmetici come parabeni o alluminio siano dannosi è quantomeno dubbio. Al momento sembra improbabile.

  • Immagine 3 di 12

    Pillole di vitamine invece di frutta?

    Le pillole vitaminiche proteggono meglio dei frutti? Molte persone sembrano crederci e assumono quotidianamente pillole vitaminiche. Ma gli integratori alimentari non sono espressamente raccomandati per la prevenzione del cancro. Molto più importante è una dieta equilibrata, i miei esperti. In caso di una condizione di carenza comprovata, tuttavia, si dovrebbe fornire un supplemento ragionevole in consultazione con il medico.

  • Immagine 4 di 12

    Verdure malsane?

    C'è un granello di verità in ogni mito. Anche le verdure possono farti star male: anche i pomodori verdi e le patate crude contengono alcaloidi, che sono descritti come leggermente tossici. Pomodori maturi e patate cotte, d'altra parte, sono sani.

  • Immagine 5 di 12

    Cancro al seno attraverso reggiseni stretti?

    Una voce persistente afferma che reggiseni troppo stretti promuovono il cancro al seno. Ma questo appartiene al regno dell'Ammenmärchen. Tettona ma può essere incline al cancro. Studi americani suggeriscono che le donne con coppa C e D sono a più alto rischio di cancro al seno rispetto alle donne con seno più piccolo.

  • Immagine 6 di 12

    Il cancro è contagioso?

    La paura di contrarre una malattia mortale ha molti. Per il cancro, tuttavia, questa preoccupazione è ingiustificata - il cancro stesso non può essere infettato. Tuttavia, i virus svolgono un ruolo nello sviluppo di tumori come la cervice e il cancro allo stomaco.

  • Immagine 7 di 12

    Punizione meritata?

    Era solito predicare che la malattia (specialmente il cancro) era la punizione per i reati morali. Ma questo è solo un mito usato per far rispettare le norme. Tuttavia, il proprio comportamento può effettivamente influenzare il rischio di cancro. Decisivo non è l'atteggiamento morale, ma uno stile di vita sano. Lui può aiutare a ridurre il rischio.

  • Immagine 8 di 12

    Semplicemente affama il cancro?

    Ancora e ancora si sente parlare di diete sul cancro. Puoi morire di fame eliminando lo zucchero e i carboidrati? Questa visione non è esperti. Raccomandano una dieta equilibrata e guadagnano o mantengono il peso normale. Sottopeso, tuttavia, può essere molto pericoloso per i malati di cancro.

  • Immagine 9 di 12

    La colpa è degli ormoni?

    Sì e no. Gli ormoni in realtà influenzano lo sviluppo di alcuni tumori. Tuttavia, l'assunzione artificiale può avere effetti sia protettivi che dannosi. Una prevenzione con estrogeni e progestinici può aumentare il rischio di cancro al seno in piccola parte, ma protegge contro uterina e il cancro ovarico. I dati sulla terapia ormonale sostitutiva per i sintomi della menopausa sono più chiari: è più rischioso.

  • Immagine 10 di 12

    Svegliare i tumori OP?

    Le biopsie e gli interventi chirurgici sono standard nella diagnosi e nel trattamento del cancro. Tuttavia, alcuni pazienti temono che aghi e coltelli destino le cellule tumorali e le rendano aggressive. Altri credono che l'aria che arriva al tumore gli dia l'opportunità di svilupparsi. Al momento non ci sono indicazioni.

  • Immagine 11 di 12

    Pillola miracolosa per il cancro?

    Ancora e ancora, i guaritori auto-proclamati offrono presunte pillole miracolose e cure contro il cancro. Gli unici che ne traggono vantaggio, tuttavia, sono i ciarlatani stessi, nel peggiore dei casi i malati disperati trascurano la terapia medica convenzionale, che potrebbe forse salvarle la vita. Una ricetta segreta contro il cancro non è in vista. Ma ci sono anche metodi di guarigione alternativi che possono supportare la terapia del cancro o mitigare i loro effetti collaterali.

  • Immagine 12 di 12

    Infortuni come causa?

    A volte la connessione sembra chiara: qualche tempo dopo un infortunio, il medico trova un tumore nello stesso sito. In realtà andare ipotesi con cui gli shock, contusioni, percosse, contusioni e altri traumi favoriscono il cancro, per viste obsolete di un paio di secoli fa. L'eccezione: linfedema o cicatrici da ustione possono essere la causa di alcuni tumori. Questo accade molto raramente.

Medulloblastoma: trattamento

A causa della sua malignità, il medulloblastoma richiede un trattamento rapido e intensivo.

Medulloblastoma: chirurgia

Il trattamento di scelta per il medulloblastoma è un intervento chirurgico. I chirurghi cercano di rimuovere il più possibile l'intero tumore. Poiché il medulloblastoma si sviluppa principalmente nelle strutture cerebrali circostanti, questo obiettivo non può quasi mai essere raggiunto. Ecco perché sempre più trattamenti seguono dopo l'intervento chirurgico.

Medulloblastoma: radioterapia e chemioterapia

Se non ci sono lesioni tumorali (metastasi), i bambini vengono irradiati nell'area della testa e del midollo spinale per tre-cinque anni dopo l'intervento chirurgico e quindi trattati con agenti chemioterapici. Questo dovrebbe anche distruggere le singole cellule tumorali nei canali del cervello.

Se il medulloblastoma ha già formato metastasi, sarà sviluppato un piano di trattamento individualizzato e intensificato.

Se possibile, i bambini di età inferiore ai tre-cinque anni non dovrebbero essere irradiati. Riceverai la chemioterapia direttamente dopo l'intervento. Di solito, vengono combinati diversi farmaci che uccidono le cellule tumorali. Esempi sono agenti chemioterapici come vincristina, CCNU e cisplatino.

shunt impiantazione

A volte il medulloblastoma trasferisce i corsi d'acqua del cervello. Se questi non possono essere riaperti da un'operazione, l'acqua cerebrale deve essere derivata artificialmente. Per fare questo, i chirurghi posizionano un piccolo tubo nel liquido cerebrospinale (shunt di liquore). Inoltre, l'acqua del cervello può defluire in un contenitore esterno o nel corpo. Nell'80 percento dei casi, lo shunt del liquore non deve essere lasciato in modo permanente. Non appena l'acqua del cervello si scarica di nuovo da sola, può essere rimossa di nuovo.

Misure di terapia di accompagnamento

Inoltre, i sintomi della pressione intracranica possono essere trattati con il desametasone preparato con cortisone. Principalmente è usato nel periodo di chirurgia e radioterapia.

A seconda dei sintomi, la riabilitazione può essere seguita da un trattamento ospedaliero acuto. La cura psicosociale per i pazienti e le loro famiglie è disponibile anche nella maggior parte degli ospedali.

Leggi di più sulle indagini

  • MRI
  • puntura lombare
  • Esame neurologico
  • perimetria

Esame e trattamento

Per ulteriori informazioni sull'esame e sul trattamento, vedi l'articolo Brain Tumor.

Leggi di più sulle terapie

  • craniotomia

Medulloblastoma: decorso della malattia e prognosi

Il decorso della malattia e la prognosi dipendono da diversi criteri per un medulloblastoma. È favorevole se il tumore può essere rimosso completamente chirurgicamente, non ci sono metastasi e non ci sono cellule tumorali nell'acqua del cervello. Se le singole cellule tumorali rimangono nella testa dopo l'operazione, il tumore può ricrescere (recidiva). Le ricadute di solito si verificano nei primi tre anni, ma in rari casi possono ancora verificarsi dieci anni dopo la terapia di successo. Pertanto, tutti i pazienti devono sottoporsi ad esami di follow-up per molti anni dopo una terapia di successo. Con la terapia intensiva oggi più della metà dei bambini può farlo con uno medulloblastoma essere guarito


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: