Neurite ottica

Neurite ottica visione alterata ed è doloroso. Più sulle cause, il trattamento e la prognosi leggere qui!

Neurite ottica

un neurite ottica (Neurite ottica, neurite ottica) può verificarsi nel contesto di varie malattie. Esso è strettamente associato con la sclerosi multipla. La vista dei pazienti diminuisce significativamente in breve tempo. Con i farmaci, neurite ottica può spesso essere trattata in modo efficace se la terapia viene avviata in tempo. Qui potete leggere tutto quello rilevante per la neurite ottica.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. H46

Dr. med. Mira Seidel

Se si verificano perdita visiva con il colore maculopapulare e dolore movimento dell'occhio, si dovrebbe avere un esame fisico completo da un oculista.

Descrizione del prodotto

neurite ottica

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Neurite ottica Descrizione

In un'infiammazione del nervo ottico (neurite ottica) del nervo ottico è infiammata, che permette di vedere. Lascia la retina (retina) del cosiddetto papilla verso il cervello e conduce lì i segnali causati dalla incidenza della luce sulla retina.

Il nervo ottico può essere infiammato sia nei pressi della papilla e solo successivamente. Se la neurite ottica presso la papilla, è anche chiamato un papillite o atipici neurite ottica. Un tipico neurite ottica è la cosiddetta retrobulbare, in cui il processo infiammatorio è dietro l'occhio.

Ogni anno, circa uno a sei persone da 100.000 a un retrobulbare. La malattia si verifica soprattutto nelle giovani donne tra i 20 ei 40 anni. Solo uno su cinque pazienti è di sesso maschile. La frequenza di tipica neurite ottica aumenta verso i poli dell'equatore. La malattia è strettamente correlata al verificarsi di sclerosi multipla (SM) collegato.

A un papillite in modo atipico neurite ottica, di solito i bambini o gli anziani oltre i 50 anni soffrono. Spesso i pazienti soffrivano subito in precedenza ad un'infezione virale delle vie respiratorie superiori.

neurite ottica: sintomi

La neurite ottica conduce in primo luogo ad una riduzione della visione. Qui, la visione entro poche ore o giorni drasticamente deteriorata. L'acuità visiva diminuisce significativamente, soprattutto nella zona centrale del campo visivo. Il Pateinten relazione che vedono attraverso il vetro smerigliato o come da un velo grigio. Si sentono anche un dolore sordo negli occhi, che è causato principalmente da movimenti oculari.

È un tipico neurite ottica prima, la saturazione del colore può essere compromessa. Ciò vale in particolare per il colore rosso. Inoltre, può verificarsi il cosiddetto fenomeno Uthoff. Ciò significa che i sintomi di aumento neurite ottica in calore. Se i pazienti, ad esempio, fare un bagno caldo, notano un peggioramento della loro visione. Circa il 30 per cento dei pazienti con neurite ottica percepire lampi di luce.

La neurite ottica: Cause e fattori di rischio

Le cause di neurite ottica sono molteplici. Un tipico neurite ottica si verifica soprattutto nella sclerosi multipla. In questa malattia, in cui il sistema immunitario attacca le strutture del corpo mirati (malattia autoimmune), chiamati guaine mieliniche dei nervi vengono attaccati. Essi circondano le terminazioni nervose (assoni) onde permettere una elevata velocità di linea delle informazioni. Se la guaina mielinica danneggiata, colpisce la trasmissione dei segnali nervosi. Altre malattie autoimmuni come la sarcoidosi o lupus eritematoso possono causare neurite ottica.

Le guaine di mielina possono essere attaccati non solo da processi autoimmuni. Infezione da certi patogeni può danneggiare la conduzione nervosa. Così spesso papillite si verifica nei bambini dopo un raffreddore. Ma infezioni che agiscono direttamente sul sistema nervoso, come la malattia di Lyme o la sifilide può causare neurite ottica.

neurite ottica: Test e diagnosi

Per fare diagnosi "neurite ottica", il medico ti ha chiesto inizialmente dettaglio la storia medica (anamnesi). Ti farà le seguenti domande:

  • Quando la vostra visione è peggiorata?
  • movimenti oculari dolore?
  • Sta vedendo da un lato peggiore rispetto agli altri?
  • Avete preso un raffreddore di recente o hai avuto la febbre?
  • Lei soffre di disturbi cardiaci o circolatori?
  • Aveva un membro della famiglia che si dispone già di sintomi simili?
  • È la vostra famiglia un caso di sclerosi multipla conosciuto?
  • Si può sentire vertigini o hai notato di debolezza dei muscoli?
  • Fumi, bere alcolici o prendere farmaci regolarmente?
  • Sono i sintomi di calore più (per esempio, se si prende un bagno)?
  • Sei consapevole dei lampi di luce?

Infiammazione del nervo ottico: determinazione dell'acuità visiva

Il tuo medico quindi esamina i tuoi occhi. Usando una lettera o una targa la tua acutezza visiva è determinata. È ridotto in un'infiammazione del nervo ottico.

Infiammazione del nervo ottico: test della reazione pupillare

Dopo di che, il medico accende alternativamente gli occhi con una piccola lampada e osserva la reazione dei tuoi allievi. Normalmente, entrambi gli alunni si restringono allo stesso modo, indipendentemente dall'occhio che il medico si concentra sul cono di luce. In un retrobulbare ma è spesso un cosiddetto pupillare difetto relativo afferente (RAPD). Ciò significa che il nervo ottico dell'occhio colpito i segnali luminosi ricevuti non come bene passa nel cervello come l'altro nervo ottico. Di conseguenza, le pupille si contraggono meno quando il medico indirizza la luce verso l'occhio malato e più forte quando brilla nell'occhio sano.

Infiammazione del nervo ottico: esame della mobilità oculare

Inoltre, il medico controlla la mobilità dei tuoi occhi. A questo scopo, dovresti dire, ad esempio, seguire il suo dito o una penna esclusivamente con lo sguardo, se i movimenti ti fanno male o vedi immagini doppie.

Infiammazione del nervo ottico: determinazione del campo visivo

Successivamente, il tuo campo visivo è testato. Questa è l'area dell'ambiente che i tuoi occhi possono vedere senza muovere la testa. Il campo visivo può essere approssimativamente controllato con le dita dell'esaminatore. Devi dirlo non appena vedi il dito nel tuo campo visivo.

Con un cosiddetto perimetro, l'esame del campo visivo può essere eseguito con maggiore precisione. Ci sono diversi punti di luce che lampeggia, che dovresti riconoscere nel tuo campo visivo. Nell'infiammazione del nervo ottico, vi è spesso una limitazione del campo visivo nell'area centrale (scotoma centrale).

Infiammazione del nervo ottico: esame del fondo

Successivamente, il medico rispecchierà il fondo (fundoscopia). Per questo si illumina con un oftalmoscopio nei tuoi occhi. Quindi può giudicare la retina. Si presta attenzione, tra gli altri cambiamenti nei vasi sanguigni e il punto in cui il nervo ottico esce l'occhio (disco ottico). Nella neurobiopsia retrobulbare la fundoscopia è solitamente poco appariscente. Solo nel 30 percento dei casi la papilla è cambiata. Nella neurite ottica atipica la papilla è rossa e gonfia.

Infiammazione del nervo ottico: esame della percezione del colore

Inoltre, la tua percezione del colore sarà testata. In un tipico neuritis nervi optici in particolare la saturazione del colore per il rosso è indebolito.

Infiammazione del nervo ottico: test della conduzione del nervo ottico

Utilizzando potenziali evocati visivi (PEV) possono essere controllate la velocità di linea del nervo ottico. Con questo metodo di misurazione, gli elettrodi sono attaccati alla tua testa. Dopo l'irritazione del tuo nervo ottico mostrando immagini, gli elettrodi sono utilizzati per misurare quali segnali e quanto velocemente arrivano attraverso il nervo ottico nel cervello. Nell'infiammazione del nervo ottico, sono spesso cambiati.

Infiammazione del nervo ottico: diagnostica avanzata

Se il medico ha determinato se si tratta di un'infiammazione del nervo ottico tipica o atipica, vengono effettuate ulteriori indagini. Con il loro aiuto si vuole scoprire, quale malattia ha causato l'infiammazione del nervo ottico.

In una tipica neurite dei nervi optici che è apparsa per la prima volta, il paziente sviluppa la sclerosi multipla (SM) in circa il 30% dei casi nei prossimi cinque anni. Per diagnosticarli, viene eseguita una risonanza magnetica (MRI) della testa e della colonna vertebrale. Inoltre, viene eseguita una puntura lombare: un campione di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) viene prelevato dalla colonna lombare ed esaminato per individuare segni di infiammazione che potrebbero essere indicativi della SM.

L'infiammazione atipica del nervo ottico può causare altre malattie. Pertanto, il sangue viene spesso utilizzato per testare vari agenti patogeni o anticorpi.

Infiammazione del nervo ottico: differenziazione contro altre malattie

Il medico deve anche verificare se non ci sono altre condizioni che causano sintomi simili all'infiammazione del nervo ottico. Ciò include, tra le altre cose, il papilledema. Sorge quando aumenta la pressione intracranica. Causa segni simili di malattia, ma di solito non limita la visione nella stessa misura della neurite ottica.

Un avvelenamento con l'alcol, per esempio, può essere come un'infiammazione del nervo ottico. Di solito si verifica sempre su entrambi i lati.

Altre malattie dell'occhio, come la neuropatia ottica ischemica anteriore (AION), che è comune nel diabete mellito, e la neuropatia ottica ereditaria di Leber (LHON) devono essere distinte dall'infiammazione del nervo ottico.

Infiammazione del nervo ottico: trattamento

La terapia dell'infiammazione del nervo ottico dipende dalla causa della malattia.

Se la neurite retrobulbare è presente e un'ulteriore diagnosi può condurre alla sclerosi multipla, vengono utilizzati farmaci che sopprimono il sistema immunitario (immunosoppressori). Questi includono glucocorticoidi (steroidi) come cortisone o metilprednisolone.Sono somministrati in dosi molto elevate per i primi tre-cinque giorni, che vengono poi lentamente ridotti nell'arco di due settimane. Prima di effettuare tale terapia con cortisone ad alte dosi è necessario escludere malattie quali tubercolosi, ulcere gastriche, diabete mellito o ipertensione. Questi possono peggiorare con la terapia con glucocorticoidi. Successivamente, la SM viene trattata con farmaci speciali come l'interferone beta o glatiramer acetato.

Se un'infezione batterica è la causa dell'infiammazione del nervo ottico, si possono usare antibiotici per il trattamento. Ma anche gli steroidi possono essere utili nel trattamento per fermare un'eccessiva risposta immunitaria.

Fondamentalmente, per i pazienti con infiammazione del nervo ottico: protezione e riposo a letto. In questo modo, puoi fare qualcosa tu stesso per ridurre la durata e la gravità della malattia in un'infiammazione del nervo ottico.

Infiammazione del nervo ottico: decorso della malattia e prognosi

Per quanto riguarda il decorso e la prognosi dell'infiammazione del nervo ottico, è necessario distinguere tra neurite retrobulbare e papillite. Fondamentalmente, un controllo settimanale dovrebbe essere eseguito dal medico durante le prime tre settimane. Successivamente, l'intervallo di tempo dei controlli deve essere selezionato individualmente.

Infiammazione del nervo ottico: decorso e prognosi della neurite retrobulbare

La neurite retrobulbare peggiora la visione dei pazienti in poche ore o giorni. Dopo circa una o due settimane, viene raggiunto il punto più basso della malattia. Successivamente, la guarigione è anche possibile spontaneamente senza l'intervento della parte medica. Dopo cinque settimane, tuttavia, non è più prevedibile un miglioramento dell'acuità visiva. Il 70% dei pazienti riacquista la visione completa dopo la prima comparsa della tipica neurite ottica e oltre il 90% di essi raggiunge l'acuità visiva superiore a 0,5, purché sia ​​superiore a 0,5 prima dell'infiammazione. Dopo l'infiammazione del nervo ottico entrambi i nervi ottici possono ammalarsi di nuovo.

Se le mandrie demielinizzanti sono in risonanza magnetica per la prima volta, la probabilità di sviluppare la sclerosi multipla (SM) nei prossimi cinque anni è compresa tra il 35 e il 50 percento.

Infiammazione del nervo ottico: decorso e prognosi della papillite

Una papillite è piuttosto insidiosa. Succede spesso dopo un'infezione del tratto respiratorio superiore. Non migliora da solo entro quattro settimane. Se la terapia non viene avviata nel tempo, il disco ottico potrebbe scomparire nel corso del tempo. Come risultato di neurite ottica allora la visione può essere limitata.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: