Il cancro ovarico

Il cancro ovarico è il nome comune per i cambiamenti maligni nelle ovaie. Maggiori informazioni sui sintomi, la ricerca e il trattamento del cancro ovarico.

Il cancro ovarico

Sinonimi

cancro ovarico

definizione

Il cancro ovarico

Il cancro ovarico è il nome comune per i cambiamenti maligni sulle ovaie, che i medici chiamano cancro ovarico. Poiché questa forma di cancro, come molti altri, causa solo sintomi in fasi molto avanzate, è scoperta tardi. Nel 70% dei pazienti, il tumore ovarico viene diagnosticato solo in uno stadio avanzato. Pertanto, le possibilità di recupero sono corrispondentemente cattive. Cinque anni dopo la diagnosi, solo circa un terzo dei pazienti vive ancora.

frequenza

Ogni anno, circa 9000 donne in Germania sviluppano un cancro ovarico con un'età media di circa 65 anni, ma anche le donne più giovani ne sono affette. Le donne senza figli e ad insorgenza tardiva hanno più del doppio delle probabilità di sviluppare il cancro ovarico rispetto alla popolazione generale.

sintomi

I sintomi del cancro ovarico non si notano da molto tempo e quindi il cancro ovarico di solito cresce inosservato per un lungo periodo di tempo - in una certa misura. Spesso i sintomi del carcinoma ovarico si verificano improvvisamente, per così dire, dalla piena salute in poi. I sintomi tipici, sebbene non specifici, sono:

  • declassamento
  • debolezza generale
  • lieve sensazione di malattia
  • aumentato bisogno di dormire.

Inoltre, l'indigestione, come il mal di stomaco, la flatulenza e lo stomaco gonfio, la diarrea o la stitichezza possono indicare il cancro ovarico. Il segnale di allarme per il cancro ovarico è crampi mestruali e disturbi emorragici. Pertanto, il sanguinamento al di fuori del periodo mestruale mensile e soprattutto il sanguinamento postmenopausale deve essere riferito al ginecologo. Nelle fasi avanzate, il carcinoma ovarico causa pressione o dolore addominale, lombalgia, perdita di peso, disturbi urinari e aumento del volume del liquido addominale (ascite).

Sfortunatamente, non esiste un metodo di rilevamento precoce riconosciuto ed efficace. Pertanto, consultare immediatamente il ginecologo se si ha un sanguinamento al di fuori del periodo mestruale e sanguinamento dopo la menopausa. Ad esempio, se si manifesta una palese mancanza di aumento di peso o si sente male per nessuna causa apparente, è meglio che tu vada dal medico. Inoltre, farebbe bene a eseguire regolarmente il non molto popolare con molte visite di routine alle donne dal ginecologo. In pratica, sarai anche informato sul trattamento del cancro ovarico in caso di necessità.

cause

I fattori genetici sembrano avere un ruolo nelle cause del cancro ovarico. Inoltre, alcuni fattori di rischio aumentano la probabilità di sviluppare un tumore ovarico.

Cancro ovarico geneticamente determinato

Circa il 5% di tutti i tumori ovarici sono geneticamente determinati. Le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2, che svolgono anche un ruolo nello sviluppo del cancro al seno, sono decisive.

Fattori di rischio di cancro ovarico

Alcuni fattori aumentano il rischio di sviluppare il cancro ovarico.

Il cancro ovarico spesso invecchia

Con l'età, il rischio di sviluppare il cancro ovarico aumenta in modo significativo. In media, le donne all'età di 69 anni contraggono il carcinoma ovarico. Le donne prima dei 50 anni sono raramente colpite.

Differenze tra paesi nel cancro ovarico

Le donne con la pelle bianca e le donne dei paesi altamente sviluppati dell'Europa occidentale e del Nord America soffrono di cancro ovarico. Molti esperti danno la colpa a quest'ultimo per la dieta molto ricca di grassi che è diffusa in questi paesi.

Il cancro ovarico dipende dal numero di ovulazioni

I fattori ormonali sembrano avere un ruolo nello sviluppo del cancro ovarico. Decisivo qui è il numero di ovulazioni che una donna ha avuto durante la sua vita. Ad esempio, le donne con molte ovulazioni hanno più del doppio del rischio di sviluppare il cancro ovarico rispetto alle donne con meno ovulazione. Le donne che hanno avuto il loro primo dominio molto presto e / o sono in ritardo nella menopausa hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro ovarico. Le donne che ricevono la terapia ormonale sostitutiva (HET) prima, durante o dopo la menopausa hanno anche maggiori probabilità di essere affette da cancro ovarico rispetto alle donne senza HET.

Protezione condizionale tramite pillola e gravidanze

Contraccettivi orali (pillola anticoncezionale) e frequenti gravidanze, d'altra parte, sembrano essere fattori protettivi (protettivi) in quanto "immobilizzano" le ovaie. Tuttavia, la "pillola" non può essere raccomandata come protezione contro il cancro ovarico, in particolare non per il fumo, le donne sovrappeso e diabetiche e per le donne con malattie epatiche o con alterazioni vascolari. In tutte queste donne, il rischio aumenta tremendamente - a volte gravi - gli effetti collaterali, come il rischio di trombosi o di occlusione vascolare.

Il cancro al seno aumenta il rischio di cancro ovarico

Se la donna sta già soffrendo di cancro al seno o se ci sono membri della famiglia con cancro al seno, aumenta il rischio di sviluppare un cancro ovarico. Il rischio di carcinoma ovarico aumenta anche se un altro membro della famiglia ha già avuto un tumore al colon o un tumore ovarico.

Sovrappeso come pericolo nel cancro ovarico

L'obesità o l'obesità (obesità) sembra aumentare il rischio di sviluppare il cancro ovarico.

indagine

Per la diagnosi del carcinoma ovarico, l'esame ecografico vaginale viene inizialmente utilizzato con un corrispondente sospetto. Ciò consente alla vagina di rilevare e misurare anche un ovaio ingrossato. Nell'analisi del sangue, in particolare l'altezza dei marcatori tumorali (proteine, che sono tipicamente elevati in questo tumore) è determinata. Per il carcinoma ovarico, questi sono principalmente i marcatori tumorali CA-125 e CA19-9. Se questi livelli ematici superano un certo limite, sono probabili cambiamenti delle cellule maligne nell'ovaio. metodi di imaging come la tomografia computerizzata (CT) o risonanza magnetica (MRI, funziona senza raggi X) possono aderire.

trattamento

Il trattamento medico del cancro ovarico dipende da quanto avanzato è il tumore. In particolare, vengono utilizzate due classificazioni, vale a dire:

  • Classificazione TNM (T sta per l'estensione del tumore, N per il coinvolgimento linfonodale e M per le metastasi).
  • FIGO (Fédération Internationale de Gynécologie et d'Obstétrique) -Classificazione.

Nel carcinoma ovarico la classificazione FIGO è comune:

  • Stadio I: il tumore ha attaccato una o entrambe le ovaie.
  • Stadio II: il cancro si è diffuso nel bacino.
  • Stadio III: le ulcere della figlia si trovano al di fuori della pelvi, nella cavità addominale o nei linfonodi
  • Stadio IV: Le cellule tumorali hanno altre parti del corpo di fuori della cavità addominale allagato (cosiddetto metastasi a distanza).

Chirurgia del cancro ovarico

La principale strategia di trattamento del cancro ovarico è la chirurgia. Di regola, l'utero con le sue cinghie, una parte del peritoneo e soprattutto entrambe le ovaie vengono rimossi. Di cruciale importanza è la rimozione di tutto il tessuto tumorale visibile durante l'intervento chirurgico.

Chemioterapia dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'operazione, la chemioterapia segue quasi sempre. Lo scopo della chemioterapia è quello di distruggere qualsiasi tumore residuo che possa ancora essere presente nel corpo dal tumore ovarico stesso o da tumori secondari. Combinazioni di agenti citotossici cisplatino e paclitaxel o carboplatino e ciclofosfamide sono utilizzati principalmente. Queste sostanze moderne possono anche essere utilizzate a livello ambulatoriale in modo che i pazienti non debbano andare in clinica per settimane.

Aftercare per il cancro ovarico

Il follow-up dopo il carcinoma ovarico viene eseguito ogni 3 mesi nel primo e nel secondo anno. Dopo il terzo anno, gli intervalli possono essere estesi a 6 mesi.

Menopausa precoce

Dal momento che le ovaie vengono rimossi durante l'intervento chirurgico, si tratta nelle donne più giovani (che non sono ancora in menopausa) per i sintomi della menopausa, come vampate di calore e come l'insonnia. ma poiché cancro ovarico è un tumore ormono-dipendente - cioè, cresce migliorato quando gli estrogeni sono presenti - non è una terapia ormonale sostitutiva opzione, in quanto può essere utilizzato per i sintomi della menopausa altrimenti. Il rilievo può fornire alternative naturopatiche come il cohosh nero e gli estratti di salvia qui. Aftercare include anche un trattamento di follow-up, di solito chiamato riabilitazione. Tra le altre cose, questo include supporto psicologico, misure fisioterapeutiche generali, consulenza per la medicina del sesso e molto altro. Tutti i contenuti di questa terapia di connessione hanno l'obiettivo di migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Tasso di recidiva e prospettive di cura

Nonostante un attento intervento chirurgico, il tumore ovarico può ripresentarsi se non tutto il tessuto tumorale potrebbe essere rimosso e anche la prima chemioterapia non ha distrutto tutte le cellule tumorali. Se questo è il caso, viene prescritta una seconda chemioterapia.

malattia

L'alto rischio di recidiva e diagnosi tardiva sono le ragioni della cattiva prognosi nel carcinoma ovarico. Il tasso di sopravvivenza a 5 anni è solo del 30-40%. Tuttavia, prima viene rilevato il cancro ovarico, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza. Se il tumore viene scoperto in una fase molto precoce, i quattro quinti dei pazienti vivono ancora dopo cinque anni.

prevenzione

La prevenzione affidabile del cancro ovarico non è possibile.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: