Cancro alle ovaie: la prevenzione è l'unica protezione

Monaco di Baviera (The-Health-Site.com) - Circa 7.500 donne in Germania soffrono di cancro alle ovaie ogni anno. Per la maggior parte, il cancro dell'ovaio viene rilevato in ritardo. "Non ci sono controlli medici efficaci per rilevare il cancro ovarico in una fase precoce", afferma il Prof. David Fishman del New York Hospital, USA.

Cancro alle ovaie: la prevenzione è l'unica protezione

Monaco di Baviera (The-Health-Site.com) - Circa 7.500 donne in Germania soffrono di cancro alle ovaie ogni anno. Per la maggior parte, il cancro dell'ovaio viene rilevato in ritardo. "Non ci sono controlli medici efficaci per rilevare il cancro ovarico in una fase precoce", afferma il Prof. David Fishman del New York Hospital, USA. Questo rende ancora più importante per le donne con un rischio maggiore di ridurre specificamente questo rischio.

Conoscere il rischio

"L'unico modo per salvare vite umane è identificare le donne ad alto rischio", ha affermato Fishman. Egli consiglia a tutte le donne di esaminare la loro storia familiare, perché almeno il dieci percento del cancro ovarico è ereditario.

Se un membro della famiglia soffre di ovaio, scoppio, colon, cervice, tiroide o cancro della pelle, si dovrebbe fare un test per i geni di rischio per il cancro. Due di questi sono i geni BRCA: secondo la German Cancer Society, le donne con un gene BRCA-1 hanno il 39% di rischio di sviluppare il cancro ovarico fino all'età di 69 anni. Delle donne con un gene BRCA-2, dall'11 al 22 percento soffrono di cancro ovarico.

Le donne con tali mutazioni dovrebbero pensare a un intervento preventivo. Quando vengono rimosse le ovaie e le tube di Falloppio, in questi organi non si può verificare alcun cancro. Inoltre, la probabilità che il peritoneo venga attaccato dal cancro, scende a solo un percento, perché di solito forma metastasi lì, ma senza tumori primari.

La pillola aiuta

Oltre ai geni, il ciclo femminile e il rilascio dell'ormone influenzano anche la probabilità di ammalarsi. Le donne con un primo periodo mestruale e un inizio precoce della menopausa hanno meno probabilità di sviluppare il cancro ovarico. Questo vale anche per le donne che sono state incinte una o più volte o che hanno usato contraccettivi ormonali per un periodo di tempo più lungo.

La contraccezione ormonale viene spesso criticata: i suoi effetti collaterali a lungo termine non sono ben noti e si sospetta che la pillola promuova il cancro al seno. Ma ha un vantaggio in termini di cancro ovarico: l'uso regolare per diversi anni riduce il rischio di sviluppare il cancro ovarico di circa il 50 per cento. I benefici e i rischi dei vari metodi di contraccezione devono essere valutati insieme al medico da donne con un alto rischio di cancro ovarico.

Oltre agli ormoni femminili, le influenze ambientali e la nutrizione possono anche influenzare la crescita del tumore. Ad esempio, ci sono indicazioni che il sovrappeso aumenta il rischio di sviluppare un tumore ovarico.

Guarda il corpo

Un corpo gonfio, la pressione e il dolore nell'addome, nel bacino, nella schiena o nelle gambe possono essere segni di cancro. Perdita di appetito, sazietà veloce, nausea, problemi digestivi, flatulenza, stanchezza e sanguinamento vaginale sono indicazioni che qualcosa potrebbe essere sbagliato. Gli esperti consigliano a tutti di guardare bene il proprio corpo e consultare il medico se i sintomi persistono.

È ancora in discussione se esami ginecologici regolari, ecografie vaginali e analisi del sangue possano aiutare a rilevare precocemente un tumore.

Cancro più tardi conosciuto

Le ovaie si trovano a sinistra ea destra dell'utero e hanno una quantità relativamente grande di spazio. Pertanto, i malati si sentono spesso lamentele fisiche tardive e vanno dal medico.

Carcinomi ovarici maligni anche rapidamente formano ulcere secondarie, chiamate metastasi. Questi si sono diffusi principalmente all'interno della cavità addominale e del peritoneo. Ma possono anche influenzare il fegato, i polmoni, la pleura oi linfonodi attraverso i canali sanguigni e linfatici.

In circa la metà di quelli colpiti, il cancro si verifica in entrambe le ovaie. Il rischio aumenta con l'età - le donne sono solitamente colpite dopo la menopausa. (VV)

fonti:

Ospedale del Monte Sinai. mountsinai.org, chiamare il 27.08.2014

German Cancer Society. , chiamare il 27.08.2014


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: