Pacemaker

Leggi per chi è necessaria un'operazione con il pacemaker e cosa devi seguire nella connessione.

Pacemaker

un pacemaker è un orologio elettrico per trattare un battito cardiaco lento o irregolare. Viene usato quando i donatori del ritmo naturale del cuore non funzionano più correttamente. Leggi tutto sul funzionamento del pacemaker e sulla vita con un pacemaker.

Descrizione del prodotto

pacemaker

  • Cos'è un pacemaker?

  • Quando hai bisogno di un pacemaker?

  • Cosa fai con la chirurgia del pacemaker?

  • Quali sono i rischi del pacemaker?

  • Cosa deve essere considerato dopo l'impianto di pacemaker?

Cos'è un pacemaker?

Il pacemaker è un piccolo dispositivo, con l'aiuto di cui un cuore malato batte indietro nel tempo. È inserito sotto la clavicola destra direttamente sotto la pelle o il muscolo del torace. I pacemaker sono dotati di due elettrodi lunghi che raggiungono una grande vena al cuore. Lì misurano l'attività del muscolo cardiaco. Se il battito cardiaco diventa irregolare, o esso stesso fornisce un impulso elettrico che normalizza il ritmo cardiaco.

A differenza di riconoscere i modelli più vecchi pacemaker moderno, le fasi in cui il cuore sta funzionando normalmente, e poi prendere un solo quando colpisce irregolare. Utilizzando una potente batteria del pacemaker, che di solito consistono di litio, a mantenere i dispositivi a seconda dell'attività tra i cinque ei 15 anni prima di avere a sostituirli.

Quando hai bisogno di un pacemaker?

Secondo il Registro tedesco dei pacemaker, i medici in Germania hanno impiantato circa 70.000 nuovi pacemaker nel 2012. La ragione di questo era di solito aritmie cardiache in cui il cuore batte troppo lentamente. Questi includono in particolare il cosiddetto blocco AV, che si verifica spesso in combinazione con fibrillazione atriale, sindrome del seno malato e un blocco ramo. In queste malattie, la formazione o la conduzione degli impulsi elettrici nel muscolo cardiaco è rallentato o addirittura cadere completamente il motivo per cui i contratti muscolo cardiaco troppo raramente o per niente lavoro (arresto cardiaco).

Gli impulsi del pacemaker ripristinano una normale funzione cardiaca per fornire all'organismo sangue sufficiente.

Un'indicazione più pacemaker è un attacco cardiaco in cui le cellule di conduzione cardiaca sono state danneggiate. Anche dopo un'operazione di bypass, a volte è necessario un pacemaker.

Sintomi importanti

  • palpitazioni
  • edema
  • vertigini
  • iperventilazione
  • aumento di peso
  • nicturia
  • tosse
  • sincope
  • dispnea
  • ascite

Come eseguire un intervento di pacemaker?

Il cosiddetto impianto di pacemaker non è in genere in anestesia generale. Il paziente è quindi sveglio durante l'operazione. Prima che i chirurghi utilizzino il pacemaker, la pelle e il tessuto sottostante sono intorpiditi. Di conseguenza, il paziente non avverte dolore durante l'operazione.

Successivamente, il chirurgo imposta un'incisione cutanea di solito sotto la clavicola destra. Qui corre un grande vaso sanguigno che porta direttamente al cuore. Il dottore lo apre e spinge le sonde lunghe e flessibili attraverso la vena fino al cuore. Per garantire la corretta posizione, il torace viene ripetutamente illuminato da una macchina a raggi X durante la chirurgia del pacemaker. Ciò consente di verificare e correggere la posizione delle sonde, se necessario. Quindi il pacemaker è collegato...

Ora, il medico controlla se gli elettrodi misurano l'attività elettrica del cuore di auto-corretto e che arrivano emessi dagli impulsi pacemaker correttamente. Se tutto funziona correttamente, sutura la pelle sopra il pacemaker.

Indagini importanti

  • ECG
  • Esame elettrofisiologico
  • Misurare la frequenza cardiaca

Quali sono i rischi del pacemaker?

Sebbene la chirurgia del pacemaker sia una procedura relativamente sicura, le complicazioni non possono sempre essere evitate. Quasi ogni 30° impianto di pacemaker porta a un errato posizionamento delle sonde. Le conseguenze possono essere limitazioni funzionali del dispositivo, lesioni vascolari o aritmia cardiaca. Questi ultimi sono generalmente riconosciuti e trattati in ospedale.

Se il paziente dopo un OP pacemaker cardiaco singhiozzo improvvisamente, questo indica un'eccitazione elettrica indesiderata del diaframma. Normalmente, è necessario eseguire nuovamente un'operazione di pacemaker, in cui i fili vengono riposizionati in modo diverso.

Spesso un livido (ematoma) si forma nell'area della ferita sotto la clavicola. Di norma, non ha bisogno di essere trattato man mano che si degrada gradualmente. Tuttavia, il medico dovrebbe escludere sanguinamento maggiore.

Se, dopo un'operazione di pacemaker, la ferita si gonfia e si arrossa, potrebbe esserci un'infezione batterica.In tal caso, è importante avere un controllo regolare della ferita e un trattamento medico, soprattutto se il paziente manifesta febbre o si sente debole e picchiato. A volte gli antibiotici sono necessari per il trattamento o la ferita deve essere riaperta.

La terapia aiuta con queste malattie

  • insufficienza cardiaca
  • aritmia

Cosa deve essere considerato dopo l'impianto di un pacemaker?

Di norma, i pazienti sperimentano la vita con un pacemaker come al solito. Per lo più sono molto più potenti e resistenti di prima, perché il loro cuore ora è molto meglio. Tuttavia, devono prestare attenzione ad alcune cose nella vita di tutti i giorni:

Dopo l'intervento del pacemaker, si dovrebbe conservare la ferita per alcuni giorni nella cura del corpo e assicurarsi che la pelle non sia tesa, ad esempio con il sollevamento troppo forte del braccio.

Immediatamente dopo l'operazione, il medico ti consegnerà una pacemaker che dovrai portare sempre con te. La frequenza con cui è necessario il controllo del pacemaker dipende dalle condizioni di base e dal dispositivo in uso, motivo per cui gli appuntamenti vengono effettuati individualmente con un cardiologo.

Vivere con il pacemaker

Poco dopo l'operazione di pacemaker, si dovrebbe prima trattenersi con attività fisiche faticose. Da un lato, il corpo deve ancora recuperare dopo la procedura, d'altra parte ci vogliono alcune settimane prima che il dispositivo e i fili siano veramente solidi. In linea di principio, tuttavia, puoi fare tutto ciò che ti fa bene.

Come portatore di pacemaker, è necessario prestare attenzione quando si maneggiano apparecchiature elettriche. I campi elettromagnetici che emanano da essi possono interferire con il lavoro del pacemaker. Soprattutto i dispositivi che contengono magneti potenti possono causare problemi. Ad esempio, le persone con pacemaker cardiaci anziani potrebbero non avere un esame di risonanza magnetica eseguito perché il forte magnete può disturbare il dispositivo e il metallo nel pacemaker si surriscalda. Ma ora ci sono pacemaker cardiaci per i quali tale indagine non è problematica. I problemi possono anche causare fornelli a induzione in cucina che funzionano con i magneti. Si prega di leggere le istruzioni corrispondenti nelle istruzioni per l'uso.

Punte, avvitatori a batteria, tostapane, asciugacapelli e altre apparecchiature elettriche possono causare interferenze. Esprimi, per esempio, vertigini o frequenza cardiaca irregolare notevole. Questi scompariranno non appena spegnerai il dispositivo. Di regola, tuttavia, è sufficiente una distanza di sicurezza tra 15 e 30 centimetri tra il pacemaker e il dispositivo da utilizzare. Se non sei sicuro di quali dispositivi sei pacemaker dovresti chiedere al tuo specialista del cuore.

Le persone con insufficienza cardiaca di solito hanno bisogno di assumere farmaci per tutta la vita. Quali sono e come funzionano.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: