Incidente aereo in francia "è fondamentale che si abbia la certezza"

Che si tratti di un incidente aereo o di un attacco di cuore - una persona viene improvvisamente tolta dalla vita, è traumatica per i parenti. Peter Zehentner *, responsabile del KIT di intervento per le crisi a Monaco, spiega come aiutare. Nessuno può più aiutare, signor Zehentner, le vittime del disastro aereo in Francia.

Incidente aereo in francia

Che si tratti di un incidente aereo o di un attacco di cuore - una persona viene improvvisamente tolta dalla vita, è traumatica per i parenti. Peter Zehentner *, responsabile del KIT di intervento per le crisi a Monaco, spiega come aiutare.

Nessuno può più aiutare, signor Zehentner, le vittime del disastro aereo in Francia. Ma puoi sostenere i parenti. Anche dal tuo team sono già aiutanti sul posto. Come reagiscono le persone a un messaggio di morte così improvviso come lo schianto dell'Airbus?

Dopo una tale disgrazia, tutto è diverso da un minuto all'altro. Le reazioni sono molto diverse. Alcuni si bloccano, altri crollano. Ma molto rapidamente, sorgono domande per tutti i parenti: cosa è successo esattamente? Mia figlia, mio ​​marito, era effettivamente a bordo? Le vittime hanno sofferto? Non ci possono essere sopravvissuti?

Si tratta di essere il più aperto e onesto possibile. E se non conosci esattamente i fatti, come hanno fatto finora, allora dobbiamo passare a quello.

Molti dei morti saranno in uno stato in cui non sono più riconoscibili ai loro parenti. Ciò dovrebbe complicare ancora di più l'addio già difficile.

È giusto È ancora più difficile capire cosa è successo e completarlo. Qualcosa che non è completato, ma che ti guida. Cerchiamo di rendere possibile dire addio anche in casi come questo. All'inizio potrebbe sembrare orribile, ma si può, ben preparati, dire addio alle singole parti del corpo o persino agli oggetti personali del defunto in una cornice dignitosa. È fondamentale che si abbia la certezza.

In che modo specialisti qualificati come il tuo personale KIT Munich ti aiutano a terra?

Oltre all'importante compito di soddisfare l'urgente necessità di informazioni, è fondamentale che ci sia qualcuno. Qualcuno che è ben informato, che ha orientamento, che si prende cura dei parenti. È in grado di sopportare il dolore che lo colpisce. Questo può anche significare che stai semplicemente zitto con una persona amata e scioccata.

Alcune persone non riescono a far fronte a una perdita traumatica da sola. Quando è il momento di cercare aiuto?

Se, dopo 4-6 settimane, non riesci ancora a far fronte alla tua routine quotidiana, quando sei ancora completamente intrappolato, ad esempio a causa delle cattive immagini nella tua testa, è importante cercare un supporto professionale. I parenti possono anche sviluppare una malattia mentale, come il disturbo da stress post-traumatico, che è estremamente stressante. Chiunque cerca aiuto, mostra forza, non debolezza! Sfortunatamente, alcuni esitano troppo a lungo - a volte persino anni.

Anche se non si tratta di un incidente aereo, ognuno di noi incontrerà qualcuno che ha subito una perdita traumatica. Molti sono sopraffatti da una tale situazione, non sono sicuri. Come si dovrebbe comportarsi?

È importante avvicinarsi ai dolenti. Puoi anche dare spazio alla tua insicurezza. Dì solo: "Non ho idea di come, ma mi piacerebbe aiutare". Spesso, è molto concreto, le cose quotidiane che contano di più. Vai a fare shopping. Cooking. Prendi i bambini da scuola. C'è sempre qualcosa che puoi fare.

* Peter Zehentner è paramedico, assistente sociale laureato e supervisore. Dal 1999 è a capo del team KIT di intervento per la crisi a Monaco, a tempo pieno, composto oggi da oltre 40 volontari appositamente formati e tre impiegati part-time a tempo pieno.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: