Fascite plantare

Fascite plantare è un'infiammazione della fascia del piede. Leggi qui ora tutte le cose importanti sulle cause, il trattamento e altro!

Fascite plantare

il fascite plantare (Anche: fascite plantare) è un'infiammazione della piastra tendine della pianta del piede ed è in genere causata da un uso eccessivo. Interessata è di solito l'approccio della fascia sul calcagno. La fascite plantare si manifesta con dolore al tallone, che si verificano soprattutto in stress e tensione. Leggi tutto su cause e trattamenti di fascite plantare.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. M72

Descrizione del prodotto

fascite plantare

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Fascite plantare: Descrizione

La fascite plantare è la causa più comune di dolore cronico tallone (Calcaneodynie). Si può significativamente onere del paziente. La fascia plantare, in modo che i tendini piastra sotto il piede, che viene acceso alla fascite plantare, deriva dal bordo inferiore e anteriore del calcagno, chiamata la gobba calcagno (tuberosità del calcagno). Si collega tarso con metatarsi e articolazioni metatarso-falangea. Tutti insieme forme del Fußlängsgewölbe...

Durante il rotolamento del piede, la fascia plantare è il cosiddetto meccanismo ad argano (effetto verricello), che assicura la trasmissione di potenza dalla punta al rearfoot, posto sotto tensione. La fascia ha il compito di tensione dell'arco longitudinale, allineare il posteriore e anteriore assorbe gli urti e passivamente per sollevare l'arco.

La fascite plantare termine si ispira il termine "fascite plantare" anglo-americana. Patologicamente, tuttavia, il quadro clinico corrisponde alla "sindrome dolore al tallone", mentre il "fascite plantare" indica una malattia, cosa succede al secondo osso cuneiforme e del metatarso.

La maggior parte il termine è usato in modo non corretto, "sperone calcaneare". Uno sperone tallone è uno sperone osseo sull'osso del tallone (calcagno) per l'inserimento di piastra tendine della pianta del piede (fascia plantare). Spesso si tratta di un reperto occasionale ad una radiografia laterale del piede. Anche se è associato con fascite plantare, ma non le lamentele undmeist causa. Lo sperone tallone non risolve il dolore al tallone da fascite plantare, ma.

Fascite plantare: Sintomi

L'inizio di fascite plantare è insidioso. Nel corso del tempo, i sintomi peggiorano gradualmente, di solito nel corso di settimane o mesi. I sintomi si verificano in un primo momento solo durante l'esercizio fisico, e più tardi la mattina quando ti alzi e in riposo. Essi possono comportare l'impossibilità di camminare. Un segno di fascite plantare è dolore al tallone subito dopo essersi alzati, ma che scompare dopo un breve periodo di tempo a piedi. Anche nello sport le persone colpite inizialmente sentire agli inizi degli episodi dolorosi di carico che diminuiscono con l'aumentare il riscaldamento. Verso la fine della formazione, i sintomi di ritorno di nuovo. In particolare, sprint e saltare intensificano il dolore.

Fascite plantare: Cause e fattori di rischio

La fascite plantare deriva essenzialmente a causa del sovraccarico della fascia plantare. Ciò può nello sport, in particolare durante l'esecuzione o saltare, si pone. La fascite plantare si verifica nella quarta e la quinta decade di vita particolarmente comune, che probabilmente è legato alla usura legata all'età. Circa il dieci per cento di tutti gli atleti in eventi di corsa sono affetti da fascite plantare. Altri sport di rischio sono il basket, tennis, calcio e balli. Tuttavia, non è alcuna relazione tra durata dell'esercizio e la frequenza dei reclami.

la fascia si infiamma alla base (Insertionstendinopathie) da stress eccessivo, può verificarsi disagio. stress eccessivo può essere causato ad esempio da un tendine di Achille accorciato. Borsite (borsite) nella zona di Plantarfaszienansatzes può anche causare dolore in questo settore.

Inoltre, le sue ferite causa della fascite plantare. Anche i più piccoli cambiamenti possono causare lesioni alle fibre di collagene e quindi portare a infiammazione cronica. Pazienti indicano, ad esempio, da incollare con il tallone attraversare la strada al bordo della strada.

Fascite plantare: Test e diagnosi

Il sospetto di fascite plantare, si può vedere un medico di famiglia o un medico specializzato in ortopedia. La fascite plantare ha una storia medica caratteristica (anamnesi), rendendo la diagnosi deve essere fatta in fretta. Domande tipiche del medico nella storia della medicina potrebbero essere:

  • Hai acutamente feriti piede?
  • Fa male quando vengono caricati sotto il tallone?
  • Quando avverrà il dolore? Quali movimenti?
  • Quando ha fatto il dolore più? Quando se ne vanno dopo?
  • Dove irradiare il dolore?

Durante l'esame, il paziente di solito indica un dolore localizzato sotto il tallone alla base della fascia. Una rottura mostrerebbe lividi sulla pianta del piede con dolore da pressione.

Se i sintomi sono acuti, è probabile che si tratti di una distorsione o, raramente, di una rottura del tendine plantare. La persona interessata afferma che deve interrompere immediatamente l'esercizio e che la corsa non è più possibile a causa del dolore o che i sintomi peggiorano. A volte un gonfiore o un ematoma può anche dare un'indicazione di altre lesioni come fratture, lesioni muscolari o una lacrima.

Fascite plantare: diagnostica per immagini

Per la diagnosi di imaging di fascite plantare, oltre ai raggi X vengono utilizzati anche la tomografia a ultrasuoni e a risonanza magnetica.

Diagnosi di fascite plantare: raggi X.

Nelle radiografie laterali, circa il 50% dei pazienti con fascite plantare mostra speroni al tallone. Tuttavia, questo non è un criterio diagnostico ed è visto in circa il 25 percento della popolazione sulla radiografia. Per escludere una deformità del retropiede, i raggi X del piede sono fatti su tre piani.

Diagnosi della fascite plantare: ecografia

Negli ultrasuoni, una fascia plantare ispessita può essere vista in una sezione longitudinale di fascite plantare. La fascia plantare ha uno spessore di tre o quattro millimetri in un sano, mentre in una fascite plantare, gli strati della fascia sono spesso ispessiti da sette a dieci millimetri.

Diagnosi della fascite plantare: risonanza magnetica

La risonanza magnetica (MRI) può essere utilizzata per realizzare immagini di sezione accurate del piede. Affinché il medico sia in grado di giudicare meglio, viene solitamente usato un mezzo di contrasto, che viene iniettato attraverso la vena. Con la risonanza magnetica, è possibile identificare la posizione esatta e l'estensione dell'infiammazione. Soprattutto prima dell'intervento chirurgico, l'uso della risonanza magnetica ha senso, anche per evitare possibili fratture, fratture parziali, anomalie dei tendini e contusioni ossee.

Fascite plantare: trattamento

La fascite plantare è una delle lesioni sportive più persistenti e frustranti. Sebbene ci siano molte opzioni di trattamento conservativo e chirurgico, la fascite plantare può facilmente diventare cronica.

Trattamento di fascite plantare - conservativo

Al fine di ridurre l'infiammazione e il dolore di una fascite plantare, il trattamento consiste inizialmente nel rilievo o nella regolazione delle sequenze di movimento atletico. I metodi e le circostanze dell'allenamento, come la corsa in montagna, le superfici in esecuzione di sabbia o massi, l'aumento improvviso dell'allenamento, devono essere analizzati e modificati se necessario.

esercizi di stretching: Gli esercizi di stretching sono una parte essenziale del trattamento conservativo della fascite plantare nei muscoli del polpaccio e plantari. In uno studio, il 72 percento dei pazienti aveva alleviato i sintomi con lo stretching da solo. Ad esempio, un esercizio di stretching comporta il rotolamento del piede su una bottiglia piena di ghiaccio. La flessione passiva del piede con un asciugamano, che è avvolto attorno all'avampiede e tirato verso la testa, è anche un buon esercizio di stretching. È meglio ripetere gli esercizi di stretching circa tre volte al giorno per almeno dieci minuti.

plantari: I cuscinetti delle scarpe che sostengono e sollevano l'arco longitudinale della metà del corpo e alleviano la fascia hanno un effetto positivo. Le guide di supporto notturne nella posizione estesa della caviglia superiore aiutano in particolare in caso di forti dolori al mattino.

fisioterapia: Massaggi speciali come i massaggi ad attrito trasversale sul tendine sono inizialmente scomodi, ma aiutano con sollievo dal dolore.

farmaci: Possono essere usati farmaci antinfiammatori non steroidei medicinali. La terapia con iniezione di cortisone è un'altra opzione, con fino al 70% del dolore scomparendo. Tuttavia, iniezioni ripetute possono ridurre il metabolismo del tessuto tendineo così tanto che il rischio di una lacrima aumenta bruscamente.

Terapia extracorporea ad onde d'urto (ESWT)Nella terapia extracorporea ad onde d'urto, le onde d'urto ad ultrasuoni vengono introdotte nella regione lesa attraverso la pelle. Il metodo è diventato sempre più importante a causa del suo buon successo in terapia fisica per migliorare il movimento e ridurre il dolore. Tuttavia, poiché i costi di trattamento sono molto alti, vengono trattati solo casi cronici e non conservativi.

X-ray irradiazione infiammazione: La cosiddetta radiazione a raggi X viene anche utilizzata in fascite plantare conservativamente trattata e causa dolore in circa i due terzi dei pazienti trattati con esso. Lo svantaggio, tuttavia, è l'esposizione alle radiazioni.

Trattamento di fascite plantare operatoria

In rari casi, dopo sei mesi, se nessuna delle misure conservative aiuta e i sintomi rimangono invariati, la chirurgia può essere presa in considerazione. Tuttavia, questo dovrebbe essere riservato ai casi che non rispondono ai tentativi di trattamento conservativo: circa il 5% di tutti i pazienti con fascite plantare deve essere operato.

Aprire la tacca

La dentatura aperta è la procedura standard per il trattamento chirurgico della fascite plantare.La fascia plantare è segnata all'origine su una incisione cutanea corta e obliqua sopra il punto di massima pressione dolorosa sulla pianta del piede. Pertanto, è possibile evitare cicatrici dolorose. Se è presente uno sperone calcareo, può essere rimosso alla sua base. È anche possibile il trattamento endoscopico. Il periodo di guarigione è quindi generalmente più breve.

Dopo l'intervento, una stecca per il piede di vitello dovrebbe essere indossata per circa due giorni. Successivamente, è importante utilizzare un carico parziale cauto nei primi giorni, utilizzando solette speciali. È inoltre richiesta la fisioterapia con un programma mirato di rafforzamento e allungamento del muscolo del piede.

Dopo la sesta settimana postoperatoria, il carico di lavoro può essere lentamente aumentato, per cui inizialmente si raccomanda solo un allenamento di resistenza lieve. I carichi di lancio dovrebbero essere rigorosamente evitati prima della decima-dodicesima settimana postoperatoria. La guarigione totale dura almeno dodici settimane dopo l'intervento, in alcuni casi anche fino a un anno.

Complicazioni dell'operazione

Come complicazione, il dolore può persistere dopo l'intervento chirurgico o sulla zona mediale. Ciò accade quando la fascia plantare completa è stata recisa, poiché la tensione dell'arco longitudinale è cambiata. Come per qualsiasi intervento chirurgico, non si possono escludere rischi chirurgici generali come infezioni superficiali o profonde, cicatrici dolorose o trombosi venosa profonda.

Fascite plantare: decorso della malattia e prognosi

La maggior parte dei pazienti con fascite plantare è curata con successo con trattamenti conservativi. Il corso della malattia fascite plantare ma può essere noioso e prendere uno o due anni. Un atleta deve ridurre drasticamente il suo carico durante questo periodo. Dopo il trattamento chirurgico, circa nove pazienti su dieci, compresi gli atleti, riportano un miglioramento dei loro sintomi dell'80%.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: