Plastica: anche i nuovi plastificanti ti fanno star male

Monaco di baviera (The-Health-Site.com) - gli addolcitori di plastica nocivi sono stati vietati anni fa e sostituiti con "sicuri". Ma ora mostra che è andato completamente storto.

Plastica: anche i nuovi plastificanti ti fanno star male

Monaco di Baviera (The-Health-Site.com) - Diminuzione della fertilità, cancro, diabete e obesità - tutti questi sono ritenuti causa di ammorbidenti per plastica in imballaggi, cosmetici e co. Già nel 2004, gli europei hanno bandito il colpevole principale, ma hanno spinto il rischio di plastica, ma solo una presunta misura.

Di-2-etilesilftalato (DEHP) che è stato chiamato "ammorbidimento tutti i casi", che hanno dovuto lasciare il posto al nuovo settore del packaging preferito dieci anni fa. Ma ora si scopre: qui il diavolo è stato espulso con Belzebù. Perché la nuova generazione di plastificanti appartiene quasi alla stessa famiglia.

Plastica piena di tossine?

Leonardo Trasande e Teresa Attina da New York NYU Langone Medical Center di un certo numero di studi hanno esaminato l'impatto di ammorbidenti plastica sulla salute dei bambini e degli adolescenti. Erano particolarmente interessati alle sostanze: diisononil ftalato (DINP) e diisodecil ftalato (DIDP).

Due sostanze sempre più utilizzate come sostituti del discreditato DEHP. Soprattutto ci sono pellicole, saponi, cosmetici e imballaggi alimentari. L'ironia di ciò: i due sostituti includono, come il DEHP, la classe di ftalati, che sono stati a lungo usati per la produzione di PVC morbido e hanno fatto ripetutamente titoli negativi.

Guarda il video per vedere quali farmaci aiutano l'ipertensione e come funzionano nel corpo.

I residui nelle urine espongono i peccatori

Quanto forte sono stati i temi della vita di tutti i giorni con i plastificanti a contatto, i ricercatori hanno determinato utilizzando un test delle urine: Il plastificante più entrare nel corpo, più prodotti di degradazione di queste sostanze vengono rilevati nelle urine. Nel complesso, i ricercatori hanno determinato la concentrazione di ftalati nelle urine di oltre 1600 bambini e adolescenti dai 6 ai 19 anni.

Trasande e Attina scoperto che all'aumentare della concentrazione di plastificante DINP e DIDP aumenta il rischio per alta pressione sanguigna: Con ogni aumento di dieci volte Phthalatmenge registrato l'indicatore riportato un aumento di 1,1 millimetri di mercurio - dell'unità medico per la pressione sanguigna. Già nel 2013, Trasande ha trovato un risultato simile per DEHP.

Anche il rischio di diabete sta aumentando

E un'altra connessione si è rivelata. In uno studio precedente con 356 adolescenti tra 12 e 19 anni era stato dimostrato che maggiore è la concentrazione DINP- e DEHP nelle urine, maggiore è la probabilità di resistenza all'insulina - un precursore di diabete: il 34 per cento dei soggetti con elevate concentrazioni di DINP nelle urine possedeva anche un'alta resistenza all'insulina.

Al contrario, solo il 23% del gruppo di controllo presentava insulino-resistenza. Nel DEHP, la relazione era ancora più pronunciata: il 38% dei candidati con un'alta concentrazione di ftalati urinari sviluppava insulino-resistenza, nel gruppo di controllo era del 21%.

  • Immagine 1 di 7

    Piccola pressione sanguigna una volta

    "L'uomo è vecchio come le sue navi", è un detto comune - e la loro condizione dipende in modo cruciale dalla pressione sanguigna. Sei ancora nell'area verde?

  • Immagine 2 di 7

    Sotto 120/80 mmHG

    Hai un valore inferiore al limite magico di 120/80 mmHG? Complimenti! Ciò significa che i tuoi vasi sanguigni sono difficilmente colpiti dalla pressione all'interno. Questo riduce significativamente il rischio di malattie cardiovascolari.

  • Immagine 3 di 7

    Da 120/80 a 129/84 mmHg

    Anche se i tuoi valori sono compresi tra 120/80 e 129/84 mmHg, puoi stare calmo. Una pressione sanguigna più bassa sarebbe ancora più delicata sulle navi.

  • Immagine 4 di 7

    Da 130/85 a 139/89 mmHg

    Con una pressione del sangue compresa tra 130/85 e 139/89 mmHg siete nella gamma di alta gamma. Ma almeno ora dovresti prendere contromisure - ad esempio, perdere peso o esercitare di più. Fattori di rischio come il diabete dovrebbero essere trattati con farmaci.

  • Immagine 5 di 7

    Da 140/90 a 159/99 mmHG

    Con valori compresi tra 140/90 e 159/99 mmHG hai ufficialmente la pressione alta, anche se solo leggermente pronunciata (grado 1). A volte può ancora ottenere una mano da un costante cambiamento nello stile di vita. Assicurati di discuterne con il tuo medico.

  • Immagine 6 di 7

    Da 160/100 a 179/109 mmHg

    I valori compresi tra 160/100 e 179/109 mmHg sono considerati moderati (2). Una combinazione di cambiamenti nello stile di vita e farmaci è ottimale qui.

  • Immagine 7 di 7

    Circa 180/110 mmHg

    Con valori superiori a 180/110 mmHg, si ha una grave pressione alta, che deve essere trattata il più rapidamente possibile. Ma con le medicine moderne di solito può essere regolato molto bene - a condizione che tu le prenda anche in modo coerente.

Carta di cera invece di imballaggi di plastica

"La nostra ricerca suggerisce che le sostanze chimiche ambientali possono favorire la resistenza all'insulina, l'aumento della pressione sanguigna e altre malattie metaboliche", conclude Trasande. I plastificanti sono contenuti in molti prodotti, ma almeno ci sono alcuni trucchi semplici e sicuri per ridurre la quantità.

  • Non riscaldare cibi in contenitori di plastica nel microonde o coprirli con un coperchio di plastica.
  • Non utilizzare involucro di plastica, carta oleata o foglio di alluminio.
  • Lavare sempre i contenitori di plastica a mano e non in lavastoviglie: i prodotti chimici aggressivi sciolgono i plastificanti dalla plastica e li prendi con il piatto successivo.

E un altro consiglio: presta attenzione alla dichiarazione degli ingredienti quando acquisti nuove "scatole Tupper".

fonti:

Comunicato stampa dei Centri medici Langone della NYU del 8.7.205

Trasande L. & Attina T-M.: Associazione di esposizione a sostituzioni di-2-etilesilftalato con aumento della pressione sanguigna in bambini e adolescenti. Ipertensione (2015). DOI: 10.1161 / HYPERTENSIONAHA.115.05603

Trasande L. & Attina T-M.: Associazione dell'esposizione a sostituzioni di-2-etilesilftalato con aumento della resistenza all'insulina negli adolescenti da NHANES 2009-2012. The Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism (2015). DOI: 10.1210 / jc.2015-1686


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: