Pramipexolo

Il pramipexolo agisce in modo simile alla dopamina con messaggero naturale ed è usato per trattare la malattia di parkinson. Leggi di più!

Pramipexolo

L'ingrediente attivo pramipexolo è usato per trattare la malattia di Parkinson. Egli imita il cosiddetto "agonista della dopamina" l'effetto della dopamina messaggero naturale. Il Parkinson è raccomandato come standard di cura nei pazienti con meno di 70 anni. Qui puoi leggere tutto ciò che è importante sugli effetti e l'uso di pramipexolo, effetti collaterali e interazioni.

Questo è il modo in cui pramipexole funziona

La malattia di Parkinson è associata a un disturbo del movimento e ad uno stile di vita sedentario. Si basa essenzialmente sulla morte di alcune regioni del cervello che controllano questi movimenti.

La cosiddetta "materia nera" ("substantia nigra") nel mesencefalo consiste in una grande quantità di cellule nervose (neuroni), che comunicano tramite la dopamina messaggera con altre cellule nervose. In primo luogo, essi formano un anello di controllo a sé per controllare il rilascio del neurotrasmettitore, dall'altro sono collegati con altre parti del cervello (specialmente striato) associato a coordinare i movimenti.

Nelle prime fasi del morbo di Parkinson Pramipexole agisce principalmente sul circuito di regolazione di autocontrollo, una caratteristica, nel pretendere una sufficiente presenza di dopamina, previene le cellule nervose rimanenti over-esercitano stessi e ad esaurimento produrre dopamina.

Negli ultimi stadi del morbo di Parkinson, una grande percentuale delle cellule che rilasciano dopamina nella substantia nigra sono già morte. In questo caso, il pramipexolo agisce direttamente sulle cellule nervose dello striato in sostituzione della dopamina che una volta era stata rilasciata.

Gli studi dimostrano che pramipexolo così che viene utilizzato anche nella malattia di Parkinson, per il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo levodopa, "(sindrome di RLS" gambe senza riposo ") può essere utilizzato.

Recenti osservazioni suggeriscono anche un impatto positivo sulla depressione e sul disturbo bipolare.

Assorbimento, degradazione ed escrezione di pramipexolo

Dopo l'ingestione, il pramipexolo viene assorbito nel sangue attraverso l'intestino, dove raggiunge i livelli più alti in 1-3 ore. Da lì, entra nel cervello attraverso la barriera emato-encefalica.

Il pramipexolo non è significativamente degradato nel corpo. Dopo otto-dodici ore, circa la metà del farmaco viene escreto immodificato nelle urine attraverso i reni.

Quando viene usato il pramipexolo?

Il principio attivo pramipexolo è approvato per il trattamento del morbo di Parkinson, sia da solo che in combinazione con levodopa. A volte può contrastare o migliorare gli effetti della levodopa durante il successivo ciclo di trattamento ("fenomeno on-off").

Inoltre, il pramipexolo è approvato per il trattamento della sindrome delle gambe senza riposo.

L'applicazione dovrebbe essere continua ea lungo termine.

Ecco come viene applicato il pramipexolo

Il rimedio del Parkinson Pramipexolo è assunto sotto forma di compresse. L'inizio della terapia è graduale, cioè: inizia con un basso dosaggio, che viene poi lentamente aumentato al dosaggio ottimale. È preso al mattino, a mezzogiorno e alla sera, indipendentemente dal pasto. La dose giornaliera totale massima è di 3,3 milligrammi di pramipexolo (calcolata come una forma salina di 4,5 milligrammi). In combinazione con la levodopa sono generalmente necessari dosaggi più bassi.

Le compresse a rilascio ritardato ("compresse a rilascio prolungato") devono essere assunte solo una volta al giorno. Rilasciano il farmaco lentamente durante il giorno.

Per il trattamento della Sindrome delle Gambe senza Riposo, una dose bassa viene assunta 2-3 ore prima di andare a letto.

Quali sono gli effetti collaterali di pramipexolo?

La terapia con pramipexolo, come molte altre terapie del Parkinson, causa anche effetti collaterali.

Più del dieci percento dei pazienti manifesta nausea, vertigini, disturbi del movimento e sonnolenza.

Altri possibili effetti indesiderati di disturbi pramipexolo impulso di controllo, comportamento compulsivo, confusione, allucinazioni, insonnia, mal di testa, visione offuscata, bassa pressione sanguigna, costipazione, vomito, stanchezza, ritenzione di liquidi (edema), perdita di peso e diminuzione dell'appetito.

A cosa dovresti prestare attenzione quando prendi pramipexolo?

Il principio attivo pramipexolo interagisce a malapena con altri principi attivi, in quanto non è o difficilmente degradato dal corpo.

Tuttavia, i farmaci che bloccano l'escrezione renale possono portare a livelli elevati di sangue pramipexolo. Questo potrebbe richiedere una riduzione del dosaggio. Questi principi attivi comprendono, ad esempio, i mezzi per il bruciore di stomaco cimetidina, l'amantadina agente di influenza di Parkinson e, sostanze che agiscono sul ritmo cardiaco mexiletina, chinidina e procainamide, la zidovudina farmaci contro l'AIDS e il cisplatino farmaco contro il cancro.

Agenti anti-psicotici e schizofrenici non dovrebbero essere combinati con pramipexolo.La ragione: hanno un effetto esattamente opposto e quindi peggiorano la malattia di Parkinson.

Potrebbe venire sotto il trattamento con pramipexolo per il verificarsi di attacchi di sonno. Pertanto, i pazienti non devono guidare veicoli o utilizzare macchinari pesanti durante il trattamento.

I bambini e gli adolescenti di età inferiore a 18 anni e le donne in gravidanza e in allattamento non devono assumere pramipexolo. La sicurezza e l'efficacia del farmaco in questi gruppi non sono state adeguatamente studiate.

I pazienti più anziani e i pazienti con insufficienza renale da lieve a moderata possono assumere pramipexolo. I pazienti con insufficienza renale grave possono aver bisogno di ridurre il loro dosaggio.

Come ottenere farmaci con pramipexolo

I medicinali contenenti pramipexolo sono soggetti a prescrizione medica in ogni dose.

Da quando è noto il pramipexolo?

In Germania, il pramipexolo è stato lanciato per la prima volta nel 1997 dalla società farmaceutica Boehringer Ingelheim. Dal 2009, la protezione del brevetto è scaduta. Di conseguenza, molti farmaci generici sono arrivati ​​con il farmaco pramipexolo nel commercio.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: