Pre-eclampsia

La pre-eclampsia è una malattia grave durante la gravidanza. Maggiori informazioni su sintomi, trattamento e prognosi dell'ipertensione.

Pre-eclampsia

il pre-eclampsia (precedentemente: EPH-gestosi) è una grave malattia delle donne in gravidanza. È una delle cosiddette malattie della gravidanza ipertensive. Questi sono disturbi della pressione alta durante la gravidanza. Le donne con pre-eclampsia hanno anche proteine ​​nelle urine e ritenzione idrica nel tessuto (edema). Maggiori informazioni su sintomi, trattamento, prognosi e prevenzione della preeclampsia.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. O14

Descrizione del prodotto

pre-eclampsia

  • Cos'è la preeclampsia?

  • Cause e fattori di rischio

  • sintomi

  • Riconoscere e trattare la preeclampsia

  • previsione

  • prevenzione

Cos'è la preeclampsia?

La pre-eclampsia è una delle numerose malattie associate all'ipertensione arteriosa durante la gravidanza. Un vecchio termine è la cosiddetta preeclampsia, dove E è l'inglese Edema (edema = accumulo di acqua), P per proteine ​​e H per l'ipertensione (pressione alta) è. La sigla riassume i sintomi tipici della preeclampsia.

Leggi anche

  • sondaggio
  • Crisi ipertensiva
  • definizione
  • sintomi
  • Esami e diagnosi
  • Abbassare la pressione sanguigna
  • Decorso della malattia e prognosi
  • Ulteriori informazioni

Preeclampsia: cause e fattori di rischio

La causa esatta della preeclampsia non è sconosciuta. Ci sono varie spiegazioni per lo sviluppo della malattia. Presumibilmente vi è un adattamento disturbato dell'organismo materno alla gravidanza.

Pre-eclampsia: chi è a rischio?

La pre-eclampsia si verifica in circa il 3-5 per cento di tutte le donne in stato di gravidanza, per la prima volta in attesa di un bambino (primipare). Nelle donne in gravidanza che hanno già avuto uno o più figli (multipregnante), il rischio di pre-eclampsia è solo dello 0,5%. Tuttavia, aumenta di nuovo quando molte madri hanno un nuovo compagno di vita e ottengono un figlio con questo per la prima volta. Ciò suggerisce che i fattori immunologici siano coinvolti nella patogenesi.

Altri fattori di rischio per la preeclampsia includono:

  • predisposizione familiare (se, ad esempio, la madre della donna incinta avesse anche una gestosi EPH)
  • gravidanza multipla
  • fecondazione artificiale (fecondazione in vitro) o donazione di ovociti
  • Tardi gesti (> 40 anni)
  • Obesità (obesità)
  • Pre-eclampsia in una precedente gravidanza
  • ipertensione preesistente
  • malattie renali
  • Diabete mellito (diabete)
  • Sindrome antifosfolipidica (una malattia autoimmune)
  • Malformazioni del nascituro come idrope fetale, trisomia

Preeclampsia: sintomi

Fondamentalmente, si possono distinguere diverse forme di gestosi, a seconda del momento in cui si verificano durante la gravidanza. A seconda della forma, i sintomi che si verificano possono essere diversi:

  • Frühgestose: Si sviluppa nel primo trimestre di gravidanza (dal 2° al 4° mese di gravidanza). Spesso questa variante è accompagnata da vomito inestinguibile (iperemesi gravidica).
  • gestazionale: Questa è l'ipertensione, che è causata dalla gravidanza. Succede dalla 20a settimana di gestazione in apparenza e di solito si normalizza dopo la nascita in circa sei settimane. Prima della ventesima settimana di gestazione la pressione sanguigna delle donne incinte era nel range normale. Ipertensione gestazionale può svilupparsi in lieve, raramente grave, pre-eclampsia.
  • Spätgestose: Questa è la preeclampsia attuale. Si verifica al più presto dalla 20a settimana di gravidanza.

I sintomi tipici della preeclampsia sono:

  • Ipertensione (più di 140 a 90 mmHg)
  • Escrezione proteica attraverso l'urina (proteinuria)
  • Ritenzione idrica (edema) nel tessuto, con conseguente gonfiore del viso, delle mani e dei piedi

Nei casi più gravi, le donne in gravidanza soffrono anche ancora ulteriori sintomi come nausea e vomito, vertigini, visione offuscata o confusione.

eclampsia

A volte la pre-eclampsia si trasforma in eclampsia. Quindi si verificano i seguenti sintomi:

  • forte mal di testa
  • Flicker davanti ai suoi occhi
  • malessere generale
  • crisi epilettiche

Un'eclampsia è un emergenza e devono essere trattati immediatamente in ospedale! Nella maggior parte dei casi, la gravidanza viene poi interrotta da un taglio cesareo.

Riconoscere e trattare la preeclampsia

La maggior parte del medico riconosce la pre-eclampsia in base ai sintomi tipici: Come parte di cure prenatali, il ginecologo ad ogni controllo in gravidanza, tra gli altri, la pressione del sangue, delle urine e del peso corporeo. Un aumento improvviso della pressione sanguigna, rapido aumento di peso (mediante ritenzione idrica) e di proteine ​​nell'urina (che normalmente contiene nessuna proteina) sono chiari segni di pre-eclampsia.

Se c'è un sospetto di pre-eclampsia, è necessario un attento monitoraggio. Da valori di pressione arteriosa di 150/100 mmHg, il trattamento e il monitoraggio sono effettuati in ospedale.

All'una lieve preeclampsia Prima della 36a settimana di gravidanza (SSW), la terapia consiste nel riposo e nella protezione fisica (a volte riposo a letto). La donna incinta riceve anche un alimento ricco di proteine ​​e dovrebbe assumere abbastanza liquidi. Le sue condizioni e quella di suo figlio sono monitorate da vicino da un medico.

A seconda del farmaco, i farmaci antipertensivi possono essere problematici per lo sviluppo del bambino. Pertanto, possono essere utilizzati solo per valori di pressione arteriosa ≥ 150 mmHg sistolica e / o ≥100 mmHg diastolica.

Se il nascituro sperimenta reazioni di stress nel case writer (CTG), la donna incinta riceve farmaci che stimolano la maturazione del polmone del bambino (di solito una preparazione di cortisone). Quindi la donna viene consegnata il prima possibile, spesso in sezione cesareo. In tal modo si tenta, se possibile, di attendere almeno il 37° SSW completato.

a grave preeclampsia La terapia si concentra su tre obiettivi:

  • la prevenzione delle crisi eclamptiche (principalmente con solfato di magnesio)
  • controllo della pressione sanguigna materna (riposo a letto, antipertensivo)
  • La consegna (il prima possibile dal 34° SSW completato)

Tra l'altro: La consegna non deve necessariamente essere effettuata con taglio cesareo in pre-eclampsia. Se le condizioni della donna incinta e del bambino lo consentono, può essere possibile anche una consegna "normale" (vaginale). Tuttavia, ciò dipende anche dalla gravità e dalla dinamica della malattia, nonché dalle possibilità di successo del parto vaginale.

  • Immagine 1 di 6

    Attento, sale!

    Il sale è vitale per il corpo. Ma non dovrebbe essere troppo: un massimo di sei grammi dovrebbe prendere un adulto ogni giorno - la maggior parte consuma molto di più. Il consumo di sale aumenta il rischio di ipertensione e ictus. E troppo sale non fa bene al cervello. Tuttavia, mangiare cibi salati non è così facile - perché la maggior parte del sale non proviene dalla saliera, ma è già presente nel cibo. Quindi tieni sotto controllo l'assunzione di sale.

  • Immagine 2 di 6

    Vantaggio per la cucina casalinga

    I prodotti finiti contengono spesso molto sale. Cuocere meglio te stesso - in modo da avere un controllo migliore sul consumo di sale. E altrimenti sai esattamente cosa c'è nel tuo piatto.

  • Immagine 3 di 6

    Condimento invece di salatura

    Sostituisci parte del sale con erbe e altre spezie. Tra l'altro, beneficerai anche degli ingredienti sani che si trovano in molti fornitori di sapore verde. E poi c'è naturalmente l'aroma di basilico, rosmarino, salvia o cannella.

  • Immagine 4 di 6

    Ritiro graduale

    Ridurre gradualmente il contenuto di sale nel cibo, in modo che si abituino a meno e meno sale. Il cibo troppo stagionato sarà presto troppo salato!

  • Immagine 5 di 6

    Salinità in vista

    Durante lo shopping, prestare attenzione al contenuto di sale del cibo. Tuttavia, di solito viene dato solo il contenuto di sodio. Devi moltiplicarlo per tre per ottenere la quantità effettiva di sale.

  • Immagine 6 di 6

    Alternative intelligenti

    Sostituire cibi particolarmente salati contro quelli con basso contenuto di sale - per esempio, la mozzarella invece Gouda o di sesamo, invece di bastoni pretzel.

Preeclampsia: prognosi

Quanto prima si verifica una pre-eclampsia in gravidanza, tanto maggiore è il rischio che sia grave. Senza trattamento, la malattia può trasformarsi in una sfinge eclam: le crisi che ne derivano possono mettere a rischio la vita della madre in attesa e del nascituro. Pertanto, le donne in gravidanza dovrebbero necessariamente il appuntamenti preventivi regolari con il ginecologo percepire: quindi, qualsiasi preeclampsia può essere rilevata precocemente e trattata.

Preeclampsia: prevenzione

Nelle donne con fattori di rischio (come grave pre-eclampsia in una precedente gravidanza) di pre-eclampsia può essere fino a un certo punto impedito con i farmaci: La donna incinta inizia all'inizio della gravidanza (entro e non oltre il 16° settimana di gravidanza), tutti i giorni l'acido acetilsalicilico (ASA) prendere, in una dose bassa. Generalmente si raccomandano da 75 a 150 milligrammi al giorno. In Germania i medici prescrivono di solito 100 milligrammi di ASA al giorno, fino alla 34a settimana di gravidanza.

Questa profilassi aspirina riduce il rischio che la donna prima del 37° SSW pre-eclampsia sviluppato. Il rischio di malattia in seguito alla gravidanza rimane inalterato.

Leggi di più sulle terapie

  • parto cesareo


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: