Prolattinoma

Il prolattinoma è un tumore benigno dell'ipofisi (ghiandola pituitaria). Qui imparerai tutto sui sintomi, sul trattamento e altro!

Prolattinoma

il prolattinoma √® un tumore benigno dell'ipofisi (ghiandola pituitaria), che produce un alto livello dell'ormone prolattina. Di conseguenza, i testicoli e le ovaie sono stimolati troppo poco, il che ne compromette la funzione. I sintomi tipici includono l'assenza della regola nelle donne e l'impotenza negli uomini. Il prolattinoma viene solitamente trattato con successo con farmaci o in rari casi chirurgicamente. Scopri di pi√Ļ sul prolattinoma qui.

Codici ICD per questa malattia: i codici ICD sono codici di diagnosi medica validi a livello internazionale. Si trovano ad es. in lettere di dottore o certificati di incapacità. D35

Descrizione del prodotto

prolattinoma

  • descrizione

  • sintomi

  • Cause e fattori di rischio

  • Esami e diagnosi

  • trattamento

  • Decorso della malattia e prognosi

Prolattinoma: descrizione

Il prolattinoma √® il tumore pi√Ļ comune dell'ipofisi (ghiandola pituitaria). Fa s√¨ che l'ipoide rilascia pi√Ļ dell'ormone prolattina. Un prolattinoma pu√≤ verificarsi in uomini e donne. Pi√Ļ comunemente, un prolattinoma si sviluppa nelle donne di et√† inferiore ai 50 anni.

A seconda della dimensione del tumore è chiamato Mikroprolaktinom (diametro inferiore a dieci millimetri) o macroprolattinoma (diametro superiore a dieci millimetri). La maggior parte dei prolattinomi rientrano nella prima categoria, quindi sono meno di dieci millimetri. Inoltre, di solito sono benigni; I prolattinomi maligni sono molto rari.

L'ormone prolattina

La prolattina svolge un ruolo importante nella funzione riproduttiva nelle donne: durante la gravidanza e l'allattamento, i livelli di prolattina nel sangue sono elevati. Nelle donne incinte, l'ormone è responsabile per lo sviluppo e la crescita delle ghiandole mammarie. Stimola anche le cellule della ghiandola mammaria a produrre latte. Succhiare il bambino sul capezzolo, questo stimola le piccole cellule muscolari della ghiandola mammaria - il latte emerge.

Durante l'allattamento al seno, l'alto livello di prolattina può sopprimere l'ovulazione e prevenire la recidiva durante l'allattamento. Tuttavia, il fattore decisivo è quanto spesso e per quanto tempo il bambino è allattato al seno. L'allattamento al seno non è affatto un metodo affidabile di contraccezione.

Prolattinoma: sintomi

In due modi, un prolattinoma può causare sintomi:

  • Produce un sacco di prolattina, che colpisce gli effetti di altri ormoni.
  • Cresce e sposta il tessuto adiacente, come i nervi che conducono dall'occhio al cervello.

Il prolattinoma causa disfunzioni sessuali in uomini e donne prima della menopausa. Le donne in postmenopausa non hanno sintomi in un prolattinoma perché le ovaie hanno già smesso di funzionare.

Prolattinoma: sintomi nelle donne in pre-menopausa

Gli alti livelli di prolattina nelle donne in età fertile inibiscono l'ovulazione, portando ad amenorrea irregolare o addirittura mancata. Circa il 10-20% delle donne che non hanno alti livelli di prolattina. A causa dei disturbi del ciclo, anche le donne con un prolattinoma hanno difficoltà a rimanere incinta. Altri sintomi includono una vagina secca e vampate di calore.

Il prolattinoma stimola anche la produzione e la secrezione del latte. In circa il 24 per cento delle donne con alti livelli di piccole quantità di prolattina di latte dal seno si verificano (galattorrea), anche se la donna non è in stato di gravidanza o l'allattamento.

Un altro sintomo è l'osteoporosi. Soprattutto con chi soffre di prolattinoma a lungo termine ha una densità ossea inferiore.

Prolattinoma: sintomi nelle donne in postmenopausa

Nelle donne in postmenopausa, un prolattinoma non mostra sintomi. Questo perch√© la prolattina non pu√≤ pi√Ļ influenzare il ciclo. donne colpite notano un prolattinoma solo quando √® diventato cos√¨ grande che colpisce il tessuto adiacente, causando mal di testa o visione offuscata. ma pu√≤ anche essere scoperto per caso, se per qualsiasi altra ragione, la testa avendo un tecniche di imaging (risonanza magnetica, MRI) viene esaminato.

Prolattinoma: sintomi negli uomini

Inoltre, negli uomini, i casi prolattinoma troppo i livelli di prolattina e inibisce le gonadi, in questo caso i testicoli. Questi di conseguenza producono meno sperma e testosterone, l'ormone sessuale pi√Ļ importante degli uomini. I sintomi tipici includono libido, impotenza, infertilit√† e svogliatezza.

I disturbi di potenza e la perdita di libido sono i primi sintomi del prolattinoma. In alcuni casi possono verificarsi allargamento del seno (ginecomastia) e flusso di latte spontaneo (galattorrea). Tuttavia, questo √® pi√Ļ comune nelle donne perch√© le ghiandole mammarie maschili sono meno sensibili alla prolattina.

Se il prolattinoma è in circolazione da molto tempo, la massa muscolare può diminuire. Inoltre, la crescita dei peli pubici e della barba può regredire. Come con le donne, anche la massa ossea diminuisce negli uomini. Un prolattinoma di lunga data può portare all'osteoporosi.

Il macroprolattinoma causa pi√Ļ sintomi

Se il prolattinoma diventa pi√Ļ grande di un centimetro e diventa cos√¨ un macroadenoma, pu√≤ esercitare pressioni sulle strutture adiacenti del cervello. Frequentemente, il nervo ottico √® sotto pressione, con conseguente compromissione della vista. La maggior parte dei malati presenta difetti bilaterali del campo laterale. In alcuni casi, pu√≤ essere interessato solo un occhio.

A causa della pressione che il prolactinoma esercita sulla ghiandola pituitaria, la produzione di altri ormoni della ghiandola può essere influenzata, come gli ormoni tiroidei, o corteccia surrenale. Di conseguenza, la funzione delle istituzioni interessate è ridotta.

La pressione del tumore sulle strutture cerebrali può anche causare mal di testa.

Prolattinoma: cause e fattori di rischio

Il prolattinoma consiste di cellule alterate dell'ipofisi (ghiandola pituitaria), una ghiandola ormonale appena sotto il cervello. Pi√Ļ specificamente, il prolattinoma si sviluppa dalle cellule della ghiandola pituitaria anteriore (adenoipofisi). La ghiandola pituitaria ha diverse cellule che producono diversi ormoni. Le cosiddette cellule lattotrofiche producono l'ormone prolattina.

Un prolattinoma si sviluppa quando una cellula lattotropica muta e inizia a dividersi in modo incontrollabile. Quindi, finalmente, una grande massa di cellule alterate, che formano tutte prolattina - aumenta il livello di prolattina. Circa il 10 percento produce ormone della crescita oltre alla prolattina.

Principalmente un prolattinoma si sviluppa senza una causa riconoscibile. In rari casi, si sviluppa come parte di una malattia genetica, la neoplasia endocrina multipla di tipo 1 (MEN 1).

Prolattinoma: esami e diagnosi

Per rilevare un prolattinoma, ci sono diversi test. L'esperto competente in sospetto prolattinoma è un endocrinologo, un medico dell'equilibrio ormonale. Il medico prima registrerà la storia medica (anamnesi). Ad esempio, egli pone le seguenti domande:

  • Sei incinta?
  • Prendere estrogeni o alcuni farmaci, come il risperidone, metoclopramide, antidepressivi, cimetidina, metildopa, reserpina o verapamil?
  • Soffri di mal di testa?
  • Hai visione offuscata? Se s√¨, che tipo?
  • Sei sensibile al freddo, impotente o stanco?

Successivamente, il medico effettuerà un esame fisico. Egli esaminerà te per problemi di vista come difetti del campo visivo, segni di ipotiroidismo e deficit di estrogeni o testosterone.

Il prossimo passo sarà fare in modo che il medico prenda un campione di sangue per misurare i livelli di prolattina. L'esame del sangue deve essere eseguito almeno una o due ore dopo il risveglio, poiché il livello di prolattina è maggiore durante il sonno rispetto alla veglia.

In un prolattinoma, il risultato della misurazione pu√≤ variare da un piccolo aumento della prolattina a un aumento di mille volte della prolattina. Generalmente, prolattinomi pi√Ļ grandi causano livelli pi√Ļ alti di prolattina. I livelli di prolattina superiori a 250 microgrammi per litro (őľg / L) sono verosimilmente associati a un prolattinoma. Quindi i risultati dovrebbero essere protetti con una tomografia a risonanza magnetica (MRI, detta anche tomografia a risonanza magnetica) della testa. Tuttavia, prolattinomi molto piccoli (microadenomi) non sono sempre visibili alla risonanza magnetica.

Altre cause di alti livelli di prolattina

Un aumento del livello di prolattina (iperprolattinemia) non è sempre dovuto necessariamente a un prolattinoma. Oltre allo stress e altre malattie e alcuni farmaci possono causare alti livelli di prolattina, come ad esempio i cosiddetti antagonisti della dopamina, come la metoclopramide (per la nausea e il vomito) o di alcuni farmaci per il trattamento di malattia mentale (come gli antidepressivi, antipsicotici).

Prolattinoma: trattamento

Non tutti i prolattinomi hanno bisogno di cure. Se è molto grande o causa sintomi, è consigliabile un trattamento. Per i piccoli prolattinomi che non mostrano sintomi, il trattamento può essere evitato. Medico e paziente insieme peseranno i benefici e i rischi delle opzioni di trattamento.

Trattamento farmacologico

Se il trattamento è necessario, il prolattinoma di solito risponde molto bene alla somministrazione dei cosiddetti agonisti della dopamina. Questi sono farmaci che causano un effetto simile nel corpo come dopamina del messaggero del corpo. Gli agonisti della dopamina possono abbassare i livelli di prolattina e ridurre il prolattinoma, o addirittura farlo scomparire.

Di solito occorrono circa due o tre settimane per far scendere il livello di prolattina. Tuttavia, il prolattinoma di solito non si riduce fino a dopo alcune settimane o mesi. Se il tumore interferisce con il campo visivo, un miglioramento del disturbo visivo di solito si verifica pochi giorni dopo l'inizio del trattamento.

Gli agonisti della dopamina di solito devono essere assunti per diversi anni. I livelli di prolattina sono costantemente monitorati durante questo periodo.

Per un prolattinoma possono essere somministrati i seguenti agonisti della dopamina:

bromocriptina

La bromocriptina è stata utilizzata per il trattamento del prolattinoma per circa 30 anni. Viene assunto due volte al giorno e funziona in modo molto efficace abbassando rapidamente il livello di prolattina. Tuttavia, la bromocriptina può causare molti effetti collaterali: i pazienti si lamentano di vertigini, nausea e naso chiuso.Tuttavia, molti degli effetti indesiderati possono essere prevenuti assumendo il medicinale prima di mangiare o prima di coricarsi.

cabergolina

La cabergolina viene assunta solo una o due volte alla settimana e causa meno effetti collaterali. Può abbassare i livelli di prolattina di circa il 90 percento ed è quindi il trattamento di scelta. Tuttavia, non è raccomandato per le donne che vogliono rimanere incinta.

Trattamento farmacologico in gravidanza

Durante la gravidanza, la ghiandola pituitaria √® raddoppiata per produrre pi√Ļ prolattina - l'ormone √® importante per la produzione di latte. Soprattutto nelle donne con un macroprolattinoma, questo pu√≤ essere pericoloso. Chiunque abbia un prolattinoma e voglia avere un bambino dovrebbe quindi parlare con un endocrinologo del trattamento prima di iniziare una gravidanza. Tra le altre cose, le seguenti domande devono essere chiarite:

  • Quando deve essere interrotta la terapia con agonisti della dopamina?
  • Qual √® il rischio di prolattinoma in crescita durante la gravidanza?
  • Quali sono le opzioni di trattamento se il prolattinoma cresce di nuovo?
  • Posso allattare al seno il mio bambino dopo?

Se durante la gravidanza si verificano problemi di vista o mal di testa, ciò può indicare che il prolattinoma è ricomparso. Per essere in grado di riconoscere questo in una fase precoce, viene eseguito un test dell'occhio ogni mese. Dopo il trattamento per un prolattinoma, la maggior parte delle donne può diventare una gravidanza normale.

Trattamento chirurgico

Se il paziente non risponde agli agonisti della dopamina, il prolattinoma deve essere rimosso chirurgicamente. In una donna con un macroprolattinoma molto grande, la chirurgia è il trattamento di scelta. Il rischio che il prolattinoma continui a crescere durante una possibile gravidanza è troppo alto in questo caso.

All'atto di chirurgia, il prolactinoma è tolto via il naso. Il chirurgo usa un endoscopio, cioè uno strumento lungo e sottile, che è dotato di una fonte di luce e una fotocamera.

I livelli aumentati di prolattina di solito diminuiscono immediatamente dopo l'operazione, in microadenomi a volte anche al valore normale.

radioterapia

La radioterapia è usata raramente, e in effetti, quando le terapie farmacologiche e chirurgiche non hanno dimostrato un successo sufficiente. L'irradiazione può ridurre il prolattinoma e abbassare i livelli di prolattina nel sangue. Tuttavia, la terapia spesso mostra il suo pieno effetto solo dopo anni e ha anche molti effetti collaterali come nausea, stanchezza, perdita di gusto e senso dell'olfatto e perdita di capelli. Inoltre, la metà dei pazienti che hanno ricevuto radioterapia sviluppa disfunzione dell'ipofisi con livelli ematici inferiori degli ormoni ipofisari entro dieci anni.

Prolattinoma: decorso della malattia e prognosi

Se si tratta di un microprolattinoma, la terapia farmacologica con agonisti della dopamina può quasi sempre raggiungere un livello normale di prolattina. Se è necessario un intervento chirurgico, anche con un piccolo prolattinoma, questo di solito porta a livelli normali di prolattina a lungo termine. Tuttavia, può venire in seguito a una ricaduta. Questo vale anche per uno grande prolattinoma (Macroprolattinoma).

Questi valori di laboratorio sono importanti

  • ACTH


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: