Propranololo

Il propranololo è un beta-bloccante usato per trattare la pressione alta e varie condizioni cardiache. Scopri di più qui!

Propranololo

L'ingrediente attivo propranololo è un cosiddetto beta-bloccante e ha un effetto positivo sul cuore. Può abbassare la pressione sanguigna e normalizzare il ritmo cardiaco. Quindi, propranololo è principalmente per il trattamento dell'ipertensione e varie malattie cardiache. Qui leggi tutto ciò che è importante sull'applicazione, gli effetti e gli effetti collaterali del Propranololo.

È così che funziona il Propranololo

Il propranololo appartiene alla classe di farmaci dei beta-bloccanti adrenergici (beta-bloccanti). Ciò significa che attacca il sistema nervoso vegetativo (autonomo), che tra le altre cose controlla la pressione arteriosa e il lavoro cardiaco. In entrambi i casi, il regolamento avviene tramite alcuni neurotrasmettitori, in particolare l'adrenalina. L'ormone è prodotto nella midollare surrenale, può legarsi al cuore in alcuni punti di attracco (i recettori beta) e quindi dare il segnale per un'accelerazione del battito cardiaco. Inoltre, l'adrenalina può dilatare i bronchi e stimolare e aumentare il metabolismo (glicogeno e perdita di grasso).

Il propranololo compete con l'adrenalina per i beta-recettori nel cuore e alla fine sposta la sostanza messaggera. Pertanto, l'adrenalina non può più sviluppare il suo effetto di aumento del battito cardiaco - con il risultato che il battito del cuore rallenta e la pressione sanguigna scende. Un effetto importante è anche che il consumo di ossigeno del cuore è ridotto.

Assorbimento e degradazione del propranololo

Il propranololo è preso come una compressa e passa attraverso la parete intestinale nel sangue. Il farmaco è degradato nel fegato, l'escrezione dei prodotti di degradazione avviene principalmente attraverso i reni. Già da quattro a cinque ore dopo aver preso la metà della quantità originale di principio attivo viene rimosso dal corpo.

Quando si usa il propranololo?

Il propranololo beta-bloccante è un importante agente nelle malattie cardiovascolari. Le aree di applicazione in dettaglio sono:

  • dolore toracico simil-convulsivo (angina pectoris)
  • Prevenzione di un infarto miocardico rinnovato (profilassi del reinfarto)
  • disturbi cardiovascolari non funzionali (funzionali) come battito accelerato e aumento della pressione sanguigna (cardiopatia ipercinetica)

Il propranololo è anche usato per la profilassi dell'emicrania e come terapia aggiuntiva per l'ipertiroidismo (ipertiroidismo). Inoltre, il farmaco può sopprimere il tremito eccessivo di causa sconosciuta e fornire sollievo in stati di ansia semplici (come ansia da ansia o paura di testare).

Quindi, viene usato il propranololo

Il propranololo viene solitamente somministrato attraverso il tubo digerente, cioè in forma di compresse. Quanto spesso e in quale dosaggio deve essere assunto il principio attivo è determinato individualmente dal medico.

In alcuni casi, il beta-bloccante viene somministrato per via endovenosa, cioè iniettato direttamente in una vena.

Quali sono gli effetti collaterali del propranololo?

Alcuni effetti collaterali del propranololo sono causati dall'azione su altri recettori del sistema nervoso autonomo. Vertigini, mal di testa, sudorazione, difficoltà a dormire, sensazione di intorpidimento e freddo agli arti e disturbi gastrointestinali si verificano spesso. È possibile una diminuzione della frequenza cardiaca.

L'insufficienza miocardica esistente (insufficienza cardiaca) o l'asma esistente possono continuare a peggiorare. Lo stesso vale per i disturbi circolatori periferici.

Che cosa dovrebbe essere considerato quando si prende il propranololo?

Il propranololo non deve essere assunto nei seguenti casi:

  • bassa pressione sanguigna (ipotensione)
  • Insufficienza cardiaca associata a ritenzione idrica nel tessuto e dispnea (insufficienza cardiaca acuta scompensata)
  • shock

Alcuni farmaci possono influenzare negativamente l'azione del propranololo sul cuore e sulla circolazione e pertanto non dovrebbero essere presi allo stesso tempo. Questi includono:

  • i cosiddetti antagonisti del calcio del tipo verapamil o diltiazem)
  • Glicosidi cardiaci (per il trattamento dell'insufficienza cardiaca e delle aritmie cardiache)
  • Anestetico (narcotici)
  • Fenotiazine (utilizzate ad esempio contro le psicosi)

Se è presente una grave insufficienza renale o epatica (insufficienza), il dosaggio del propranololo deve essere aggiustato.

Il beta-bloccante può essere usato durante la gravidanza se necessario. La sorveglianza del nascituro o del neonato può essere richiesta successivamente.

È anche possibile un'applicazione del propranololo durante l'allattamento.

Come ottenere farmaci con propranololo

I farmaci con propranololo sono prescritti. Quindi sono disponibili solo su prescrizione medica.

Da quando è noto il propranololo?

propranololo è stato il primo rappresentante del gruppo farmacologico di beta-bloccanti. Fu sviluppato negli anni '60 dal successivo premio Nobel James Whyte Black e venne commercializzato nel 1964.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: