Psicoterapia per i geni

La psicoterapia protegge anche le persone traumatizzate da sequele fisiche - lavora in profondità nelle cellule del corpo stressate. Guerra, espulsione, tortura - quando la vita e gli arti sono minacciati, lo stesso vale per l'anima bisognosa.Una parte delle persone traumatizzate sviluppa un disturbo da stress post-traumatico (PTSB).

Psicoterapia per i geni

La psicoterapia protegge anche le persone traumatizzate da sequele fisiche - lavora in profondità nelle cellule del corpo stressate.

Guerra, espulsione, tortura - quando la vita e gli arti sono minacciati, lo stesso vale per l'anima bisognosa. Una parte delle persone traumatizzate sviluppa un disturbo da stress post-traumatico (PTSB). Non riescono a elaborare le terribili esperienze.

Un odore, un suono, un'immagine possono catapultarli di nuovo nei terribili eventi, frammenti di ricordi a cui le vittime del trauma sono esposte in modo impotente. I traumatologi chiamano i flashback dei fenomeni da incubo. Inoltre ci sono disturbi del sonno, eccitabilità, paure e disturbi della concentrazione.

Terapie come Narrative Exposure Therapy possono aiutare le vittime del trauma a reintegrare i dolorosi frammenti nella loro storia personale. Ma il trattamento può fare ancora di più: rende anche il corpo, più specificamente i suoi geni, recuperare.

Si rompe nel DNA

In uno studio, gli scienziati delle università di Ulm e Costanza hanno dimostrato in primo luogo che le esperienze traumatiche non solo feriscono l'anima, ma danneggiano il DNA di alcune cellule immunitarie. Per i rifugiati provenienti dall'Africa, dall'Afghanistan, dai Balcani e dal Medio Oriente, i ricercatori hanno trovato significativamente più rotture del DNA nei globuli bianchi rispetto alle persone non traumatizzate. Questo era vero per le vittime di traumi che soffrivano di disturbi da stress post-traumatico, così come per quelli che avevano sperimentato terribili condizioni ma non avevano sviluppato una sindrome corrispondente.

Tale danno al DNA nelle cellule immunitarie può avere conseguenze tangibili sulla salute: "Molti rifugiati sono gravemente traumatizzati. Questo soffre del suo benessere mentale. Ma corrono anche il rischio di gravi malattie fisiche ", afferma la prof.ssa Iris-Tatjana Kolassa in un'intervista con The-Health-Site. Possibili conseguenze per la salute sono le infezioni, le malattie autoimmuni e l'insorgenza prematura di malattie legate all'età come il diabete, le malattie cardiovascolari e il cancro.

La psicoterapia colpisce i geni

Dopo che i partecipanti allo studio traumatizzati avevano ricevuto un aiuto psicoterapeutico, i ricercatori hanno riesaminato le cellule immunitarie e si sono meravigliati: già quattro mesi dopo l'inizio della terapia, non solo i sintomi mentali erano migliorati. Il danno al DNA non era più alto che nel gruppo di controllo non traumatizzato.

"Pensiamo che la psicoterapia riduce lo stress mentale e quindi riduce lo stress ossidativo nelle cellule", spiega lo psicologo. Inoltre, prevalgono nelle cellule nello stress un clima favorevole all'infiammazione che favorisce il danno al DNA. E questi sono quelli che fanno invecchiare le cellule più velocemente e promuovere varie malattie.

Riparare a tutta velocità

Inoltre potrebbe arrivare: a causa del danno accumulato nel materiale genetico, i meccanismi di riparazione della cellula forniscono costantemente le massime prestazioni. Altrimenti, le cellule minacciano di degenerare o morire prematuramente. A lungo termine, questo potrebbe rivelarsi un boomerang, Kolassa ipotizza: "La domanda è se questa riparazione a pieno ritmo è buona a lungo termine o non più suscettibile al fallimento." Ciò potrebbe aprire la strada a un'ampia varietà di malattie.

Guarigione anche in altri disturbi?

Lo studio è finora unico perché fa luce su un'area che non è mai stata considerata prima nel contesto dei disturbi mentali e delle psicoterapie. "Mentre la genetica e l'epigenetica sono attualmente in voga, finora nessuno ha affrontato la questione se il DNA è danneggiato dallo stress traumatico e quale impatto ha sul rischio di future malattie", ha detto lo scienziato. È tanto più rivoluzionario che la psicoterapia funzioni effettivamente a livello di DNA.

Sarebbe anche concepibile che altri metodi psicoterapeutici abbiano un effetto salutare sul DNA e anche che i pazienti con altre malattie mentali come la depressione traggano beneficio da questa terapia a questo livello. "Ma non l'abbiamo ancora studiato. Può darsi che l'effetto sul DNA sia specifico per stressors traumatici molto gravi e non per fattori di stress cronici quotidiani ", afferma Kolassa. Qui ulteriori ricerche devono essere effettuate.

Ma anche così, non solo i rifugiati trarrebbero beneficio da una terapia precoce sia mentalmente che fisicamente. Nessuno è immune da un disturbo da stress post-traumatico. Incidenti, malattie gravi, esperienze di violenza - il ricercatore sa: "I cattivi eventi della vita possono colpire chiunque".

Fonte: Morath J et al: Effetti della psicoterapia sull'accumulo di frammenti di DNA originati da stress traumatico, psicoterapia e psicosomatica 2014; 83 (5): 289-9, doi: 10,1159 / 000362739. Epub 2014 6 agosto.


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: