Puva

In puva, la pelle viene trattata con un fotosensibilizzatore prima dell'irradiazione uv-a. Leggi tutto sulla procedura.

Puva

Al PUVA La pelle viene prima trattata con un leggero sensibilizzatore (psoraleni). Questa sostanza naturale sensibilizza la pelle per la successiva irradiazione. Solo allora segue la fototerapia UVA. Leggi tutto su PUVA, come funziona la procedura e quali sono i rischi.

Descrizione del prodotto

PUVA

  • Cos'è un PUVA?

  • Quando realizzi un PUVA?

  • Cosa fai con un PUVA?

  • Quali sono i rischi di un PUVA?

  • A cosa devo fare attenzione con un PUVA?

Cos'è un PUVA?

PUVA è sinonimo di fototerapia con psoraleni e raggi UV-A ed è una variante della fototerapia. Lo psoralene, una sostanza naturale che si trova negli oli essenziali di varie piante, sensibilizza la pelle e la rende più sensibile alla successiva irradiazione UV-A. Ci sono due forme:

Terapia topica PUVA

Nella terapia topica PUVA, solo le aree della pelle colpite vengono trattate con lo psoralen. Le aree più piccole sono imbrattate con una crema contenente psoraleni che penetra sotto un film. Un'alternativa è il bagno PUVA, in cui il Psoralen si accumula nel bagno d'acqua calda mentre si fa il bagno nella pelle.

Terapia sistemica PUVA

Nella terapia sistemica di PUVA, lo psoralen è distribuito in tutto il corpo. A tale scopo, il paziente prende le compresse di psoralene due ore prima dell'irradiazione UV-A.

Quando realizzi un PUVA?

Il PUVA è una delle forme più efficaci di terapia della luce. L'eczema atopico, la psoriasi e il lichen planus sono particolarmente sensibili alla crema o al bagno PUVA. Il PUVA sistemico è utilizzato principalmente nel linfoma cutaneo a cellule T cronico e nella malattia dei punti bianchi (vitiligine). Altre malattie dermatologiche possono anche beneficiare di questa forma di terapia della luce. Tuttavia, l'acne non è uno di loro, nonostante le opinioni opposte.

Sintomi importanti

  • occhiaie
  • capannone
  • Angoli strappati della bocca
  • pigmentazione
  • eruzione
  • alterazioni ungueali
  • Pelle secca
  • pizzicore
  • dolori articolari
  • Unghie fragili

Cosa fai con un PUVA?

Prima della terapia PUVA, il medico esclude una maggiore fotosensibilità da farmaci o tumori cutanei maligni. Determina anche la cosiddetta dose fototossica minima (MPD). Indica da quale dose UV la pelle con fotosensibilizzatore mostra arrossamento. Dopo che lo psoralen è stato efficace, solo il 20-30% di MPD viene irradiato nella prima sessione e la dose aumenta lentamente. In tutta la fototerapia UVA, è necessario indossare occhiali speciali per la protezione degli occhi. Il trattamento è sempre in due giorni consecutivi con un giorno libero. Di norma sono necessarie da dieci a trenta sessioni.

Quali sono i rischi di un PUVA?

Il PUVA è una terapia della luce molto efficace ma anche intensa. La pelle e gli occhi devono essere protetti in modo specifico durante e dopo il trattamento a causa dei seguenti rischi:

  • eventualmente effetto cancerogeno dalla luce UV
  • reazione fototossica - una sorta di solarizzazione dovuta alla maggiore sensibilità alla luce
  • Photoaging della pelle
  • scottature solari
  • Congiuntivite (congiuntivite) e infiammazione della cornea (cheratite)
  • Macchie di fegato (lentiggini)

La terapia aiuta con queste malattie

  • crosta lattea
  • eczema
  • psoriasi

Cosa devo considerare dopo un PUVA?

La pelle è ancora PUVA attualità da circa tre a quattro ore e sistemica PUVA molto sensibile per almeno dodici ore attraverso lo psoralen. Una protezione costante della pelle e l'uso di occhiali protettivi contro i raggi UV sono necessari anche in ambienti chiusi dopo il trattamento, poiché la luce UV può penetrare anche attraverso i vetri delle finestre.

PUVA


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: