Ramipril

Il principio attivo ramipril appartiene ai cosiddetti ace-inibitori ed è usato per l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca. Leggi tutto su ramipril qui!

Ramipril

L'ingrediente attivo ramipril è un medicinale usato per trattare l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca. È stato brevettato nel 1991 negli Stati Uniti da Aventis (oggi: Sanofi). Dalla scadenza della protezione brevettuale è contenuto in numerose medicine. Nel trattamento ramipril è usato da solo o in combinazione con altri farmaci. I bambini e le donne in gravidanza non devono assumere il principio attivo o solo dopo aver consultato il medico, poiché, come effetto collaterale del ramipril, possono verificarsi anche disordini della crescita.

È così che funziona Ramipril

Il ramipril è un cosiddetto ACE-inibitore. ACE (Angiotensin Converting Enzyme) è una sostanza coinvolta in un complesso sistema di regolazione della pressione arteriosa. Quando l'ACE viene inibito, il corpo produce livelli più bassi di angiotensina II, che restringe i vasi sanguigni, mantenendo così alta la pressione sanguigna. Inoltre, porta a una ridotta escrezione di acqua nei reni - che garantisce anche alti livelli di pressione sanguigna.

Dopo somministrazione orale di ramipril, la concentrazione del principio attivo nel sangue sale al suo valore massimo dopo circa un'ora. Tuttavia, l'ACE-inibitore Ramipril deve prima essere convertito nella forma attiva (ramiprilato) nel corpo. In questa forma, il farmaco raggiunge la sua massima concentrazione nel sangue dopo due o quattro ore e poi cade di nuovo. Ramiprilato viene escreto dai reni: dopo circa 7 - 13 ore, metà del farmaco è scomparsa dal corpo. Con l'assunzione regolare, i livelli uniformemente alti di principio attivo compaiono dopo circa quattro giorni.

Quando si applica Ramipril?

Il principio attivo ramipril è usato principalmente per il trattamento dell'ipertensione (ipertensione arteriosa). Inoltre, anche nello scompenso cardiaco (ridotta gittata cardiaca), malattie renali speciali, per la prevenzione di infarto e nel suo follow-up. Il farmaco è solitamente usato a lungo termine.

Quindi è usato Ramipril

Il principio attivo ramipril è in Germania come farmaco finito solo sotto forma di compresse sul mercato. Il trattamento di solito inizia con piccole dosi da 1,25 a 2,5 milligrammi una volta al giorno. La dose viene lentamente aumentata per diverse settimane fino alla dose di mantenimento stabilita dal medico. I produttori offrono le compresse con quantità di farmaco di 2,5, 5 e 10 milligrammi, in modo che la dose individuale sia facilmente regolabile. Dal momento che il livello costante di ingrediente attivo viene impostato solo dopo circa quattro giorni, un'assunzione regolare indipendentemente dai pasti, ma allo stesso tempo ogni giorno è importante.

Se la pressione arteriosa da sola con ramipril non può essere ridotta sufficientemente, la linea guida sul trattamento della pressione arteriosa raccomanda una combinazione con un diuretico (disidratatore) o un calcio antagonista. Se il trattamento con ramipril viene interrotto, non è necessario fare i conti con un aumento della pressione sanguigna (come con altri principi attivi) (effetto rebound). In consultazione con il medico, Ramipril può essere sospeso senza che tu lo prenda a poco a poco.

Quali effetti collaterali ha Ramipril?

Se il trattamento inizia con una dose eccessiva di ramipril, può verificarsi una caduta di pressione sanguigna inaspettatamente alta. Pertanto, il farmaco viene dosato strisciante. Come ogni farmaco, questo farmaco ha effetti collaterali. Ramipril provoca le seguenti lamentele comuni (da uno a dieci percento dei pazienti trattati):

  • mal di testa
  • fatica
  • mal di pancia
  • vomito
  • Crampi muscolari e dolore
  • aumento dei livelli ematici di potassio

Cosa dovrebbe essere preso in considerazione quando si assume Ramipril?

I pazienti con funzionalità renale compromessa devono assumere una dose inferiore di ramipril mentre espellono il farmaco più lentamente. Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, la conversione nella forma efficace richiede più tempo, pertanto è previsto un inizio di azione ritardato.

Il beneficio terapeutico del ramipril è dimostrato dall'età di due anni fino alla vecchiaia. Nel trattamento dei bambini, tuttavia, devono essere considerati i potenziali disturbi della crescita. Durante la gravidanza e l'allattamento il ramipril non deve essere assunto.

A causa degli effetti collaterali, devi stare particolarmente attento con la terapia con ramipril se stai anche assumendo farmaci che:

  • alterare la concentrazione di potassio nel sangue (ad esempio, compresse effervescenti di potassio, eparina, diuretici risparmiatori di potassio).
  • può modificare il numero di cellule del sangue (ad es. allopurinolo, immunosoppressori, corticosteroidi, citostatici).

Inoltre, ramipril può aumentare l'effetto ipoglicemico dell'insulina e di altri antidiabetici orali. L'uso concomitante di farmaci anti-infiammatori non steroidei (ad esempio aspirina, ibuprofene, diclofenac) riduce l'effetto del ramipril. I pazienti che assumono il farmaco devono ricorrere a farmaci contenenti paracetamolo nel dolore e nella febbre.

Ecco come si assumono medicinali contenenti Ramipril

Poiché Ramipril influenza importanti funzioni corporee, l'ingrediente attivo in ogni dosaggio è soggetto a prescrizione medica; può essere ottenuto solo attraverso la farmacia.

Da quando è conosciuto Ramipril?

Ramipril è stata fondata nel 1991 da Aventis (ora Sanofi) portato in attesa nel brevetto degli Stati Uniti e in caso di superamento dei test clinici sul mercato. La protezione dei brevetti è stata revocata prematuramente dopo 16 anni in tribunale, aprendo il mercato ad altri produttori. Da allora, l'ingrediente attivo ramipril è stato offerto da vari produttori come un cosiddetto farmaco generico. La preparazione originale è ancora sul mercato.

Il termine "ACE-inibitore di seconda generazione" deriva dal fatto che Ramipril è un'evoluzione di captopril anche usato ancora oggi. E 'il discendente di una sostanza nel veleno di Jararaca Pitviper, che è stato sviluppato negli Stati Uniti nel 1975 e 1981i approvato Questo farmaco è comunque molto sensibile all'aria e all'umidità, porta in parte a eruzioni cutanee e l'alterazione del gusto, motivo per cui vi era la necessità di miglioramento. Più di dieci altri ACE inibitori sono stati sviluppati fino ad oggi e sono utilizzati in tutto il mondo.

Altri fatti interessanti su Ramipril

La maggior parte dei sintomi negativi riscontrati durante il trattamento con ramipril sono attribuiti alla riduzione della pressione arteriosa. I pazienti sono di solito già così abituati a loro alti valori che inizialmente li porta normali problemi di pressione sanguigna. Tuttavia, questo e gran parte dei possibili effetti collaterali del ramipril migliorano dopo alcuni giorni o settimane di terapia.

La tosse irritante denominata effetti collaterali del ramipril può non iniziare prima di diverse settimane dopo l'inizio della terapia con ramipril. In questo caso lo farà ramipril principalmente sostituito da un bloccante del recettore dell'angiotensina II (dal gruppo dei "sartani").


Ti Piace? Condividi Con Gli Amici: